Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Colazione

Biscotti ai cereali integrali – Senza Uova e Senza Burro

Biscotti ai cereali integrali – Senza Uova e Senza Burro

 

I biscotti ai cereali integrali sono dei biscotti rustici e fragranti, pieni di gusto e che si possono anche inzuppare nel latte. Sono sani e salutari per via della farina integrale e la farina di cereali misti, quello che ho utilizzato io conteneva anche fiocchi d’avena e semi oleosi come quelli di lino. Oggi sono quattro giorni che li ho fatti e posso testimoniare che sono di un fragranza unica. Non mi aspettavo un simile risultato, sono rimasta stupita. I biscotti ai cereali integrali sono inoltre senza uova e senza burro e se sostituite il latte di mucca con un latte di origine vegetale come ad esempio quello di riso, avena o mandorla i biscotti si trasformano in biscotti vegani. A voi la scelta e sperimentate dopo aver fatto questi però, giusto per avere un punto di riferimento. Bene, se vi ho convinto e realizzate questa ricetta fatemi sapere com’è andata, grazie, lasciandomi un commento, qui sul blog o sulla pagina Facebook. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare questa e tutte le mie altre ricette a regola d’arte. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!!

 

Diario di bordo

Qualche giorno fa il mio amore Corrado, mi ha chiesto di fare dei biscotti  che lo saziassero di più a colazione invece che del solito ciambellone. Così pensando e ripensando mi sono ricordata che nel mese di febbraio la mia amica Silvana, venendomi a trovare a casa, mi aveva portato dei biscotti fatti da lei, a forma di cuore visto che era il periodo di San Valentino, preparati con la farina integrale ai cereali del Molino Cofelice che si trova in Molise per la precisione a Matrice ( non sono stata pagata per fare questa pubblicità, ma ritenevo opportuno raccontarvi la storia di questi biscotti molto buoni ). Mi erano piaciuti così tanto che avevo chiesto a Silvana se mi dava un pochino di quella farina per fare gli stessi biscotti ( perché qui a Pescara questa farina non si trova ), e così è stato, cioè la farina me l’ha data a febbraio ma io i biscotti li ho fatti quattro giorni fa. Il risultato è stato squisito. La sua ricetta però era un pochino diversa dalla mia, io ho dovuto rielaborarla leggermente perché non avevo in casa in quel momento gli stessi ingredienti che aveva usato lei, inoltre nel fare i suoi biscotti Silvana ha usato tutta farina ai cereali, io ne ho usato una parte soltanto e devo dire che il risultato è stato straordinario. Nei miei consigli posti in fondo dopo tutti gli step leggete con attenzione le possibili sostituzioni che potete fare per realizzare questi straordinari biscotti.

 

Dose : 25 biscotti circa
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 20 minuti

Ingredienti

300 g di farina integrale di tipo 2
200 g di farina ai cereali misti
10 g di lievito per dolci
5 g di bicarbonato di sodio
130 g di latte di mucca fresco + 4/5 cucchiai extra per spennellare
100 g di olio di semi di arachide
120 g di zucchero di canna + 1 cucchiaio extra da spolverare sopra i biscotti
1 fialetta di aroma vaniglia

 

LA RICETTA PASSO PASSO

In una ciotola versate le farine, il lievito e il bicarbonato, mescolate.

In un’altra ciotola versate e mescolate il latte, l’olio, la fialetta di aroma e lo zucchero. Nella ciotola dei liquidi versate in tre riprese le polveri e mescolate con una forchetta.

Quando tutti i liquidi saranno stati assorbiti, trasferite l’impasto su un piano di lavoro e lavoratelo.

Fino a che diventa un panetto liscio ed omogeneo.

 

Con un mattarello stendete l’impasto ad uno spessore di 3 mm e date la forma che volete ai biscotti.

Trasferite tutti i biscotti su una teglia da forno ricoperta con la carta forno. Pennellate la superficie con il latte extra e spolverate in superficie con lo zucchero di canna extra.

Infornate in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti. Ed ecco i biscotti cotti. Fateli raffreddare prima di gustarli.

Buonissima colazione a tutti con latte e caffè …

 

… e buonissima colazione a tutti con succo d’arancia e frutta fresca di stagione !!!

 

 

I MIEI CONSIGLI

Potete usare farine integrali e ai cereali di qualsiasi marca. Che siano ai 5 cereali o 7 cereali vanno bene lo stesso.

La mia amica Silvana ha usato solo farina di cereali per fare biscotti, io invece ho voluto fare una parte di farina integrale e una parte di farina di cereali.

Inoltre lei ha usato l’ammoniaca alimentare per i dolci che io non avevo ed ho sostituito con 10 g di lievito per dolci e 5 g di bicarbonato di sodio che sono stati perfetti insieme per rendere fragranti tutti i biscotti fino ad oggi.

Conservate i biscotti dentro un contenitore a chiusura ermetica e dureranno anche una settimana ovviamente se ci arrivano.

Io uso spesso l’olio di semi di arachide, voi se volete potete usare di mais o di girasole.

Per aromatizzare potete usare anche scorza grattugiata del limone o di arancia, o i semi di una bacca di vaniglia al posto della fialetta.

BUON APPETITO

 

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

 

Biscotti Parigini da Inzuppo Velocissimi – Senza Burro Senza Mattarello

Biscotti Parigini da Inzuppo Velocissimi – Senza Burro Senza mattarello

I biscotti parigini sono dei biscotti da inzuppo della tradizione siciliana che si possono fare bianchi, neri o come in questo caso bicolore. Questi deliziosi biscotti parigini hanno una consistenza morbida e perfetta per l’inzuppo, il magnifico sapore di vaniglia che si abbraccia con quello del cacao vi conquisterà, non solo per la loro incredibile bontà ma anche perché sono semplici e veloci da preparare. I biscotti parigini si conservano chiusi in contenitori ermetici per alimenti freschi e morbidi come appena fatti per 5 giorni. I biscotti parigini sono velocissimi da preparare in quanto non si formano a mano uno a uno, non dovete far riposare in frigorifero l’impasto, e si realizzano usando solo una ciotola e una forchetta. In più sono fatti con 5 ingredienti che sono sicura tutti hanno in casa. Più comodo di così ! Vi ho incuriositi ? Bene, se vi ho convinto e realizzate questa ricetta fatemi sapere com’è andata grazie lasciandomi un commento, qui sul blog o sulla pagina Facebook, a me farà molto piacere, ormai lo sapete perché ve lo scrivo sempre. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare questa e tutte le mie altre ricette a regola d’arte. Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui social, grazie !!!

DIARIO DI BORDO

Chi mi conosce sa molto bene che amo tantissimo i biscotti fatti in casa, sopratutto quelli che sono velocissimi da preparare. Questa mattina prima di finire di scrivere la ricetta ho voluto replicarla per la seconda volta, e si, dovete sapere che quando li ho fatti 3 giorni fa, era ormai pomeriggio inoltrato, quando ormai la luce naturale non c’era più, quindi le foto non mi sono venute un granché, inoltre poco prima di sfornarli, mio cugino Maurizio, che abita nei pressi di Roma mi ha fatto una video chiamata, e presa dalla conversazione in corso, dopo averli sfornati in diretta telefonica con lui, non ho scattato neanche le foto del taglio dei biscotti. Quindi eccoli qui dove appaiono in tutto il loro splendore grazie alle foto scattate stamattina con la luce naturale. Comunque credo che abbiate capito che per me le ricette più sono veloci più mi piacciono e sono spinta subito a farle. Quando poi è una ricetta come questa che per pulire la cucina ci si mette pochissimo perché abbiamo sporcato pochissimo allora è proprio una ricetta da pollice in su.

 

Dose : per 30 biscotti
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 30 minuti

 

Ingredienti 

450 g di farina 00
230 g di zucchero semolato
1 bustina di lievito per dolci vanigliato
3 uova grandezza media
80 g di olio di semi di arachide
25 g di cacao amaro in polvere
30 g di farina 00

 

 LA RICETTA PASSO PASSO

 

Preriscaldate il forno a 180°. In una ciotola capiente mettete la farina e il lievito setacciati e lo zucchero. Mescolate con una forchetta le polveri. Fate il classico buco al centro della ciotola e versate le uova e l’olio.

Con una forchetta rompete i tuorli per unirli agli albumi e l’olio.

Allargate poi il giro della forchetta per incorporare le polveri ai liquidi.

Continuate a lavorare in senso circolare e quando il grosso della farina è incorporato all’impasto e la forchetta non ci è più di aiuto per impastare lavorate con le mani l’impasto dentro alla ciotola.

 

Pescate per bene la farina in fondo alla ciotola e incorporatela all’impasto.

PASSAGGIO N° 6: Solo quando la farina è inglobata rovesciate l’impasto sopra ad un tagliere/spianatoia in modo da uniformare l’impasto ed ottenere un panetto bello liscio, omogeneo e morbido.

Dividete in due panetti l’impasto, uno lo mettete nella ciotola e l’altro lo adagiate a parte sulla spianatoia sopra un pochino di farina spolverata sul tagliere. Alla metà nella ciotola aggiungete i 30 g di farina extra, lavorate sempre all’interno per farla inglobare, ci vorrà meno di 1 minuto. Lavorate nuovamente sul tagliere per renderlo nuovamente liscio ed omogeneo.

Riprendete l’altro impasto e fate la stessa cosa ma questa volta aggiungendo il cacao in polvere setacciato.

Ecco come si presentano i due impasti vaniglia e cacao.

Dividete ora a metà i due panetti, quello alla vaniglia e quello al cacao.

 

Modellateli dandogli la forma di cilindro lunghi circa 20/21 cm.

Prendetene due, uno al cacao e uno alla vaniglia, li accostate e li schiacciate uno contro l’altro eppoi quando sono uniti, fateli rotolare insieme sul tagliere in modo da assicurarsi che si sigillino insieme il più possibile. Il primo filoncino è pronto. Mettetelo sulla leccarda ricoperta di carta forno.

Passate al secondo filoncino. Avvicinateli ed uniteli uno contro l’altro, schiacciateli un pochettino, fateli rotolare insieme eppoi per creare un’effetto diverso torceteli, giratelo su se stesso fino a formare un torciglione.

Una volta formato andate a sigillare nuovamente rotolandolo sulla spianatoia qualche secondo.

 

Mettete sulla teglia anche il secondo filoncino. Infornate in forno caldo a 180° per 30 minuti e fino a quando la superficie risulterà bella dorata.

Sfornateli e attendete 5 minuti circa prima di tagliarli.

Trasferite ancora caldi sul tagliere  e con un coltello a lama liscia, fate dei tagli in diagonale e porzionateli.

I biscotti sono pronti. Fateli raffreddare prima di mangiarli in modo che si assestino.

 

I biscotti sono pronti, ora gioite soddisfatti del vostro impegno e assaggiateli.

 

I MIEI CONSIGLI 

PASSAGGIO N° 6 = In questa fase della lavorazione l’impasto vi risulterà leggermente appiccicoso, non aggiungete farina sulla spianatoia perché a furia di aggiungerne, l’impasto ne ingloberebbe troppo e dopo la cottura i biscotti non risulterebbero di una consistenza piacevole, ma bensì risulterebbero duri e stopposi.

Setacciate sempre cacao e farina, questo ve lo consiglio per tutte le ricette. Setacciare aiuta le polveri come la farina a prendere ossigeno e aria, visto che è stata compressa dentro una busta. Mentre setacciare le polveri come il lievito, il cacao o lo zucchero a velo, aiuta a sciogliere i grumi che molte volte si trovano all’interno delle bustine e dei pacchetti.

Per fare il tutto più velocemente potete poggiare la ciotola direttamente sopra la bilancia e pesare gli ingredienti direttamente sopra la ciotola azzerando ogni volta per pesare l’ingrediente successivo.

Le uova devono essere sempre a temperatura ambiente. Per questa ricetta ho usatouova che pesano circa 60 g l’una.

Se non volete sporcarvi potete usare i guanti usa e getta per impastare.

Insieme alle polveri se volete potete aggiungere la scorza di mezzo limone o la scorza di un quarto di arancia.

Potete usare qualsiasi olio di semi mais, girasole, vari , quello che volete. A me piace l’arachide e lo uso spesso.

La ricetta è tratta dal video Youtube della simpaticissima e bravissima Stefania e dal suo canale CaroDiario

BUON APPETITO

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Fette biscottate fatte in casa

fette biscottate fatte in casa

Le fette biscottate fatte in casa sono delle fette di pane tostate friabili e fragranti. La loro consistenza, il loro profumo delicato e il loro sapore neutro le rendono apprezzate non solo dagli adulti ma anche dai bambini. Sono ideali per la prima colazione, tanto è vero che le varie pubblicità la vedono come ingrediente principale del primo pasto, la colazione italiana. Le fette biscottate fatte in casa possono essere destinate anche allo spuntino mattutino o la merenda pomeridiana.

Diario di bordo
Le fette biscottate sono un’alimento che io mangio spesso fin da quando ero piccola, le adoro particolarmente con burro e marmellata. E’ uno dei miei confort food preferiti per la colazione così mi sono decisa a farle in casa e vi assicuro che è molto semplice ma il sapore e la soddisfazione ricevuta è tutta un’altra storia. Non rinunciate a provare questa ricetta pensando che sia difficile perché invece è semplicissima. Impasterete tutti gli ingredienti come se fosse un’impasto per pizza o pane (per intenderci), solo che realizzerete un pan brioche o pan bauletto, che una volta cotto farete raffreddare completamente e riposare, dopo di che lo taglierete a fette e tosterete in forno, e il gioco è fatto. Coraggio che aspettate, prendete il vostro grembiule, accorciatevi le maniche e preparatele. Vi posso assicurare che una volta fatte provare le vostre fette biscottate alcuni di loro potrebbero chiedervi addirittura di che marca sono e dove le avete comprate, preparatevi a vedere le facce sbigottite e increduli dei vostri amici e familiari quando gli direte che le avete fatte voi con le vostre manine … preparatevi a ricevere gli applausi !!! La preparazione è semplicissima e so già che lo replicherete spesso anche solo per averne una fetta da mangiare come spezza fame. Trovate tutti i consigli e trucchetti sempre qui sotto, dopo la descrizione step step by step della ricetta, quindi m raccomando leggete tutto fino in fondo. Non mi rimane che augurarvi una splendida giornata.

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

i miei consigli

 La ricetta è tratta dal sito My personal trainer realizzata dalla carissima Alice, fantastica come sempre. A lei vanno i miei ringraziamenti nel proporre tantissime ricette buone ma sempre con un’attenzione particolare alla linea e a tutte le persone intolleranti.

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Fette biscottate fatte in casa

Le fette biscottate fatte in casa sono delle fette di pane tostate friabili e fragranti. La loro consistenza, il loro profumo delicato e il loro sapore neutro le rendono apprezzate non solo dagli adulti ma anche dai bambini. Sono ideali per la prima colazione, tanto è vero che le varie pubblicità la vedono come ingrediente principale del primo pasto, la colazione italiana. Le fette biscottate fatte in casa possono essere destinate anche allo spuntino mattutino o la merenda pomeridiana. Le fette biscottate sono un’alimento che io mangio spesso fin da quando ero piccola, le adoro particolarmente con burro e marmellata. E’ uno dei miei confort food preferiti per la colazione così mi sono decisa a farle in casa e vi assicuro che è molto semplice ma il sapore e la soddisfazione ricevuta è tutta un’altra storia. Non rinunciate a provare questa ricetta pensando che sia difficile perché invece è semplicissima. Impasterete tutti gli ingredienti come se fosse un’impasto per pizza o pane (per intenderci), solo che realizzerete un pan brioche o pan bauletto, che una volta cotto farete raffreddare completamente e riposare, dopo di che lo taglierete a fette e tosterete in forno, e il gioco è fatto. Coraggio che aspettate, prendete il vostro grembiule, accorciatevi le maniche e preparatele. Vi posso assicurare che una volta fatte provare le vostre fette biscottate alcuni di loro potrebbero chiedervi addirittura di che marca sono e dove le avete comprate, preparatevi a vedere le facce sbigottite e increduli dei vostri amici e familiari quando gli direte che le avete fatte voi con le vostre manine …  preparatevi a ricevere gli applausi !!! La preparazione è semplicissima e so già che lo replicherete spesso anche solo per averne una fetta da mangiare come spezza fame. Trovate tutti i consigli e trucchetti sempre qui sotto, dopo la descrizione step step by step della ricetta, quindi m raccomando leggete tutto fino in fondo. Non mi rimane che augurarvi una splendida giornata.  

*Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella

Dosi : per 8 perone Preparazione : 20 minuti Lievitazione : 7 ore Cottura : 30 minuti Tostatura : 30 minuti  

INGREDIENTI :

200 g di farina 0 200 g di farina 00 100 ml di acqua 100 ml di latte 40 g di burro 15 g di malto d’orzo o miele liquido 10 g di lievito di birra fresco 6 g di sale 50 g di zucchero semolato

Per pennellare 1 uovo 20 ml di latte

   

LA RICETTA PASSO PASSO

Setacciate le due farine all’interno di una ciotola. Poi aggiungete lo zucchero e mescolate.

Intiepidite l’acqua e sciogliete al suo interno il malto d’orzo, poi sciogliete anche il lievito.

Sciogliete il burro nel latte tiepido.

Nella ciotola della farina unite il composto di acqua e lievito e cominciate a mescolare, poi versate anche il latte e burro sciolto.

Aggiungete il sale per ultimo, quando vedrete i liquidi assorbiti completamente dalla farina.

Impastate su un piano di lavoro fino ad ottenere un impasto morbido e non appiccicoso. Mettete l’impasto a lievitare in una ciotola coperta con pellicola per 3 ore o fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume.

Ecco l’impasto lievitato.

Rivestite di carta forno uno stampo da plumcake delle dimensioni di cm 30 x 10 x 8. Rovesciate l’impasto lievitato su una spianatoia, apritelo con le mani e realizzate un rettangolo. Una dimensione del rettangolo deve essere pari del lato lungo dello stampo.

Arrotolate la pasta su se stessa e formate un salsiciotto.

Posizionate il salsiciotto con il taglio verso il basso all’interno dello stampo.

 

Fate lievitare di nuovo per 2 ore  o fino a quando fuoriesce dallo stampo.

oznorHB_vivi

A questo punto preriscaldate il forno a 180°. In una ciotolina sbattete l’uovo con il latte e spennellate con attenzione la superficie. Infornate e cuocete per 30 minuti. Spegnete il forno e fatelo raffreddare all’interno.

Poi per altre 24 ore su una gratella.

Tagliate il pan briosche a fettine di 7/8 mm, mettetele su una leccarda ricoperta di carta forno.

Tostate le fette in forno preriscaldato a 140° per 30 minuti rigirandole spesso. Lasciatele raffreddare fuori dal forno.

Le fette biscottate sono pronte.

   

I miei consigli :

Potete conservare le fette biscottate fatte in casa dentro un contenitore a chiusura ermetica o una di quelle buste di plastica fatte apposta per conservare gli alimenti. In questo modo si conservano anche per 2 settimane. In questa ricetta non ho usato l’uovo all’interno. Se devono mangiarla anche delle persone intolleranti alle uova, sostituite l’uovo usato per pennellare con della curcuma in polvere, ne basterà pochissima sciolta nel latte. Non prolungate il tempo della tostatura indicata negli step altrimenti vi ritroverete delle fette biscottate dure da mangiare. Potete mangiare queste fette biscottate anche per sostituire il pane quando non lo avete o del pangrattato per panare tutte le ricette che richiedono l’impanatura, vi basterà polverizzare le fette biscottate all’interno di un mixer. Potete reperire il malto d’orzo nei negozi che vendono prodotti biologici. Se non lo avete come già scritto sopra, potete sostituirlo con il miele liquido, tipo acacia o millefiori. Se siete intolleranti potete sostituire il latte di mucca anche con del vegetale come ho fatto io, perché nel momento della realizzazione non lo avevo in casa. La ricetta è tratta dal sito  My personal trainer realizzata dalla carissima Alice, fantastica come sempre. A lei vanno i miei ringraziamenti nel proporre tantissime ricette buone ma sempre con un’attenzione particolare alla linea e a tutte le persone intolleranti.  

 BUON APPETITO!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella
   

Pancakes : Ricetta Originale Americana

pancakes - Ricetta originale

Diario di bordo
Le mie riflessioni, i miei pensieri, le mie emozioni, tutte le curiosità, le mie similitudini con il personaggio di Lorelai e tutto quello che continuo a scoprire ogni volta nel guardare e riguardare le puntate le troverete sempre qui sotto, alla fine del passo passo, dopo i consigli che trovate sempre sulla ricetta che pubblico.

I pancakes sono i soffici protagonisti della colazione americana, e con molte varianti anche in altre parti del mondo. Sono simili alle crepes, ma più spessi e più morbidi, dalla consistenza spugnosa e dal gusto squisito che inebriano ogni palato. Avete presente nei film americani, quando nella scena della colazione vengono servite delle frittelle impilate una sopra l’altra e che ognuno condisce con un’abbondante colata di sciroppo d’acero ? Ebbene quelli sono i pancakes. Realizzare i pancakes è semplicissimo, e nonostante esistano un gran numero di versioni, io vi propongo l’originale americana, tratta dal libro ” Le ricette di – Una mamma per amica “. Il libro è un tuffo nella cucina americana. Le ricette sono numerose, spiegate tutte in maniera dettagliata. I pancakes sono i protagonisti indiscussi di quasi tutte le puntate della serie televisiva.

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

Non sai come realizzare il latticello? guarda la ricetta qui!

consigli e varianti

UNA MAMMA PER AMICA è una serie televisiva americana ideata da Amy Sherman – Palladino , con protagoniste Lauren Graham e Alexis Bledel. La serie racconta le vicende di una giovane e  brillante madre, Lorelai Gilmore legata da una forte amicizia a sua figlia Rory Gilmore.

Trama

Lorelai Gilmore è una trentaduenne mamma single che vive con sua figlia quindicenne Rory nell’ immaginaria Starshollow, situata nello stato statunitense del Connecticut. Entrambe conducono una vita soddisfacente. Lorelai è un’umorista nata, ha una battuta pronta per ogni situazione, le sue infinite battute spaziano riferimenti dalla musica pop, alle notizie di attualità, ma anche alla storia e alla politica. L’unica in grado di comprendere e capire al 100% il suo umorismo e il suo modo di parlare è sua figlia Rory, perché è proprio lei a condividere questo suo senso dell’umor, tanto da essere il pilastro fondamentale su cui si base l’intera serie televisiva. I dialoghi tra Lorelai e Rory sono così buffi, comici, spassosi e divertenti da lasciar al di fuori gli altri personaggi. I commenti di Lorelai a volte non confondono soltanto chi non la conosce bene, ma anche chi si trova più vicino a lei come sua madre Emily o il suo amico Luke Danes. Lorelai ebbe Rory all’età di 16 anni e proprio per questo il legame profondo che si crea tra di loro è quello di un rapporto di amicizia piuttosto che tra madre figlia, durante le varie stagioni Lorelai userà la carta della mamma solo quando è indispensabile, in pratica come ultima risorsa. Le vedrete spesso litigare a volte per motivi banali, ma è proprio durante la V stagione che la serie mi ha smosso tanta emozione fino a farmi scendere lacrime di commozione, il tutto sarà un crescendo di commedia drammatica mista al sentimentale. Grazie ai temi trattati la serie è capace di coinvolgere emotivamente chi sta seduto sul divano e assiste come spettatore all’interpretazione favolosa  degli attori che danno vita a numerosi personaggi particolari. 

La mia similitudine con il personaggio di Lorelai

Vado pazza per il caffè, i cheeseburger e la pizza a domicilio. Mi definisco una persona pantofolaia, nonostante ami uscire a svagarmi ogni tanto il sabato sera e cantare al karaoke.      

Sono una persona solare e molto comica. Appartengo a quella schiera di persone che ama la televisione e guardare e riguardare i film che mi piacciono infinite volte, allungata sul divano mangiando a volte di tutto e di più fino a stare male.  

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Pancakes (ricetta originale)
ozedf_soft
I pancakes sono i soffici protagonisti della colazione americana, e con molte varianti anche in altre parti del mondo. Sono simili alle crepes, ma più spessi e più morbidi, dalla consistenza spugnosa e dal gusto squisito che inebriano ogni palato. Avete presente nei film americani, quando nella scena della colazione vengono servite delle frittelle impilate una sopra l’altra e che ognuno condisce con un’abbondante colata di sciroppo d’acero ? Ebbene quelli sono i pancakes. Realizzare i pancakes è semplicissimo, e nonostante esistano un gran numero di versioni, io vi propongo l’originale americana, tratta dal libro ” Le ricette di – Una mamma per amica “. Il libro è un tuffo nella cucina americana. Le ricette sono numerose, spiegate tutte in maniera dettagliata. I pancakes sono i protagonisti indiscussi di quasi tutte le puntate della serie televisiva. Le mie riflessioni, i miei pensieri, le mie emozioni, tutte le curiosità, le mie similitudini con il personaggio di Lorelai e tutto quello che continuo a scoprire ogni volta nel guardare e riguardare le puntate le troverete sempre qui sotto, alla fine del passo passo, dopo i consigli che trovate sempre sulla ricetta che pubblico. Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo. Inoltre se volete essere citate sulle mie storie e sul mio blog, inviatemi una email (trovate l’indirizzo giù in fondo) con la vostra ricetta, scrivendomi ingredienti, dosi e procedimento con una foto del piatto, io sceglierò la più interessante e la preparerò per il blog, non dimenticatevi di raccontarmi un po’ di voi.  Grazieeee Enjoy #daniwella   Dose : per 8/10 pancake Preparazione : 10 minuti Cottura : 25 minuti

Ingredienti :

nfd

250 g di farina 00 4 cucchiaini di lievito per dolci 1 cucchiaino e mezzo di sale fino 2 uova medie 2 cucchiai di zucchero 480 ml di latticello 120 ml di latte intero 2 cucchiaini di burro sciolto 2 cucchiaini di olio di semi per oliare la padella

Ingredienti per la farcitura

Sciroppo d’acero mirtilli freschi gocce di cioccolato burro di arachidi crema spalmabile alla nocciola mandorle, nocciole, arachidi, cocco rapè

PROCEDIMENTO : In una ciotola capiente mescolate la farina setacciata insieme al lievito, lo zucchero e il sale. Sbattete le uova quel tanto da far amalgamare per bene il tuorlo con l’albume.
dav
  Unite il composto di uova e il latticello e amalgamateli usando una frusta.
nfd
  Aggiungete il latte e mescolate. Versate il burro e mescolate ancora. La pastella è pronta. Fatela riposare 15 minuti.
nfd
  Scaldate una buona padella antiaderente, ungetela spennellando un pochino di olio di semi e iniziate a cuocere i pancake.
nfd
  Cuocete il pancake per 2/3 minuti, giratelo quando al centro cominciano a formarsi delle bolle. Quando vedete che il pancake si gonfia, cuocetelo per altri 60/90 secondi.
nfd
Toglietelo dal fuoco, impilatelo uno sopra l’altro. Ripetete il procedimento fino a finire completamente tutta la pastella. Serviteli con la farcitura che avete scelto.
dav
Ecco come li ho farciti . Sciroppo di riso, mirtilli, fragole e frutta secca, mandorle a lamelle.
oznor_soft
Cioccolato fondente sciolto a bagnomaria con mirtilli e arachidi, mandorle a lamelle e gocce di cioccolato extra fondente.
ozedf_vivid
I miei consigli :
ozedf
Io per aiutarmi a prendere la pastella utilizzo i misurini ” cup ” americani e ho preso un misurino da 1/3 di cup, lo riempio di composto, elimino l’eccesso livellando per bene la superficie con una spatola e verso la pastella nella padella calda. In questo modo si ottengono pancake tutti uguali e tutti dello stesso peso. Io ho usato una padellina larga 10 cm di diametro perché a me i pancake piacciono belli larghi. Se li volete più piccoli usate una padella più larga che ne contenga 2/3. Una volta preparata la pastella potete mettere gli ingredienti facoltativi se li volete ripieni all’interno, prima di cuocerli, come mirtilli o gocce di cioccolato. Oppure fare come ho fatto io, che li ho farciti dopo che li ho cotti. Grazie alla mia amica Lorenza Spagnoli, ho appreso che i pancake possono essere preparati qualche giorno prima di mangiarli. Se siete dei veri amanti dei pancake e morite dalla voglia di farci colazione la mattina, procedete in questo modo: una volta cotti fateli raffreddare completamente. Sigillate ogni singolo pancake con la pellicola alimentare, quella trasparente. Riponeteli cosi in frigorifero impilati uno sopra l’altro poggiati su un piatto e se volete, copriteli con un tovagliolo di stoffa. Al mattino dopo aver preparato la macchinetta del caffè scartate i pancake che volete mangiare e scaldateli al microonde 30/60 secondi a 900/1000 WATT. Chi non ha il microonde può scaldarli in forno 5/6 minuti. Dopo di che farciteli come piacciono a voi. Per esperienza personale possiamo dire che non è vero che sono buoni soltanto appena fatti, se ben conservati, danno il meglio di loro anche riscaldati nei giorni successivi, se li sigillate per bene infatti possono durare anche 4/5 giorni in frigorifero. Se volete, potete aggiungere alle polveri setacciate anche mezzo cucchiaino di bicarbonato, come ho fatto io le volte successive. L’aggiunta del bicarbonato aiuta la lievitazione del pancake, rendendolo ancora più soffice e spugnoso. Lo sciroppo d’acero non è l’unico liquido che si può usare per condire i pancakes. Succo d’Agave, miele liquido, sciroppo di mela o topping vari alla frutta o al cioccolato sono solo alcuni esempi che vi posso suggerire. Provateli e trovate il vostro preferito. CURIOSITA’ : Lo sciroppo d’acero è uno zucchero in forma liquida, estratto dalla linfa dell’acero da zucchero e dall’acero nero. E’ noto per le sue proprietà depuratrice ed energizzanti perché ha un’alto contenuto di sali minerali ed è il secondo dolcificante naturale meno calorico. E’ prodotto dalle province orientali del Canada ed in alcune zone degli Stati Uniti. In particolare è utilizzato nei paesi freddi per le elevate calorie e proprietà nutrizionale. Lo sciroppo d’acero viene proposto in vari gradi, dal grado A al grado D. La gradazione determina la translucenza del prodotto. Lo sciroppo di grado A presenta una translucenza maggiore, rispetto ad uno sciroppo più scuro di grado C. Come prodotto è abbastanza costoso. Io vi consiglio se lo volete comprare di leggere bene l’etichetta. La stragrande maggioranza di quelli in vendita nei grandi supermercati sono pieni zeppi di zucchero, glucosio, fruttosio, coloranti e stabilizzanti, con una minima percentuale di sciroppo d’acero. Per essere sicuri di comprare un prodotto di qualità sull’etichetta deve esserci scritto 100% puro sciroppo d’acero, quindi totalmente naturale, privo di conservanti,  zuccheri aggiunti e aromatizzanti, meglio se certificato prodotto Biologico che garantisce quindi che sugli alberi non sono stati usati fertilizzanti chimici e pesticidi e dove tutto il processo della produzione e provenienza è tenuto sotto controllo. UNA MAMMA PER AMICA è una serie televisiva americana ideata da Amy Sherman – Palladino , con protagoniste Lauren Graham e Alexis Bledel. La serie racconta le vicende di una giovane e  brillante madre, Lorelai Gilmore legata da una forte amicizia a sua figlia Rory Gilmore. TRAMA Lorelai Gilmore è una trentaduenne mamma single che vive con sua figlia quindicenne Rory nell’ immaginaria Starshollow, situata nello stato statunitense del Connecticut. Entrambe conducono una vita soddisfacente. Lorelai è un’umorista nata, ha una battuta pronta per ogni situazione, le sue infinite battute spaziano riferimenti dalla musica pop, alle notizie di attualità, ma anche alla storia e alla politica. L’unica in grado di comprendere e capire al 100% il suo umorismo e il suo modo di parlare è sua figlia Rory, perché è proprio lei a condividere questo suo senso dell’umor, tanto da essere il pilastro fondamentale su cui si base l’intera serie televisiva. I dialoghi tra Lorelai e Rory sono così buffi, comici, spassosi e divertenti da lasciar al di fuori gli altri personaggi. I commenti di Lorelai a volte non confondono soltanto chi non la conosce bene, ma anche chi si trova più vicino a lei come sua madre Emily o il suo amico Luke Danes. Lorelai ebbe Rory all’età di 16 anni e proprio per questo il legame profondo che si crea tra di loro è quello di un rapporto di amicizia piuttosto che tra madre figlia, durante le varie stagioni Lorelai userà la carta della mamma solo quando è indispensabile, in pratica come ultima risorsa. Le vedrete spesso litigare a volte per motivi banali, ma è proprio durante la V stagione che la serie mi ha smosso tanta emozione fino a farmi scendere lacrime di commozione, il tutto sarà un crescendo di commedia drammatica mista al sentimentale. Grazie ai temi trattati la serie è capace di coinvolgere emotivamente chi sta seduto sul divano e assiste come spettatore all’interpretazione favolosa  degli attori che danno vita a numerosi personaggi particolari. La mia similitudine con il personaggio di Lorelai Vado pazza per il caffè, i cheeseburger e la pizza a domicilio. Mi definisco una persona pantofolaia, nonostante ami uscire a svagarmi ogni tanto il sabato sera e cantare al karaoke. Sono una persona solare e molto comica. Appartengo a quella schiera di persone che ama la televisione e guardare e riguardare i film che mi piacciono infinite volte, allungata sul divano mangiando a volte di tutto e di più fino a stare male.        

Torta alla ricotta con fragole e gocce di cioccolato : Ricetta Facile

Torta ricotta e fragole con gocce di cioccolato

Diario di bordo
Per la decorazione ho preso spunto da internet e dalla mia amica Elena. Avevo in mente da giorni di aggiornare le ricette con le fragole che sono sul blog, ho colto l’occasione ieri quando sono passata al mercato da Corrado e dopo aver visto delle fragole meravigliose che mi facevano l’occhiolino, ho riportato a casa un paio di cestini e con la ricotta avanzata dei giorni scorsi ho preparato questa squisitezza. Vi starete chiedendo cosa sono le torte da credenza, ebbene leggete l’articolo fino in fondo e troverete la risposta. Aiutatemi a condividere questa ed altre ricette. A voi non costa niente ma io ve ne sarò eternamente grata. Un forte abbraccio a tutti. Enjoy #daniwella

La torta ricotta e fragole con gocce di cioccolato è una deliziosa torta da credenza, e appena l’assaggerete vi farà arrivare al settimo cielo. In molti mi hanno chiesto la ricetta, dopo aver visto il video sulle storie di Instagram e la foto postata su Facebook mentre ero in procinto di infornare la torta di ricotta e fragole con gocce di cioccolato. Ho così aggiornato un’altra ricetta che avevo sul blog, riveduto e corretto nelle dosi e negli ingredienti e questo è quello che ne è venuto fuori. Non ho messo le fragole all’interno dell’impasto ma solo sulla superficie.

la ricetta passo passo

consigli e curiosità

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Torta ricotta e fragole con gocce di cioccolato
ozedf
La torta ricotta e fragole con gocce di cioccolato è una deliziosa torta da credenza, e appena l’assaggerete vi farà arrivare al settimo cielo. In molti mi hanno chiesto la ricetta, dopo aver visto il video sulle storie di Instagram e la foto postata su Facebook mentre ero in procinto di infornare la torta di ricotta e fragole con gocce di cioccolato. Ho così aggiornato un’altra ricetta che avevo sul blog, riveduto e corretto nelle dosi e negli ingredienti e questo è quello che ne è venuto fuori. Non ho messo le fragole all’interno dell’impasto ma solo sulla superficie. Per la decorazione ho preso spunto da internet e dalla mia amica Elena. Avevo in mente da giorni di aggiornare le ricette con le fragole che sono sul blog, ho colto l’occasione ieri quando sono passata al mercato da Corrado e dopo aver visto delle fragole meravigliose che mi facevano l’occhiolino, ho riportato a casa un paio di cestini e con la ricotta avanzata dei giorni scorsi ho preparato questa squisitezza. Vi starete chiedendo cosa sono le torte da credenza, ebbene leggete l’articolo fino in fondo e troverete la risposta. Aiutatemi a condividere questa ed altre ricette. A voi non costa niente ma io ve ne sarò eternamente grata. Un forte abbraccio a tutti. Enjoy #daniwella Dose : per 12 porzioni Preparazione : 15 minuti Cottura : 45/50 minuti

Ingredienti :

ozedf_vivid

3 uova medie 150 g di zucchero semolato 300 g di farina 00 300 g di ricotta di mucca passata al setaccio 100 g di olio di semi di arachide 2 cucchiai di latte parzialmente scremato 300 g di fragole fresche 70 g di gocce di cioccolato extra fondente 1 cucchiaino colmo di aroma di vaniglia 1 limone biologico la scorza grattugiata 1 bustina e mezza di lievito per dolci

Procedimento : In una ciotola setacciate la ricotta e mescolatela con la vaniglia e la scorza del limone.
ozedf_vivid
Aggiungete lo zucchero tutto in una volta.
ozedf_vivid
Aggiungere 1 uovo alla volta.
ozedf_vivid
Incorporate l’olio di semi.
ozedf_vivid
Aggiungete la farina setacciata con il lievito in 2/3 riprese.
ozedf_vivid
Infine aggiungete le gocce di cioccolato e il latte.
ozedf
Versate in uno stampo di cm 24 di diametro imburrato, e inserite le fragole affettate nell’impasto come in foto, infornate in forno preriscaldato a 180° per 45/50 minuti. Fate sempre la prova stecchino.
ozedf_soft
Fate raffreddare completamente prima di mangiare.
ozedf
La torta si conserva per 2/3 giorni a temperatura ambiente. Io la metto dentro una campana di vetro.
ozedf
Ecco una fetta vista da vicino.
ozedf
I miei consigli : Ho usato una mezza dose di lievito in più perché avevo una bustina aperta da qualche giorno e per non fare inutili sprechi l ho messa in questa torta. Potete scegliere di usare anche le gocce di cioccolato bianco se volete, con le fragole ci stanno molto bene, e se volete potete usare il burro al posto dell’olio di semi, in questo caso usatene 120 g, scioglietelo a bagnomaria prima di aggiungerlo all’impasto. Avendo lavorato per diversi anni in una salumeria di Pescara vi consiglio di usare sempre la ricotta comprata al banco dell’alimentari, per intenderci quella venduta a etti, più grumosa, rispetto a quelle centrifugate che si comprano già confezionate nel banco dei freschi. Si presta bene ad essere setacciata in un colino a maglie più grandi. Setacciare la ricotta serve a renderla più soffice e cremosa, in questo modo è più adatta ad essere usata per fare i dolci. CURIOSITA’ : Si definiscono torte da credenza tutti quei dolci che si possono conservare a temperatura ambiente per giorni senza che vadano incontro ad un deperimento della qualità. Appartengono a questo panorama dolciario crostate, dolci soffici e le ciambelle che le nostre nonne conservavano nella credenza perché non contenevano crema o panna che potevano deperire in fretta. La definizione ” da credenza ” deriva appunto da questa assenza di ingredienti che mantenuti a temperatura ambiente sarebbero deperibili in men che non si dica. La credenza è il mobile che contiene le stoviglie quelle che vengono usate nei pranzi importanti che si trova di solito nella stanza dove si tiene il banchetto.
ozedf
       

La Pupa e il Cavallo – i Dolci della Tradizione Pasquali Abruzzese

La Pupa e il Cavallo – i dolci pasquali abruzzesi

Diario di bordo
La scorsa settimana io e mia cognata ci siamo impegnate un’intero pomeriggio per dar sfogo alla nostra fantasia nel decorare questi dolcetti e ci siamo divertite da matte. Qui di seguito trovate i passaggi che abbiamo fotografato passo passo. Seguite la mia ricetta step by step e divertitevi insieme ai vostri piccoli se anche voi volete passare un pomeriggio spensierato a realizzare la pupa e il cavallo – i dolci pasquali abruzzesi.

La pupa e il cavallo sono i tipici dolci abruzzesi che si fanno in tutto l’Abruzzo nel periodo pasquale. Mamme e nonne si rimboccano le maniche, prendono mattarello e spianatoia per preparare la pupa per le femminucce mentre il cavallo per i maschietti. L’impasto è quello di un biscotto da inzuppo vero e proprio. La forma si può realizzare non soltanto con gli stampi che si trovano in commercio ma anche a mano usando la punta di un coltellino appuntito, simulando la forma di una donna per la pupa e quella di un cavallo per fare appunto il cavallo. Questa è la prima volta che li realizzo e sono molto soddisfatta. Come ricetta ho usato quella della mia amica Marisa, quella dei biscotti tagliati, ve la ricordate ? Con queste dosi escono fuori 3 pupe grandi e tre cavalli da decorare con l’impasto che avanza. 

la ricetta passo passo

Curiosità

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

La Pupa e il Cavallo – i dolci pasquali abruzzesi La pupa e il cavallo sono i tipici dolci abruzzesi che si fanno in tutto l’Abruzzo nel periodo pasquale. Mamme e nonne si rimboccano le maniche, prendono mattarello e spianatoia per preparare la pupa per le femminucce mentre il cavallo per i maschietti. L’impasto è quello di un biscotto da inzuppo vero e proprio. La forma si può realizzare non soltanto con gli stampi che si trovano in commercio ma anche a mano usando la punta di un coltellino appuntito, simulando la forma di una donna per la pupa e quella di un cavallo per fare appunto il cavallo. Questa è la prima volta che li realizzo e sono molto soddisfatta. Come ricetta ho usato quella della mia amica Marisa, quella dei biscotti tagliati, ve la ricordate ? Con queste dosi escono fuori 3 pupe grandi e tre cavalli da decorare con l’impasto che avanza. La scorsa settimana io e mia cognata ci siamo impegnate un’intero pomeriggio per dar sfogo alla nostra fantasia nel decorare questi dolcetti e ci siamo divertite da matte. Qui di seguito trovate i passaggi che abbiamo fotografato passo passo. Seguite la mia ricetta step by step e divertitevi insieme ai vostri piccoli se anche voi volete passare un pomeriggio spensierato a realizzare la pupa e il cavallo – i dolci pasquali abruzzesi. Dose : per 3 pupe e 3 cavalli grandi Preparazione : 1 ora e 30 minuti Cottura : 15/20 minuti circa  

Ingredienti per l’impasto :

dav_soft

1 kg e mezzo di farina 00 500 g di zucchero semolato 6 uova + 2 tuorli 1 bicchiere di olio di semi 1 bicchiere di latte 3 limoni senza trattamento -usate solo la scorza grattugiata 3 bustine di lievito per dolci

Ingredienti per decorare : Zuccherini colorati 2/3 cucchiai di cacao amaro

Procedimento : In una ciotola capiente mettete la farina, lo zucchero, la vanillina, il lievito e la buccia dei 3 limoni grattugiati. Mescolate per bene. Fate un buco al centro, mettete le uova, l’olio e il latte.
ozedf_vivid
  Mescolate partendo dal centro e tirando pian piano la farina verso i liquidi.
ozedf_vivid
  Quando la farina avrà assorbito tutti i liquidi, trasferite su una spianatoia.
ozedf_vivid
  Lavorate l’impasto per 10/15 minuti, date la forma di un panetto.
ozedf_vivid
Dividete in tre parti il panetto. Stendete ogni panetto con il mattarello dandogli la forma rettangolare, pari a contenere due pupe o 2 cavalli. Poggiate lo stampo sopra la pasta.
ozedf_vivid
  Premete con forza per imprimere le forme. Con delicatezza tirate su lo stampo e trasferite la pupa e il cavallo su una leccarda coperta da un foglio di carta forno.
ozedf_vivid
  Prendete un pochino di impasto avanzato e impastatelo nuovamente con il cacao. Vi servirà per le varie decorazioni. Come occhi, capelli, grembiule per la pupa, la sella gli occhi , la criniera e gli zoccoli per il cavallo.
ozedf_vivid
  Sprigionate la vostra fantasia e date forme alle vostre pupe…
ozedf_vivid
…e ai vostri cavalli. Usate gli zuccherini colorati per decorare il resto.
ozedf_soft
Infornate in forno preriscaldato a 180° per 20/25 minuti.
dav_soft
  Ecco la pupa cotta, raffreddata e preparata per essere regalata.
ozedf_soft
  Ed ecco il cavallo pronto in tutta la sua fierezza.
ozedf_soft
  Curiosità : La tradizione della pupa e del cavallo è molto antica, risale infatti all’800 quando venivano preparati per la festa di fidanzamento ufficiale degli sposi. In segno di consenso all’unione della coppia le famiglie regalavano il cavallo alla famiglia della sposa e la pupa alla famiglia dello sposo. Nella tradizione cristiana simboleggiano invece la risurrezione di Cristo. Spezzare la pupa e il cavallo il giorno di Pasqua rappresenta l’atto di Gesù nello spezzare il pane per distribuirlo agli apostoli, un gesto fatto di amore da parte di Cristo. Nella ricetta originale sia la pupa che il cavallo hanno un uovo al centro, simbolo di fertilità e buon augurio, tenuto fermo da due strisce di pasta a forma di croce. Io in questa versione ho omesso l’uovo.    

Buon appetito

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella. Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni. NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER! Felice giornata Enjoy #daniwella
ozedf_soft
   

GRANOLA FATTA IN CASA … COLAZIONE E NON SOLO

GRANOLA FATTA IN CASA ... COLAZIONE E NON SOLO - RICETTA N° 250

INGREDIENTI per 500gr.

90g orzo in fiocchi integrale
90 g di fiocchi ai 6 cereali
40 g di olio di cocco
50 g di malto d’orzo
60 g di uvetta di Corinto
30 g di cocco rapé
40 g di datteri morbidi rigorosamente medjoul
3/4 fichi secchi
40 g di uvetta sultanina
100/120 g di frutta secca mista (io ho usato mandorle, nocciole, anacardi, pinoli e noci)

 

 

 

3o minuti

4 persone

Aaahh ma è la ricetta del müesli ” … diranno molti … “Granooo cheeee …aahh…. ma questo è il müesli ” diranno altri …  e di primo acchitto potrebbe sembrare così. Alcuni sono convinti che granola e müesli siano la stessa cosa. Ma in realtà le due cose si distinguono, vediamo insieme le differenze.

IL MÜESLI

Nel müesli compaiono fiocchi di cereali, cereali soffiati, frutta essiccata e semi oleosi. Mescolate tutto et voilà ….  è pronto. Niente aggiunta di grassi, niente aggiunta di zucchero, niente cottura … tutto rimane  a crudo .

LA GRANOLA

La granola invece è un’agglomerato condito, zuccherato, mescolato e tostato. Qui si aggiungono frutta disidratata e spezie, un dolcificante che fungerà da collante e un olio per permettere la tostatura del composto- la preparazione verrà mescolata eppoi passata in forno a tostare per alcuni minuti fino a che non si saranno formati pezzetti di agglomerati che renderanno crunchy (croccante) la preparazione tanto da arrivare a dire, una volta che la si mette in bocca : uuumm mamma mia che  bontà.

Sappiate che potete consumarla nel latte (animale o vegetale a seconda dei gusti o preferenze) nello yogurt , nel  kefir o nello skyr , aggiungete della buona frutta fresca di stagione per trasformare la vostra colazione in un’esperienza sana e golosa. Ma non è tutto, sgranatela leggermente sopra una semplice insalata verde, insieme a dei semi di girasole e di zucca …vedrete che esperienza mistica farete.E non è finita qui cari amici … ecco il consiglio più di Daniwella.

ORA CHIUDETE GLI OCCHI E … VISUALIZZATE …

FUORI E’ GIA’ AUTUNNO CON I SUOI FANTASTICI COLORI.

OSSERVATEVI SEDUTI SUL VOSTRO DIVANO … SII QUELLO CHE AMATE TANTO .. E NELLE VOSTRE MANI C’E’ LA VOSTRA TAZZA … QUELLA PREFERITA … SI QUELLA CHE AVETE COMPRATO IN QUEL FANTASTICO NEGOZIETTO DI CASALINGHI … SIETE SORRIDENTI … SI VI STATE DIVERTENDO PERCHE’ MENTRE GUARDATE LE NUOVE PUNTATE DELLA VOSTRA SERIE TV PREFERITA VOI STATE SGRANOCCHIANDO LA VOSTRA GODURIOSA E SPETTACOLARE GRANOLA FATTA IN CASA A CUI VOI AVETE AGGIUNTO SCAGLIE DI CIOCCOLATO FONDENTE E  COCCO DISIDRATATO. 

ORA APRITE GLI OCCHI. HA FUNZIONATO ? SIETE IN PARADISO  O NO ??? 

BEHHH SE LA RISPOSTA E’ SIIII ALLORA FATELO DAVVERO !!!!

OKK OKK ORA TORNIAMO SULLA TERRA .

Questa ricetta realizzata dalla mia amica Lorenza Spagnoli si arricchisce di ingredienti ” più” rispetto a tutte le altre ricette che troverete sul web. Nel personalizzare la sua granola home-made Lorenza ha scelto ingredienti biol’olio di cocco per la tostatura e il malto d’orzo per dolcificare e agglomerare e …  dulcis in fundo, è tostata sul fornello invece che in forno, in questo modo tutto il procedimento della ricetta risulta più sotto controllo. Vi lascio il link (facebook) per vedere le creazioni di Lorenza qui . Per vedere invece il suo profilo  Instagram cliccate qui .

La ricetta è semplice e veloce. Usate la vostra fantasia per arricchirla  o creando accostamenti diversi. Io ho personalizzato a mia volta la ricetta di Lorenza, omettendo i semi oleosi e aggiungendo un mix di frutta secca, i fichi secchi e l’uvetta sultanina. Una volta provata vi rimarrà nel cuore e sul palato. Sarà impossibile resistere a non prepararla nuovamente una volta che l’avrete finita. Ne vorrete godere ancora e ancora. Mangiatela a colazione, come spuntino, per merenda. Insomma datele un posto importante nella vostra vita mangereccia. Ne rimarrete sempre estasiati. Garantito. Gli ingredienti come olio di cocco, malto d’orzo, cocco rapé e datteri medjoul li potete trovare in tutti i negozi che vendono alimenti biologici. In un prossimo articolo menzionerò le caratteristiche nutrizionali di questi ingredienti utili per la nostra salute.

Preparala anche tu e fammi sapere com’è andata usando il tag se usi Facebook  – Le ricette di Daniwella. felicità e passione in cucina o @passioneincucinacondaniwella – se invece sei su Instagram usando #lericettedidaniwella o @daniela.addis72.

Grazie a tutti per i vostri LIKE  e per le vostre condivisioni. Se non volete perdervi nessuna delle mie ricette iscrivetevi alla news letter. Felice giornata.

Enjoy #daniwella

la ricetta passo passo

Ecco sua maestà la GRANOLA FATTA IN CASA. Saziante, sana, golosissima.

ECCO LE TANTE COLAZIONI DI LORENZA FATTE CON LA GRANOLA.

Non vi resta che augurarvi buona colazione con sua Maestà la Granola. Continuate a seguirmi perchè sono in uscita tante altre ricette in stile 

Lorenza1867 , come vi avevo già informato in un precedente ARTICOLO. Ricette SANE BUONE E PRIVE DI INGREDIENTI RAFFINATI.

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

[gs-fb-comments]
[arrow_sf id='4539']

SBRICIOLATA RICOTTA E FRAGOLE

SBRICIOLATA RICOTTA E FRAGOLE - RICETTA N° 242

INGREDIENTI

500 g di farina 00
12 g di lievito per dolci
200 g di zucchero
160 g di burro o margarina freddi
2 uova medio grandi
la scorza di 1 limone non trattato o aroma vaniglia q.b.

INGREDIENTI PER LA FARCIA :
500 g di ricotta di mucca
180 g di zucchero
aroma vaniglia q.b.
400 g di fragole fresche o di confettura extra di fragole

 

 

 

 

 

55 minuti

12 porzioni

La sbriciolata ricotta e fragole è una torta strepitosa. Dovevo pubblicare questa ricetta a luglio in occasione del mio compleanno. Quando poi mi sono decisa, non era più stagione delle fragole. La sbriciolata ricotta e fragole mi ha ricordato il sapore del famoso gelato ” fior di fragola “, è una torta così buona che merita davvero tanta lode.

Trovandoci all’inizio dell’anno ho deciso di metterla online, perché stiamo andando incontro alla bella stagione , anche se ci manca ancora qualche mese all’uscita delle fragole, se siete intenzionati a prepararla, sostituite le fragole fresche con la confettura di fragole, scegliete una di buona marca, mi raccomando. Avrete così una sbriciolata di ricotta e fragole strepitosa.

Cosa aspettate ? Vi è venuta voglia di mangiarne una fetta ? Coraggio cominciate a raggruppare gli ingredienti e preparare questa prelibata torta sbriciolata ricotta e fragole.
Vi auguro un felice inizio della settimana e se vi è piaciuta la ricetta fatemelo sapere con un commento.
Un saluto a chi passa di qua.

Curiosità

Nella sbriciolata gli ingredienti si mescolano in maniera molto veloce fino ad ottenere tra le mani un’ impasto pieno di briciole, da qui il nome sbriciolata. Il ripieno della sbriciolata può variare ogni volta, l’involucro esterno invece è una pasta frolla a tutti gli effetti, ma il bilanciamento degli ingredienti fa si che una volta amalgamati tutti, l’impasto non si compatti ma bensì si sbricioli. Di conseguenza la sua realizzazione risulta più veloce di una crostata.

la ricetta passo passo

i miei consigli

varianti

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Torta 7 vasetti – Ricetta senza bilancia + 7 varianti golose

Torta 7 vasetti – Ricetta senza bilancia + 7 varianti golose

La torta 7 vasetti è una torta a base di yogurt e deve il suo nome al fatto che come unità di misura viene usato il vasetto di yogurt da 125 g per dosare tutti gli ingredienti. Niente pesature e niente bilancia. Su internet la trovate per la maggior parte a forma di torta io invece preferisco mettere l’impasto in uno stampo a ciambella. I vasetti per dosare gli ingredienti come dice il titolo della ricetta sono 7 a cui si aggiungono le 3 uova. Il risultato della torta 7 vasetti è stupefacente mentre il suo sapore è incredibile. Alta, buona, morbida e umida al punto giusto. Genuina servita a colazione, eccezionale con una spolverata di zucchero a velo per merenda e sbalorditiva farcita e decorata per festeggiare un compleanno o per festeggiare qualunque evento. E se non immaginate le incredibili varianti di ingredienti che si possono usare per fare ogni volta una torta dal sapore diverso leggete giù in fondo i miei consigli. Nel passo passo invece trovate la ricetta base da cui partire. Dopo di che sprigionate la fantasia e date sfogo al vostro estro creativo. Che aspettate a prepararla. Venite con me e prepariamo la torta 7 vasetti. Allora, vi ho convinto ? Se vi è piaciuta la ricetta usate il bottoncino dell’icona di Facebook e di Twitter che si trovano sopra ⇑ sotto al titolo della ricetta e condividetela sul vostro profilo. Un grazie a chi lo farà. Leggete l’articolo fino alla fine dove troverete i miei consigli e i trucchetti per realizzare questa e tutte le mie altre ricette a regola d’arte. Se ti è piaciuto questo articolo lasciami un commento qui sotto nel blog, grazie !!!

 

Diario di Bordo

La torta 7 vasetti è una ricetta fenomenale, è talmente veloce da realizzare che può farla anche la persona meno esperta in cucina. La torta 7 vasetti mi salva sempre quando ritorno a casa la sera dopo una giornata di lavoro estenuante e mi accorgo che non ho il dolce della colazione. Allora prendo il mio vasetto di yogurt e comincio a dosare tutti gli ingredienti la dentro. In questo modo sporco solo una ciotola e una frusta a mano,10 minuti scarsi di orologio per impastare e il gioco è fatto, inforno la torta e finalmente mi allungo sul mio amato divano. Quando ho più tempo invece, come in questa versione, monto separatamente gli albumi e i tuorli. Se uso lo yogurt bianco intero mi piace aromatizzare la torta con scorza di limone grattugiato, aroma di vaniglia e un pizzico di cannella. Come alcuni di voi sanno è il mio tris vincente e preferito. Quando ho fatto la torta che vedete nella foto ho usato invece lo yogurt muller con pezzetti di pesca e albicocca. Una delicatezza e un profumo senza paragoni.

 

Ingredienti

3 uova medie
1 cucchiaino di aceto bianco
1 vasetto di yogurt da 125 g
2 vasetti di zucchero semolato ( 240 g )
1 vasetto di olio di semi ( 126 g )
3 vasetti di farina 00 ( 285 g )
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina

Dose : 16 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 40 minuti

 

LA RICETTA PASSO PASSO

Preriscaldate il forno a 180°. Ungete la tortiera o ricopritela con la carta forno. Se non avete uno o più vasetti vuoti a disposizione ( io ne conservo alcuni ) mettete lo yogurt in una ciotolina e lavate il vasetto da utilizzare per dosare tutti gli altri ingredienti. Dividete i tuorli dagli albumi. Montate questi ultimi a neve con 1 cucchiaino di aceto.

Con l’aiuto delle fruste elettriche montate nella seconda ciotola i tuorli con i 2 vasetti di zucchero per 7/8 minuti.

Aggiungete lo yogurt.

Poi 1 vasetto di olio di semi.

Infine i 3 vasetti di farina, la bustina di lievito e la vanillina setacciati.

A questo punto aggiungete gli albumi montati in tre riprese, incorporandoli dal basso verso l’altro.

Versate l’impasto in uno stampo di cm 24 di diametro e infornate in forno preriscaldato per 40 minuti.

 

Ricordate che ogni forno è diverso e prima di tirare fuori dal forno fate sempre la prova stecchino che deve risultare asciutto. In caso non lo fosse, rimettete in forno e cuocete ancora per 8/10 minuti. Prima di togliere la torta dallo stampo dallo stampo aspettate sempre qualche minuto. Vi consiglio di fare raffreddare la torta capovolta.

La torta 7 vasetti è pronta per essere mangiata. Spolverate con un velo di zucchero a velo vanigliato. Sarà divina a colazione…non vedrete l’ora di alzarvi per mangiarvela.

Tagliatela a fette e servitela…

Ho tagliato qualche fettina anche per voi…

 

I miei consigli

Per una perfetta riuscita del dolce è importantissimo che lo yogurt sia a temperatura ambiente. Se lo yogurt viene messo freddo direttamente dal frigorifero, questo potrebbe causare lo sgonfiamento del dolce una volta sfornato. Per evitarlo, scaldatelo in un pentolino per pochissimi secondi. Sentite con il dito, lo yogurt non deve essere freddo.

Se avete i minuti contati e non avete il tempo di montare le uova con le fruste elettriche usate questa scorciatoia che è una versione ancora più veloce : con la frusta a mano o forchetta mettete in una ciotola il vasetto di yogurt, dosate 1 vasetto di olio e mescolate. Aggiungete le uova e l’aroma scelto e incorporatele per bene. Lavate e asciugate il vasetto e dosate i 2 vasetti di zucchero, mescolate eppoi dosate i 3 vasetti di farina, incorporando un vasetto alla volta sempre setacciando le polveri, per evitare la formazione dei grumi. Aggiungete in ultimo la bustina di lievito setacciato. Infornate e cuocete per il tempo necessario. Se utilizzate il Bimby versate tutti gli ingredienti in quest’ordine impostando la velocità 5 per 2 minuti.

Varianti

Potete utilizzare lo yogurt intero, magro, al naturale, alla frutta o aromatizzato – oppure potete anche usare quello vegetale di soia o di riso.
Mantenendo sempre a 3 vasetti la dose di farina potete fare 2 vasetti di farina 00 e 1 di fecola, oppure : 2 vasetti di farina 00 e 1 di frumina (amido di frumento) o 2 vasetti di farina 00 e 1 di maizena (amido di mais), in questo caso il dolce verrà ancora più soffice.

O ancora potete fare un mix di farine utilizzando 2 vasetti di farina 00 + 1 vasetto di farina

integrale – farro – mais – avena – farro – riso – cocco – mandorle.

Lo zucchero può essere bianco semolato o di canna, sia chiaro che scuro. Le uova devono essere di grandezza medio grande di peso 60 grammi con tutto il guscio e sempre e rigorosamente a temperatura ambiente. Usate l’olio che preferite tra questi : oliva, arachide, girasole o mais.

Volete dare al dolce una nota croccante ? Incorporate a tutti gli elementi di base la frutta secca come nocciole, noci, mandorle, pistacchi in granella o addirittura un mix di tutti quanti arrivando al peso di 100 g di frutta secca in totale.

Oppure dell’uvetta fatta prima rinvenire in acqua tiepida o del cioccolato fondente a scaglie o in gocce. Potete inoltre aromatizzarla con la buccia di 1 limone, o un quarto di scorza d’arancia grattugiati, l’importante e che siano senza trattamento. E se lo trovate senza trattamento, la scorza di un mandarino grattugiato sarà divina.

Ma potete utilizzare addirittura la bacca di vaniglia, la cannella e addirittura il cardamomo.

Altri abbinamenti interessanti che si possono fare e che posso suggerirvi sono :

Yogurt al mirtillo e 100 g di mirtilli interi.

Yogurt al cocco e 1 vasetto di cocco rapè.

Yogurt alla nocciola e 100 g di granella di nocciole.

Yogurt alla pesca e pezzetti di pesche sciroppate o fresche.

Yogurt al caffè e 2/3 cucchiaini di caffè solubile. ….. io potrei continuare all’infinito…..

 

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Quando la mia amica Maria viene a pranzo a casa mia, succede spesso che mi chieda di farle il mio ciambellone allo yogurt 7 vasetti prima che vada via. Lei adora il mio ciambellone, e come non farle un regalo così bello ?

L’ultima volta che è successo l’ho voluta immortalare con una fotografia. Ed eccola con il ciambellone appena uscito dal forno.

Ciambellone alla Ricotta Vaniglia e Cacao – Morbido e Buonissimo

Ciambellone alla Ricotta Vaniglia e Cacao – Morbido e Buonissimo

Il ciambellone alla ricotta vaniglia e cacao è un dolce buonissimo, semplice e genuino. E’ una torta facilissima da preparare, fatta con uova, zucchero, farina, olio e la ricotta fresca che è l’ingrediente che gli conferisce delicatezza ma sopratutto tanta sofficità. Ad arricchire ulteriormente la sua bontà c’è il cacao amaro in polvere. Al primo boccone il ciambellone alla ricotta vaniglia e cacao si scioglie letteralmente in bocca, e grazie al contrasto di sapore del cacao i nostri sensi saranno pervasi da una piacevole sensazione di appagamento e serenità. E’ una torta che rimane morbida e sofficissima per 5 giorni, e la scelta di decorarla in superficie con della granella di zucchero è dovuto al fatto che mentre lo zucchero a velo con il passar dei giorni viene assorbito e scompare, la granella di zucchero rimane e la torta risulterà decorata fino all’ultima fetta, la torta sarà ulteriormente invitante con il passare dei giorni , e volete mettere la sensazione scrocchiarella sotto al palato che cosa vi scatenerà ? Se la rifarete scrivetemi qui sotto nella sezione commenti e fatemi sapere com’é andata, se vi è piaciuta o nel caso qualcosa sia andato storto, le vostre domande, sarò felice di rispondervi e insieme troveremo la soluzione. Vi chiedo un favore grandissimo che vi impiegherà solo pochissimi secondi del vostro tempo, aiutatemi condividendo questo articolo sui social, utilizzate l’icona di Facebook Twitter che si trova sotto al titolo della ricetta. Tante condivisioni, tante nuove ricette che vi faranno fare sempre un successone, garantisce Daniwella.

 

DIARIO DI BORDO

Questa ricetta me la dettò una signora che era entrata per comprare la ricotta per farci il ciambellone, nella salumeria dove ho lavorato per tanti anni. Conservo ancora il foglietto piccolino dove me l’ero appuntata, nel quaderno dove ho raccolto tutte le ricette che mi hanno dettato tantissime persone nell’arco di diversi anni. Io nel prepararlo, ci ho aggiunto un pochino di cacao amaro per farlo bigusto e gli zuccherini per fare un bellissimo decoro in superficie. Il ciambellone alla ricotta renderà perfetta ogni colazione, accompagnata da una buona tazza di latte caldo e caffè e sara speciale come merenda golosa per i più piccini. Per me rimarrà sempre una delle mie colazioni preferite e golose anche quando arriva l’estate. Attenzione, questa torta va a ruba fetta dopo fetta, non distraetevi. Il suo sapore è meraviglioso, la torta è vellutata, sofficissima e umida al punto giusto. Provatela subito !!!

Dose : 15 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 40 minuti

 

Ingredienti

300 g di ricotta di mucca del tipo compatto già scolata
300 g di zucchero semolato
300 g di farina 00
1 bicchiere di olio di semi di arachide
la scorza di un quarto di limone grattugiato
1 bustina di lievito per dolci vanigliato
20 g di cacao amaro
granella di zucchero per decorare

 

La ricetta con tutti gli step

Preriscaldate il forno a 180°. Imburrate e infarinate uno stampo di cm 24 di diametro. Mettete la ricotta all’interno di un mixer e montatela per 3 minuti alla massima velocità.

Aggiungete la scorza del limone, l’olio, le uova e mescolate alla massima velocità per 30 secondi.

Poi lo zucchero mescolando sempre 30 secondi alla massima velocità. Infine la farina e il lievito setacciato.

Mescolate per 40 secondi alla massima velocità.

Versate tre quarti di impasto all’interno dello stampo. All’impasto rimasto nel mixer aggiungete il cacao amaro e fatelo amalgamare perfettamente a velocità media.

Aggiungetelo a cucchiaiate sopra l’impasto bianco nello stampo. Versate gli zuccherini in superficie e infornate in forno preriscaldato per 40 minuti.

Fate sempre la prova stecchino, deve sempre uscire asciutto una volta affondato al centro del ciambellone.

Aspettate 30 minuti prima di togliere dallo stampo. Fate raffreddare completamente prima di tagliarlo a fette e mangiarlo.

 

I MIEI CONSIGLI

Potete usare l’olio di semi che volete al posto di quello di arachide. Eviterei quello extra vergine perché è troppo forte e troppo pesante e per questo motivo il gusto del ciambellone cambierebbe.

Come ricotta potete usare anche quella di pecora o di bufala. Potete usare anche una di quelle che si trovano confezionate nel banco frigorifero dei supermercati, che sono centrifugate.

Se non avete il mixer o il robot da cucina nessun problema, cliccate sul titolo –>> Ciambellone alla Ricotta al Profumo di Vaniglia, dove trovate gli step by step per farli con una frusta a mano o una forchetta. Se volete il ciambellone un pò più alto potete usare uno stampo a ciambella di cm 22 di diametro, come ho fatto io una volta, in quel caso però ho dovuto cuocere la torta un pochino di più, perchè quando ho fatto la prova stecchino dopo 40 minuti, il centro della torta era ancora morbido. Quindi tenetene conto.

 

AVETE IL BIMBY ? ALLORA ECCO GLI STEP GRAZIE AL QUALE POTRETE FARLO ANCORA PIU’ VELOCE. IL MIO E’ IL MODELLO TM21,

All’interno del boccale mettete la ricotta, l’olio, le uova e la scorza del limone. Mescolate a velocità 6 per 20 secondi.

Aggiungete lo zucchero. Velocità 7 per 20 secondi.

Aggiungete la farina e il lievito. Velocità 8 per 45 secondi aiutandovi con l’aiuto della spatola Versate nello stampo i tre quarti  di impasto bianco. Aggiungete 20 g di cacao all’impasto rimanente all’interno del bimby. Mescolate a velocità 5 per 30 secondi.

Versatelo a cucchiaiate sopra l’impasto bianco. Completate con gli zuccherini. Infornate in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.

 

 

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella