Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Riso e risotti

RISOTTO CON I GAMBERETTI

risotto ai gamberetti

INGREDIENTI PER IL RISOTTO

500 ml di brodo
1 bicchiere di vino bianco
1 piccolo cipollotto
2 cucchiai di olio e.v.o.
160 g di riso
10 g di burro

INGREDIENTI PER LA SALSA AI GAMBERETTI:

300 g di gamberetti sgusciati
2 cucchiaini colmi di doppio concentrato di pomodoro
1 bicchierino di brandy
2 cucchiai di olio e.v.o.
mezza cipolla
spicchio d’aglio schiacciato
1 noce di burro
1 rametto di prezzemolo tagliato al coltello
100 g di panna da cucina quella a  lunga conservazione

 

 

Diario di bordo
Prenderete per la gola il/la vostro/a innamorato/a. E per quanto è buono sono sicura che lo riproporrete durante l’anno in altre piacevoli occasioni. Alla fine della cottura aggiungete un pizzico di peperoncino piccante e la vostra serata decollerà. Enjoy #daniwella

6o minuti

2 porzioni

l risotto con i gamberetti è la cosa più buona che possa rappresentare il romanticismo della festa di San Valentino. E’ un piatto raffinato e sfizioso ma leggero nella sua infinità bontà. Nel mangiare questo risotto, credetemi vi sembrerà per un momento di essere in un ristorante di pesce, il risotto  con i gamberetti è così buono che non crederete alle vostre papille gustative.

la ricetta passo passo

consigli e varianti

La ricetta è tratta dal sito Giallozafferano. Io ho cambiato qualche ingrediente scegliendolo sul mio gusto personale. 

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

fbt

RISOTTO CON I GAMBERETTI 

nfd
Il risotto con i gamberetti è la cosa più buona che possa rappresentare il romanticismo della festa di San Valentino. E’ un piatto raffinato e sfizioso ma leggero nella sua infinità bontà. Nel mangiare questo risotto, credetemi vi sembrerà per un momento di essere in un ristorante di pesce, il risotto  con i gamberetti è così buono che non crederete alle vostre papille gustative. Prenderete per la gola il/la vostro/a innamorato/a. E per quanto è buono sono sicura che lo riproporrete durante l’anno in altre piacevoli occasioni. Alla fine della cottura aggiungete un pizzico di peperoncino piccante e la vostra serata decollerà.
Enjoy #daniwella
Dose: per 2 persone Tempo di preparazione: 10 minuti Tempo di cottura: 50 minuti  

Ingredienti per il risotto :

dav

500 ml di brodo 1 bicchiere di vino bianco 1 piccolo cipollotto 2 cucchiai di olio e.v.o. 160 g di riso 10 g di burro

Ingredienti per la salsa ai gamberetti:

nfd

300 g di gamberetti sgusciati 2 cucchiaini colmi di doppio concentrato di pomodoro 1 bicchierino di brandy 2 cucchiai di olio e.v.o. mezza cipolla spicchio d’aglio schiacciato 1 noce di burro 1 rametto di prezzemolo tagliato al coltello 100 g di panna da cucina quella a  lunga conservazione

 

PREPARAZIONE:

In una pentola mettete i 2 cucchiai di olio e il burro, aggiungete l’aglio e fatelo scaldare per 30 secondi, dopo di che toglietelo e aggiungete la cipolla, fatela imbiondire a fuoco basso per 10 minuti circa. Aggiungete i  gamberetti e rosolateli a fuoco medio per  2 minuti.
nfd

Aggiungete il liquore e fatelo sfumare.

oznor

Aggiungete il doppio concentrato pomodoro quando il liquore è evaporato del tutto.

mde

Infine aggiungete la panna e cuocete a fuoco basso per 2 minuti.

nfd

Coprite e tenete da parte fino alla cottura del riso.

nfd
COTTURA DEL RISOTTO

In una pentola fate appassire a fuoco lento mezza cipolla insieme all’olio, per 10 minuti circa. Aggiungete il riso e fatelo tostare per 2 minuti a fuco medio-basso.

nfd

Aggiungete il vino e fatelo evaporare completamente. Aggiungete il brodo un mestolo alla volta mescolando.

nfd

 Portate a cottura secondo i tempi indicati sulla confezione del riso. Quando mancano 2 minuti alla fine della cottura, aggiungete la salsa di gamberetti. Finite di cuocere e mantecate con il burro. Lasciate coperto per latri 2/3 minuti.

nfd

Il risotto è pronto per essere impiattato

nfd
I MIEI CONSIGLI : La scelta della varietà del riso è fondamentale per la riuscita della ricetta. I risi che fanno del risotto uno dei primi piatti più tipici della cucina italiana son quelli dai chicchi consistenti, che resistono alla cottura, pur assorbendo molto liquido, come per esempio il  Carnaroli, l’ Arborio, il Roma e il Vialone Nano.
nfd
Come brodo potete usare sia quello di pesce che il dado granulare di pesce. Ma andranno bene anche quello vegetale o il brodo vegetale fatto con il dado. Se non avete il Cognac potete usare il Brandy o il  whishy. Se non avete il doppio concentrato di pomodoro, potete usare la stessa quantità di passata di pomodoro.
nfd
La dose indicativa per persona è di 70/80 g. Una volta cotto il risotto deve riposare coperto per un paio di minuti prima di portarlo in tavola, perfettamente mantecato, quasi cremoso. Quindi la preparazione del risotto è l’ultima cosa che si deve preparare all’ultimo momento, quindi calcolate bene i tempi, altrimenti il risotto si attaccherà. Se ciò dovesse accadere, procedete come faccio sempre io; tenetevi da parte un pochino di brodo in più, riaccendete la fiamma e mescolate, mantecando di nuovo il riso e portatelo immediatamente in tavola. Tenere l’aglio a scaldare per 30 secondi permette di aromatizzare l’olio ed evita di farlo bruciare. Potete usare gamberetti freschi o congelati , il risultato sarà identico, ve lo scrivo per esperienza personale. Assaggiate il riso prima di impiattare per vedere se necessita di sale e di un pizzico di peperoncino in polvere. La ricetta è tratta dal sito Giallozafferano. Io ho cambiato qualche ingrediente scegliendolo sul mio gusto personale.

Buon appetito!

fbt

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui.  Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

Risotto agli asparagi

Risotto agli Asparagi

Diario di bordo
In questa ricetta ho cercato di dar risalto al gusto e alla cremosità. Ricordatevi che per mantecare il risotto potete usare anche lo stracchino o un formaggio spalmabile al posto del burro. Con il risotto avanzato ho realizzato una ricetta del riciclo, continuate a seguirmi per scoprire qual’è.

Il risotto agli asparagi è un primo piatto che faccio sempre almeno una volta alla settimana ogni volta che gli asparagi appaiono sulle bancarelle del mercato in primavera. Adoro moltissimo gli asparagi, il loro gusto delicato rendono raffinate tante preparazioni. Il risotto agli asparagi che vi propongo oggi è molto cremoso grazie ad un piccolo trucchetto che ho usato, ed è uno dei risotti più squisiti e delicati che io abbia mai preparato. In questa ricetta non uso il dado, ma solo brodo vegetale fatto con i gambi degli asparagi. Ho aggiornato ulteriormente la ricetta, quindi mettetevi comodi e leggete per intero tutti gli step fino alla fine, dopo di che mettetevi ai fornelli e cucinate questo piatto strepitoso e preparatevi a ricevere gli applausi. Un consiglio ? Preparatelo quando c’è un’occasione speciale da festeggiare.

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

consigli e varianti

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

risotto agli asparagi
Risotto agli asparagi
ozedf_vivid
Il risotto agli asparagi è un primo piatto che faccio sempre almeno una volta alla settimana ogni volta che gli asparagi appaiono sulle bancarelle del mercato in primavera. Adoro moltissimo gli asparagi, il loro gusto delicato rendono raffinate tante preparazioni. Il risotto agli asparagi che vi propongo oggi è molto cremoso grazie ad un piccolo trucchetto che ho usato, ed è uno dei risotti più squisiti e delicati che io abbia mai preparato. In questa ricetta non uso il dado, ma solo brodo vegetale fatto con i gambi degli asparagi. Ho aggiornato ulteriormente la ricetta, quindi mettetevi comodi e leggete per intero tutti gli step fino alla fine, dopo di che mettetevi ai fornelli e cucinate questo piatto strepitoso e preparatevi a ricevere gli applausi. Un consiglio ? Preparatelo quando c’è un’occasione speciale da festeggiare.
Diario di bordo
In questa ricetta ho cercato di dar risalto al gusto e alla cremosità. Ricordatevi che per mantecare il risotto potete usare anche lo stracchino o un formaggio spalmabile al posto del burro. Con il risotto avanzato ho realizzato una ricetta del riciclo, continuate a seguirmi per scoprire qual’è.
Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella
  Dose : 3 porzioni Preparazione : 20 minuti Cottura : 30 minuti Ingredienti :
ozedf_soft
1 mazzo di asparagi (400 g circa)
240 g di riso per risotti
1 cipolla di media grandezza
700 ml di acqua naturale
100 ml di vino bianco
2 cucchiai di olio e.v.o.
1 noce di burro per il soffritto
1 noce di burro per mantecare il risotto
1 cucchiaino di sale fino
4 cucchiai di Grana Padano grattugiato
Preparazione :
Cominciate tagliando l’estremità bianca degli asparagi verdi, che è la parte più dura e buttatela.
ozedf_vivid
Lavate gli asparagi sotto l’acqua corrente. Poggiateli su un tagliere. Tagliate i gambi in 3/4 parti e lasciate intere le punte che metterete da parte.
ozedf_soft
In una pentola mettete l’acqua e i gambi, portate a bollore e calcolate 8/9 minuti. Salate a fine cottura.
ozedf_vivid
Spegnete il fuoco, scolate i gambi e frullateli. Mettete da parte.
dav_soft
In una pentola capiente fate imbiondire a fuoco dolce la cipolla a tocchetti con l’olio e 1 noce di burro. Quando la cipolla sarà diventata trasparente scendete il riso, mescolate e fate tostare a fuoco vivo per 2 minuti.
dav_soft
Bagnate con il vino bianco e fatelo evaporare completamente.
dav_soft
Aggiungete le punte messe da parte che si cuoceranno insieme al riso.
dav_soft
Aggiungete il brodo vegetale fatto con in gambi, un mestolo alla volta. Portate a cottura  mescolando.
dav_soft
Cinque minuti prima del termine della cottura aggiungete la crema dei gambi frullati in precedenza.
dav_soft
Al termine della cottura spegnete il fuoco, assaggiate e aggiustate di sale se serve. Mantecate il risotto aggiungendo 1 noce di burro e il formaggio grattugiato. Coprite con un coperchio e fate riposare 2 minuti prima di portarlo in tavola.
dav_soft
  Il risotto agli asparagi è servito.
ozedf_vivid
  I miei consigli per un risotto perfetto : Per essere sicuri di comprare il riso giusto, leggete sempre l’etichetta. I quattro risi che vi scrivo di seguito sono quelli adatti alla buona riuscita del risotto :

Carnaroli – Baldo – Vialone Nano – Roma

Se non trovate nessuno di questi 4,  il riso Arborio rimane comunque una buona scelta. Il termine mantecare indica un’operazione con cui si da una consistenza leggermente cremosa e pastosa a una preparazione. Questo termine si usa quando si aggiunge ad un risotto burro e formaggio grattugiato, in modo che risulti ben legato e cremoso. Il tempo di cottura è sempre scritto sulla confezione del riso. I risi per risotti cuociono in media tra i 18/20 minuti.

RISOTTO ALLA ZUCCA – RICETTA N° 132

RISOTTO ALLA ZUCCA – RICETTA N° 132

Il risotto alla zucca è un classico della cucina italiana. Il quale vanta diverse versioni. Questo è il modo in cui piace a me, fatto nella maniera più semplice possibile. Con la zucca cotta eppoi frullata, che da al piatto un bel colore arancione, e un sapore che sa d’autunno. L’aggiunta dello squacquerone, è del tutto casuale e non voluta. Mi è stato regalato da una mia amica, e allora ho deciso di metterlo, il che ha donato una cremosità in più. Ma voi potete restare fedeli alla tradizione del risotto, mantecandolo a fine cottura con una noce di burro e 2/3 cucchiai di formaggio grattugiato, o invece aggiungere qualche altro tipo di formaggio tipo il gorgonzola che smorza un pochino il sapore dolce della zucca. La dose che scrivo e per 2 persone; sappiate che se avete ospiti dovrete calcolare 80 g di riso ( per risotti ovvero Carnaroli, Vialone Nano, Arborio ) per ogni persona, e 200 g di zucca a testa. La quantità di brodo dev’essere all’incirca il doppio del peso del riso. Alcuni di voi avranno letto il mio sfogo sul post pubblicato ieri. Purtroppo la mia gattina non c’è l’ha fatta. Quindi da oggi in poi mi rallegrerò dei bellissimi ricordi che ho di lei nella mia mente. Sono solo contenta che abbia comunque vissuto una vita serena, in mezzo alla natura, libera, e una vita circondata sempre da persone che le hanno voluto bene e che l’adoravano, perché era davvero graziosa. Grazie a tutti voi per la vicinanza che mi avete mostrato per questo evento spiacevole.

Vi abbraccio tutti, vi auguro una buona giornata e buon pranzo.

 

Dose : per 2 porzioni
Preparazione : 30 minuti
Cottura : 15/20 minuti

 

Ingredienti :

400 g di zucca già pulita
160 g di riso Arborio
1 cipolla
450 ml circa di brodo vegetale caldo
olio e.v.o. q.b.
4 cucchiai di Parmigiano e Grana grattugiato
una noce di burro ( o qualsiasi formaggio che si fonde, io ho usato 2 cucchiai di squacquerone )
40 ml di  acqua
mezzo bicchiere di vino bianco

 

PREPARAZIONE :

Mondate la cipolla, usatene metà fatta a cubetti piccoli, fatela imbiondire in qualche cucchiaio di olio per circa 10 minuti a fuoco bassissimo.

Aggiungete la zucca a cubetti e fatela rosolare per 5 minutia fuoco medio.

Aggiungete l’acqua, e stufate la zucca a fuoco medio-basso, coperta per 20 minuti circa, fino a quando sarà morbida.

Una volta cotta frullatela con il frullatore a immersione.

Fate a pezzetti l’altra metà di cipolla, stufatela a fuoco basso per 10 minuti.

Unite il riso e fatelo tostare 2 minuti a fuoco medio.

Aggiungete il vino e fatelo sfumare ( io ho usato la stessa quantità di brandy perchè in questa occasione non lo avevo ).

Quindi unite la zucca frullata e mescolate.

Cominciate ad aggiungere un mestolo di brodo caldo alla volta, mescolando e portando lentamente a cottura.


A fine della cottura aggiungete il formaggio grattugiato e la noce di burro ( o qualsiasi formaggio che fonde che voi avrete scelto ), fate mantecare, tenendo coperto per 2 minuti.

Dopo di che impiattate, e servite con formaggio grattugiato spolverato intorno al riso.

P.S. Questo è il piatto che adoro in assoluto, tanto è vero che lo cucino una volta alla settimana da quando esce la zucca a quando finisce, ma proprio quest’anno ho trovato un modo per conservare la purea di zucca quando ormai non è più in vendita.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RISOTTO CON ZUCCA E LATTE – RICETTA N° 130

RISOTTO CON ZUCCA E LATTE – RICETTA N° 130

Questa ricetta è buona, e vi farà fare comunque un figurone, perché la presenza del latte renderà questo piatto di un sapore vellutato. Ed è uno dei 2 modi in cui faccio il risotto con la zucca.
Quindi un bel risotto caldo e fumante, per la vostra festa di Halloween con gli amici o con i vostri familiari. Se siete intolleranti al lattosio potete tranquillamente usare il latte senza lattosio. Pare sia già arrivato il freddo che avevano previsto. Quindi questa ricetta capita proprio a pennello.

 

Dose : per 4 persone
Tempo totale : 30 minuti circa

 

Ingredienti :

300 g di riso ( io per il risotto uso quasi sempre il Carnaroli )
300 g zucca pulita e fatta a tocchetti piccoli
50 g di burro  ( io lo sostituisco con del buon olio e.v.o. )
40 g di cipolla
4 cucchiai di formaggio grattugiato ( o Grana o Reggiano )
500 ml di latte ( io uso quello senza lattosio )
700/ 800 ml circa di brodo vegetale
70 ml di vino bianco
sale e pepe in polvere q.b.

 

PREPARAZIONE :

Pulite la cipolla, fatela a pezzettini e fatela appassire con metà del burro, nella pentola dove cuocerete il risotto.

Aggiungete il riso, mescolate e fatelo tostare per 1-2 minuti.

Mettete il vino e fatelo sfumare.

Unite la zucca ridotta a dadini, sale e pepe e cominciate a cuocere il risotto, unendo a mestolini, il latte e il brodo caldi mescolati in parti uguali ( circa tre quarti di litro in tutto ).

Portate lentamente  a cottura, seguendo le indicazioni di cottura del riso usato.

Alla fine della cottura mantecate con il restante burro e 3/4 cucchiai di formaggio grattugiato.

Portate in tavola e servite.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

TORTINO DI RISO ZUCCA E PORRO – RICETTA N° 113

TORTINO DI RISO ZUCCA E PORRO – RICETTA N° 113

Qualche giorno fa, non sapevo che ricetta proporre per oggi, e così, dal momento che mi trovavo su facebook, e parlavo in chat con la mia amica Piera di Maratea, ho pensato bene di chiederle quale categoria di ricetta gli faceva piacere leggere sul blog. Lei mi ha consigliato un primo di riso, e quindi ecco la ricetta che ho scelto. Grazie mille Piera, sei stata davvero preziosa. Questa è una ricetta che ho cucinato diverso tempo fa, che avevo visto su internet in varie versioni e io l’ho realizzata con quello che avevo in casa in quel momento e aggiungendo qualche ingrediente in più. Per farla mangiare anche a mia sorella che è celiaca ho usato la panna di soia senza glutine, ma se voi non avete problemi, potete usare la panna o la besciamella normali.  Se non riuscite a trovare i porri e volete comunque realizzare questa ricetta, sostituiteli con la cipolla o dello scalogno. Nel congedarmi da voi oggi, desidero in primis, fare gli auguri di buon compleanno a due mie amiche, sorelle gemelle, Silvana e Maria. E visto che ci troviamo al 31 di agosto, saluto tutti voi che mi leggete, con le parole di Ennio Flaiano, famoso sceneggiatore, scrittore, giornalista, umorista, critico cinematografico e drammaturgo italiano, nato a Pescara nel 1910  su una delle stagioni più belle che possiamo godere nella nostra vita : Non c’è che una stagione : l’estate.Tanto bella che le altre le girano attorno. L’autunno la ricorda, l’inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla.

Buona giornata di fine agosto a tutti.

 

Dose : per 12/14 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 1 ora

 

Ingredienti :

550 g di riso Carnaroli
470/500 g di zucca
1 litro di brodo vegetale
mezzo bicchiere di vino bianco
50 g di burro
4 cucchiai di olio e.v.o.
80 g di Grana padano grattugiato
150 g di formaggio brie o taleggio o camoscio d’oro
1 porro o cipolla o scalogno
200 ml di panna o besciamella di soia senza glutine
sale q.b.

 

PREPARAZIONE :

Sbucciate la zucca, privatela dei semi e fatela a cubetti.

Mettetela a cuocere in una padella, con l’olio e con un pochino di acqua, coprite con il coperchio, a fuoco medio per circa 20/25 minuti o fino a che risulterà morbida dopo di che frullatela con il frullatore ad immersione.

In un tegame sciogliete il burro e soffriggetevi il porro tagliato a cubettini piccoli, per 3 minuti. Aggiungete il riso e fatelo tostare per 2 minuti a fuoco vivace, mescolando, sfumate con il vino.

Una volta evaporato il vino, aggiungete la zucca frullata e un mestolo di brodo alla volta, portando lentamente a cottura, mescolando per non far attaccare.

A cottura ultimata, aggiungete il Grana Padano grattugiato lasciandone 2 cucchiai da parte, il formaggio che avete scelto a cubetti, e la panna o besciamella di soia, mescolate per far sciogliere il tutto. Assaggiate e se serve aggiustate di sale.

Versate il tutto in uno stampo a cerniera di cm 26/28 di dm, spolverate con un pochino di grana in superficie e infornate in forno caldo a 190/200° fino a che la superficie del tortino si sarà dorata.

Lasciate intiepidire il tutto prima di sfornarlo e tagliarlo a fette.

Buon appetito !!!

Essendo un piatto a base di zucca, vi ricordo, anche se con molto anticipo, che potete inserirlo, come piatto per la vostra festa di Halloween prossima avvenire 2014.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RISOTTO DELL’ORTO – RICETTA N° 88

RISOTTO DELL’ORTO – RICETTA N° 88

Buongiorno a tutti e benvenuti nel mio blog.  La ricetta che vi propongo oggi  la preparo quando ho poco tempo, perché è facile, veloce, buona e sana. Nel mio frigorifero gli ingredienti che non mancano mai sono carota, zucchina, sedano e cipolla, fondamentali per la riuscita di pranzetti o cene veloci da cucinare. Inoltre non amo il dado. L ‘ho praticamente bandito da anni, avendo trovato sempre due degne sostituzioni: uno è il dado vegetale fatto in casa, e l’altro un brodo veloce fatto con gli odori che ho sempre a disposizione. Adoro il risotto. E amo prepararlo a regola d’arte, almeno due volte la settimana.  L’ho chiamato così, perché ho usato gli ortaggi che avevo nel frigo. Un piatto leggero ma comunque pieno di gusto.

Per oggi è tutto, vi auguro una buona giornata.

Dose: per 2 persone
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 20 minuti

 

Ingredienti per il brodo:

mezza carota
mezza zucchina
mezza cipolla
2/3 foglie di bieta o di spinaci
sale q.b.

Ingredienti per il risotto:

1 carota
1 zucchina
mezza melanzana
200 g di riso Carnaroli
olio e.v.o. q.b.
(mezzo dado se non volete usare ne il brodo fresco ne il dado fatto in casa, usate quello in scatola)
mezzo bicchiere di vino bianco
1 cucchiaio di Grana o Reggiano grattugiati

 

PREPARAZIONE:

Preparate il brodo vegetale con gli ingredienti elencati sopra, cliccate qui per vedere come, o usate il dado fatto da voi, cliccate qui per vedere come.

Mondate, sbucciate e lavate le verdure, fateli a tocchetti e mettetele in una pentola con 3/4 cucchiai di olio a soffriggere per circa 10 minuti, mescolate per non far attaccare.

Aggiungete il riso, e fatelo tostare per 2 minuti.

Aggiungete il vino e fatelo sfumare completamente.

Da questo momento aggiungete il brodo caldo, un mestolo alla volta, senza aggiungere l’altro se il primo non è stato assorbito completamente.

Portate a cottura, aggiungete 1 cucchiaio d’olio e 1 cucchiaio di Parmigiano  o Grana grattugiati, e mantecate per 2 minuti coprendo con il coperchio. Dopo di che impiattate.

Ed ecco il risotto dell’orto.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RISOTTO ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 66

RISOTTO ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 66

Buono, semplicissimo da fare, e giallo che più giallo non si può. Come primo piatto per festeggiare la festa della donna, vi propongo il risotto allo zafferano. Un piatto che mia mamma, preparava a me e alle mie sorelle quando eravamo bambine. Adoravamo questo colore giallo intenso, e l’aroma che sapeva sprigionare questa spezia tanto aromatica. Questo è per me uno dei miei Comfort Food, come leggevo oggi sul sito Briciole di Muffin, cioè è uno di quegli alimenti che quando lo mangio mi riporta indietro nel tempo, quando giocavo con le mie sorelle e ai miei cugini della porta accanto, e sognavo e fantasticavo, felice a più non posso. La dose è per 4 persone, aumentatela o diminuitela sapendo che si calcola 80 g di riso a testa se lo si deve cuocere come primo piatto. Inoltre consiglio sempre di aggiungere come riserva, un pochino di brodo in più rispetto alla dose scritta, da aggiungere ( nell’eventuale caso gli ospiti ritardassero) al riso che inesorabilmente si ammassa con il passare dei minuti una volta cotto. Buona giornata, e forza e coraggio, tutte ai fornelli.

Noi ci vediamo alla prossima ricetta.

 

Dose: per 4 persone
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 25 minuti

 

Ingredienti:

1 litro di brodo (anche di dado vegetale)
30 g di burro
40 d di olio e.v.o.
1 cipolla media
grana padano grattugiato 150 g
320 g di riso Carnaroli
1 bicchiere di vino bianco
1 bustina di zafferano (io ce ne metto 2)

 

PREPARAZIONE:

In una pentola capiente, sciogliete il burro e fatelo scaldare insieme all’olio. Aggiungete la cipolla, mondata, lavata e fatta a pezzettini, e fatela appassire  a fuoco bassissimo per 10 minuti.

Aggiungete il riso e fatelo tostare per 2 minuti a fuoco medio-alto.

Versate il vino e fatelo evaporare completamente.

Quando il vino è completamente evaporato aggiungete poco alla volta un mestolo di brodo.

A metà cottura sciogliete lo zafferano in un pochino di brodo e aggiungetelo nel riso. Portate a cottura.

A cottura finita, aggiungete una noce di burro e la grana padano e mantecate, mescolando energicamente e coprendo con un coperchio per 3 minuti.

Impiattate, ed ecco il risotto allo zafferano.

Ed eccolo visto da vicino.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA