Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Torte

CIAMBELLONE CON FARINA INTEGRALE ED ESUBERO DI PANNA VEGETALE – RICETTA N° 167

CIAMBELLONE CON FARINA INTEGRALE ED ESUBERO DI PANNA VEGETALE – RICETTA N° 167

Oggi vi posto la ricetta di questa ciambella che ho mangiato per colazione la settimana scorsa. Due domeniche fa, ho preparato un dolce decorato con la panna vegetale, che poi ho messo in congelatore. Da questo mi era rimasto circa 300 ml di panna in esubero. E siccome non volevo sprecarla, come al solito mi  sono messa a pensare come utilizzarla. Al secondo giorno mi si è accesa la lampadina, e ho usato la stessa ricetta della torta sette vasetti per fare questo dolce. La torta sette vasetti è il dolce allo yogurt, e per farlo si usa come dosatore il vasetto da 125 gr che contiene lo yogurt stesso, e dal momento che io conservo sempre qualche vasetto vuoto per essere più veloce quando faccio questo tipo di dolce, ho iniziato a misurare. Ed ecco che è venuta fuori questa ciambella, buona, compatta, dolce al punto giusto e di facilissima esecuzione. Ho usato la farina integrale, che ha conferito al dolce un’aspetto e sapore rustico, e di consistenza compatta, che non era affatto male. Durante la realizzazione, ero indecisa se mettere 3 vasetti di farina. Alla fine li ho messi, e il risultato è quello appena descritto. Quindi se vi volete cimentare in questa ricetta, potete decidere di usare la farina di grano tenero, o la farina integrale e regolarvi se mettere tutti e tre i vasetti pieni o un pochino meno. Il dolce è rimasto compatto per un’intera settimana, non si è affatto seccato. Il connubbio di farina integrale e scaglie di cioccolato, ha dato al dolce quel certo non so che. La prossima volta che mi avanzerà della panna, proverò a rifare questo dolce, e a mettere un pochino di farina in meno. Vi lascerò l’aggiornamento scritto alla fine della ricetta, appena lo farò. Questa settimana per noi è iniziata all’insegna del divertimento. Dopo esserci divertiti al compleanno di lunedì sera, dove abbiamo cantato al karaoke e ballato i balli di gruppo, martedì sera siamo andati al cinema a vedere il film di Maccio Capatonda, dal titolo  ITALIANO MEDIO. Mi ha divertito e stupito allo stesso tempo. Andate a vederlo non vi anticipo di più, rimarrete favorevolmente stupiti di questa commedia che non è la solita commedia a cui siamo abituati a vedere, quando escono i film comici italiani.

Bene per oggi è tutto, vi auguro una buona giornata.

 

Dosi : per uno stampo di cm 24 di dm
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 35/40 minuti

 

Ingredienti :

3 uova medie
1 vasetto di panna vegetale
2 vasetti di zucchero di canna
1 vasetto di olio di girasole
3 vasetti di farina integrale
1 bustina di vanillina
2 quadratini di cioccolato fondente fatto a scaglie
1 bustina di lievito per dolci

 

PREPARAZIONE :

Imburrate uno stampo a ciambella di cm 24 di dm. Accendete il forno a 180°. Nella sequenza descritta sotto, aggiungete ogni ingrediente, solo quando il precedente è stato perfettamente incorporato.

In una ciotola capiente mescolate le uova con lo zucchero.

Aggiungete l’olio di semi.

Poi la panna vegetale.

La farina con il lievito setacciato.

La vanillina e il cioccolato a scaglie, scorticando i bordi della ciotola per aggiungere la farina che non si è incorporata.

Rovesciate l’impasto nello stampo e infornate in forno ormai già caldo, per 30/40 minuti.

Una volta cotto estraete dal forno. Aspettate 10/15 minuti dopo di che rovesciate il ciambellone e mettetelo raffreddare prima di mangiarlo. Preparatelo il giorno prima per il giorno dopo. Così lo avrete pronto per la colazione.

Questo ciambellone fa tanto rustico style …

Trasferite poi su un piatto da portata.

Eccovi un particolare della fetta visto da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CIAMBELLONE ALLE MELE E GOCCE DI CIOCCOLATO FONDENTE – RICETTA N°137

CIAMBELLONE ALLE MELE E GOCCE DI CIOCCOLATO FONDENTE – RICETTA N°137

Lo sapete ormai ; il mio debole sono le torte di mele. Infatti come avevo scritto in un precedente post, ne ho tante altre di ricette che pubblicherò, una più buona dell’altra, in maniera che potrete decidere quale sarà la vostra preferita. Alcune sono una mia invenzione, altre sono tra le mie raccolte di ricette che durano da anni, altre le ho prese dal web, rigorosamente testate per voi, perché possano essere come sempre ricette attendibili. Questa è venuta così, in maniera molto semplice, mentre preparavo il mio consueto ciambellone di nonna Tina ( per vedere la ricetta cliccate qui , vi consiglio di andarlo a leggere per le informazioni sul procedimento ), ho deciso di fare una variazione sul tema ; avendo 3 mele che dovevo assolutamente consumare, e una manciata di gocce di cioccolato che erano rimaste in fondo alla scatola. Ed è stata la mia colazione per una intera settimana. Per chi di voi si fosse perso le altre ricette di torta con le mele, basta che cliccate sui nomi delle torte : Torta di mele suprema con latte burro senza lattosio – Apple Pie o Torta di Nonna Papera – Torta di mele con farina di farro senza lattosio e senza lievito.

Una bacio e alla prossima !!!

 

Dose : per 12/15 porzioni
Preparazione : 20 minuti
Cottura : 35/40 minuti

 

Ingredienti :

300 g di farina 00
250 g di zucchero di canna
3 uova medio-grandi
130 ml di acqua
120 ml di olio di semi di arachide ( voi potete usare l’olio di semi che preferite )
1 bustina di cremor tartaro ( se non avete problemi di intolleranza potete usare il lievito per dolci normale )
3 mele Golden di media grandezza
un pugnetto di gocce di cioccolato ( voi potete usare anche scaglie di cioccolato fondente )
1 bustina di vanillina

 

PREPARAZIONE :

Sbattete per 15 minuti con le fruste le uova e lo zucchero, fino ad avere un composto spumoso. Nel frattempo, sbucciate, lavate e fare a tocchetti le mele.

Passato il tempo, aggiungete l’acqua, senza smettere di mescolare.

E l’olio di semi, sempre senza smettere di mescolare.

Aggiungete la farina, la vanillina e il lievito setacciati.

In ultimo mettete le mele tagliate a cubetti e le gocce di cioccolato fondente.

Travasate il tutto all’interno di un stampo a ciambella, già imburrato di cm 24 di dm.
Infornate in forno già caldo, preriscaldato a 180°, per 35/40 minuti.

Al termine, sfornate il dolce, e attendete circa 10 minuti prima di rovesciarlo su un piatto di portata.

Buona colazione e provatelo assolutamente con una buona tazza di caffè nero bollente.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA DI COMPLEANNO CON CREMA PASTICCERA E ANANAS SCIROPPATO – RICETTA N° 136

TORTA DI COMPLEANNO CON CREMA PASTICCERA E ANANAS SCIROPPATO – RICETTA N° 136

Questa torta è rimasta super-indietro, perché il compleanno di Corrado è a Gennaio. Quindi senza troppe parole, se volete una torta con pezzetti di ananas sciroppato, dal gusto delicato, questa è veramente buona. Nel prepararla, ho dovuto usare a un certo punto il cerchio apribile dello stampo, e la torta è venuta perfetta, in questo modo la panna che ho spatolato è venuta tutta in piano. Il Pan di Spagna mi è uscito bello alto, allora ho usato un pochino di mollica che mi si è sbriciolata nel tagliarlo, come decorazione laterale insieme a un pugno di granella di nocciole. Mmm … sapete una cosa ??? Credo proprio che la preparerò come dessert per la cena di domani sera. Senza la scritta buon compleanno ovviamente.

E allora cooorrroooo. Buona serata.

 

Dose :  per 15 circa porzioni
Preparazione : 40 minuti
Cottura : 40/45 minuti

 

Ingredienti :

una dose di Pan di Spagna cliccate qui per vedere ingredienti e procedimento
1 dose di crema pasticcera cliccate qui per vedere dosi e procedimento
1 confezione di ananas sciroppato da 560 g
80 g di cioccolato fondente
1 pugnetto granella di nocciole
mollica di Pan di Spagna q.b. per la copertura laterale
700 ml circa di panna montata
zucchero a velo q.b.

 

PREPARAZIONE :

Tagliate a pezzetti l’ananas e strizzatelo per bene, Tenete da parte lo sciroppo che allungherete con un pochino di acqua. Montate la panna con un pochino di zucchero a velo.

Aggiungete alla crema ormai fredda i pezzetti di ananas e mescolate.

Tagliate in 3 il Pan di Spagna. Bagnate il Pan di spagna con lo sciroppo.

Versate uno strato di crema sul primo disco. Coprite con il secondo e fate lo stesso.

Versate la crema restante sul terzo disco, e ricoprite con la panna montata spatolata.

Decorate con ciuffetti di panna montata. Sciogliete il cioccolato fondente a bagno maria, e con un cornetto di carta forno, fate la scritta. Mettete in frigorifero fino al momento di servire.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA DI MELE CON FARINA DI FARRO SENZA LATTOSIO E SENZA LIEVITO – RICETTA N° 133

TORTA DI MELE CON FARINA DI FARRO SENZA LATTOSIO E SENZA LIEVITO – RICETTA N° 133

Questa torta di mele, è nata per l’esigenza di smaltire un po’ alla volta la farina di farro che avevo comprato per fare il pane e che poi non ho utilizzato, tanto è vero che stava per scadere. Dal momento che tutti nella mia famiglia si erano messi a dieta, compresa me, ho voluto realizzarla, con ingredienti integrali dall’inizio alla fine. Con zucchero di canna al posto di quello bianco, con la margarina senza grassi idrogenati invece del burro, con il lievito biologico invece del solito lievito chimico e usando l’acqua al posto del latte. E con somma gioia di tutti è uscita una signora torta. Ottima a colazione e super per merenda. Se non avete problemi di dieta, usate le stesse dosi ma con latte, burro, zucchero semolato normali.Vorrei un’attimo fermarmi a parlare proprio del lievito biologico che uso da tempo per la mia intolleranza. Purtroppo ho notato, che come smetto di usarlo, e torno al classico lievito chimico, il mio gonfiore addominale ritorna. Quindi sono entrata nell’ottica, che le mie abitudini alimentari, devono cambiare radicalmente, sostituendo con ingredienti il più naturali possibili, quelli che risultano essere chimici. Al termine della ricetta troverete qualche info in più, su che cos’è il Cremor Tartaro, dove si trova e come si usa. Ormai questi prodotti si possono trovare anche nei piccoli supermercati. Quindi credo che non avrete problemi a reperire i prodotti su indicati bio-nature.

Un saluto e buona giornata a tutti voi.

 

Dosi: per 16/20 porzioni
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 40/50  minuti

 

Ingredienti:

170 g di farina di farro integrale
130 di farina 00
3 uova medio-grandi
7/8 mele golden di grandezza media
250 di zucchero di canna
80 g di margarina + qualche fiocchetto in più prima di infornare la torta
150 ml di acqua
2 cucchiai di succo di limone
mezzo cucchiaino di cannella in polvere
1 bustina di cremor tartaro
un pizzico di sale  ( per montare gli albumi )

 

PREPARAZIONE :

Per prima cosa lavate, sbucciate e fate a fettine le mele. Tenete conto che 5 vanno nell’impasto e 2 sopra come decorazione, quindi nel caso dividetele in due ciotoline. Irroratele con il succo di limone e la cannella.

Dividete i tuorli dagli albumi, e montate a neve questi ultimi con un pizzico di sale.

Montate i tuorli con lo zucchero.

Poi aggiungete la margarina.

Quindi aggiungete le farine, il cremor tartaro, e l’acqua, alternandoli.

In ultimo incorporate gli albumi, dal basso verso l’altro, cercando di non smontarli.

Ora aggiungete le 5 mele fatte a fettine all’impasto.

Versate in uno stampo di cm 24 di dm imburrato. Decorate la superficie con le altre 2 mele poggiandole sopra l’impasto, tagliate l’ottava mela solo se ce ne bisogno per completare la copertura.
Aggiungete qualche fiocchetto di maragarina sopra le mele, infornate in forno già caldo, preriscaldato a 180° per 45/50 minuti.

Una volta cotta, tiratela via dal forno e lasciate raffreddare completamente prima di tagliare a fette.

Ecco un particolare della trota vista all’interno.

P.S. Il Cremor Tartaro è un sale di potassio dell’acido tartarico ( E334 ), un’acido organico naturale, presente in molti frutti sopratutto nell’uva. E’ un lievito naturale, che rende i dolci sofficissimi, non gonfia e non appesantisce lo stomaco ; può essere usato da solo oppure miscelato al bicarbonato di sodio. Può essere acquistato in farmacia, ma si trova ormai in quasi tutti i supermercati più forniti, tra gli scaffali dedicati ai dolci insieme a tutti gli altri lieviti in commercio, e in tutti i negozi che vendono alimenti biologici.
Il Cremor tartaro può essere usato dai vegetariani e dai vegani, al posto del tradizionale lievito, che invece contiene uno stabilizzante l’E470a, di origine animale, ottenuto dai bovini e dai suini.
Lo si può usare non solo per i dolci, ma anche per pizze, pane e focacce.
Quindi è utile per tutti quelli che sono intolleranti al lievito chimico e lievito di birra, perchè il prodotto che viene lievitato con questo lievito risulta non alterato di sapore, e il risultato finale è un lievitato più leggero e che quindi  non appesantisce.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA AL CACAO SENZA UOVA E SENZA BURRO – RICETTA N° 131

TORTA AL CACAO SENZA UOVA E SENZA BURRO – RICETTA N° 131 

Eh si ragazze/i, il brutto tempo è arrivato, purtroppo, e si è fatto subito sentire. Secondo giorno di pioggia, umidità a 1000, e freddo. Sapete cosa ci vuole ? Un buon dolce.  E allora oggi la ricetta di una torta buona, semplice da fare, e senza uova. Adatto a chi non le può mangiare, a chi ha iniziato un nuovo modo di alimentarsi senza, a chi vuole qualcosa di buono , ma comunque leggero. Usate questa ricetta se a volte siete pronte per mettervi ai fornelli e vi accorgete che non avete le uova. Quindi mano a fruste e ciotole, e preparate questa prelibatezza.  Vi accorgerete di come il dolce sia morbidissimo, senza mettere il burro, e di come sia veramente cioccolatoso, e per tutti gli intolleranti, usate il latte senza lattosio, oppure di soia, di avena, di riso, di mandorla. cocco e quant’altro. Ideale per la colazione o per la merenda, datele voi il posto che merita. La ricetta è tratta dal blog di Misya, ma io ho fatto le mie consuete sostituzioni per le mie intolleranze. Vi lascio al calore di questa torta; ora mi vado a riscaldare anche io, ho preparato il pranzo, mi si è già riscaldata un po’ la cucina.

Buona giornata a tutti.

 

Dose : per uno stampo di 24 cm di dm
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 35 minuti

 

Ingredienti :

200 g di farina 00
250 g di zucchero (io metto quello di canna)
75 g di cacao amaro
1 bustina di lievito (io metto il lievito biovegan o cremor tartaro)
380 ml di latte (io metto quello senza lattosio)
50 ml di succo d’arancia
40 ml di olio di semi (io uso quello di arachide)
1 cucchiaio di essenza vaniglia (io uso 1 bustina di vanillina o i semini d una bacca di vaniglia)

 

PREPARAZIONE :

In una ciotola mescolate il latte, il succo d’arancia, l’olio di semi e l’essenza di vaniglia.

Aggiungete lo zucchero e la farina.

E infine il cacao e il lievito setacciato.

Mescolate il composto fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Versate in uno stampo imburrato e infarinato di cm 24 di dm, in forno preriscaldato a 170° per 35 minuti.

Una volta cotta, aspettate qualche minuto prima sfornare.

Fate freddare completamente e se volete spolverate di zucchero a velo.

Ed ecco un particolare visto da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

APPLE PIE O TORTA DI NONNA PAPERA – RICETTA N° 95

APPLE PIE O TORTA DI NONNA PAPERA – RICETTA N° 95

Finalmente eccola pubblicata, la ricetta dell’APPLE PIE, dolce di tradizione americana, semplice, quasi rustico, conclude degnamente ogni pasto. Facile da preparare, incontra sempre il gradimento degli ospiti. Un classico della pasticceria americana, e dopo la cheesecake, è il dolce più noto e apprezzato degli Stati Uniti, meglio conosciuto oltreoceano come American Pie, ovvero il dolce emblema di questa nazione. Ma per molti di voi che si divertivano a leggere i fumetti di Paperino, quando erano bambini, la conoscono con questo nome : la torta di Nonna Papera, mitica la sua illustrazione che cammina tenendo in mano questa torta. La sua origine  è da far risalire ai coloni inglesi del XVII secolo, che riportarono con loro i semi di mele; da quel momento le torte di mele hanno fatto il loro ingresso sulle tavole di tutti gli americani. Si perché originariamente le Pie/Torte avevano tutt’altro come ripieno, dovuto al fatto che gli americani per conservare più a lungo alcuni tipi di alimenti, li cuocevano direttamente all’interno delle torte. Veniamo a noi :

1)  l’involucro della torta è una simil pasta brisè, a cui potete aggiungere se volete qualche cucchiaio di zucchero. Io ho usato la margarina e zucchero di canna (per la mia intolleranza), ma voi potete usare il burro e lo zucchero bianco semolato se non avete i miei stessi problemi.

2)  Usate indifferentemente mele da dessert o mele da cucinare ( es. Granny Smiths – Golden – Renette).

3) Non eccedete con lo zucchero: servitene eventualmente a tavola. Lo zucchero come il sale, tende a far uscire i liquidi, che potrebbero compromettere la cottura o incrostarsi sul fondo.

4) La fecola/frumina/ o amido di mais ha proprio lo scopo di assorbire i liquidi in eccesso.

5) La teglia o placca da forno, su cui sistemerete lo stampo con il dolce, ha lo scopo di raccogliere eventuali liquidi e rendere la pasta più croccante.

6) Iniziate la cottura a una temperatura elevata per colorare la pasta, quindi abbassatela per cuocere la farcia.

7) Per risparmiare tempo, potete avvantaggiarvi con la pasta brisè, preparandola prima e tenendola in frigorifero ben conservata nella pellicola per 24 ore.

8) Con questa dose potete foderare uno stampo da 23 cm o 26 cm di dm.

9) Se ritenete troppo difficile ricoprire la parte superiore con l’altro disco di pasta, procedete allora facendo le stesse griglie che si fanno per la crostata.

10) Nel dolce non ci sono uova, quindi adatto a chi è intollerante ad esse; l’unico uovo che ho usato io è  quello per spennellare, ma non è necessario, in quanto si sostituisce degnamente con 1 cucchiaio di latte senza lattosio, di soia di mandorle o di riso mescolato a 1 cucchiaio di zucchero.

Non mi resta che augurarvi buon lavoro e buona giornata e quindi : CORAGGIO, DOLCI IN FORNO!!!

 

Dose : per 10 porzioni
Tempo di preparazione : 10 minuti per la pasta, 30 minuti in frigorifero, 10 minuti per la farcia
Cottura : 45/50 minuti

 

Ingredienti per la pasta:

350 g di farina 00
175 g di margarina o burro freddi
6 cucchiai circa di acqua fredda

FACOLTATIVO: 2 cucchiai di zucchero o semolato o di canna.

Ingredienti per il ripieno :

1 kg di mele
succo di mezzo limone (se ne amate così tanto il sapore potete mettere  il succo per intero)
85 g di zucchero di canna o zucchero bianco semolato
1 cucchiaio e mezzo di fecola di patate o amido di mais o frumina
1 cucchiaino di cannella (se ne amate così tanto il sapore potete arrivare fino a 3 cucchiaini)

Ingredienti per glassare :

2/3 cucchiai di latte senza lattosio
1 cucchiaio di zucchero di canna o semolato bianco

 

PREPARAZIONE :  

In una ciotola versate la farina a fontana e metteteci la margarina o il burro a pezzetti.

Lavorate rapidamente gli ingredienti ottenendo un mucchietto di briciolame.

Versate l’acqua fredda e lavorate con il cucchiaio o un coltello finchè la massa si compatta.

Lavorate il composto con una sola mano e appallottolatelo contro il bordo della ciotola. Formate il panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettete nel frigorifero per 30 minuti.

Dedicatevi al ripieno. Lavate le mele, sbucciatele, togliete il torsolo, e affettatele o fatele a pezzetti, mettetele in una ciotola con il succo di limone, lo zucchero, la fecola o l’amido/frumina e la cannella. Mescolate e mettetele in frigo.

Passati i 30 minuti, accendete il forno con all’interno la teglia o la leccarda sul quale ci poggerete lo stampo con la torta, preriscaldatelo a 220°. Riprendete la sfoglia dal frigorifero. Spolverizzate di farina la spianatoia.
Eliminate la pellicola e dividete la pasta a metà, di cui una va riavvolta e l’altra invece appallottolata.
Stendete la pasta con il mattarello infarinato, tirandolo dal centro verso l’esterno, fino ad ottenere un disco di 35 cm di dm.

Imburrate lo stampo e adagiatevi la pasta con il vertice in corrispondenza del centro dello stampo, per non doverla successivamente aggiustare e tirare.

Aprite la pasta e adagiatela nello stampo senza tirarla. Riprendete le mele dal frigorifero e versatele nella base pronta, distribuendole con una forchetta e ammucchiandole verso il centro. Spennellate il bordo con del latte.

Stendete l’altra metà della pasta ottenendo un disco pressapoco uguale. Ripiegatelo a ventaglio e sistematelo sulla farcia con il vertice in corrispondenza del centro.

Aprite la pasta e sigillatene i bordi premendola con le dita. Tenendo in una mano lo stampo, rifilate i bordi con un coltello leggermente inclinato.

Spezzettate il  bordo della torta incidendo leggermente il coltello e poi sagomatelo con le dita e spennellate con il latte.

Stendete i ritagli di pasta, ricavandone sagome da sistemare sulla torta per decorazione. Io ho realizzato delle foglie tagliando la pasta a losanghe e intagliandola all’interno per dargli la forma. Spennellate con latte o con l’uovo se avete deciso di usarlo e spolverizzate di zucchero.

Praticate al centro della torta il camino, cioè forate con un coltello, in modo tale da far uscire il vapore in cottura. Cosa essenziale per evitare che il dolce si gonfi e si deformi.

Infornate per 15 minuti, quindi abbassate a 180° e cuocete per altri 30/35 minuti, finchè l’esterno è dorato e la farcia morbida al taglio.

Ed ecco una fetta vista da vicino.

Considerazioni personali:

PER APPREZZARNE AL MEGLIO I SAPORI CONSIGLIO DI ESSERE PAZIENTI E DI GUSTARE LA TORTA DOPO CHE AVRA’ RIPOSATO PER ALMENO 1 GIORNO. QUESTO E’ UNO DI QUEI DOLCI PER I QUALI BISOGNA ATTENDERE UN PO’, PER POTERNE APPREZZARNE TUTTE LE QUALITA’. Preparatelo ad esempio il Venerdì pomeriggio, fatelo riposare tutta la giornata di Sabato, e offritelo ai vostri ospiti come dessert di fine pasto della Domenica. Rimanendo fedeli alla tradizione, potrete servirla con panna montata zuccherata, crema inglese o gelato, posti sopra la fetta o al lato.
Se non siete tra coloro che hanno molta pazienza, attendete almeno che si intiepidisca e poi tagliatela, decidendo di rimanere ancora una volta fedeli alla tradizione Americana, lasciando la torta all’interno dello stampo o invece servirla su un piatto di portata.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA CON FRAGOLE E PANNA MONTATA – RICETTA N° 92

TORTA CON FRAGOLE E PANNA MONTATA – RICETTA N° 92 

Adoro le fragole, e quale evento migliore del compleanno del mio babbo per preparare una squisita torta con l’accoppiamento panna e fragole? Vi posto sia la torta dello scorso anno, che quella di quest’anno. Visto che tra l’una e l’altra ci sono alcune differenze, ho deciso di metterle tutti e due. Entrambe hanno come base il Pan di  Spagna. Ma all’interno quella dello scorso anno è riempita con panna montata nella quale ho incorporato le fragole a pezzetti; per bagnarla ho usato il succo delle fragole macerate con lo zucchero e succo di limone, mescolato con una parte di Limoncello e una parte di Vodka alla fragola. Ho tenuto 7/8 fragole per la decorazione fatta con qualche ciuffo di panna montata. Mentre la torta di quest’anno all’interno l’ho riempita con crema fatta con le uova intere e pezzetti di fragola,  per bagna ho usato esclusivamente Vodka alla fragola e Limoncello, mescolati ad un pochino di acqua. La decorazione superiore è fatta interamente di fragole a fettine, disposte sopra una copertura di panna montata spatolata. Purtroppo, in fase di montaggio della ricetta mi sono resa conto che le foto del procedimento della seconda torta non le ho fatte, ho solo la foto della torta finale. Quindi vi lascio il link della ricetta della crema fatta con uova intere (cliccate qui per vederla), se optate per la seconda torta. Riempitela con questa invece della panna, il resto dei passaggi è identico. Sono in ritardo nella presentazione come minimo di 3 torte di compleanno che ho fatto nei mesi scorsi, ma saprò rimettermi alla pari. Per mio pensiero personale, ritengo che le torte decorate con la panna montata siano le più belle e le più buone, tendo un po’ a mettermi al passo con le decorazioni di ultima generazione, quelle fatte con la pasta di zucchero, ma prima o poi deciderò di farne una. Per adesso queste per me rimangono quelle più belle. Vi auguro una buona Domenica, per chi rimane a casa o per chi esce e magari andrà al mare.

Oggi qui a Pescara c’è il sole. Un bacio a chi passa di qua.

Dose: 15/20 porzioni
Tempo di preparazione:  1 ora

 

TORTA PANNA E FRAGOLE N°1

Ingredienti:

1 base di Pan di Spagna -> per vedere la ricetta cliccate qui
800 g di fragole
1 litro di panna fresca da montare
zucchero a velo q.b. per zuccherare la panna e macerare le fragole
succo di mezzo limone
150 ml di Vodka alla fragola
150 ml di Limoncello
acqua q.b. per allungare la bagna

 

PREPARAZIONE:

Preparate il Pan di Spagna come da ricetta, fatelo raffreddare completamente e tagliatelo in 3.

Lavate le fragole e togliete il picciolo, tenetene 7/8 intere per la decorazione finale e tagliate a pezzetti le restanti e mettetele a macerare per 1 ora con il succo del limone e 3/4 cucchiai di zucchero.
Preparate la bagna mescolando il succo delle fragole, la Vodka  il Limoncello, e un po’ di acqua per allungare il tutto.

Montate la panna, dividetela a metà e versateci le fragole.
Bagnate il primo disco con la bagna e coprite con un primo strato di panna e fragole.

Coprite con il secondo disco e fate lo stesso.

Coprite con il terzo disco, bagnatelo e versateci un ultimo strato di panna. Lasciatene un pochino per fare la decorazione a ciuffetti in superficie.

Decorate con ciuffetti di panna e le fragole intere messe da parte.

Ed ecco un particolare della fetta all’interno.

 

DECORAZIONE TORTA PANNA E FRAGOLE N°2

Ingredienti:

1 base di Pan di Spagna
1 dose di crema fatta con uova intere
700 ml di panna montata
500 g di fragole
150 ml di Vodka alla fragola
150 ml di Limoncello
acqua q.b. per allungare la bagna

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA CAPOVOLTA ALL’ANANAS – RICETTA N°87

TORTA CAPOVOLTA ALL’ANANAS – RICETTA N°87

 La torta capovolta all’ananas è una delle torte che faceva mia mamma quando eravamo bambine. Per presenza scenica era una delle torte più belle  che ci faceva, e a volte la preparava anche quando eravamo invitati come famiglia a pranzo da amici. L’ultima volta che avevo mangiato questa torta era passato davvero tanto tempo. Ma vedere questa torta in una puntata del  mio telefilm preferito in assoluto, mi ha fatto venire voglia di farla e mangiarla. Vi accludo il video che ho trovato su youtube del telefilm DESPERATE HOUSEWIFE  dove potete vedere la favolosa scena della TORTA CAPOVOLTA ALL’ANANAS, dove il personaggio di Gabriel Solis interpretata da Eva Longoria, deve fare la torta in questione, davanti gli occhi del marito Carlos Solis interpretato da Ricardo Chavira, la scena è davvero molto comica, sopratutto per come tra i due si immette il personaggio favoloso di Bree Va De Camp, interpretato dalla bravissima Marcia Cross. La volete vedere ? Dopo ben 4 prove, questa è la versione che soddisfa pienamente il mio palato, con quel sapore inconfondibile del caramello che mi fa tornare bambina, quindi anche questa torta la includo nella lista dei miei cibi confort-food.In futuro ho intenzione di proporvi altre ricette visti nel telefilm, voi nel frattempo gustatevi 4 minuti di pura comicità alla DESPERATE HOUSEWIFE premendo PLAY per vedere il video. Spero che riusciate a vederlo anche attraverso il telefonino. Questa ricetta la dedico ad Alice e Luca , che sono  appassionatissimi di questo telefilm come me.

Tempo: 20 minuti
Cottura: 40 minuti
Dosi: 10/15 porzioni
Stampo: rotondo antiaderente/ non a cerniera – cm 26 di dm

 

Ingredienti:

1 confezione di ananas sciroppato da 560 g
330 g di zucchero di canna (230 g per il caramello – 100 g per l’impasto)
200 g di farina 00
1 pizzico di sale
la scorza grattugiata di un limone non trattato o 1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci
200 g di burro (se siete intolleranti potete sostituirlo con la margarina o con il burro senza lattosio)
4 uova medio-grandi

Ciliege candite facoltativo

 

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa preriscaldate il forno a 180°.

Aprite il barattolo dell’ananas e mettetelo a sgocciolare dentro un colino, con sotto un bicchiere che raccoglierà tutto il liquido. Dividete le uova, rossi da una parte e bianchi dall’altra. Setacciate farina e lievito e vanillina tutti insieme/ o grattugiate la scorza di un limone se non usate la vanillina.

Preparate la glassa di caramello.

Mettete 230 g di zucchero di canna in un pentolino a fuoco medio basso, e appena dopo 1 minuto aggiungete un goccio d’acqua. Aiutatevi con i manici del pentolino per girare il composto, lo zucchero dovrà fondersi ed essere un bel colore ambrato ( attenzione a non farlo bruciare, e attenzione perché non dovete toccarlo in quanto è bollente, non ustionatevi).

Imburrate solo i lati dello stampo e versateci il caramello, mettete le fettine di ananas in cerchio tutte in torno.

Per riempire gli spazi tra le fettine di ananas, tagliate a pezzetti le rimanenti e mettetele all’interno (o usate le ciliege candite se vi piacciono, come si vede nel telefilm ).

Montate i bianchi a neve.

Mescolate lo zucchero rimanente con il burro ( se non vi piace lo zucchero di canna usate quello bianco ).

Aggiungete un rosso d’uovo alla volta.

Aggiungete la scorza del limone.

Aggiungete il liquido dell’ananas sciroppato e alternatelo con la farina.

Incorporate i bianchi a neve dal basso verso l’alto per non farli smontare.

Versate l’impasto direttamente sopra le fettine di ananas, livellate con una spatola il composto. Infornate a 180° per 40 minuti.

Sfornate e rovesciate immediatamente con il piatto di portata usando i guantoni da cucina per non scottarvi, la torta si staccherà immediatamente, non vi preoccupate. Non attendete, altrimenti il caramello si solidificherà e la torta si romperà.

Ed ecco la vostra TORTA CAPOVOLTA ALL’ANANAS.

Ed ecco un particolare visto da vicino.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA DI MELE CON LATTE E BURRO SENZA LATTOSIO – RICETTA N° 51

TORTA DI MELE CON LATTE E BURRO SENZA LATTOSIO – RICETTA N° 51

Chi non ha un dolce che quando lo mangia, lo fa tornare ai tempi belli passati nella spensieratezza e nel divertimento dei giochi che faceva con gli amichetti/e  quando era bambino/a ? Ebbene, questo è l’effetto che fa a me questa torta. Una ricetta tanto semplice ma allo stesso tempo suprema. Il sapore di questa torta mi riporta indietro nel tempo, il profumo che scaturisce al di fuori del forno quando è cotta mi ricorda i tempi in cui spensierata passavo interi pomeriggi a giocare, a sorridere a immaginare un mondo bello e pieno di fantasia, il tutto accompagnato da dolci come questo, preparato dalle mani della mamma e della nonna. Ho un debole per le torte di mele, e questa la metto al primo posto. In seguito ne pubblicherò delle altre, fatte in innumerevoli modi diversi. Così ognuno potrà scegliere tra le tante la sua preferita. Ma veniamo al vivo della ricetta. Per farla ho usato burro e latte senza lattosio, è fatta con sole 2 uova, le mele sono le Golden, e il burro deve essere rigorosamente a temperatura ambiente, almeno 2 ore prima fuori dal frigo. Ma se non volete usare i latticini sostituite il burro, con la stessa quantità di margarina vegetale di buona marca, mentre il latte con latte di soia/riso/mandorla. Questa ricetta dovevo pubblicarla ieri, ma ho avuto problemi con il PC, quindi la pubblico oggi e se la preparerete vi farà affrontare al meglio una giornata grigia e piena di nuvole come questa. Mangiatela a colazione, a merenda, o come dolcetto per un felice fine pasto.

Buona giornata a tutti voi.

 

Tempo di preparazione: 15/20 minuti
Tempo di cottura: 40/45 minuti
Stampo: rotondo cm 24/26 di dm

 

Ingredienti:

2 uova medie
100 g di zucchero semolato
100 g di burro morbido senza lattosio
250 g di farina 00
1 bicchiere di latte senza lattosio
1 bustina di lievito per dolci
4 mele Golden
zucchero a velo q.b.
cannella in polvere q.b.

 

PREPARAZIONE:

In una ciotola montate il burro ammorbidito con lo zucchero, per qualche minuto.

Aggiungete un uovo alla volta, e montate fino a che si saranno ben amalgamati all’impasto.

Aggiungere la cannella in polvere (se non vi piace non mettetela).

Setacciate insieme farina e lievito, aggiungeteli alternandoli al latte, fino a terminare i due ingredienti.

Lavate le mele, sbucciatele e fatene 1 a cubetti  e mescolatela insieme all’impasto.

Mettete il composto dentro uno stampo imburrato e infarinato.

Tagliate a fettine tutte le altre mele.

Affondate tutte le fettine di mele fino in fondo e ricoprite la torta, spolverizzate di zucchero a velo. Infornate in forno caldo preriscaldato a 180° per 40/45 minuti.

 Sfornate la torta, fatela raffreddare completamente prima di toglierla dallo stampo.

Ed ecco la torta nel piatto di portata.

Spolverizzate di nuovo con un po’ di zucchero a velo e servite.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA DI PANE RAFFERMO CON CACAO UVETTA E MANDORLE – RICETTA N° 14

TORTA DI PANE RAFFERMO CON CACAO UVETTA E MANDORLE – RICETTA N° 14

Non avete idea del profumo che si è sprigionato nella mia cucina qualche attimo prima che aprissi il forno per sfornare la torta. Divino, appetitoso e prelibato. Col caldo che ha fatto quest’anno, mi sono ritrovata più di una volta con del pane secco qualche giorno dopo che lo avevo comprato. Così mi sono messa su internet alla ricerca di una ricetta per fare una torta di pane. Prendendo spunto dalle diverse ricette lette, mi sono resa conto che questa torta di pane ha un’origine contadina povera della Brianza. Allora la torta veniva chiamata Torta Paesana . I contadini usavano il pane raffermo non solo nelle zuppe, ma anche per realizzare questa torta, in sostituzione del pasto,  piuttosto che come merenda e comunque , in occasioni particolari come feste ricorrenze e doveri di ospitalità. Ogni famiglia usava come ingredienti quello che aveva in casa in quel momento. E per questo motivo non esiste una ricetta precisa e codificata. Si usava di certo il pane vecchio e raffermo bagnato nel latte a cui venivano aggiunte frutta secca o fresca, uvetta ed altro. Così dopo aver visto alcuni siti , ho guardato cosa avevo nella mia dispensa e ho realizzato questa torta, con quello che avevo in casa e avevo bisogno di smaltire. Provatela. Il giorno dopo è ancora più buona. Il pane che ho usato io si era comunque seccato molto, ed è per questo che ho usato la quantità di latte e di panna descritte nella dose. Operazione che ho fatto la sera prima, dopo aver scaldato il latte e la panna ho messo il pezzo di pane intero, perché essendo secco mi è stato difficoltoso tagliarlo a fette. Il pane è rimasto tutta la notte immerso nel latte fino al momento che ho fatto la torta, l’ho semplicemente sgranato con le mani prima di aggiungerlo agli altri ingredienti. Per chi è intollerante al lattosio, può sostituire il latte e la panna , direttamente usando solo latte senza lattosio, latte di soia o di riso o di mandorla. Quindi mi raccomando, seguite all’incirca queste dosi se il pane è secco da più di una settimana. Se è solo raffermo, quindi solo di qualche giorno e dentro è ancora morbido dovete usare meno latte. Regolatevi man mano ed eventualmente aggiungete il latte poco per volta.

Ora vi saluto e vi auguro buona giornata.

 

Ingredienti:

270 g di  pane secco
500 ml di latte fresco p.s.
470 ml di panna fresca liquida
2 uova medie
150 g di biscotti secchi oswego
6 cucchiai di cacao amaro in polvere
130 g di zucchero semolato
70 g di uvetta
100 g tra mandorle e nocciole
1 bicchierino di brandy

 

PREPARAZIONE:

In un pentolino scaldate il latte e la panna.

Prendete una ciotola e versateci il pane secco, con il latte e la panna caldi. Tenetelo immerso per tutta la notte.

 Il giorno dopo mette l’uvetta a bagno nel brandy il tempo necessario per farla ammorbidire. Accendete il forno a 180°. Rivestite una tortiera di 28 cm di dm.

Tritate gossolonamente la frutta secca.
Polverizzate i biscotti con lo zucchero e il cacao.
Riprendete il pane e sgranatelo .
Mescolate il pane con l’uvetta, la frutta secca e le uova.
Aggiungete il composto di cacao, biscotti e zucchero polverizzati.
Amalgamate per bene il composto.
Versate nella tortiera nel forno già preriscaldato per 45 minuti.
Estraete la torta e fatela raffreddare completamente. Se resistete fino al giorno dopo che è ancora più buona.
Ed ecco un paraticolare della torta tagliata all’interno.
Ed un particolare delle fette di torta.

CONSIGLI PIU’ :

Se l’uvetta proprio non vi piace omettetela completamente, o sostituitela con la stessa quantità di un’altro tipo di frutta secca a piacere, come noci, arachidi o addirittura pistacchi o anacardi non salati.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA