Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Facili e veloci

Muffin Fave e Pecorino – Ricetta Salata Facile e Sfiziosa

Muffin Fave e Pecorino – Ricetta Salata Facile e Sfiziosa

I muffin fave e pecorino sono delle mini tortine morbide, gustose e che sanno di primavera. Sono la versione salata dei classici muffin dolci. Sono facili e  veloci da preparare, una volta sgusciate le fave il gioco è fatto. Per i muffin fave e pecorino vi occorrerà una ciotola e una forchetta, mescolare gli ingredienti insieme e l’impasto è pronto per essere infornato. Il segreto dei muffin sta nel non mescolare troppo a lungo l’impasto ma solo lo stretto necessario. In poco tempo avrete sul vostro tavolo dei deliziosi muffin fave e pecorino profumatissimi, morbidi e golosi grazie al connubio fave e pecorino che è da sempre intramontabile. Potete utilizzarli come antipasto della domenica per stuzzicare l’appetito o per un’aperitivo rinforzato, un happy hour casalingo con gli amici di sempre, potete mangiarli per una cena in terrazza al posto di pane e pizza, squisiti per un buffet e feste di ogni tipo, ma possono anche essere trasportati al mare, in montagna, nelle gite fuori porta. Se li rifarete scrivetemi qui sotto nella sezione commenti e fatemi sapere com’é andata, se vi sono piaciuti o nel caso qualcosa sia andato storto, le vostre domande, sarò felice di rispondervi e insieme troveremo la soluzione. Vi chiedo un favore grandissimo che vi impiegherà solo pochissimi secondi del vostro tempo, aiutatemi condividendo questo articolo sui social, utilizzate l’icona di Facebook o Twitter che si trova sotto al titolo della ricetta. Tante condivisioni, tante nuove ricette che vi faranno fare sempre un successone, garantisce Daniwella.

DIARIO DI BORDO

La presenza delle fave sulle bancarelle del mercato confermano sempre l’arrivo della bella stagione, quel confine tra un’inverno che finisce e una primavera che inizia. All’inizio di quest’anno mi ero decisa a mettere questa ricetta sul blog e di farlo appena avrei visto le fave arrivare sulle bancarelle del mercato. E’ stata proprio durante la seconda settimana di quarantena che ho visto le fave per la prima volta quest’anno ma tra una ricetta e un’altra che aveva la precedenza siamo arrivati ad oggi. Finalmente ci sono riuscita, perché la bontà di questi muffin merita proprio la nostra attenzione. Chi mi ha seguito sulle stories ha visto che li ho preparati domenica, e dopo averli fotografati li ho serviti come antipasto. E’ una ricetta che faccio da tanto tempo e che riscuote da sempre un grande successo. Era arrivato il momento di mettere per iscritto l’accostamento intramontabile primaverile per eccellenza, e l’ho fatto attraverso questi muffin fave e pecorino. Quindi benvenuti al mio happy hour, vi offro virtualmente un buon calice di vino e i miei muffin salati fave e pecorino. Salute !!!

 

Dose : 16 porzioni
Preparazione : 20 minuti
Cottura : 15

 

Ingredienti

400 g di farina 00
3 uova medie a temperatura ambiente
160 g di burro sciolto intiepidito
100 g di pecorino romano grattugiato
100 g di fave sgusciate
170 ml di latte intero fresco
3 cucchiaini abbondanti di lievito per torte salate
un pizzico di sale

 

LA RICETTA CON TUTTI GLI STEP

Preriscaldate il forno a 180°. Riempite con i pirottini uno stampo per muffin. Sbucciate le fave privandole sia della prima che della seconda pellicina.

Tenetele da parte.

Sbattete le uova, unite poco alla volta la farina e il latte.

Aggiungete il burro sciolto intiepidito.

Poi il pecorino e il pizzico di sale.

Infine aggiungete le fave con il lievito setacciato. Mescolate lo stretto necessario ad incorporarle all’impasto.

Versate poco più di un cucchiaio di composto in ogni stampino.

Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti, finché in muffin saranno dorati in superficie.

Ecco come appaiono all’interno.

I MIEI CONSIGLI

Sciogliete il burro in microonde o a bagnomaria e poi fatelo intiepidire prima di aggiungerlo agli altri ingredienti.

Vi consiglio vivamente l’uso del dosa-gelato per trasferire l’impasto dalla ciotola alla teglia per muffin, perché una pallina di impasto all’interno del dosa-gelato corrisponde perfettamente alla dose per 1 muffin.

Il dosa gelato è molto comodo perché grazie a lui non c’è il pericolo dell’impasto che cola nella fase del trasferimento in teglia. Purtroppo qualche giorno fa ho detto addio al mio dosa gelato perché si è rotto, a breve lo ricomprerò, perché senza non riesco a stare, è veramente molto molto comodo.

Per ottenere dei muffin morbidi l’impasto deve rimanere grumoso, e rispettate la dose che vi ho scritto, non più di un cucchiaio di impasto dentro ogni pirottino, altrimenti non avrete lo stesso mio risultato.

Per avere una distribuzione migliore delle fave all’interno di ogni muffin se volete potete sgranare ulteriormente ogni fava dopo che avete tolto tutte e due le pellicole che le rivestono.

Per rendere i muffin belli anche dal punto di vista cromatico scegliete dei pirottini carini tendenti al giallo o al verde.

 

Questa ricetta è tratta dal libro LA CUCINA di Roma e del Lazio 

 

 

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

 

Plumcake Salato con Melanzane e Scamorza Appassita

Plumcake Salato con Melanzane e Scamorza Appassita

Il plumcake salato con melanzane e scamorza appassita è un goloso rustico morbido, saporito a base di melanzane, grana padano e scamorza appassita; un formaggio fresco a pasta filata tipico di Abruzzo, Molise e Campania. Si chiama appassita perché contiene meno acqua della variante tradizionale e ha una pasta compatta e burrosa con un gusto delicato e dolce. Si tratta di una preparazione semplice e veloce ma anche versatile. E’ un plumcake che faccio spesso e l’ultima volta l’ho voluto arricchire con una spolverata di semi oleosi in superficie, prima di infornarlo e devo dire che ha dato quel certo non so che alla preparazione. Volendo si possono sostituire le melanzane con una o più avanzi di verdure già cotte o da cuocere che avete in giacenza in frigorifero e unirle all’impasto. Se non trovate la scamorza appassita potete sostituirla con una caciotta o un formaggio diverso come asiago, emmental o qualche altro a vostra disposizione, basta che sia dolce. Una volta cotto il risultato sarà una torta rustica a forma di plumcake che si scioglie letteralmente in bocca, un sapore ricco con una scioglievolezza incredibile. Il plumcake salato alle melanzane è perfetto come sostituto del pane, ma anche presentato a fette per un buffet di una festa, un’aperitivo, merenda all’aria aperta, pic nic, pranzo in spiaggia, gite fuori porta e ancora ottimo salvacena da mangiare seduti sul divano guardando la vostra serie televisiva preferita. Il plumcake salato alle melanzane è un jolly perfetto per mille occasioni. Provare per credere. Se lo rifarete scrivetemi qui sotto nella sezione commenti e fatemi sapere com’é andata, se vi è piaciuto o nel caso qualcosa sia andato storto, le vostre domande, sarò felice di rispondervi e insieme troveremo la soluzione. Se vi è piaciuto l’articolo condividetelo sui social utilizzando l’icona di Facebook o Twitter che si trovano sotto al titolo della ricetta.

DIARIO DI BORDO

Conoscevo solo la versione dolce del plumcake. Poi andando in giro per internet ho conosciuto anche la versione salata. Quello che vi propongo è la mia personale versione con le melanzane e scamorza appassita. E’ un delizioso antipasto, ma lo potete mangiare come piatto unico. Preparatelo quando dovete fare una gita fuori porta, o visto che ci avviciniamo all’estate, per portarlo come pranzo al mare. Offritelo come spuntino ai vostri amici e parenti. Sono sicura che farà il fumo, tornerete a casa con la busta vuota. Io non resisto alla sua bontà. Lo so è una cosa strana, LO SO, il fatto che su questo blog io proponga per la maggior parte delle volte ricette di dolci del quale non sono golosa quanto lo sono per le ricette salate. Davanti al buffet di dolci o dei salati, state pur sicuri che mi vedreste incollata al tavolo dei salati, pizze rustiche, tramezzini, focacce, patatine, salatini, tartine e così via….. Io li amo che ci posso fare !!!

 

Dose: 12 porzioni
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 30 minuti

 

Ingredienti

3 uova
1 vasetto di panna da cucina da 200 g
50 ml di latte
200 g di farina 00
1 bustina di lievito in polvere per torte salate
3 melanzane medie fatte a cubetti
50 g di Grana Padano grattugiato
100 g di scamorza appassita
qualche foglia di basilico
sale e pepe  q.b.
1 spicchio d’aglio
olio e.v.o
una manciata di semi di sesamo e semi di chia

 

LA RICETTA PASSO PASSO

Lavate le melanzane, togliete il picciolo e fatele a cubetti. In una padella scaldate 4 cucchiai di olio, soffriggetevi a fuoco lento 1 spicchio d’aglio in camicia e schiacciato e dopo qualche minuto aggiungete le melanzane a tocchetti. Soffriggetele e fuoco alto per 4/5 minuti mescolando ogni tanto per non farle bruciare.

Cuocete le melanzane fino a che saranno dorate e morbide, ma non sfatte. Togliete l’aglio dalla pentola.

In una ciotola mescolate panna, latte, uova, sale e pepe.

Aggiungete la farina e il lievito setacciati e il formaggio grattugiato.

In ultimo mettete le melanzane e la scamorza tagliata a cubetti.

Versate in uno stampo da plumcake lungo cm 30 ricoperto di carta forno.

Spolverate la superficie con i semi oleosi di sesamo e di chia.

Cuocete in forno preriscaldato a 170° per 35 minuti. Fate sempre la prova stecchino che deve uscire fuori dell’impasto asciutto e pulito.

Fate raffreddare prima di tagliare a fette e servire.

 

I MIEI CONSIGLI

Il plumcake salato è perfetto per riciclare verdure, formaggi e salumi che avanzano, stanno per arrivare alla scadenza o che non sono più tanto freschi. In questo caso dovevo consumare urgentemente 3 melanzane e del formaggio grana stagionato che stazionava in frigorifero già da un po’ di tempo.

L’uso dei semi oleosi è facoltativo. Se volete usarli potete anche sostituirli con quelli di girasole che ci stanno benissimo.

Il plumcake salate con le melanzane è ancora più buono se lo tagliate e servite dopo un giorno di riposo. Provare per credere.

Anche la provola dolce è un formaggio che ci sta benissimo e che potete sostituire alla scamorza appassita se non la trovate. Potete variare anche i formaggi grattugiati come Parmigiano Reggiano e rigatino.

Il plumcake si conserva massimo 3 giorni avvolto in una carta per alimenti a temperatura ambiente, in frigorifero invece 4 giorni.

 

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Crostini di Pane Fatti in Casa : Ricetta Veloce in Padella o al Forno

Crostini di Pane Fatti in Casa : Ricetta Veloce in Padella o al Forno

I crostini di pane sono dei golosi cubetti di pane raffermo tostati e conditi con olio e.v.o. e spezie varie. Questa ricetta non è solo un modo pratico per riciclare il pane avanzato o in esubero, ma in questo modo i crostini di pane si trasformano in golosi e squisiti snack spezza fame o finger food. Per la loro bontà si può dire che sono come le ciliege, uno tira l’altro. Le semplici insalate verdi, le minestre e vellutate di verdure cambieranno aspetto e struttura se da oggi in poi li accompagnerete dai crostini di pane aromatizzati alle spezie. I crostini di pane si trovano facilmente in tutti i negozi di alimentari e nei super market, ma vi assicuro che farli in casa è davvero facile e veloce, 5 minuti di orologio per farli e quando il risultato finale è davvero strepitoso questi piccoli cubetti di pane aromatici diventano davvero irresistibili. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare questa e tutte le mie altre ricette a regola d’arte. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!!

DIARIO DI BORDO

Ho sempre preparato i crostini in casa ogni volta che mi sono preparata una vellutata di verdure ma non avevo considerato l’idea che se ne potessero preparare di più e conservarli in barattolo. Così un giorno ho voluto provare quando mi sono ritrovata con del pane in esubero che oltre ad aver comprato mi era stato anche regalato. Ho pensato di metterlo in congelatore, ma essendo già pieno, non potevo metterlo tutto li. Cosi una parte l’ho congelato, una parte l ho mangiato e una parte ci ho fatto i crostini. Io vi scrivo la quantità di ingredienti che servono per realizzare i crostini che si ricavano da 5 fette di pane raffermo. Se anche voi come me avete parecchio pane da smaltire, ripete gli stessi step ogni volte aggiungendo sempre gli stessi ingredienti, olio, origano e curcuma. Lo spicchio d’aglio invece rimarrà lo stesso perché rimane in padella solo per 30 secondi per aromatizzare l’olio, quindi lo potete riutilizzare anche per i crostini di pane successivi. Seguite il mio passo passo e vedrete com’è facile preparare in casa i crostini di pane raffermo che si mantiene fragrante, profumato e croccante come appena fatto per 1 settimana. Dopo cena vi viene fame ? Ebbene godetevi questi cubetti sfiziosi di pane tostato direttamente seduti sul divano mentre guardate la tv e quel momento diventerà indimenticabile.

 

Dose : 4 porzioni
Preparazione : 10
Cottura : 5 minuti

 

Ingredienti

5 fettine di pane raffermo tagliato a fette
2 cucchiai di olio e.v.o.
1 spicchio di aglio
mezzo cucchiaino di curcuma in polvere (facoltativo)
mezzo cucchiaino di aghi di rosmarino essiccati

 

 

 

LA RICETTA PASSO PASSO

Tagliate a cubetti le fette di pane raffermo della dimensione di 2 cm per lato.

Scaldate una padella antiaderente con 2 cucchiai di olio, lo spicchio di aglio in camicia schiacciato, la curcuma e il rosmarino. Inclinate la padella facendo scivolare il condimento con l’aglio sul bordo e lasciate soffriggere il tutto a fuoco medio alto per 30 secondi. Togliete l’aglio e mettetelo da parte.

Aggiungete i cubetti di pane, alzate la fiamma e per 5 minuti mescolate continuamente, i crostini devono rosolare da tutte le parti. Versate su un piatto e fate raffreddare.

 

PER LA VERSIONE AL FORNO

Riscaldate il forno a 200°. Arrivato a temperatura versate i cubetti di pane su una teglia ricoperta di carta forno, aggiungete l’olio e.v.o. , l’aglio, il rosmarino e mescolate con una spatola.

Cuocete in forno per 10 minuti rigirando i crostini a metà cottura. I crostini devono risultare dorati da entrambi i lati.

 

 

I crostini sono pronti. Potete conservarli all’interno di un contenitore a chiusura ermetica.

 

I MIEI CONSIGLI

 

Quando mi sono ritrovata con molto pane in esubero ho pensato di tagliare un’ intera pagnotta  di 1 kg. Così mi sono preparata una scorta di crostini conservati in un barattolo e da mangiare all’occorrenza. I crostini tostati li ho ottenuti dalla quantità di 5 fettine di pane. Quindi se avete tanto pane, non mettete mai tutto insieme altrimenti avrete difficoltà ad avere una tostatura di crostini omogenea. La quantità di 5 fettine di pane raffermo fatto a cubetti da tostare è perfetta per questa ricetta usando una padella di 26 cm di diametro.

Per fare i crostini utilizzate sempre pane che abbia da 2 a 3 giorni, perché più è duro, più avrete difficoltà a tagliarlo a fette. Per questa ricetta vanno bene sia il pane classico che quello confezionato come pan carrè, pan bauletto, pane in cassetta, pane senza sale, pane integrale ed altri ancora. Seguite sempre gli stessi step e il risultato sarà perfetto.

I crostini di pane rimangono fragranti, croccanti e profumati per ben 7 giorni all’interno di un barattolo di vetro a chiusura ermetica.

Sono ottimi mangiati come spezza fame, aperitivi e coktails. Sono perfetti per accompagnare minestre, vellutate e insalate di ogni tipo.

Oppure pazzeschi mangiati come snack in qualsiasi momento della giornata, quando arriva quel leggero languorino. Meglio di quelli che si comprano perché li avete fatti voi e sapete cosa ci avete messo.

Potete variare le spezie a vostro piacimento. La curcuma rende ancora più colorati i crostini di pane. Ma può essere sostituita anche con paprika dolce o affumicata. Quando ho preparato la vellutata di zucca ho fatto dei crostini per accompagnarla e li ho conditi ulteriormente con paprika dolce e scaglie di grana padano, una vera goduria.

 

 

BUON APPETITO

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Gnocchi di Ricotta – Buoni Facili e Pronti in 15 Minuti

Gnocchi di Ricotta – Ricetta Pronta In 15 Minuti

 

Gli gnocchi di ricotta sono un primo piatto facile e veloce da realizzare, un’alternativa ai classici gnocchi fatti solo con le patate. Gli gnocchi di ricotta non contengono patate, quindi niente cottura e niente riposo. Si preparano mescolando ricotta, farina, grana padano, uova e noce moscata. La ricetta è velocissima. Una volta cotti gli gnocchi di ricotta sono morbidi, gustosi, saporiti e per la loro delicatezza potete spaziare con tantissimi condimenti diversi dal mio. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare questa e tutte le mie altre ricette a regola d’arte. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!!

 

DIARIO DI BORDO

Quando ero piccola conoscevo solo gli gnocchi di patate, crescendo invece ho appreso che ne esistono infinite varietà. Questi di ricotta li conoscevo da un po’ di tempo ma non li avevo mai provati a fare. Poi la seconda domenica di quarantena da coronavirus mi trovavo su Instagram, un’immagine ha catturato la mia attenzione; una foto in primo piano con gli ingredienti per fare gli gnocchi di ricotta. Da qui è partita l’idea di farli immediatamente. Sapevo di aver comprato la ricotta qualche giorno prima, e  dopo aver controllato di avere tutti gli altri ingredienti mi sono messa all’opera. In pochissimo tempo eravamo a tavola a mangiare questa bontà. Li ho conditi con una salsa semplice al pomodoro, e devo dire che li abbiamo apprezzati tantissimo, anzi mi è dispiaciuto non averne fatti di più, quindi oggi che vi propongo questa ricetta, li rifaccio nuovamente, cambiando il condimento però. E voi, seguirete il mio esempio?

 

Dose : per 2 porzioni
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 15 minuti

 

Ingredienti

 

250 g di ricotta di mucca
150 g di farina 00
40 g di Grana Padano grattugiato
1 uovo grandezza medio-grande
2 pizzichi di sale
5 grattate di noce moscata

 

LA RICETTA PASSO PASSO 

Setacciate la ricotta in una ciotola, aggiungete l’uovo, il Grana Padano, la noce moscata e il sale.

Mescolate.

Aggiungete la farina e impastate.

Impastate nella ciotola poi trasferite l’impasto e finite di lavorare ancora qualche minuto sulla spianatoia fino ad ottenere un panetto omogeneo.

 

Prendete un pezzetto di impasto e formate dei cordoncini spessi poco più di 1 cm, tagliate con un coltello gli gnocchi, rifinite la forma schiacciandoli con un dito rotolandoli sopra i rebbi di una forchetta.

 

Formate tutti gli gnocchi e poggiateli su dei vassoi di cartone spolverizzati di farina. Cuoceteli in abbondante acqua salata portata ad ebollizione. Quando gli gnocchi saliranno a galla scolateli e trasferiteli nella pentola che contiene il condimento, in questo caso ho scelto una salsa semplice al pomodoro.

Fate insaporire gli gnocchi nel condimento per pochi minuti, assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale. Completate spolverando con il Grana Padano grattugiato.

 

I MIEI CONSIGLI

I condimenti possono essere molteplici, vanno dal classico burro e salvia oppure pesto alla genovese, salsa ai 4 formaggi, crema ai funghi o carciofi, alla sorrentina e tanti altri ancora.

Generalmente si dà forma agli gnocchi perché in questo modo il condimento si aggrappa meglio e  risultano ancora più saporiti.

Per conservarli una volta fatti vi consiglio di congelarli crudi in un vassoio spolverato di farina con un piccolo spazio tra uno gnocco e un’altro, in questo modo si congeleranno tutti singolarmente. Riponete gli gnocchi congelati nelle bustine gelo adatte al congelamento. Quando li vorrete cucinare, vi basterà versarli dal congelatore direttamente in pentola con l’acqua in ebollizione. Quando saranno cotti gli gnocchi verranno a galla come se fossero stati fatti al momento. Vi basterà scolarli e condirli con il condimento che vorrete.

Per dare la forma agli gnocchi potete usare anche i forellini di una grattugia o lasciarli naturali senza dargli ulteriore forma.

 

Questi sono gli ingredienti che ho usato per il mio condimento degli gnocchi di ricotta e la procedura per prepararla.

Ingredienti per il condimento

400 g di passata di pomodoro
6 pomodorini ciliegino
2 cucchiai di olio e.v.o.
1 spicchio d’aglio
1 stelo di prezzemolo
q.b. di sale
4 cucchia rasi di Grana Padano grattugiato

Procedimento : In una padella mettete l’olio e l’aglio, fatelo soffriggere per 30 secondi eppoi toglietelo. Versate il pomodoro e i pomodorini tagliati in quattro e fateli cuocere per 25 minuti a fuoco medio alto con il coperchio. Assaggiate e aggiungete la giusta quantità di sale e profumate con prezzemolo o basilico se lo preferite.

La ricetta è tratta dal blog Gnamgnam.it

Io ho cambiato qualcosa qua e la come mio solito.

BUON APPETITO

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

 

 

Pane Veloce Senza Impasto – Quick Quick Bread

Pane Veloce Senza Impasto – Quick Quick Bread

 

Il pane veloce senza impasto è un pane fantastico che si realizza in casa in un’attimo, usando solo una ciotola e un cucchiaio di legno senza planetaria. E’ il famoso quick bread. L’impasto risulta appiccicoso perché è altra idratazione, c’è un’alta percentuale acqua rispetto alla farina. Il sapore è un pane delicato e profumato di buono. Io ho deciso di mettere all’interno del forno un pentolino con dell’acqua per creare la giusta umidità ed essere sicura di creare la crosta croccante (perché il mio forno è un po’ datato). Anche il giorno dopo il pane risulta morbido e facile al taglio. Questa ricetta l’ho preparata ieri, e dal momento che sono rimasta super soddisfatta ho deciso di pubblicarla oggi. Mangerò il pezzettino di pane che mi è rimasto domani mattina per colazione, spalmato con burro e marmellata di frutti di bosco. Seguitemi nelle stories di Instagram e Facebook perchè posterò una foto della mia colazione con il pane veloce. Un saluto a tutte le mie amiche che attendevano con ansia questa fantastica ricetta.  Se realizzate questa ricetta ovviamente fatemi sapere com’é andata lasciandomi un commento sul blog. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare TUTTE LE MIE RICETTE a regola d’arte. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!!

 

Diario di bordo

Dopo giorni e giorni a vedere su Facebook tante foto di pane fatto in casa, ieri mi sono decisa a provare la ricetta del pane veloce  ad alta idratazione, fatto in pochissimi minuti usando solo 1 ciotola e 1 cucchiaio di legno, 1 ora e mezza circa di lievitazione per ottenere un pane dalla superficie croccante e l’interno davvero morbido. Vi sarà utile quando vi accorgete di non avere il pane per il pranzo o per la cena e non potete uscire a comprarlo. Con questa ricetta accontento la richiesta della mia cara amica Alice che mi aveva chiesto di inserire nel blog una ricetta del pane fatto in casa, e visto che non c’era ho approfittato di questo periodo di quarantena visto che ho più tempo da dedicare al blog.

 

 

 

Dose : per 3 filoncini
Preparazione : 15 minuti
Riposo : 2 ore e mezza
Cottura : 35 minuti

 

INGREDIENTI 

500 g di farina 00 + q.b. per spolverare
370 ml di acqua tiepida
9 g di lievito di birra fresco
10 g di sale
1 cucchiaino di miele liquido

 

LA RICETTA PASSO PASSO

 

Sciogliete il lievito di birra in due dita di acqua tiepida, aggiungete il miele e mescolate.

Setacciate la farina in una ciotola, fate un buco al centro e versate in successione il lievito sciolto e l’acqua rimasta, mescolate con il cucchiaio di legno.

Fate assorbire tutta l’acqua e aggiungete il sale, mescolate ancora fino ad ottenere un’impasto morbido e appiccicoso.

Spolverate la superficie dell’impasto con della farina, coprite la ciotola e fate lievitare per 2 ore e mezza.

Con l’aiuto di un tarocco trasferite l’impasto su di una leccarda coperta con un foglio la carta forno. La parte infarinata deve rimanere verso l’alto. Spolverate l’impasto con un’altro pochino di farina.

Dividete in tre parti, spostateli distanziandoli tra di loro sempre con l’aiuto di un tarocco.

Dategli una leggera forma di filoncini con le mani. Infornate in forno preriscaldato a 230° per 45 minuti.

Il pane è pronto quando la superficie è ben dorata e colorata.

Il pane veloce senza impasto è pronto. Mettetelo su una gratella per farlo raffreddare in fretta.

Io vi consiglio di farlo raffreddare prima di tagliarlo e mangiarlo.

 

Consigli

Il pane veloce si conserva per 2/3 giorni chiuso in un sacchetto di carta quello apposito per il pane.

Potete anche congelarlo affettato.

Prima di infornarlo potete spolverare qualche semino oleoso tip semi di sesamo o di zucca.

Se non avete il miele potete sostituirlo con dello zucchero, sciroppo d’agave o malto d’orzo.

Il pane è pronto tra i 35 e i 45 minuti, quindi controllate dopo 30 minuti. Tenete d’occhio il forno perché un forno è diverso dall’altro.

Buon Appetito

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

 

 

 

Spaghetti con agretti aglio olio e pomodorini – Ricetta Facilissima

Spaghetti con agretti aglio olio e pomodorini – Ricetta Facilissima

 

Gli spaghetti con gli agretti sono un primo piatto veloce da preparare e molto molto gustoso. Questa verdura è tipicamente primaverile, ed è presente nei mercati verso la fine del mese di marzo a tutto maggio. In questi giorni di quarantena a causa del corona virus ho provato molte ricette, le ho fotografate, mangiate eppoi come mia consuetudine ho cominciato a scrivere sul blog molte di queste ricette provate. Gli spaghetti con gli agretti sono tra loro. Li cucino così da molto tempo, ma questa era una di quelle ricette che rimandavo ano dopo anno, sul mio blog, quest’anno mi sono decisa ed eccola qui presente. Nei prossimi giorni vi proporrò altre ricette a base di agretti semplici, veloci e sopratutto salutari. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare gli spaghetti aglio olio e pomodorini più buoni che ci siano. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!!

 

DIARIO DI BORDO

Da che ne ho memoria, la mia famiglia ha sempre consumato gli agretti fin da quando ero bambina e vivevo a Roma. Con piccoli accorgimenti questa verdura diventa davvero saporita e invitante sopratutto quando la si usa all’interno di altre ricette come torte salate. Io personalmente ultimamente li cuocio anche in pentola in pentola a pressione. Pochissima acqua portata ad ebollizione, ci butto dentro gli agretti lavati per bene, chiudo il coperto e calcolo 4 minuti di cottura a partire dal fischio del coperchio e quando li mangio sono davvero una bontà.

 

Dose : per 2 persone
Preparazione : 20 minuti
Cottura : 15 minuti

Ingredienti

1 mazzetto di agretti
5 pomodorini ciliegino
100 g di passata di pomodoro
1 spicchio d’aglio piccolino
1 cipolla piccola
4 cucchiai di olio e.v.o.
1 pizzico di origano
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 pizzico di pepe
1 pizzico di peperoncino
160 g di spaghetti

 

La ricetta passo passo

Pulite gli agretti privandoli delle radici.

Lavateli accuratamente in abbondante acqua fino a che non uscirà più traccia di terra.

Cuoceteli per 4 minuti in acqua bollente, chiudete il fuoco e lasciateli all’interno della pentola per altri 4 minuti a fuoco spento.

Mentre cuociono gli agretti in una padella mettete lo spicchio d’aglio, la cipollina, i pomodorini fatti a cubetti e la passata di pomodoro.

Scolate gli agretti e finite la cottura nel sughetto.

Cuocete gli spaghetti al dente in abbondane acqua salata, scolateli e ripassateli in padella con gli agretti e il sughetto.

Aggiungete infine pepe e peperoncino. Spolverate con il grana padano.

 

I MIEI CONSIGLI

Se volete potete cuocere gli agretti direttamente insieme alla pasta.

Se volete un sapore più deciso potete condire gli spaghetti con una salsa al formaggio sciogliendo 100 g di gorgonzola dolce a cubetti in 250 ml di panna liquida fresca a fuoco dolce. Completate con 40 g di nocciole tostate tritate al posto del grana. Con questa dose dovete però aumentare la dose degli spaghetti fino a 300 g.

 

Buon Appetito

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Scopri la ricetta successiva, quella del Pane Veloce Senza Impasto

COME PULIRE E CUCINARE GLI AGRETTI – info e curiosità

COME PULIRE E CUCINARE GLI AGRETTI – info e curiosità

 

Agretti o barba di frate : sono conosciuti anche con altri nomi nel resto dell’Italia. Qui da me a Pescara  in dialetto si chiamano MINISCURD . Sono ortaggi tipici della primavera da marzo inoltrato a tutto maggio.

Hanno parecchie proprietà benefiche in quanto sono ricchi di potassio, calcio, vitamina C e B 3. Sono molto diuretici, depurativi, rimineralizzanti, depurano il sangue dai trigliceridi e dal colesterolo e facilitano l’eliminazione delle scorie.

Sapevate che per sfruttare al meglio le loro proprietà depurative l’ideale sarebbe fare la cura di agretti ?  Consumarli cioè ogni giorno per un mese.

In primavera potete trovarli in tutti i negozi che vendono frutta e verdura.

 

Come pulire gli agretti step by step

 

La parte commestibile degli agretti è solo quella verde. Tagliate la parte rosa della radice e buttatela.

Mettete gli agretti a bagno in una ciotola e se volete aggiungete 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio. Scolate  e sciacquate per 3/4 volte fino a che l’acqua sarà limpida senza alcun rimasuglio di terra.

Consiglio di cucinare gli agretti sempre in poca acqua calda già in ebollizione per non perdere i preziosi minerali in essi contenuti. Bollite per 3/4 minuti coperti dopo di che fateli rimanere nella pentola a fuoco spento ancora 4 minuti sempre coperta.

 

Non buttate mai l’acqua della cottura degli agretti perché contiene le preziose sostanze perse nell’acqua con la bollitura, una parte rimane comunque nell’acqua quindi riutilizzatela al più presto in uno di questi modi suggeriti o eventualmente congelatela come si fa con il brodo in esubero.

Aggiungetela :

al brodo per cuocere un risotto
all’acqua per cuocere un minestrone
all’acqua per cuocere una minestrina
per preparare delle zuppe
per preparare il pane
per preparare il brodo
per la cottura a vapore dei cibi
per ammollare i legumi
aggiunta agli estratti di frutta e verdura o dei frullati
e per i più temerari da bere come bevanda.

 

Curiosità

In passato gli agretti avevano un’impiego diverso da quello alimentare. La pianta degli agretti, il cui nome botanico è salsola soda, veniva usata nelle fabbriche. Essendo ricca di sodio, veniva seccata e bruciata per estrarne la soda, utile nella produzione del vetro ed altri prodotti. Con il tempo la ricerca è andata avanti e ha permesso di estrarre il sodio in altre maniere. Gli agretti oggi si usano esclusivamente per cucinare tante pietanze salutari ma anche molto golose.

Continuate a seguirmi, il prossimo articolo a seguire sarà una ricetta con gli agretti.

Io vi ho elencato solo alcune delle proprietà nutrizionali degli agretti. Se siete curiosi di sapere quali sono le altre proprietà vi reindirizzo nella ricerca di Google scrivendo – PROPRIETA’ DEGLI AGRETTI. SCEGLIETE VOI POI QUALE SITO ANDARE A LEGGERE.

 

 BUON APPETITO!

 

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

 

Frittelle di mais : tenere, dorate e golosissime – Ricetta veloce

FRITTELLE DI MAIS : TENERE, DORATE E GOLOSISSIME – RICETTA VELOCE

Diario di bordo
Un’idea davvero grandiosa per collocare il classico barattolino di mais in una pietanza diversa dalla classica insalata, farete un figurone se le offrite in occasione di feste, buffet e aperitivo perché sono sfiziose. Io le ho preparate lo scorso anno 2019 per festeggiare la festa della donna in famiglia, avevamo appreso da poco che mia cognata era incinta e abbiamo deciso che era meglio festeggiare rimanendo a casa. La cenetta è stata una meraviglia è la compagnia della famiglia altrettanto.

Le frittelle di mais sono un’antipasto goloso e super sfizioso ! Si tratta di frittelle a base di chicchi di mais già cotto del tipo che si trova in scatola che trovate in qualsiasi negozio di alimentari, realizzate con una pastella fatta di ingredienti semplici a base di uova, farina e latte che si prepara in 2 minuti e fatte riposare 10 minuti. Le frittelle di mais si formano con 1 cucchiaio prelevando un pochino di impasto e facendolo scivolare nell’olio caldo. Vi assicuro che queste frittelle sono irresistibili. Se realizzate questa ricetta ovviamente fatemi sapere com’é andata lasciandomi un commento sul blog. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare TUTTE LE MIE RICETTE a regola d’arte. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!! 

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

consigli e varianti

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Frittelle di mais : tenere, dorate e golosissime – Ricetta veloce

  Le frittelle di mais sono un’antipasto goloso e super sfizioso ! Si tratta di frittelle a base di chicchi di mais già cotto del tipo che si trova in scatola che trovate in qualsiasi negozio di alimentari, realizzate con una pastella fatta di ingredienti semplici a base di uova, farina e latte che si prepara in 2 minuti e fatte riposare 10 minuti. Le frittelle di mais si formano con 1 cucchiaio prelevando un pochino di impasto e facendolo scivolare nell’olio caldo. Vi assicuro che queste frittelle sono irresistibili. Se realizzate questa ricetta ovviamente fatemi sapere com’é andata lasciandomi un commento sul blog. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare TUTTE LE MIE RICETTE a regola d’arte. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!! DIARIO DI BORDO Un’idea davvero grandiosa per collocare il classico barattolino di mais in una pietanza diversa dalla classica insalata, farete un figurone se le offrite in occasione di feste, buffet e aperitivo perché sono sfiziose. Io le ho preparate lo scorso anno 2019 per festeggiare la festa della donna in famiglia, avevamo appreso da poco che mia cognata era incinta e abbiamo deciso che era meglio festeggiare rimanendo a casa. La cenetta è stata una meraviglia è la compagnia della famiglia altrettanto. Dose : per 12 frittelle Preparazione : 15 minuti Cottura : 15 minuti Tempo totale : 30 minuti

Ingredienti :

150 g di mais in scatola 50 g di farina 70 ml di latte 1 uovo di grandezza medio-grande 25 g di formaggio grattugiato sale q.b. pepe nero in polvere q.b. qualche foglia di basilico olio di semi per friggere q.b.

 

LA RICETTA PASSO PASSO

Sbattete l’uovo in una ciotola, aggiungete la farina, il latte, il formaggio grattugiato e amalgamate fino a formare una pastella liscia. Scolate il mais e aggiungerlo alla pastella insieme al prezzemolo tritato al coltello, il sale e il pepe. Lasciate riposare un quarto d’ora in frigo.   Fate scaldare l’olio in padella e versate il composto a cucchiaiate.   Friggete un paio di minuti per lato poche frittelle alla volta.   Poggiatele su un foglio di carta assorbente per scolare l’olio in eccesso. Ecco come risulta l’interno dopo l’assaggio. Ecco le frittelle pronte per essere servite.   I MIEI CONSIGLI Usate poco olio per friggere ( io ne ho usato troppo e non serve) Potete accompagnare le frittelle con dell’insalata verde. Potete servirle con dello yogurt greco condito con un pochino di olio, prezzemolo, aceto di mele, aglio schiacciato e paprika dolce. Offrite queste frittelle anche per i vostri aperitivi o buffet delle feste, che siano compleanno, anniversari, cene importanti servite insieme ad un calice di spumante ghiacciato faranno un figurone. Raddoppiate le dosi se dovete offrirle a più persone. La ricetta è tratta dal libro I menù di Misya.  

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui.  Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

     

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui.  Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

Torta Pan di stelle – Ricetta Facile Senza Cottura

TORTA PAN DI STELLE

Diario di bordo
Io lo chiamo il dolce miracoloso, appena accolta in bocca un solo boccone di torta, le diverse consistenze tra il croccante dei biscotti e la cremosità della panna e del cioccolato, ci riporteranno alla spensieratezza dell’infanzia, quando tutti eravamo bambini. Mi ci sono volute 2 prove per arrivare al risultato più soddisfacente sia per gli occhi che per il palato. La torta Pan di Stelle è perfetta per tutte le occasioni di festa sia in inverno che in estate perché è un dolce fresco senza cottura. Io oggi ve la propongo per l’imminente festa di San Valentino, per me non c’è dolce più goloso per festeggiare l’amore, la sua bontà vi farà toccare il cielo con un dito. Buona Torta Pan di Stelle a tutti.

La Torta Pan di Stelle è un dolce senza cottura, fatto di biscotti al cacao intinti nel latte ricoperti da strati di panna montata e crema spalmabile alla nocciola. La torta prende ispirazione dai biscotti frollini più famosi d’Italia, i biscotti al cacao con le stelline. La Torta Pan di Stelle è un dolce scenografico davvero super goloso, bellissimo da vedere e squisito dessert da mangiare. Gradito da tutti, bambini compresi, che spesso lo richiedono come torta per festeggiare il loro compleanno. Ma è anche molto apprezzato dagli adulti e dai super golosi di cioccolato. Se avete poco tempo ma volete preparare un dolce buono, scenografico e super cioccolatoso scegliete questo, entrerà a pieno titolo nel Top Ten dei vostri 10 dolci preferiti. La preparazione è semplicissima e so già che lo replicherete spesso anche solo per averne una fetta da mangiare a merenda. Trovate tutti i consigli e trucchetti per realizzarla a regola d’arte sempre qui sotto, dopo la descrizione step step by step della ricetta, quindi m raccomando leggete tutto fino in fondo. Non mi rimane che augurarvi una splendida giornata. Enjoy #daniwella

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

Icon Image

Consiglio: la Panna

Per avere una panna ben soda, mettetela in frigorifero per 3 ore prima di montarla. Riponete sia la ciotola dove monterete la panna che le fruste in frigorifero 1 ora prima, in modo che risultino ben fredde. Per accelerare questo procedimento potete metterle in  congelatore per 15/20 minuti. Montate la panna in un contenitore capiente e usate lo sbattitore facendolo girare sempre nello stesso verso. Quando la panna comincerà a montare aggiungete lo zucchero un po’ per volta. Vi consiglio l’uso di uno zucchero a velo fine visto che la panna monta in fretta, questo ingrediente renderà la panna vellutata.

Icon Image

Altri Consigli

I biscotti non devono inzupparsi troppo, non fateli diventare una pappetta perché continueranno ad ammorbidirsi grazie alla panna montata. Potete usare una sac à poche per versare la panna più facilmente sui biscotti. Vi sconsiglio l’uso del mascarpone che renderebbe la Torta Pan di Stelle davvero troppo pesante. Fidatevi sulla parola, la panna fresca da montare è perfetta. La torta deve riposare in frigorifero 10 ore prima di essere decorata. Se la preparate d’inverno saranno sufficienti 5 ore. Il mio consiglio è quella di prepararla sempre il giorno prima, ne acquisterà in sapore e consistenza paradisiache. Una volta tagliata, si conserva in frigorifero, chiusa all’interno di un contenitore ermetico per 2/3 al massimo. 

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

TORTA PAN DI STELLE
oznor_soft
La Torta Pan di Stelle è un dolce senza cottura, fatto di biscotti al cacao intinti nel latte ricoperti da strati di panna montata e crema spalmabile alla nocciola. La torta prende ispirazione dai biscotti frollini più famosi d’Italia, i biscotti al cacao con le stelline. La Torta Pan di Stelle è un dolce scenografico davvero super goloso, bellissimo da vedere e squisito dessert da mangiare. Gradito da tutti, bambini compresi, che spesso lo richiedono come torta per festeggiare il loro compleanno. Ma è anche molto apprezzato dagli adulti e dai super golosi di cioccolato. Se avete poco tempo ma volete preparare un dolce buono, scenografico e super cioccolatoso scegliete questo, entrerà a pieno titolo nel Top Ten dei vostri 10 dolci preferiti. La preparazione è semplicissima e so già che lo replicherete spesso anche solo per averne una fetta da mangiare a merenda. Trovate tutti i consigli e trucchetti per realizzarla a regola d’arte sempre qui sotto, dopo la descrizione step step by step della ricetta, quindi m raccomando leggete tutto fino in fondo. Non mi rimane che augurarvi una splendida giornata. Enjoy #daniwella

DIARIO DI BORDO

Io lo chiamo il dolce miracoloso, appena accolta in bocca un solo boccone di torta, le diverse consistenze tra il croccante dei biscotti e la cremosità della panna e del cioccolato, ci riporteranno alla spensieratezza dell’infanzia, quando tutti eravamo bambini. Mi ci sono volute 2 prove per arrivare al risultato più soddisfacente sia per gli occhi che per il palato. La torta Pan di Stelle è perfetta per tutte le occasioni di festa sia in inverno che in estate perché è un dolce fresco senza cottura. Io oggi ve la propongo per l’imminente festa di San Valentino, per me non c’è dolce più goloso per festeggiare l’amore, la sua bontà vi farà toccare il cielo con un dito. Buona Torta Pan di Stelle a tutti.

 

INGREDIENTI :

dav_soft

700 g di biscotti Pan di stelle 600 ml di panna fresca da montare 2 cucchiai di zucchero a velo 400 g di crema spalmabile alla nocciola 200 ml di latte fresco q.b. di cacao amaro 100 g di pasta di zucchero bianca + 2 cucchiai di zucchero a velo

PROCEDIMENTO : In una ciotola versate la panna fresca e i 2 cucchiai di zucchero a velo. Montatela a neve ben soda. Toglietene dal totale circa 3 cucchiai e mettetela da parte perché vi occorrerà per la decorazione finale. Procuratevi uno stampo apribile del diametro 24/26 cm. Utilizzate solo il cerchio che poggerete sopra un piatto che sarà lo stesso dove servirete l dolce. Intingete i biscotti nel latte da entrambi i lati, senza ammollarli troppo e metteteli all’interno per creare la base della torta. In una ciotola piccola, sgretolate con le mani una decina di biscotti e ammorbiditeli con qualche cucchiaio di latte, riempite con questi gli spazi di vuoto che si creano tra un biscotto e l’altro in modo da avere una base omogenea.
ozedf_soft
Versate sopra la base circa 4 cucchiai abbondanti di panna e livellate con movimenti lenti con il dorso di un cucchiaio. Poi mettete uno strato di crema spalmabile alla nocciola.
edf_soft
Coprite con un’altro strato di biscotti bagnati nel latte. Mettete un’altro strato di panna, poi uno strato di crema spalmabile alla nocciola e un’altro strato di biscotti.
edf_soft
Mettete un’altro strato di panna, crema spalmabile alla nocciola,biscotti, questa volta questa volta sotto sopra, con le stelline in basso e un’altro giro di crema spalmabile questa volta sopra i biscotti.
edf_soft
Ricoprite con l’ultimo strato di panna. Spolverizzate la superficie con il cacao amaro. Pulite i bordi del piatto dal cacao amaro caduto in eccedenza e mettete in frigorifero a rassodare.
edf_soft
DECORAZIONE E ASSEMBLAGGIO DELLA TORTA Prendete il panetto di pasta di zucchero e ammorbiditelo tra le mani. Spolverizzate la pasta di zucchero con lo zucchero a velo e stendetela con un mattarello ad uno spessore di 2-3 mm. Ricavate 3 stelle grandi e 6 stelline piccole. Prendete la torta dal frigorifero. Con l’aiuto di una spatola staccate la torta dai bordi e tirate via il cerchio. Rifinite i bordi della torta spalmando la panna che avete tenuto da parte.
edf_soft
Spalmatela un pochino anche all’interno dei biscotti e attaccateli su tutto il bordo della torta. LA TORTA PAN DI STELLE E’ PRONTA.
oznor_soft
LA TORTA PAN DI STELLE E’ PRONTA. CHI NE VUOLE UNA FETTA?
ozedf_soft
ED ECCO LA MIA AMICA SILVANA CHE MI HA FATTO DA ASSISTENTE NEL MIO SET FOTOGRAFICO CASALINGO.
ozedf_soft
CONSIGLI E TRUCCHETTI Per avere una panna ben soda, mettetela in frigorifero per 3 ore prima di montarla. Riponete sia la ciotola dove monterete la panna che le fruste in frigorifero 1 ora prima, in modo che risultino ben fredde. Per accelerare questo procedimento potete metterle in  congelatore per 15/20 minuti. Montate la panna in un contenitore capiente e usate lo sbattitore facendolo girare sempre nello stesso verso. Quando la panna comincerà a montare aggiungete lo zucchero un po’ per volta. Vi consiglio l’uso di uno zucchero a velo fine visto che la panna monta in fretta, questo ingrediente renderà la panna vellutata. I biscotti non devono inzupparsi troppo, non fateli diventare una pappetta perché continueranno ad ammorbidirsi grazie alla panna montata. Potete usare una sac à poche per versare la panna più facilmente sui biscotti. Vi sconsiglio l’uso del mascarpone che renderebbe la Torta Pan di Stelle davvero troppo pesante. Fidatevi sulla parola, la panna fresca da montare è perfetta. La torta deve riposare in frigorifero 10 ore prima di essere decorata. Se la preparate d’inverno saranno sufficienti 5 ore. Il mio consiglio è quella di prepararla sempre il giorno prima, ne acquisterà in sapore e consistenza paradisiache. Una volta tagliata, si conserva in frigorifero, chiusa all’interno di un contenitore ermetico per 2/3 al massimo.  

BUON APPETITO!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ozedf_soft
       

Burger di lenticchie vegetariani – eppure vegan

Burger di lenticchie vegetariani - eppure vegan

Diario di bordo
Non ho utilizzato nessun ingrediente animale, per questo motivo sono vegetariani e possono essere mangiati anche dai vegani. Potete renderli senza glutine sostituendo il pan grattato con del pan grattato senza glutine adatto ai celiaci. Leggete la ricetta fino alla fine dove trovate altri consigli e suggerimenti per accompagnare al meglio questi gustosi burger di lenticchie.

 I burger di lenticchie sono un piatto nutriente, sano e ricco di proteine e sopratutto si preparano velocemente con pochi semplici ingredienti rendendo questo piatto molto economico. Massima resa, minima spesa. Nel formare questi burger di lenticchie ho cercato di conferirgli un buon gusto utilizzando le verdure stesse e utilizzando l’olio solo nel passaggio secondario in padella nella fase della doratura.

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

consigli e varianti

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Burger di lenticchie vegetariani – eppure vegan I burger di lenticchie sono un piatto nutriente, sano e ricco di proteine e sopratutto si preparano velocemente con pochi semplici ingredienti rendendo questo piatto molto economico. Massima resa, minima spesa. Nel formare questi burger di lenticchie ho cercato di conferirgli un buon gusto utilizzando le verdure stesse e utilizzando l’olio solo nel passaggio secondario in padella nella fase della doratura. Non ho utilizzato nessun ingrediente animale, per questo motivo sono vegetariani e possono essere mangiati anche dai vegani. Potete renderli senza glutine sostituendo il pan grattato con del pan grattato senza glutine adatto ai celiaci. Leggete la ricetta fino alla fine dove trovate altri consigli e suggerimenti per accompagnare al meglio questi gustosi burger di lenticchie.   Dose : per 4/5 burger Tempo di preparazione : 10 minuti Tempo di cottura: 50 minuti

Ingredienti :

sdr_soft

250 g di lenticchie secche 1 carota grande 1 costa di sedano 1 cipolla piccola 1 spicchio d’aglio 1 foglia di alloro 2/3 cucchiai di pane grattugiato sale fino q.b.

  Sciacquate le lenticchie e lasciatele a bagno per 1 ora. Scolatele per bene. Mondate e lavate tutte le verdure e fatele a pezzetti. Mettete lenticchie e verdure in una padella e coprite di acqua fino a sfiorare la superficie. Fatele cuocere per 30 minuti.
nfd
  Se dopo 30 minuti non fossero ancora cotte aggiungete una tazzina di acqua calda e cuocete ancora per 5/10 minuti.
ozedf_soft
Quando le lenticchie saranno cotte e tutta l’acqua si sarà ritirata trasferite in una ciotola, salate e frullate con un mixer.
oznor_vivid
Lasciate intiepidire leggermente eppoi aggiungete 2 cucchiai di pan grattato.
oznor_vivid
Mescolate con un cucchiaio. Dovete ottenere un composto non appiccicoso lavorabile con le mani, se così non fosse aggiungete una’altro cucchiaio di pan grattato. A questo punto formate i burger.
ozedf_vivid
Scaldate una padella, ungete con pochissimo olio e cuocete i burger fino ad ottenere una crosticina croccante o la doratura che desiderate.
ozedf_vivid
I burger sono pronti. Aspettate che si intiepidiscano prima di mangiarli.
ozedf_vivid
   

I miei consigli

I burger di lenticchie sono una gustosa alternativa ai classici hamburger di carne. Se siete golosi quanto lo sono io mettete il burger di lenticchie all’interno di un gustoso panino burger buns e arricchitelo con gli ingredienti che vi piacciono. Servite i burger accompagnati da una gustosa insalata, o con delle verdure grigliate o con un semplice insalata di pomodori. Potete saltare il passaggio dell’ ammollo delle lenticchie se avete poco tempo a disposizione. In caso contrario fatelo perché il risultato è migliore sotto l’aspetto del gusto finale del burger. Mettete 1 cucchiaio di pane grattugiato alla volta e mescolate, controllate la consistenza dopo 2/3 minuti, il tempo necessario di far assorbire il pane all’impasto ed eventualmente aggiungete i successivi se il composto risulta ancora appiccicoso. Potete dar forma ai burger con le mani o con l’apposito attrezzo o con un coppa pasta di circa 8 /10 cm di diametro. Maneggiateli con cura quando li andrete a rigirare per evitare che si rompano. In alternativa potete cuocerli in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti circa rigirandoli a metà cottura. Per limitare al minimo l’uso di olio potete usare un pennello per spennellarli in superficie da entrambi i lati. Potete prepararli in anticipo e congelarli. Scongelateli direttamente mettendoli in padella calda o forno preriscaldato per 10/15 minuti a fuoco medio. I burger di lenticchie si mantengono benissimo anche per il giorno dopo. Specialmente se li preparate in estate, conservateli in frigorifero. Sono un’ottima alternativa al panino con i salumi da portare in spiaggia o nei vostri pic nic o scampagnate.
dav_soft