Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

DOLCI

torte-immagine-per-categoria1

I dolci sono la mia passione, realizzati grazie all’utilizzo d’innumerevoli ingredienti.
I dolci variano molto non solo negli ingredienti ma anche nei metodi di cottura che vanno dalla frittura al forno, fino a quelli che invece non vanno cotti affatto.
Le ricette dei dolci sono probabilmente quelle con le quali si può giocare maggiormente di creatività e che in un certo senso danno anche più soddisfazione e piacere nella realizzazione.

Torta Fragole e Panna Montata – Preparatevi a Ricevere gli Applausi

Torta Fragole e Panna Montata – Preparatevi a Ricevere gli Applausi

La torta fragole e panna è un dolce buonissimo, semplice e delicato. Fatto con una base di Pan di Spagna, una bagna a base di succo ricavato dalle fragole e limone, riempita con una crema molto delicata fatta con uova intere e decorata con panna montata e fragole fresche. La torta fragole e panna è il dolce ideale da preparare per la domenica, per festeggiare il compleanno, per tutte le occasioni di festa. La torta fragole e panna è la mia proposta per festeggiare la festa della mamma in questo 2020, anno che tutti noi ricorderemo per sempre. Preparate il Pan di spagna qualche giorno prima in modo che si asciughi e risulti perfetto al taglio e riempite la torta il giorno prima. Completate la decorazione il mattino seguente.Decorazione semplice ma d’effetto a prova di applausi. Se vi è piaciuta la ricetta usate il bottoncino dell’icona di Facebook e di Twitter che si trovano sopra ⇑ sotto al titolo della ricetta e condividetela sul vostro profilo. Un grazie a chi lo farà. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare questa e tutte le mie altre ricette a regola d’arte. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!!

DIARIO DI BORDO

Lasciatemi esprimere questo mio particolare pensiero su questi 2 mesi di quarantena forzata. Mi sono capitati davanti molti post di persone che compivano gli anni, ma il denominatore comune è stata la frase “compleanno anomalo” o “mai avrei pensato di festeggiare in quarantena, rinchiuso in casa”. Io invece penso che il fatto di essere vivi e riuscire comunque a festeggiare il proprio compleanno ricevendo comunque gli auguri da amici, parenti, vicini di casa … sia stato ed è ancora un’occasione speciale. Coronavirus a parte, le cose non cambiano, gli auguri si ricevono, la presenza delle persone che ci amano si è fatta sentire lo stesso, ed aver aperto gli occhi quella mattina e dire a se stessi “sono vivo, oggi è il mio compleanno” è un evento ancora più prezioso da non sottovalutare ma da tenere in grande considerazione, questo è anche un bel regalo dalla vita e da Dio. Tante riflessioni personali, tanti bei pensieri positivi e andiamo avanti. La vita continua e più che mai questo 2020 ci ha fatto capire sulla nostra pelle quanto la vita di ognuno si preziosa. Miliardi di persone, ognuna con i suoi problemi pochi o tanti che siano, tanti con la paura di morire per colpa di questo virus ma tutti con la voglia e il desiderio di vivere. Il mio pensiero va a tutti coloro che non ci sono più e ai loro familiari e a tutti quelli che lavorano nel servizio sanitario per il bene comune, i grandi eroi di questo 2020. Buona festa della mamma a tutti voi. Festeggiate felici la donna che vi ha messo al mondo e ringraziatela con questa torta meravigliosa.

CHE LA VITA TRIONFI SEMPRE.

 

 

Dose: 15/20 porzioni
Tempo di preparazione:  1 ora

Ingredienti

1 dose di base di Pan di Spagna –>> clicca qui

1 dose di crema con le uova intere –>> clicca qui

1 kg g di fragole fresche
1 litro di panna fresca da montare
3 cucchiai di zucchero semolato
50 g di zucchero a velo
succo di mezzo limone
1 bicchiere d’acqua per allungare la bagna
1 bicchierino di liquore limoncello (facoltativo)

 

La ricetta passo passo

Preparate il Pan di Spagna come da ricetta e fatelo raffreddare completamente.

Preparate la crema con le uova intere come da ricetta e fatela raffreddare.

Lavate le fragole e togliete il picciolo, tenetene da parte 7/8 intere per la decorazione finale e tagliate a pezzetti 500 g di fragole,  mettetele a cuocere per 5 minuti (non di più) con il succo del limone e 3 cucchiai di zucchero. Scolate le fragole e raccogliete il liquido in una ciotola. Allungate con un bicchiere d’acqua fate raffreddare la bagna. Aggiungete il bicchierino di limoncello se volete ottenere la bagna alcolica. Altrimenti omettetelo.

Montate 200 g di panna presa dal totale con 1 cucchiaino di zucchero a velo. Aggiungetene 4 cucchiai alla crema. Mescolate e avrete ottenuto una crema diplomatica. Chiudete la panna che avanza in un contenitore e mettete in frigorifero.

Tagliate in tre dischi orizzontali il Pan di Spagna e mettete il primo su un piatto da portata.

Bagnate il primo disco con la bagna e versate sopra qualche cucchiaio di crema.

 

Con l’aiuto di una spatola distribuite la crema. Versate sopra un pochino di fragole. Sia quelle che avete cotto sia le restanti fragole fresche che avete fatto a tocchetti.

Coprite con il secondo disco e ripetete l’operazione.

Coprite con il terzo  e ultimo disco, inumiditelo con la bagna rimasta, glassate i lati e la superficie con la crema avanzata. Mettete in frigorifero a riposare per una notte intera.

Il giorno dopo completate la torta con la decorazione finale. Montate la panna con lo zucchero a velo e aggiungete anche la panna rimasta dalla sera prima. Livellate la panna con una spatola. Decorate con le fragole intere e alcune a metà e completate con i ciuffetti di panna. Ponete la torta in frigorifero fino al momento di servire.

 

I miei consigli

La torta va sempre preparata in anticipo. Suddividete così i vari passaggi. Se dovete mangiare la torta la domenica per dessert di fine pasto, preparate il Pan di Spagna il giovedì. Fatelo raffreddare completamente e conservatelo chiuso sigillato nella carta tipo quella del pane o pellicola per alimenti. Preparate la crema il venerdì. Fatela raffreddare completamente e ponetela in frigorifero chiusa in un contenitore ermetico. Il tardo pomeriggio di sabato sera procedete con tutti gli step appena sopra elencati. Se la torta devono mangiarla anche i bambini o non gradite il liquore non mettetelo. Se invece vi piace potete usare oltre al limoncello, la vodka, il cognac, il rum bianco o il whishy.
Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

nfd

Torta cappuccino sofficissima con crema di ricotta e mascarpone

TORTA CAPPUCCINO SOFFICISSIMA CON CREMA DI RICOTTA E MASCARPONE

Diario di bordo
Io e le mie sorelle siamo grandi estimatrici del cappuccino del bar. lo amiamo fin da bambine. Quindi quando sono incappata su internet nella torta al cappuccino ho voluto realizzare una mia versione personale. Ho preparato questa torta 2 volte in occasione di due compleanni diversi, variando la decorazione. La prima volta per mia cognata Linda perché è un’ amante della colazione con il cappuccino quindi questa torta è andata proprio ad ok. La seconda per mia cognata Maria, in questa occasione per la decorazione della torta mi sono ispirata ai tratti somatici di lei e del futuro sposo, Paolo. Ho decorato la torta con scaglie di cioccolato bianco da una parte e cioccolato fondente dall’altra. Ho rappresentato la carnagione chiara di Maria con le scaglie di cioccolato bianco, mentre ho rappresentato i capelli castano scuro e la carnagione abbronzata di Paolo con le scaglie di cioccolato fondente. La mia ispirazione non conosce confini.

La torta cappuccino è una torta con una base di Pan di Spagna di facile esecuzione, con una bagna al caffellatte e con una decorazione di panna montata che richiama per sapore quello del cappuccino, da qui il nome della torta.  La torta cappuccino è una torta squisita e soffice, con un cuore di crema di ricotta e mascarpone. La torta cappuccino è anche un dessert perfetto per feste di compleannofesta del papà, torta della domenica, cene ed eventi importanti. Potete variare la decorazione usando la vostra fantasia. Se realizzate questa ricetta fatemi sapere com’è andata lasciandomi un commento sul blog. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare la torta cappuccino a regola d’arte.. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!!

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

consigli e varianti

Per riempire la torta invece del mascarpone e della ricotta potete optare per la famosa Camy Cream a base di mascarpone, panna e latte condensato. Cliccate qui per leggere la ricetta.   Il giorno del compleanno di Maria è stato un compleanno con 2 torte, una fatta da lei e quella fatta da me. E siccome questa foto a me piace tanto ho voluto pubblicarla. Trovate la ricetta originale cliccando sul titolo della Torta Babà !

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Torta cappuccino sofficissima con crema di ricotta e mascarpone

  La torta cappuccino è una torta con una base di Pan di Spagna di facile esecuzione, con una bagna al caffellatte e con una decorazione di panna montata che richiama per sapore quello del cappuccino, da qui il nome della torta.  La torta cappuccino è una torta squisita e soffice, con un cuore di crema di ricotta e mascarpone. La torta cappuccino è anche un dessert perfetto per feste di compleanno, festa del papà, torta della domenica, cene ed eventi importanti. Potete variare la decorazione usando la vostra fantasia. Se realizzate questa ricetta fatemi sapere com’è andata lasciandomi un commento sul blog. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare la torta cappuccino a regola d’arte.. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!!   DIARIO DI BORDO Io e le mie sorelle siamo grandi estimatrici del cappuccino del bar. lo amiamo fin da bambine.  Quindi quando sono incappata su internet nella torta al cappuccino ho voluto realizzare una mia versione personale. Ho preparato questa torta 2 volte in occasione di due compleanni diversi, variando la decorazione. La prima volta per mia cognata Linda perché è un’ amante della colazione con il cappuccino quindi questa torta è andata proprio ad ok.  La seconda per mia cognata Maria, in questa occasione per la decorazione della torta mi sono ispirata ai tratti somatici di lei e del futuro sposo, Paolo. Ho decorato la torta con scaglie di cioccolato bianco da una parte e cioccolato fondente dall’altra. Ho rappresentato la carnagione chiara di Maria con le scaglie di cioccolato bianco, mentre ho rappresentato i capelli castano scuro e la carnagione abbronzata di Paolo con le scaglie di cioccolato fondente. La mia ispirazione non conosce confini.   Dose : per 12 persone Preparazione : 15 minuti Cottura :35/40 minuti  

Ingredienti per il Pan di Spagna

5 uova grandi 150 g di zucchero 200 g di farina 00 1 bustina di vanillina 1 bustina di lievito per dolci 1 cucchiaino di aceto

 

Ingredienti per la farcia

500 g di mascarpone 250 g di ricotta 50 g di zucchero a velo

Ingredienti per la bagna

1 tazzina di caffè 1 tazzina di latte

 

Ingredienti per la decorazione

500 ml di panna fresca 50 g di zucchero a velo vanigliato q.b. di scaglie di cioccolato fondente q.b. di mandorle affettate 5 ciliege candite

 

LA RICETTA PASSO PASSO

In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero e la vanillina. In un’altra ciotola mettete gli albumi e il cucchiaino di aceto e montate con le fruste elettrica a neve ferma.   Aggiungete la farina e il lievito setacciati insieme, al composto di uova e zucchero alternandoli a qualche cucchiaio di albumi montati per rendere più fluido l’incorporamento della farina. Una volta che avete incorporato tutta la farina aggiungete i restanti albumi montati, mescolando dal basso verso l’altro. Versate una tortiera imburrata e infarinata del diametro di 26 cm, cuocete in forno preriscaldato a 170° per 40 minuti.
mde
Passato il tempo fate la prova stecchino per vedere se la torta è cotta. La stecchino deve uscire asciutto. In caso contrario fate cuocere ancora per 5/10 minuti. Sfornate la torta e lasciatela raffreddare completamente. Mescolate il mascarpone con la ricotta e lo zucchero. Montate la panna con lo zucchero a velo. Tagliate a metà la torta in senso orizzontale. Bagnate con il caffè allungato con il latte e farcite con la crema al mascarpone. Richiudere la torta e guarnitela con la panna montata, scaglie di cioccolato, le mandorle affettate. Fate riposare in frigorifero per 4 ore o meglio ancora fino al giorno dopo. Questa è la Torta Cappuccino per il compleanno di Linda. Questa è la Torta Cappuccino fatta per il compleanno di Maria   I MIEI CONSIGLI Questa versione del Pan di Spagna è molto più veloce della versione classica che è sul blog dove le uova intere montano con lo zucchero per circa 20 minuti. In questa ricetta invece si montano solo gli albumi, i rossi d’uovo vengono mescolati allo zucchero con una frusta a mano per qualche minuto. Le uova devono sempre essere a temperatura ambiente. Per montare gli albumi usate 1 cucchiaino di aceto che serve ad avere una schiuma solida e stabile,  aiuta inoltrea togliere quel fastidioso odore di uova nei dolci, è un trucchetto che uso da un po’ di tempo, ed ho notato che è validissimo. Per riempire la torta invece del mascarpone e della ricotta potete optare per la famosa Camy Cream a base di mascarpone, panna e latte condensato. Cliccate qui per leggere la ricetta.   Il giorno del compleanno di Maria è stato un compleanno con 2 torte, una fatta da lei e quella fatta da me. E siccome questa foto a me piace tanto ho voluto pubblicarla. Trovate la ricetta originale cliccando sul titolo della Torta Babà !

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui.  Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

Ed ecco Maria e Paolo con la torta cappuccino !!!

   

Cupcake mimosa – Ricetta Facilissima

Cupcake mimosa

Diario di bordo
Avevo sempre sottovalutato i cupcake, ma con l’apertura del mio blog di ricette ho affrontato tante sfide culinarie e il risultato finale è una soddisfazione profonda, superare i miei limiti e riuscire a realizzare un dolce o una pietanza che sembra difficile, mi rende felice perché è così che mi sento quando cucino. E la riuscita di questi magnifici dolcetti mi rende soddisfatta pienamente. I cupcakes mimosa sono un miscuglio di 3 dolci che sono i cupcake, i muffin, e la torta mimosa. Qui a Pescara, nei negozi di pasticceria potete trovare sia la torta Mimosa classica, sia le Mimosette, dolcetti più piccoli a forma di cupola completamente ricoperti di panna e di briciole di Pan di Spagna. Ma vi assicuro, che questi cupcake li sostituiscono degnamente. La ricetta di base è tratta da un piccolo libricino che comprai anni fa che riportava ricette diverse di cupcake e muffin, ma il ripieno e la copertura è un’idea mia. Io ho solo portato a 2 cucchiai la dose di latte, perché nel libro era scritto solo 1 cucchiaio. Ora vi lascio alla ricetta. Come sempre, il colore giallo, la fa da padrona.

Un cupcake è una mini tortina dolce cotta in un pitottino di carta forno all’interno dello stampo dei muffin. La ricetta originale prevede una glassatura detta frosting, una farcitura e una decorazione. I cupcakes vengono solitamente utilizzati per accompagnare il rito del tè pomeridiano o come golosa merenda del pomeriggio. I cupcakes mimosa sono un dolcetto buonissimo che non impegnano tanto nella loro realizzazione perchè si preparano facilmente. Se cercavate un dolce semplice e goloso da presentare stasera per festeggiare la festa della donna questa ricetta fa al caso vostro. Pochi semplici ingredienti che sono presenti in tutte le dispense casalinghe. Leggete la ricetta fino alla fine perchè è sempre in ultimo che trovate i miei trucchetti e consigli per realizzarli al meglio. Auguro a tutte voi una piacevole serata all’insegna dell’allegria e dell’amicizia. Buona festa della donna a tutte voi.

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

consigli e varianti

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Cupcake mimosa

Un cupcake è una mini tortina dolce cotta in un pitottino di carta forno all’interno dello stampo dei muffin. La ricetta originale prevede una glassatura detta frosting, una farcitura e una decorazione. I cupcakes vengono solitamente utilizzati per accompagnare il rito del tè pomeridiano o come golosa merenda del pomeriggio. I cupcakes mimosa sono un dolcetto buonissimo che non impegnano tanto nella loro realizzazione perchè si preparano facilmente. Se cercavate un dolce semplice e goloso da presentare stasera per festeggiare la festa della donna questa ricetta fa al caso vostro. Pochi semplici ingredienti che sono presenti in tutte le dispense casalinghe. Leggete la ricetta fino alla fine perchè è sempre in ultimo che trovate i miei trucchetti e consigli per realizzarli al meglio. Auguro a tutte voi una piacevole serata all’insegna dell’allegria e dell’amicizia. Buona festa della donna a tutte voi.

DIARIO DI BORDO

Avevo sempre sottovalutato i cupcake, ma con l’apertura del mio blog di ricette ho affrontato tante sfide culinarie e il risultato finale è una soddisfazione profonda, superare i miei limiti e riuscire a realizzare un dolce o una pietanza che sembra difficile, mi rende felice perché è così che mi sento quando cucino. E la riuscita di questi magnifici dolcetti mi rende soddisfatta pienamente. I cupcakes mimosa sono un miscuglio di 3 dolci che sono i cupcake, i muffin, e la torta mimosa. Qui a Pescara, nei negozi di pasticceria potete trovare sia la torta Mimosa classica, sia le Mimosette, dolcetti più piccoli a forma di cupola completamente ricoperti di panna e di briciole di Pan di Spagna. Ma vi assicuro, che questi cupcake li sostituiscono degnamente. La ricetta di base è tratta da un piccolo libricino che comprai anni fa che riportava ricette diverse di cupcake e muffin, ma il ripieno e la copertura è un’idea mia. Io ho solo portato a 2 cucchiai la dose di latte, perché nel libro era scritto solo 1 cucchiaio. Ora vi lascio alla ricetta. Come sempre, il colore giallo, la fa da padrona.

 

Dose: per 10 cupcake Tempo di preparazione: 20 minuti Tempo di cottura: 15/20 minuti Tempo totale di preparazione: 35 minuti  

Ingredienti:

115 g di burro ammorbidito o margarina morbida 115 g di zucchero semolato 2 uova leggermente sbattute la scorza di 1 limone grattugiato 100 di farina 00 1 cucchiaino di lievito 2 cucchiai di latte.

Per decorare:

250 ml di panna fresca montata zuccherata con pochissimo zucchero a velo 3 fette di ananas sciroppato limoncello q.b. o sciroppo di ananas q.b.

   

LA RICETTA PASSO PASSO

Preriscaldate il forno a 180°. Disponete i pirottini  sullo stampo da muffin. Lavorate il burro ammorbidito e lo zucchero in una ciotola capiente fino a che diventa un composto chiaro e spumoso.

Incorporate le uova sbattute un cucchiaio alla volta, e mescolate con cura dopo ogni aggiunta.

Aggiungete la scorza del limone grattugiata, le polveri con un setaccio e procedete con una spatola o con una  frusta a mano fino al completo assorbimento.

Unite lentamente il latte.

 Dovrete ottenere un composto dalla consistenza omogenea, che cade facilmente dal cucchiaio.

Versate 1 cucchiaio abbondante (non di più) di composto nei pirottini.

Fate cuocere in forno preriscaldato per 15/20 minuti, finché i cupcake risultano gonfi, dorati e sodi. Lasciateli raffreddare nella teglia per 10 minuti, poi trasferiteli su una gratella e raffreddateli completamente.

Tagliate la calotta.

Con un coltello svuotate delicatamente al centro il cupcake e mettete da parte il ripieno.

Bagnate l’interno dei cupcake e la calotta con  2 cucchiaini di limoncello se li volete con la bagna alcolica o con lo sciroppo di ananas se li volete con la bagna alla frutta.

Dividete la panna a metà, in una metteteci le fette di ananas scolate dal succo e fatte a pezzettini.  con questo ripieno riempiteci il dentro dei cupcake.

Con questo ripieno riempiteci l’interno dei cupcake.

Fate a quadretti piccoli la mollica dei capcake.

 Rimettete sopra la calotta e con un cucchiaio decorate con la panna rimasta. Versate sopra la panna i pezzettini di mollica dei capcake per dargli l’effetto della mimosa. I cupcake sono pronti.

       

Manteneteli in frigorifero a rassodare la panna fino al momento di mangiarli.

I miei consigli
Potete riempire i cupcakes con della crema diplomatica se questo ripieno vi piace di più.
Potete variare e scegliere n’altro liquore se non vi piace il limoncello.
Se non trovate limoni bio, optate per della vanillina o i semini di una bacca di vaniglia per aromatizzare l’impasto.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui.  Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

Baci perugina fatti in casa

Baci perugina fatti in casa

Diario di bordo
Andando in giro per internet ho trovato mille e una versione di baci perugina. Dopo averne provate 3, ho decretato che la vincitrice non poteva che essere questa che vi descrivo di seguito. Nella descrizione degli ingredienti noterete un buon quantitativo di cioccolato fondente, io ho deciso di usarne tanto perché nel provare le varie ricette mi sono resa conto che il quantitativo di 200 g non mi bastava per ricoprire tutti i cioccolatini.

 I baci perugina sono i famosi cioccolatini dal ripieno di gianduia, farciti con una nocciola intera e rivestiti di cioccolato fondente. Questi cioccolatini sono diventati il simbolo di San Valentino e vi assicuro che prepararli a casa con una ricetta uguale a quello originale da una soddisfazione senza pari. 

Veloci e facilissimi si preparano senza temperare il cioccolato e senza l’uso di nessuno stampo. Con questa dose mi sono usciti 15 baci perugina. Vi lascio alla ricetta e vi auguro un felice Buon San Valentino 2020.

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

consigli

La ricetta è tratta dal blog di Simona Mirto Tavolartegusto.it , Simona è davvero straordinaria, il suo blog è bellissimo, con descrizioni precise, dettagliate che invogliano a preparare le pietanze che lei propone. Io come faccio sempre ho cambiato qualche cosa qua e la.

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Baci perugina fatti in casa

I baci perugina sono i famosi cioccolatini dal ripieno di gianduia, farciti con una nocciola intera e rivestiti di cioccolato fondente. Questi cioccolatini sono diventati il simbolo di San Valentino e vi assicuro che prepararli a casa con una ricetta uguale a quello originale da una soddisfazione senza pari. Andando in giro per internet ho trovato mille e una versione di baci perugina. Dopo averne provate 3, ho decretato che la vincitrice non poteva che essere questa che vi descrivo di seguito. Nella descrizione degli ingredienti noterete un buon quantitativo di cioccolato fondente, io ho deciso di usarne tanto perché nel provare le varie ricette mi sono resa conto che il quantitativo di 200 g non mi bastava per ricoprire tutti i cioccolatini. Veloci e facilissimi si preparano senza temperare il cioccolato e senza l’uso di nessuno stampo. Con questa dose mi sono usciti 15 baci perugina. Vi lascio alla ricetta e vi auguro un felice Buon San Valentino 2020.

Dose : per 15 baci
Tempo di preparazione : 1 ora + il riposo

INGREDIENTI :

200 g di cioccolato al latte
60 g di panna da cucina uht (quella che si usa per i tortellini)
80 g di granella di granella di nocciole
20 nocciole intere
400 g di cioccolato fondente
30 g di burro sciolto

LA RICETTA PASSO PASSO

Mettete la panna in un pentolino, appena arriva al bollore togliete dal fuoco. Aggiungete il cioccolato al latte spezzettato eppoi la granella di nocciole.

Mescolate e mettete in frigorifero per circa 1 ora a riposare.

Con il cucchiaino prendete un pochino di composto e formate delle palline tutte delle stesse dimensioni. Mettete sulla superficie di ogni pallina 1 nocciola. Non affondate troppo. La nocciola deve essere visibile. Mettete in frigorifero a riposare per circa 1 ora.

Sciogliete il cioccolato fondente e il burro a bagno Maria,. Mettete in una ciotolina alta e stretta il cioccolato. Poggiate ogni pallina su una forchetta e immergetela nel cioccolato fluido e privo di grumi. Tirate su la forchetta in modo che il cioccolato in eccesso coli, eppoi riponete ogni cioccolatino sulla carta forno.

Ripetete per ogni cioccolatino e fate asciugare il cioccolato all’aria.

I baci perugina sono pronti.

I MIEI CONSIGLI

Potete incartarli nella carta di alluminio proprio come gli originali e divertirvi a scrivere su dei piccoli biglietti di carta forno delle frasi d’amore. Sorprenderete e lascerete senza parole il vostro amato.

La ricetta è tratta dal blog di Simona Mirto Tavolartegusto.it , Simona è davvero straordinaria, il suo blog è bellissimo, con descrizioni precise, dettagliate che invogliano a preparare le pietanze che lei propone. Io come faccio sempre ho cambiato qualche cosa qua e la.

 BUON APPETITO!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Felice San Valentino 2020 e datevi tanti tanti baci

Torta Pan di stelle – Ricetta Facile Senza Cottura

TORTA PAN DI STELLE

Diario di bordo
Io lo chiamo il dolce miracoloso, appena accolta in bocca un solo boccone di torta, le diverse consistenze tra il croccante dei biscotti e la cremosità della panna e del cioccolato, ci riporteranno alla spensieratezza dell’infanzia, quando tutti eravamo bambini. Mi ci sono volute 2 prove per arrivare al risultato più soddisfacente sia per gli occhi che per il palato. La torta Pan di Stelle è perfetta per tutte le occasioni di festa sia in inverno che in estate perché è un dolce fresco senza cottura. Io oggi ve la propongo per l’imminente festa di San Valentino, per me non c’è dolce più goloso per festeggiare l’amore, la sua bontà vi farà toccare il cielo con un dito. Buona Torta Pan di Stelle a tutti.

La Torta Pan di Stelle è un dolce senza cottura, fatto di biscotti al cacao intinti nel latte ricoperti da strati di panna montata e crema spalmabile alla nocciola. La torta prende ispirazione dai biscotti frollini più famosi d’Italia, i biscotti al cacao con le stelline. La Torta Pan di Stelle è un dolce scenografico davvero super goloso, bellissimo da vedere e squisito dessert da mangiare. Gradito da tutti, bambini compresi, che spesso lo richiedono come torta per festeggiare il loro compleanno. Ma è anche molto apprezzato dagli adulti e dai super golosi di cioccolato. Se avete poco tempo ma volete preparare un dolce buono, scenografico e super cioccolatoso scegliete questo, entrerà a pieno titolo nel Top Ten dei vostri 10 dolci preferiti. La preparazione è semplicissima e so già che lo replicherete spesso anche solo per averne una fetta da mangiare a merenda. Trovate tutti i consigli e trucchetti per realizzarla a regola d’arte sempre qui sotto, dopo la descrizione step step by step della ricetta, quindi m raccomando leggete tutto fino in fondo. Non mi rimane che augurarvi una splendida giornata. Enjoy #daniwella

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

Icon Image

Consiglio: la Panna

Per avere una panna ben soda, mettetela in frigorifero per 3 ore prima di montarla. Riponete sia la ciotola dove monterete la panna che le fruste in frigorifero 1 ora prima, in modo che risultino ben fredde. Per accelerare questo procedimento potete metterle in  congelatore per 15/20 minuti. Montate la panna in un contenitore capiente e usate lo sbattitore facendolo girare sempre nello stesso verso. Quando la panna comincerà a montare aggiungete lo zucchero un po’ per volta. Vi consiglio l’uso di uno zucchero a velo fine visto che la panna monta in fretta, questo ingrediente renderà la panna vellutata.

Icon Image

Altri Consigli

I biscotti non devono inzupparsi troppo, non fateli diventare una pappetta perché continueranno ad ammorbidirsi grazie alla panna montata. Potete usare una sac à poche per versare la panna più facilmente sui biscotti. Vi sconsiglio l’uso del mascarpone che renderebbe la Torta Pan di Stelle davvero troppo pesante. Fidatevi sulla parola, la panna fresca da montare è perfetta. La torta deve riposare in frigorifero 10 ore prima di essere decorata. Se la preparate d’inverno saranno sufficienti 5 ore. Il mio consiglio è quella di prepararla sempre il giorno prima, ne acquisterà in sapore e consistenza paradisiache. Una volta tagliata, si conserva in frigorifero, chiusa all’interno di un contenitore ermetico per 2/3 al massimo. 

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

TORTA PAN DI STELLE
oznor_soft
La Torta Pan di Stelle è un dolce senza cottura, fatto di biscotti al cacao intinti nel latte ricoperti da strati di panna montata e crema spalmabile alla nocciola. La torta prende ispirazione dai biscotti frollini più famosi d’Italia, i biscotti al cacao con le stelline. La Torta Pan di Stelle è un dolce scenografico davvero super goloso, bellissimo da vedere e squisito dessert da mangiare. Gradito da tutti, bambini compresi, che spesso lo richiedono come torta per festeggiare il loro compleanno. Ma è anche molto apprezzato dagli adulti e dai super golosi di cioccolato. Se avete poco tempo ma volete preparare un dolce buono, scenografico e super cioccolatoso scegliete questo, entrerà a pieno titolo nel Top Ten dei vostri 10 dolci preferiti. La preparazione è semplicissima e so già che lo replicherete spesso anche solo per averne una fetta da mangiare a merenda. Trovate tutti i consigli e trucchetti per realizzarla a regola d’arte sempre qui sotto, dopo la descrizione step step by step della ricetta, quindi m raccomando leggete tutto fino in fondo. Non mi rimane che augurarvi una splendida giornata. Enjoy #daniwella

DIARIO DI BORDO

Io lo chiamo il dolce miracoloso, appena accolta in bocca un solo boccone di torta, le diverse consistenze tra il croccante dei biscotti e la cremosità della panna e del cioccolato, ci riporteranno alla spensieratezza dell’infanzia, quando tutti eravamo bambini. Mi ci sono volute 2 prove per arrivare al risultato più soddisfacente sia per gli occhi che per il palato. La torta Pan di Stelle è perfetta per tutte le occasioni di festa sia in inverno che in estate perché è un dolce fresco senza cottura. Io oggi ve la propongo per l’imminente festa di San Valentino, per me non c’è dolce più goloso per festeggiare l’amore, la sua bontà vi farà toccare il cielo con un dito. Buona Torta Pan di Stelle a tutti.

 

INGREDIENTI :

dav_soft

700 g di biscotti Pan di stelle 600 ml di panna fresca da montare 2 cucchiai di zucchero a velo 400 g di crema spalmabile alla nocciola 200 ml di latte fresco q.b. di cacao amaro 100 g di pasta di zucchero bianca + 2 cucchiai di zucchero a velo

PROCEDIMENTO : In una ciotola versate la panna fresca e i 2 cucchiai di zucchero a velo. Montatela a neve ben soda. Toglietene dal totale circa 3 cucchiai e mettetela da parte perché vi occorrerà per la decorazione finale. Procuratevi uno stampo apribile del diametro 24/26 cm. Utilizzate solo il cerchio che poggerete sopra un piatto che sarà lo stesso dove servirete l dolce. Intingete i biscotti nel latte da entrambi i lati, senza ammollarli troppo e metteteli all’interno per creare la base della torta. In una ciotola piccola, sgretolate con le mani una decina di biscotti e ammorbiditeli con qualche cucchiaio di latte, riempite con questi gli spazi di vuoto che si creano tra un biscotto e l’altro in modo da avere una base omogenea.
ozedf_soft
Versate sopra la base circa 4 cucchiai abbondanti di panna e livellate con movimenti lenti con il dorso di un cucchiaio. Poi mettete uno strato di crema spalmabile alla nocciola.
edf_soft
Coprite con un’altro strato di biscotti bagnati nel latte. Mettete un’altro strato di panna, poi uno strato di crema spalmabile alla nocciola e un’altro strato di biscotti.
edf_soft
Mettete un’altro strato di panna, crema spalmabile alla nocciola,biscotti, questa volta questa volta sotto sopra, con le stelline in basso e un’altro giro di crema spalmabile questa volta sopra i biscotti.
edf_soft
Ricoprite con l’ultimo strato di panna. Spolverizzate la superficie con il cacao amaro. Pulite i bordi del piatto dal cacao amaro caduto in eccedenza e mettete in frigorifero a rassodare.
edf_soft
DECORAZIONE E ASSEMBLAGGIO DELLA TORTA Prendete il panetto di pasta di zucchero e ammorbiditelo tra le mani. Spolverizzate la pasta di zucchero con lo zucchero a velo e stendetela con un mattarello ad uno spessore di 2-3 mm. Ricavate 3 stelle grandi e 6 stelline piccole. Prendete la torta dal frigorifero. Con l’aiuto di una spatola staccate la torta dai bordi e tirate via il cerchio. Rifinite i bordi della torta spalmando la panna che avete tenuto da parte.
edf_soft
Spalmatela un pochino anche all’interno dei biscotti e attaccateli su tutto il bordo della torta. LA TORTA PAN DI STELLE E’ PRONTA.
oznor_soft
LA TORTA PAN DI STELLE E’ PRONTA. CHI NE VUOLE UNA FETTA?
ozedf_soft
ED ECCO LA MIA AMICA SILVANA CHE MI HA FATTO DA ASSISTENTE NEL MIO SET FOTOGRAFICO CASALINGO.
ozedf_soft
CONSIGLI E TRUCCHETTI Per avere una panna ben soda, mettetela in frigorifero per 3 ore prima di montarla. Riponete sia la ciotola dove monterete la panna che le fruste in frigorifero 1 ora prima, in modo che risultino ben fredde. Per accelerare questo procedimento potete metterle in  congelatore per 15/20 minuti. Montate la panna in un contenitore capiente e usate lo sbattitore facendolo girare sempre nello stesso verso. Quando la panna comincerà a montare aggiungete lo zucchero un po’ per volta. Vi consiglio l’uso di uno zucchero a velo fine visto che la panna monta in fretta, questo ingrediente renderà la panna vellutata. I biscotti non devono inzupparsi troppo, non fateli diventare una pappetta perché continueranno ad ammorbidirsi grazie alla panna montata. Potete usare una sac à poche per versare la panna più facilmente sui biscotti. Vi sconsiglio l’uso del mascarpone che renderebbe la Torta Pan di Stelle davvero troppo pesante. Fidatevi sulla parola, la panna fresca da montare è perfetta. La torta deve riposare in frigorifero 10 ore prima di essere decorata. Se la preparate d’inverno saranno sufficienti 5 ore. Il mio consiglio è quella di prepararla sempre il giorno prima, ne acquisterà in sapore e consistenza paradisiache. Una volta tagliata, si conserva in frigorifero, chiusa all’interno di un contenitore ermetico per 2/3 al massimo.  

BUON APPETITO!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ozedf_soft
       

Tiramisù alle fragole : Coreografico Senza Uova e Senza Colla di Pesce

Tiramisù alle fragole

Diario di bordo
Il tiramisù alle fragole è ottimo da preparare per tutte le occasioni e feste speciali come compleanni, anniversari e festa della mamma. Quindi oggi o domani mattina avete tutto il tempo per preparare questo tiramisù alle fragole fresco e velocissimo per festeggiare così la vostra mamma, visto che la festa della mamma è proprio domani. Leggete l’articolo fino in fondo dove trovate come sempre tutti i miei consigli e trucchetti per realizzare al meglio il tiramisù alle fragole.

Il tiramisù alle fragole è la variante primaverile del famoso e rinomato dolce. Oggi vi propongo una versione che mi ha conquistato per la veste coreografica in primis e per la totale naturalezza degli ingredienti poi. Il tiramisù alle fragole che ho fatto è fresco, buono, veloce, facile, senza uova, senza colla di pesce, senza cottura, profumato, non stucchevole, di bell’aspetto e vi farà fare un figurone perché dalla sua ha questa finitura brillante di fragole che gli regala un’aspetto curato simile alle torte di pasticceria.

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

consigli e varianti

La ricetta è tratta dal canale Youtube Carodiario , la sua creatrice si chiama Stefania, lei è simpaticissima e comicissima. Bella, solare, ironica e spumeggiante. Seguitela sul suo canale Youtube perché le sue ricette sono interessantissime. Cliccate qui per vedere il suo video del Tiramisù con le fragole. Un saluto e un grazie a Stefania per questa torta briosa e brillante.

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Tiramisù alle fragole
ozedf_vivid
Il tiramisù alle fragole è la variante primaverile del famoso e rinomato dolce. Oggi vi propongo una versione che mi ha conquistato per la veste coreografica in primis e per la totale naturalezza degli ingredienti poi. Il tiramisù alle fragole che ho fatto è fresco, buono, veloce, facile, senza uova, senza colla di pesce, senza cottura, profumato, non stucchevole, di bell’aspetto e vi farà fare un figurone perché dalla sua ha questa finitura brillante di fragole che gli regala un’aspetto curato simile alle torte di pasticceria. Il tiramisù alle fragole è ottimo da preparare per tutte le occasioni e feste speciali come compleanni, anniversari e festa della mamma. Quindi oggi o domani mattina avete tutto il tempo per preparare questo tiramisù alle fragole fresco e velocissimo  per festeggiare così la vostra mamma, visto che la festa della mamma è proprio domani. Leggete l’articolo fino in fondo dove trovate come sempre tutti i miei consigli e trucchetti per realizzare al meglio il tiramisù alle fragole. Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella       Dose : 9 porzioni Preparazione : 1 ora Riposo : 4/5 ore in frigorifero   Ingredienti :
dav_soft
650 g di fragole fresche, mature e profumate 200 g di savoiardi 250 g di mascarpone freddo di frigorifero 220 g di formaggio fresco del tipo spalmabile freddo di frigorifero 250 ml di panna fresca da montare fredda di frigorifero 50 g di zucchero 150 g di zucchero a velo vanigliato 50 g di succo di limone 50 g di acqua   Ingredienti per la gelatina : 200 g di succo delle fragole 70 g di zucchero semolato 25 g di amido di mais   Preparazione : Per prima cosa lavate le fragole, togliete il picciolo e tagliate a pezzetti piccoli, circa 1 cm e mezzo e mettetele all’interno di una ciotola.
ozedf_vivid
Aggiungete il succo del limone, lo zucchero semolato e i 50 g di acqua. Mescolate e lasciate riposare mentre preparate la crema.
ozedf_soft
In una ciotola versate il mascarpone e il formaggio fresco spalmabile. Lavorate con le fruste per 20 secondi.
dav_soft
Aggiungete la panna e lo zucchero a velo. Lavorate per massimo 2 minuti.
ozedf_soft
Riponete in frigorifero mentre preparate la base della torta.
ozedf_soft
Prendete uno stampo a cerniera di cm 22 di diametro e sostituite il fondo con un piatto da portata. Chiudete la cerniera e poggiatelo sul piatto e cominciate a formare gli stati alternati. La torta avrà 2 stati e ogni strato conterrà 100 g di savoiardi. Prendete i biscotti e con le mani rompeteli in tre parti, partendo dall’esterno ricoprite tutta la superficie. Se vedete che ci sono dei buchini sbriciolateci sopra qualche pezzettino fino a riempirli a tappo.
ozedf_soft
Distribuite le fragole in modo uniforme sopra i biscotti.
dav_soft
Distribuite 350 g di crema sulla superficie e con il dorso di un cucchiaio livellatela per bene.
dav_soft
Ripete la stessa cosa con il secondo strato, quindi 100 g di biscotti spezzettati lasciando libero mezzo cm dal bordo, 200 g di fragole e 350 di crema che poggerete a cucchiaiate sopra le fragole.
ozedf_soft
Livellate per bene la superficie.
ozedf_soft
Con la crema e le fragole avanzate prepariamo la decorazione finale che renderà la torta bella e superlativa anche alla vista. Con l’aiuto di un sac a poche e una bocchetta a stella fate dei ciuffetti tutto intorno, staccandovi leggermente dalla parete dello stampo. Mettete la torta in frigorifero.
ozedf_soft
Preparate ora la gelatina di fragole. Prendete un pentolino e poggiatelo sulla bilancia. Azzerate la bilancia e con l’aiuto di un colino scolate le fragole. Il liquido per realizzare la gelatina deve essere 200 g, quindi aggiungete acqua naturale nel caso il liquido delle fragole non raggiunga quel quantitativo. Il mio liquido scolato era 100 g, quindi ho aggiunto 100 g di acqua.
dav_soft
Aggiungete ora i 70 g di zucchero semolato e l’amido di mais. Mischiate con una frusta per rompere tutti i grumi, Trasferite sul fornello e a fiamma dolce continuando a mescolare la gelatina si addenserà (circa 3 minuti). La gelatina è pronta quando diventerà trasparente, lucida e brillante. Spegnete il fornello.
ozedf_soft
  Aggiungete la gelatina alle fragole avanzate e amalgamate con delicatezza per mischiare i due composti e per intiepidire tutto prima di versarlo sulla torta.
ozedf_soft
Prendete di nuovo la torta e stendete il composto fragoloso partendo dal centro e allargandolo sempre con l’aiuto del cucchiaio su tutta la superficie. La torta è pronta, fatela riposare per 5/6 ore in frigorifero.
ozedf_soft
Usate una spatola sottile per staccare la torta dalle pareti dello stampo.
dav_vivid
Eccola qui dopo essere stata tagliata. La torta tiene perfettamente il taglio.
ozedf
E adesso l’assaggio.
ozedf_soft
  I miei consigli : Il formaggio spalmabile è un degno sostituto del mascarpone, così invece di mettere 500 g di mascarpone ne usiamo la metà, in questo modo alleggeriamo il sapore e la consistenza della crema, rendendola fresca, piacevole al palato e altrettanto pannosa. Quando aggiungete lo zucchero a velo nella crema lavorate il composto a fruste spente per evitare la nuvola di polvere zuccherina e una volta assorbito tutto lo zucchero, azionate le fruste alla massima velocità. Mano a mano la crema prenderà corpo e diventerà soffice e soda. Sopratutto se fate la torta d’estate, ponete la crema in frigorifero, finirà di riposarsi e rassodarsi. Per fare la torta potete usare uno da stampo da 22 cm di diametro o uno da 24. Più lo stampo è grande, più la torta verrà bassa. L’idea furba è di sostituire la base dello stampo con un bel piatto da portata e di usare solo l’anello, in questo modo quando sarà pronta dovrete solo togliere l’anello e servirla. Per fare questa torta sconsiglio i pavesini perché sono troppo bassi. Piccolo trucchetto : Solitamente quando si aggiungono le fragole si va a occhio, ma per evitare sviste pesatele senza sporcare altre ciotole. Usare questo metodo è più comodo e più preciso, Poggiate la ciotola sopra la bilancia, azzeratela e sgocciolandole leggermente toglietene 200 g, quantità perfetta per coprire tutti i savoiardi che a contatto con le fragole assorbiranno il succo aromatizzandosi senza inzupparsi. Fate la stessa cosa per la crema, poggiate la ciotola sulla bilancia, azzeratela e toglietene 350 g. Se avete una spatola angolare, usatela per livellare la crema, è comoda per fare questi lavori. Per chi non l’avesse posso dirvi che costa pochissimo, non ingombra e agevola tantissimo questi tipi di lavori. Infine niente colla di pesce ma solo gelatina naturale fatta con amido di mais. Questo tipo di gelatina la faceva anche mia nonna quando ero piccola. Questa gelatina rende le fragole brillanti. La torta deve riposare per rapprendersi e stabilizzarsi, quindi tenetela in frigorifero dalle 4 alle 6 ore. La ricetta è tratta dal canale Youtube Carodiario , la sua creatrice si chiama Stefania, lei è simpaticissima e comicissima. Bella, solare, ironica e spumeggiante. Seguitela sul suo canale Youtube perché le sue ricette sono interessantissime. Cliccate qui per vedere il suo video del Tiramisù con le fragole. Un saluto e un grazie a Stefania per questa torta briosa e brillante.  
ozedf_soft
 

Torta alla ricotta con fragole e gocce di cioccolato : Ricetta Facile

Torta ricotta e fragole con gocce di cioccolato

Diario di bordo
Per la decorazione ho preso spunto da internet e dalla mia amica Elena. Avevo in mente da giorni di aggiornare le ricette con le fragole che sono sul blog, ho colto l’occasione ieri quando sono passata al mercato da Corrado e dopo aver visto delle fragole meravigliose che mi facevano l’occhiolino, ho riportato a casa un paio di cestini e con la ricotta avanzata dei giorni scorsi ho preparato questa squisitezza. Vi starete chiedendo cosa sono le torte da credenza, ebbene leggete l’articolo fino in fondo e troverete la risposta. Aiutatemi a condividere questa ed altre ricette. A voi non costa niente ma io ve ne sarò eternamente grata. Un forte abbraccio a tutti. Enjoy #daniwella

La torta ricotta e fragole con gocce di cioccolato è una deliziosa torta da credenza, e appena l’assaggerete vi farà arrivare al settimo cielo. In molti mi hanno chiesto la ricetta, dopo aver visto il video sulle storie di Instagram e la foto postata su Facebook mentre ero in procinto di infornare la torta di ricotta e fragole con gocce di cioccolato. Ho così aggiornato un’altra ricetta che avevo sul blog, riveduto e corretto nelle dosi e negli ingredienti e questo è quello che ne è venuto fuori. Non ho messo le fragole all’interno dell’impasto ma solo sulla superficie.

la ricetta passo passo

consigli e curiosità

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Torta ricotta e fragole con gocce di cioccolato
ozedf
La torta ricotta e fragole con gocce di cioccolato è una deliziosa torta da credenza, e appena l’assaggerete vi farà arrivare al settimo cielo. In molti mi hanno chiesto la ricetta, dopo aver visto il video sulle storie di Instagram e la foto postata su Facebook mentre ero in procinto di infornare la torta di ricotta e fragole con gocce di cioccolato. Ho così aggiornato un’altra ricetta che avevo sul blog, riveduto e corretto nelle dosi e negli ingredienti e questo è quello che ne è venuto fuori. Non ho messo le fragole all’interno dell’impasto ma solo sulla superficie. Per la decorazione ho preso spunto da internet e dalla mia amica Elena. Avevo in mente da giorni di aggiornare le ricette con le fragole che sono sul blog, ho colto l’occasione ieri quando sono passata al mercato da Corrado e dopo aver visto delle fragole meravigliose che mi facevano l’occhiolino, ho riportato a casa un paio di cestini e con la ricotta avanzata dei giorni scorsi ho preparato questa squisitezza. Vi starete chiedendo cosa sono le torte da credenza, ebbene leggete l’articolo fino in fondo e troverete la risposta. Aiutatemi a condividere questa ed altre ricette. A voi non costa niente ma io ve ne sarò eternamente grata. Un forte abbraccio a tutti. Enjoy #daniwella Dose : per 12 porzioni Preparazione : 15 minuti Cottura : 45/50 minuti

Ingredienti :

ozedf_vivid

3 uova medie 150 g di zucchero semolato 300 g di farina 00 300 g di ricotta di mucca passata al setaccio 100 g di olio di semi di arachide 2 cucchiai di latte parzialmente scremato 300 g di fragole fresche 70 g di gocce di cioccolato extra fondente 1 cucchiaino colmo di aroma di vaniglia 1 limone biologico la scorza grattugiata 1 bustina e mezza di lievito per dolci

Procedimento : In una ciotola setacciate la ricotta e mescolatela con la vaniglia e la scorza del limone.
ozedf_vivid
Aggiungete lo zucchero tutto in una volta.
ozedf_vivid
Aggiungere 1 uovo alla volta.
ozedf_vivid
Incorporate l’olio di semi.
ozedf_vivid
Aggiungete la farina setacciata con il lievito in 2/3 riprese.
ozedf_vivid
Infine aggiungete le gocce di cioccolato e il latte.
ozedf
Versate in uno stampo di cm 24 di diametro imburrato, e inserite le fragole affettate nell’impasto come in foto, infornate in forno preriscaldato a 180° per 45/50 minuti. Fate sempre la prova stecchino.
ozedf_soft
Fate raffreddare completamente prima di mangiare.
ozedf
La torta si conserva per 2/3 giorni a temperatura ambiente. Io la metto dentro una campana di vetro.
ozedf
Ecco una fetta vista da vicino.
ozedf
I miei consigli : Ho usato una mezza dose di lievito in più perché avevo una bustina aperta da qualche giorno e per non fare inutili sprechi l ho messa in questa torta. Potete scegliere di usare anche le gocce di cioccolato bianco se volete, con le fragole ci stanno molto bene, e se volete potete usare il burro al posto dell’olio di semi, in questo caso usatene 120 g, scioglietelo a bagnomaria prima di aggiungerlo all’impasto. Avendo lavorato per diversi anni in una salumeria di Pescara vi consiglio di usare sempre la ricotta comprata al banco dell’alimentari, per intenderci quella venduta a etti, più grumosa, rispetto a quelle centrifugate che si comprano già confezionate nel banco dei freschi. Si presta bene ad essere setacciata in un colino a maglie più grandi. Setacciare la ricotta serve a renderla più soffice e cremosa, in questo modo è più adatta ad essere usata per fare i dolci. CURIOSITA’ : Si definiscono torte da credenza tutti quei dolci che si possono conservare a temperatura ambiente per giorni senza che vadano incontro ad un deperimento della qualità. Appartengono a questo panorama dolciario crostate, dolci soffici e le ciambelle che le nostre nonne conservavano nella credenza perché non contenevano crema o panna che potevano deperire in fretta. La definizione ” da credenza ” deriva appunto da questa assenza di ingredienti che mantenuti a temperatura ambiente sarebbero deperibili in men che non si dica. La credenza è il mobile che contiene le stoviglie quelle che vengono usate nei pranzi importanti che si trova di solito nella stanza dove si tiene il banchetto.
ozedf
       

La Pupa e il Cavallo – i Dolci della Tradizione Pasquali Abruzzese

La Pupa e il Cavallo – i dolci pasquali abruzzesi

Diario di bordo
La scorsa settimana io e mia cognata ci siamo impegnate un’intero pomeriggio per dar sfogo alla nostra fantasia nel decorare questi dolcetti e ci siamo divertite da matte. Qui di seguito trovate i passaggi che abbiamo fotografato passo passo. Seguite la mia ricetta step by step e divertitevi insieme ai vostri piccoli se anche voi volete passare un pomeriggio spensierato a realizzare la pupa e il cavallo – i dolci pasquali abruzzesi.

La pupa e il cavallo sono i tipici dolci abruzzesi che si fanno in tutto l’Abruzzo nel periodo pasquale. Mamme e nonne si rimboccano le maniche, prendono mattarello e spianatoia per preparare la pupa per le femminucce mentre il cavallo per i maschietti. L’impasto è quello di un biscotto da inzuppo vero e proprio. La forma si può realizzare non soltanto con gli stampi che si trovano in commercio ma anche a mano usando la punta di un coltellino appuntito, simulando la forma di una donna per la pupa e quella di un cavallo per fare appunto il cavallo. Questa è la prima volta che li realizzo e sono molto soddisfatta. Come ricetta ho usato quella della mia amica Marisa, quella dei biscotti tagliati, ve la ricordate ? Con queste dosi escono fuori 3 pupe grandi e tre cavalli da decorare con l’impasto che avanza. 

la ricetta passo passo

Curiosità

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

La Pupa e il Cavallo – i dolci pasquali abruzzesi La pupa e il cavallo sono i tipici dolci abruzzesi che si fanno in tutto l’Abruzzo nel periodo pasquale. Mamme e nonne si rimboccano le maniche, prendono mattarello e spianatoia per preparare la pupa per le femminucce mentre il cavallo per i maschietti. L’impasto è quello di un biscotto da inzuppo vero e proprio. La forma si può realizzare non soltanto con gli stampi che si trovano in commercio ma anche a mano usando la punta di un coltellino appuntito, simulando la forma di una donna per la pupa e quella di un cavallo per fare appunto il cavallo. Questa è la prima volta che li realizzo e sono molto soddisfatta. Come ricetta ho usato quella della mia amica Marisa, quella dei biscotti tagliati, ve la ricordate ? Con queste dosi escono fuori 3 pupe grandi e tre cavalli da decorare con l’impasto che avanza. La scorsa settimana io e mia cognata ci siamo impegnate un’intero pomeriggio per dar sfogo alla nostra fantasia nel decorare questi dolcetti e ci siamo divertite da matte. Qui di seguito trovate i passaggi che abbiamo fotografato passo passo. Seguite la mia ricetta step by step e divertitevi insieme ai vostri piccoli se anche voi volete passare un pomeriggio spensierato a realizzare la pupa e il cavallo – i dolci pasquali abruzzesi. Dose : per 3 pupe e 3 cavalli grandi Preparazione : 1 ora e 30 minuti Cottura : 15/20 minuti circa  

Ingredienti per l’impasto :

dav_soft

1 kg e mezzo di farina 00 500 g di zucchero semolato 6 uova + 2 tuorli 1 bicchiere di olio di semi 1 bicchiere di latte 3 limoni senza trattamento -usate solo la scorza grattugiata 3 bustine di lievito per dolci

Ingredienti per decorare : Zuccherini colorati 2/3 cucchiai di cacao amaro

Procedimento : In una ciotola capiente mettete la farina, lo zucchero, la vanillina, il lievito e la buccia dei 3 limoni grattugiati. Mescolate per bene. Fate un buco al centro, mettete le uova, l’olio e il latte.
ozedf_vivid
  Mescolate partendo dal centro e tirando pian piano la farina verso i liquidi.
ozedf_vivid
  Quando la farina avrà assorbito tutti i liquidi, trasferite su una spianatoia.
ozedf_vivid
  Lavorate l’impasto per 10/15 minuti, date la forma di un panetto.
ozedf_vivid
Dividete in tre parti il panetto. Stendete ogni panetto con il mattarello dandogli la forma rettangolare, pari a contenere due pupe o 2 cavalli. Poggiate lo stampo sopra la pasta.
ozedf_vivid
  Premete con forza per imprimere le forme. Con delicatezza tirate su lo stampo e trasferite la pupa e il cavallo su una leccarda coperta da un foglio di carta forno.
ozedf_vivid
  Prendete un pochino di impasto avanzato e impastatelo nuovamente con il cacao. Vi servirà per le varie decorazioni. Come occhi, capelli, grembiule per la pupa, la sella gli occhi , la criniera e gli zoccoli per il cavallo.
ozedf_vivid
  Sprigionate la vostra fantasia e date forme alle vostre pupe…
ozedf_vivid
…e ai vostri cavalli. Usate gli zuccherini colorati per decorare il resto.
ozedf_soft
Infornate in forno preriscaldato a 180° per 20/25 minuti.
dav_soft
  Ecco la pupa cotta, raffreddata e preparata per essere regalata.
ozedf_soft
  Ed ecco il cavallo pronto in tutta la sua fierezza.
ozedf_soft
  Curiosità : La tradizione della pupa e del cavallo è molto antica, risale infatti all’800 quando venivano preparati per la festa di fidanzamento ufficiale degli sposi. In segno di consenso all’unione della coppia le famiglie regalavano il cavallo alla famiglia della sposa e la pupa alla famiglia dello sposo. Nella tradizione cristiana simboleggiano invece la risurrezione di Cristo. Spezzare la pupa e il cavallo il giorno di Pasqua rappresenta l’atto di Gesù nello spezzare il pane per distribuirlo agli apostoli, un gesto fatto di amore da parte di Cristo. Nella ricetta originale sia la pupa che il cavallo hanno un uovo al centro, simbolo di fertilità e buon augurio, tenuto fermo da due strisce di pasta a forma di croce. Io in questa versione ho omesso l’uovo.    

Buon appetito

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella. Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni. NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER! Felice giornata Enjoy #daniwella
ozedf_soft
   

Pastiera con crema pasticcera senza canditi

PASTIERA CON CREMA PASTICCERA SENZA CANDITI

Diario di bordo
Se c’è una cosa che ho imparato visionando i vari blog su internet è questa: la nascita di una ricetta parte con una ricetta originale, questa poi con il passare del tempo subisce variazioni di ogni sorta, in base alla creatività e alla fantasia vengono infine rielaborate e plasmate in base ai gusti di ogni famiglia. Alcuni ingredienti si tolgono del tutto se non piacciono, o vengono sostituiti con altri di preferenza. Anche la pastiera napoletana ha subito questa trasformazione. Secondo alcuni non esiste una ricetta codificata; ogni famiglia fa la sua ricetta tramandata dalle generazioni precedenti e mangia solo quella. Secondo altri la pastiera è un dolce che si regala, e ne prepara tante per tale scopo, quello di regalarla. Comunque la pensiate, io vi propongo la mia versione basata sulla variazione della ricetta classica, che ho adattato ai gusti della mia famiglia. L’ho preparata per la prima volta in occasione della pasqua 2013. Erano anni che mi ripetevo: “quest’anno provo a farla”. Tutto è coinciso con la decisione di aprire il mio blog, perché da allora ho cominciato a fotografare tutto quello che cucinavo. Dopo aver visto innumerevoli ricette, ho elaborato la mia personale interpretazione della pastiera. Pastiera con crema pasticcera senza canditi.

La pastiera napoletana è un caposaldo della cucina campana tipica delle festività pasquali. E’ una torta di pasta frolla che viene riempita con una crema di grano bollito nel latte, alla quale si aggiunge una sostanziosa crema di ricotta, uova e zucchero. Il sapore e il profumo cambiano a seconda degli aromi e delle spezie usate. Le variazioni della ricetta classica sono numerose e anche se la si prepara solitamente secondo la tradizione il giovedì santo, le migliori pasticcerie napoletane la vendono tutto l’anno. Ogni festa e ogni evento è buono per preparare la pastiera. Io sono particolarmente affezionata a questa ricetta che ho elaborato dopo essermi documentata su tanti siti diversi. La prima volta che decisi di cimentarmi nel preparare questa torta fu nel lontano 2013. Al termine di un’estenuante giornata lavorativa mi rimboccai le maniche e preparai ben 3 pastiere. Ricordo che finii di cucinare a notte inoltrata, quando guardai l’orologio mi accorsi che erano le 02:00 del mattino. Non potete immaginare la gioia nello sfornare questo dolce. Era così bello a vedersi, che il mio viso aveva un sorriso da parte a parte. Se non vi siete ancora cimentati nella realizzazione di questo dolce fantastico correte subito a prepararla e preparatevi ad applaudire.

la ricetta passo passo

consigli e varianti

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Pastiera con crema pasticcera senza canditi 

nfd

La pastiera napoletana è un caposaldo della cucina campana tipica delle festività pasquali. E’ una torta di pasta frolla che viene riempita con una crema di grano bollito nel latte, alla quale si aggiunge una sostanziosa crema di ricotta, uova e zucchero. Il sapore e il profumo cambiano a seconda degli aromi e delle spezie usate. Le variazioni della ricetta classica sono numerose e anche se la si prepara solitamente secondo la tradizione il giovedì santo, le migliori pasticcerie napoletane la vendono tutto l’anno. Ogni festa e ogni evento è buono per preparare la pastiera. Io sono particolarmente affezionata a questa ricetta che ho elaborato dopo essermi documentata su tanti siti diversi. La prima volta che decisi di cimentarmi nel preparare questa torta fu nel lontano 2013. Al termine di un’estenuante giornata lavorativa mi rimboccai le maniche e preparai ben 3 pastiere. Ricordo che finii di cucinare a notte inoltrata, quando guardai l’orologio mi accorsi che erano le 02:00 del mattino. Non potete immaginare la gioia nello sfornare questo dolce. Era così bello a vedersi, che il mio viso aveva un sorriso da parte a parte. Se non vi siete ancora cimentati nella realizzazione di questo dolce fantastico correte subito a prepararla e preparatevi ad applaudire.

Diario di bordo

Se c’è una cosa che ho imparato visionando i vari blog su internet è questa: la nascita di una ricetta parte con una ricetta originale, questa poi con il passare del tempo subisce variazioni di ogni sorta, in base alla creatività e alla fantasia vengono infine rielaborate e plasmate in base ai gusti di ogni famiglia. Alcuni ingredienti si tolgono del tutto se non piacciono, o vengono sostituiti con altri di preferenza. Anche la pastiera napoletana ha subito questa trasformazione. Secondo alcuni non esiste una ricetta codificata; ogni famiglia fa la sua ricetta tramandata dalle generazioni precedenti e mangia solo quella. Secondo altri la pastiera è un dolce che si regala, e ne prepara tante per tale scopo, quello di regalarla. Comunque la pensiate, io vi propongo la mia versione basata sulla variazione della ricetta classica, che ho adattato ai gusti della mia famiglia. L’ho preparata per la prima volta in occasione della pasqua 2013. Erano anni che mi ripetevo: “quest’anno provo a farla”. Tutto è coinciso con la decisione di aprire il mio blog, perché da allora ho cominciato a fotografare tutto quello che cucinavo. Dopo aver visto innumerevoli ricette, ho elaborato la mia personale interpretazione della pastiera. Pastiera con crema pasticcera senza canditi.

Dose: per uno stampo di cm 27 di dm
Tempo di preparazione: 60 minuti
Tempo di cottura: 60 minuti

Ingredienti per la pasta frolla:

ozedf_vivid

500 g di farina 00
200 g di zucchero semolato
250 di burro ammorbidito
100 g di rossi d’uovo
la scorza grattugiata di 1 limone biologico

Ingredienti per la crema pasticcera:

ozedf_vivid

250 ml di latte fresco intero
2 rossi d’uovo
80 g di zucchero
45 g di farina o fecola
1 bustina di vanillina
scorza grattugiata di 1 limone biologico

Ingredienti per la crema di grano:

ozedf_vivid

290 g di grano cotto
200 g di latte fresco intero
50 g di strutto
1 cucchiaio di zucchero

Ingredienti per la crema di ricotta:

oznor_soft

350 g di ricotta di mucca passata al setaccio
100 g di zucchero
mezza fialetta di acqua di fiori d’arancio o 1 intera di millefiori
2 uova medie
mezzo cucchiaino raso di cannella in polvere

PREPARAZIONE:

Preparate la pasta frolla con le dosi scritte sopra, cliccate qui per vedere il procedimento. Mettete in frigorifero a riposare.

ozedf_soft
 

In un pentolino mettete il grano, lo zucchero, il latte, lo strutto e portate a bollore. Cuocete fino a che il latte non si è ritirato formando una crema. Fate raffreddare.

ozedf_vivid
 
 
 

Preparate la crema pasticcera con le dosi scritte sopra, per vedere il procedimento cliccate qui, copritela con una pellicola trasparente e lasciate raffreddare.

ozedf_vivid
 

In una ciotola mescolate la ricotta, le uova, lo zucchero, la cannella e la mezza fialetta di acqua di fiori d’arancio o la fialetta millefiori.

ozedf_vivid
 

Tirate fuori la pasta frolla, stendetela con il mattarello sulla carta forno.

dav
 

Mettete la pasta in uno stampo dai bordi medio-alti, rivestite sia il fondo che le pareti. Con l’impasto in esubero e con la rondella preparate delle strisce.

nfd

In una ciotola mettete la crema di ricotta, la crema pasticcera e la crema di grano cotto.

 
ozedf_vivid

Mescolate.

ptr

Versatele all’interno della pasta frolla, dopo di che pareggiate la superficie con una rondella. Con le strisce formate dei rombi.

 
nfd
 

Infornate in forno preriscaldato per 1 ora a 180°o fino a quando la superficie non si presenta ben dorata e colorata.

ptr
 
 
 

Tirate fuori dal forno e lasciate raffreddare la pastiera nello stampo, lasciatela riposare in frigorifero per 1 giorno.

ptr
 

Servite a temperatura ambiente cosparsa di zucchero a velo prima di mangiarla.

ptr

Ed ecco una fetta vista in primo piano.

oznor
 
 

Buon appetito!

Consigli :

nfd

La ricetta comprende 5 step fondamentali e 4 di essi possono essere preparati il giorno prima. Preparate la pasta frolla, la crema pasticcera, la crema di grano cotto e la crema di ricotta. Fate raffreddare la crema pasticcera e la crema di grano cotto, dopo di che conservate tutte le preparazioni in frigorifero. Il giorno dopo tirate fuori dal frigorifero la pasta frolla, fatela riprendere a temperatura ambiente 30 minuti. Poi accendete il forno e portatelo a temperatura. Riprendete le altre preparazioni e assemblate il tutto come da ricetta sopra descritta.

Il giorno in cui mi sono messa all’opera, ne ho fatte ben 3. La prima per il giorno di pasqua, la seconda per la pasquetta e la terza è stata una versione senza glutine per mia sorella che è celiaca. Se come me dovete fare 2 pastiere, comprate il barattolo grande di grano cotto ( il mio era di 580 g ) e moltiplicate per due tutti gli ingredienti, visto che realizzerete 2 pastiere. Seguite poi tutti gli step della ricetta. Se non vi piace sentire il grano cotto sotto i denti potete potete passare al mixer la crema di grano dopo la cottura in pentola. Se per fare la crema di grano cotto non volete usare lo strutto, sostituitelo con il burro, anche se io vi consiglio di non farlo perché anche questo ingrediente contribuirà a rendere speciale il sapor finale della pastiera. Se volete preparare una sola pastiera, in commercio esistono barattoli di latta di grano cotto da 420 g circa per preparare 1 sola pastiera, in tal caso quando preparate la crema di grano cotto aggiungete alla dose scritta sopra 1 cucchiaio di zucchero in più e 50 ml di latte in più.

La dose di pasta frolla vi avanzerà. Cogliete l’occasione per preparare con le formine dei biscotti che cuocerete in forno a 180° per 20/25 minuti circa.

ozedf_soft

La pastiera deve essere preparata qualche giorno prima, se volete rispettare la tradizione preparatela il giovedì prima di Pasqua. Io ho tolto del tutto i canditi perché in famiglia non piacciono a nessuno. Però se volete usarli potete ugualmente metterli e se non vi piace sentire i pezzetti di frutta candita sotto i denti potete frullarli nel mixer o tagliarli a coltello in pezzetti più piccoli. Potete usare 1 confezione di quelli misti, o solo arancia o solo cedro, o metà arancia e metà cedro.

Rispetto alla ricetta classica ho diminuito la dose di ricotta e aggiunto la crema pasticcera, ho usato mezza fialetta di aroma acqua di fiori d’arancio, perché per me l’odore era troppo forte, le successive altre volte ho usato l’aroma millefiori e ho usato la fialetta intera perché per me l’odore è più delicato. La mia pastiera è piaciuta a tutti. Tre giorni dopo, c’era ancora chi andava in giro a elemosinare una fetta di pastiera rimasta.

ptr

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

fbt

Crema Pasticcera : Senza Grumi e che Non Cola

CREMA PASTICCERA

Diario di bordo
Questa che vi scrivo è come la preparo io usando la scorza del limone biologico, e udite udite è una crema bella solida che non cola, cosa vi serve quando riempite una torta. Quindi con lamia ricetta potete andare sul sicuro. Ma sappiate che se non avete ne la bacca di vaniglia ne la scorza del limone biologico, potete usare tranquillamente la vanillina, se avete solo quella. Tranquilli nessuno dirà niente, nella vostra cucina siete sempre voi a decidere come fare le cose.

La crema pasticcera è una ricetta di base, ed è la crema più usata in pasticceria. Latte, uova, zucchero, farina e aroma di vaniglia si mescolano insieme per creare una bontà vellutata e molto golosa. Con la crema pasticcera si farciscono Pan di Spagna, dolci al cucchiaio, torte di pasta sfoglia, krafen, bomboloni fritti, bignè, mignon e chi più ne ha più ne metta. Ma se la mangiate come dessert, servita fredda, accompagnata da biscottini secchi allora i vostri sensi assisteranno ad un’esperienza di tipo mistico.

la ricetta passo passo

consigli e varianti

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Crema pasticcera

dav_vivid
La crema pasticcera è una ricetta di base, ed è la crema più usata in pasticceria. Latte, uova, zucchero, farina e aroma di vaniglia si mescolano insieme per creare una bontà vellutata e molto golosa. Con la crema pasticcera si farciscono Pan di Spagna, dolci al cucchiaio, torte di pasta sfoglia, krafen, bomboloni fritti, bignè, mignon e chi più ne ha più ne metta. Ma se la mangiate come dessert, servita fredda, accompagnata da biscottini secchi allora i vostri sensi assisteranno ad un’esperienza di tipo mistico.  Questa che vi scrivo è come la preparo io usando la scorza del limone biologico, e udite udite è una crema bella solida che non cola, cosa vi serve quando riempite una torta. Quindi con lamia ricetta potete andare sul sicuro. Ma sappiate che se non avete ne la bacca di vaniglia ne la scorza del limone biologico, potete usare tranquillamente la vanillina, se avete solo quella. Tranquilli nessuno dirà niente, nella vostra cucina siete sempre voi a decidere come fare le cose.   Preparazione: 10 minuti Tempo di cottura: 15 minuti Tempo totale: 25 minuti    

Ingredienti:

ozedf_vivid

500 ml di latte fresco intero 4 tuorli d’uovo 100 g di zucchero semolato 40 g di farina la scorza gialla di 1 limone biologico

PREPARAZIONE:

In un pentolino mettete a scaldare il latte con le bucce del limone.
ozedf_vivid
In una ciotola sbattete con una frusta i rossi d’uovo con lo zucchero.
ozedf_vivid

Poi aggiungete  la farina mescolando velocemente con la frusta.

ozedf_vivid

Appena la farina si sarà amalgamata, aggiungete un mestolo di latte tiepido e continuate a mescolare.Appena il latte sarà arrivato quasi a bollore versate nella pentola il composto di uova.

ozedf_vivid

Mescolate fino a che la crema si sarà addensata, appena vedrete il bollo, la crema è cotta. Regolate la fiamma tenendola medio-bassa.

ozedf_vivid

Spegnete il fuoco, travasate il tutto in una ciotola, e coprite con la pellicola trasparente, direttamente a contatto con la superficie. Fatela intiepidire e mettetela in frigo a raffreddarsi completamente.

ozedf_vivid

Ed ecco la crema pasticcera pronta per essere usata come più vi piace.

ozedf_vivid
 
I miei consigli : usate una pentolina abbastanza capiente dal fondo alto 1 cm per cuocere la crema pasticcera, perché quelle che non c’è l’hanno bruciano più in fretta la crema quindi fate attenzione, questo renderebbe il suo sapore alterato. La crema è cotta appena vedrete il primo sfiato di bollo uscire dalla crema ormai addensata. Quando si  raffredda, sulla superficie della crema si crea una pellicina, per evitare questo problema avete 2 strade: coprite la superficie con la pellicola  alimentare mettendola direttamente a contatto con la crema calda oppure potete cospargere la crema con lo zucchero a velo o con il burro a fiocchetti. La crema pasticcera si conserva in frigorifero chiusa in un contenitore a chiusura ermetica per 2/3 giorni. Se usate la scorza del limone o la bacca di vaniglia vanno tolti poco prima di aggiungere il composto di uova al latte. E per ultimo consiglio, se avete fretta e volete velocizzare il raffreddamento della crema, prendete una ciotola più grande, metteteci dentro diversi cubetti di ghiaccio e poggiatevi sopra la ciotola contenete la crema, il freddo che si sprigionerà sotto la ciotola raffredderà più in fretta il tutto, completate il completo raffreddamento in frigorifero. Conoscete le diverse varianti di questa bontà ? Aggiungendo la panna montata avrete la crema diplomatica, aggiungendo il succo del limone a fine cottura avrete la crema al limone, aggiungendo del cioccolato fondente di buona qualità a fine cottura con la crema ancora bollente otterrete la crema pasticcera al cioccolato fondente. Volete una crema pasticcera profumatissima ? Lasciate la scorza del limone o la bacca di vaniglia in infusione tutta la notte fino al momento di iniziare la preparazione, avrete un latte più saporito. Il sapore finale della crema pasticcera vi manderà in estasi. Se usate la bacca di vaniglia, dovete inciderla al centro per il lungo e con la punta del coltello dovete ricavare i semini che possono essere mescolati con lo zucchero prima di essere sbattuti con le uova. Una volta usata la bacca, non buttatela, sciacquatela e asciugatela con uno scottex, dopo di che riponetela nella zuccheriera insieme allo zucchero. Avrete così lo zucchero semolato al gradevole profumo di vaniglia. Per rendere la crema ricca e setosa potete usare una parte di panna liquida fresca e una parte di latte fresco. Se volete una crema pasticcera non alterata nel sapore e più lucida e uniforme usate gli amidi in purezza al posto della farina : amido di mais o di riso.

La crema pasticcera si può anche offrire come merenda pomeridiana dei bambini. Accompagnata da qualche biscottino risulta  non solo deliziosa ma allo tempo stesso regala proprietà energetiche per chi studia, andando a sostituire tutti quei prodotti confezionati che in quanto a gusto e proprietà non hanno niente a che vedere con prodotti fatti in casa con ingredienti freschi e selezionati direttamente da noi.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui.  Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ozedf_soft