Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

RICETTE PER INTOLLERANTI

PANCAKE VEGAN MORBIDI SENZA UOVA SENZA LATTOSIO – RICETTA N°189

PANCAKE VEGAN  MORBIDI SENZA UOVA  SENZA LATTOSIO – RICETTA N°189 

PROVARE PER CREDERE !!! Potrei dirvi di tutto su questi pancake, che sono buonissimi … che sono dolci al punto giusto anche se non c’è lo zucchero semolato … che sono morbidissimi anche se non ci sono le uova … che ti allietano la colazione mattutina … che in 20 minuti si hanno dei pancake meravigliosamente morbidi …. ecc … ecc … ma se non li proverete,  non crederete alle mie parole. Benchè sul blog, non ho ancora pubblicato la ricetta dei normali pancake, dove ci sono uova, farina 00, zucchero semolato e quant’altro, questa ricetta meritava davvero. Nella mia continua ricerca di ricette vegane, sono arrivata sul sito di IL GOLOSO MANGIAR SANO  di Elisabetta e Federica, dove per ottenere dei favolosi pancake morbidi, hanno sostituito le uova con i semi di lino … e con un piccolo trucchetto il risultato è a dir poco strabiliante. Spero di avervi incuriosito quel tanto che basta da invogliarvi a farlo il più presto possibile. Solo un piccolo appunto da parte mia : è importante ridurre in polvere i semi di lino, quindi munitevi di un frullatore potente, per intenderci, quelli di ultima generazione che sono in grado di spezzettare anche uno spicchio d’aglio … altrimenti ricorrete ad un macinino da caffè elettrico. Io avevo cominciato la ricetta su di un tipo di modello vecchio del bimby, ma della polvere di semi di lino, neanche l’ombra ; alla fine sono riuscita, insistendo, con l’aiuto del mio frullatore ad immersione a ridurre in polvere i semi. Servite i vostri pancake con quello che più vi piace come marmellata, sciroppo d’acero, crema, frutta e tanto altro ancora. Io la prima volta li ho accompagnati con lo sciroppo di Agave e con qualche cucchiaio di mousse alla banana e cacao che mi era avanzato precedentemente. Se volete vedere la ricetta cliccate qui. Nella descrizione degli ingredienti troverete solo qualche piccolo sostituzione rispetto alla ricetta originale, fatto con gli ingredienti che avevo in casa in quel momento.

Vi auguro una buona giornata.

 

Dose : per 4 pancake di dimensioni grandi o 6 pancake di dimensione medie
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 10 minuti
Tempo totale : 20 minuti

 

Ingredienti per i pancake :

1 cucchiaio di semi di lino
1 cucchiaio di olio e.v.o.
1 cucchiaio di sciroppo d’agave
140 g di latte vegetale (io ho usato una volta soia e una volta di avena)
3 cucchiai di acqua
30 g di zucchero di canna (io ho usato lo zucchero moscobado)
150 g di farina (io ho usato la farina 0)
1 cucchiaino e mezzo di lievito (io uso il lievito vegan o cremor tartaro)

 

Ingredienti per decorare :

sciroppo d’acero o d’agave
fragole e banane q.b. (ma voi potete usare la crema e la frutta che vi piace di più)

 

PREPARAZIONE :

Per prima cosa mettete a bagno i semi di lino interi o già polverizzati con i 3 cucchiai di acqua per 10 minuti. Questo è il tempo necessario per far sprigionare dai semi il gel necessario per far legare perfettamente tutti gli ingredienti, sostituendo così egregiamente le uova.

Dopo 10 minuti a seconda del mixer potente di cui disponete, se avete lasciato i semini interi, metteteli all’interno di un beker o bicchiere del frullatore e frullateli per polverizzarli insieme al cucchiaio di olio e un goccino di latte vegetale.

Se invece li avete polverizzati in precedenza, aggiungete tutti gli altri ingredienti : lo sciroppo di agave, il resto del latte vegetale, lo zucchero di canna, la farina e il lievito. Mescolate.

Il composto deve risultare così, come per l’impasto del Pan di Spagna deve scrivere.

A questo punto scaldate per bene una padella antiaderente, io non metto olio, perchè la mia padella non ne ha bisogno, se voi volete spalmate un goccino di olio di semi sulla superficie per non fare attaccare il pancake. Quando è bella calda versate a cucchiaiate il composto, formando il più possibile dei cerchi rotondi (i miei non sono perfetti ma sono ugualmente buoni), dopo di che abbassate il fuoco al minimo, per evitare che si brucino. E fateli cuocere per circa 2 minuti per lato.

I Pancake vanno comunque rigirati, quando sulla superficie si formeranno i classici buchini. Allora sono pronti per essere girati.

Finite la cottura per ancora 1, massimo 2 minuti.

Finite di cuocere tutti gli altri fino ad esaurire la pastella.

Ecco i miei pancake vegan con sciroppo d’acero e frutta a piacere.

N.B. : Nella ricetta originale è scritto che la dose è per 10/12 pancake. Ma a me non piacciono i pancake piccoli come vengono visti in video. Preferisco quelli un pochino più grandi.

 

Ecco alcune foto dei vari modi in cui ho condito i pancake che ho mangiato.

Decidete voi quale grandezza dare ai vostri pancake.

Io la prima volta che li ho preparati ne ho fatti 4 grandi come potete vedere in questa foto.

E questi sono quelli di medie dimensioni … 6 in tutto.

 

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA ALLE FRAGOLE E MELA SENZA GRASSI SENZA OLIO E SENZA BURRO – RICETTA N° 177

TORTA ALLE FRAGOLE E MELA SENZA GRASSI SENZA OLIO E SENZA BURRO – RICETTA N° 177 

Questo dolce mi ha talmente entusiasmato che non potevo non pubblicarvelo oggi. Stamattina prima di uscire di casa, mi sono accorta, che le fragole che aveva riportato Corrado 4 giorni fa, erano ancora in frigorifero. Ci siamo dimenticati di questo cestino così bello di fragole dolcissime e profumate, perché le avevamo coperte con la spesa degli ultimi giorni. Subito mi sono messa a pensare che cosa ci potessi fare per non farle rovinare. Per prima cosa mi è venuto in mente di fare un tiramisù alle fragole. Ma troppo poco tempo per comprare gli ingredienti mancanti, e troppo grasso visto che mi sono messa a dieta. Poi mi sono ricordata di aver visto sul blog Mangia senza pancia, il Ciambellone alle fragole senza grassi senza olio e senza burro. Appena sono tornata a casa, mi sono messa all’opera. Ho modificato leggermente la ricetta con gli ingredienti che avevo in casa usando uno stampo diverso. Le fragole che avevo pesavano in tutto 250 g,  perciò ci ho aggiunto 1 mela per arrivare al peso di gr 400. Come sempre troverete tutte le info necessarie per fare questo dolce nei vari step fotografici appositamente dettagliati. Spero che vi piaccia come è piaciuta a me.

Noi ci sentiamo lunedì e vi auguro un buon fine settimana.

 

Dose : per 12/15 porzioni
Preparazione : 20 minuti
Cottura :  50/60 minuti

 

Ingredienti :

330 g di farina 00
120 g di zucchero semolato (io ho usato lo zucchero di canna)
3 uova medie
260 ml di latte totalmente scremato (io ho usato il latte senza lattosio)
1 bustina di lievito per dolci (io ho usato quello VEGAN)
400 g di fragole fresche (io ho usato 250 g di fragole e 1 mela Golden grande)
mezzo limone succo e scorza grattugiata(io ho messo il succo di 1 arancia piccola e 1 cucchiaio di succo di limone)
1/2 cucchiaino di margarina o burro
poca farina per la tortiera
1 tortiera con il buco a ciambella da 24 cm (io ho usato uno stampo per torta di cm 26 di dm perché non avevo il mio a ciambella con me).

 

PREPARAZIONE :

Per prima cosa, imburrate lo stampo e infarinatelo (io l’ho solo imburrato)
Mondate, lavate e tagliate a pezzetti le fragole e la mela. Grattugiate e spremete il limone e mettetelo nella ciotola con le fragole e la mela e mettete in frigorifero. Io ci ho messo il succo dell’arancia e 1 cucchiaio di succo di limone..

Con le fruste elettriche, sbattete lo zucchero e le uova in una ciotola per 10 minuti fino ad avere un composto bianco e cremoso.

Setacciate farina e lievito e aggiungerle insieme al latte a mano a mano fino a incorporare tutti gli ingredienti. Fate quest’operazione con la frusta a mano o con le fruste elettriche ma con la velocità minima. Si deve ottenere un composto liscio ma non troppo denso.

A questo punto accendete il forno a 180° gradi. Mentre si riscalda, versate il composto nello stampo a ciambella come descritto per ricetta originale o a tortiera come ho fatto io, e distribuite le fragole con la mela su tutta la superficie.

Appena il forno ha raggiunto la temperatura desiderata, infornate nella parte più bassa. Non aprire il forno per almeno 30 minuti, dopo di che se la superficie è già molto dorata, copritela con carta di alluminio. Il ciambellone dovrà esser pronto dopo 50/60 minuti, ma ovviamente bisogna regolarsi con il proprio forno, e fare comunque la prova stecchino : tenete presente che lo stecchino non sarà mai totalmente asciutto a causa delle fragole, ma almeno si può capire  se l’impasto è ancora bagnato o meno.

Dopo un’ora al massimo toglietelo dal forno, aspettate 10 minuti, dopo di che toglietelo dallo stampo e lasciatelo asciugare su una gratella. Fate raffreddare completamente eppoi mettetelo su un piatto da portata.

Ed eccolo tagliato e pronto per essere mangiato.

Come potete vedere dalla fetta, le fragole sono rimaste ben distribuite senza depositarsi tutte sul fondo. Sono rimasta davvero contenta della buona riuscita di questo dolce e attendo i vostri commenti numerosi. Sarà il mio dolce della stagione delle fragole d’ora in poi.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA DI MELE CON FARINA DI FARRO SENZA LATTOSIO E SENZA LIEVITO – RICETTA N° 133

TORTA DI MELE CON FARINA DI FARRO SENZA LATTOSIO E SENZA LIEVITO – RICETTA N° 133

Questa torta di mele, è nata per l’esigenza di smaltire un po’ alla volta la farina di farro che avevo comprato per fare il pane e che poi non ho utilizzato, tanto è vero che stava per scadere. Dal momento che tutti nella mia famiglia si erano messi a dieta, compresa me, ho voluto realizzarla, con ingredienti integrali dall’inizio alla fine. Con zucchero di canna al posto di quello bianco, con la margarina senza grassi idrogenati invece del burro, con il lievito biologico invece del solito lievito chimico e usando l’acqua al posto del latte. E con somma gioia di tutti è uscita una signora torta. Ottima a colazione e super per merenda. Se non avete problemi di dieta, usate le stesse dosi ma con latte, burro, zucchero semolato normali.Vorrei un’attimo fermarmi a parlare proprio del lievito biologico che uso da tempo per la mia intolleranza. Purtroppo ho notato, che come smetto di usarlo, e torno al classico lievito chimico, il mio gonfiore addominale ritorna. Quindi sono entrata nell’ottica, che le mie abitudini alimentari, devono cambiare radicalmente, sostituendo con ingredienti il più naturali possibili, quelli che risultano essere chimici. Al termine della ricetta troverete qualche info in più, su che cos’è il Cremor Tartaro, dove si trova e come si usa. Ormai questi prodotti si possono trovare anche nei piccoli supermercati. Quindi credo che non avrete problemi a reperire i prodotti su indicati bio-nature.

Un saluto e buona giornata a tutti voi.

 

Dosi: per 16/20 porzioni
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 40/50  minuti

 

Ingredienti:

170 g di farina di farro integrale
130 di farina 00
3 uova medio-grandi
7/8 mele golden di grandezza media
250 di zucchero di canna
80 g di margarina + qualche fiocchetto in più prima di infornare la torta
150 ml di acqua
2 cucchiai di succo di limone
mezzo cucchiaino di cannella in polvere
1 bustina di cremor tartaro
un pizzico di sale  ( per montare gli albumi )

 

PREPARAZIONE :

Per prima cosa lavate, sbucciate e fate a fettine le mele. Tenete conto che 5 vanno nell’impasto e 2 sopra come decorazione, quindi nel caso dividetele in due ciotoline. Irroratele con il succo di limone e la cannella.

Dividete i tuorli dagli albumi, e montate a neve questi ultimi con un pizzico di sale.

Montate i tuorli con lo zucchero.

Poi aggiungete la margarina.

Quindi aggiungete le farine, il cremor tartaro, e l’acqua, alternandoli.

In ultimo incorporate gli albumi, dal basso verso l’altro, cercando di non smontarli.

Ora aggiungete le 5 mele fatte a fettine all’impasto.

Versate in uno stampo di cm 24 di dm imburrato. Decorate la superficie con le altre 2 mele poggiandole sopra l’impasto, tagliate l’ottava mela solo se ce ne bisogno per completare la copertura.
Aggiungete qualche fiocchetto di maragarina sopra le mele, infornate in forno già caldo, preriscaldato a 180° per 45/50 minuti.

Una volta cotta, tiratela via dal forno e lasciate raffreddare completamente prima di tagliare a fette.

Ecco un particolare della trota vista all’interno.

P.S. Il Cremor Tartaro è un sale di potassio dell’acido tartarico ( E334 ), un’acido organico naturale, presente in molti frutti sopratutto nell’uva. E’ un lievito naturale, che rende i dolci sofficissimi, non gonfia e non appesantisce lo stomaco ; può essere usato da solo oppure miscelato al bicarbonato di sodio. Può essere acquistato in farmacia, ma si trova ormai in quasi tutti i supermercati più forniti, tra gli scaffali dedicati ai dolci insieme a tutti gli altri lieviti in commercio, e in tutti i negozi che vendono alimenti biologici.
Il Cremor tartaro può essere usato dai vegetariani e dai vegani, al posto del tradizionale lievito, che invece contiene uno stabilizzante l’E470a, di origine animale, ottenuto dai bovini e dai suini.
Lo si può usare non solo per i dolci, ma anche per pizze, pane e focacce.
Quindi è utile per tutti quelli che sono intolleranti al lievito chimico e lievito di birra, perchè il prodotto che viene lievitato con questo lievito risulta non alterato di sapore, e il risultato finale è un lievitato più leggero e che quindi  non appesantisce.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA AL CACAO SENZA UOVA E SENZA BURRO – RICETTA N° 131

TORTA AL CACAO SENZA UOVA E SENZA BURRO – RICETTA N° 131 

Eh si ragazze/i, il brutto tempo è arrivato, purtroppo, e si è fatto subito sentire. Secondo giorno di pioggia, umidità a 1000, e freddo. Sapete cosa ci vuole ? Un buon dolce.  E allora oggi la ricetta di una torta buona, semplice da fare, e senza uova. Adatto a chi non le può mangiare, a chi ha iniziato un nuovo modo di alimentarsi senza, a chi vuole qualcosa di buono , ma comunque leggero. Usate questa ricetta se a volte siete pronte per mettervi ai fornelli e vi accorgete che non avete le uova. Quindi mano a fruste e ciotole, e preparate questa prelibatezza.  Vi accorgerete di come il dolce sia morbidissimo, senza mettere il burro, e di come sia veramente cioccolatoso, e per tutti gli intolleranti, usate il latte senza lattosio, oppure di soia, di avena, di riso, di mandorla. cocco e quant’altro. Ideale per la colazione o per la merenda, datele voi il posto che merita. La ricetta è tratta dal blog di Misya, ma io ho fatto le mie consuete sostituzioni per le mie intolleranze. Vi lascio al calore di questa torta; ora mi vado a riscaldare anche io, ho preparato il pranzo, mi si è già riscaldata un po’ la cucina.

Buona giornata a tutti.

 

Dose : per uno stampo di 24 cm di dm
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 35 minuti

 

Ingredienti :

200 g di farina 00
250 g di zucchero (io metto quello di canna)
75 g di cacao amaro
1 bustina di lievito (io metto il lievito biovegan o cremor tartaro)
380 ml di latte (io metto quello senza lattosio)
50 ml di succo d’arancia
40 ml di olio di semi (io uso quello di arachide)
1 cucchiaio di essenza vaniglia (io uso 1 bustina di vanillina o i semini d una bacca di vaniglia)

 

PREPARAZIONE :

In una ciotola mescolate il latte, il succo d’arancia, l’olio di semi e l’essenza di vaniglia.

Aggiungete lo zucchero e la farina.

E infine il cacao e il lievito setacciato.

Mescolate il composto fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Versate in uno stampo imburrato e infarinato di cm 24 di dm, in forno preriscaldato a 170° per 35 minuti.

Una volta cotta, aspettate qualche minuto prima sfornare.

Fate freddare completamente e se volete spolverate di zucchero a velo.

Ed ecco un particolare visto da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

BANANA BREAD – RICETTA N° 118

BANANA BREAD - RICETTA N° 118

INGREDIENTI 

250 g di farina 00

140 g di zucchero

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

mezzo cucchiaino di cannella  in polvere

un quarto di noce moscata in polvere

1 pizzico di sale

4 banane molto mature

80 g di yogurt

2 uova medio-grandi

90 g di burro fuso tiepido

100 g di noci tostate e tritate

100 g di gocce di cioccolato (ingrediente che ho aggiunto io)

1 ora

15 PORZIONI

Preparala anche tu e fammi sapere com’è andata usando il tag se usi Facebook  – Le ricette di Daniwella. felicità e passione in cucina o @passioneincucinacondaniwella – se invece sei su Instagram usando #lericettedidaniwella o @daniela.addis72. Grazie a tutti per i vostri LIKE  e per le vostre condivisioni. Se non volete perdervi nessuna delle mie ricette iscrivetevi alla news letter. Felice giornata. Enjoy #daniwella

Diario di bordo
La prima volta che ho sentito parlare del banana bread è stato in una puntata del telefilm americano Big bang theory, una famosa sitcom americana che viene trasmessa solitamente nel periodo autunno-inverno nell’orario in cui solitamente io e il mio compagno pranziamo e nel guardarla vi assicuro ci facciamo innumerevoli risate. La scena comica è quella in cui il personaggio di Sheldon Cooper bussa 3 volte alla porta di Penny e gli offre un banana bread convinto che proprio per questo motivo lei lo faccia entrare per chiaccherare.
Qualche tempo dopo aver visto quella scena ho comprato un libro di ricette americane e tra le tante c’era quella del banana bread, incuriosita mi sono messa subito all’opera per prepararla per vedere cosa avesse di speciale questo dolce, e così eccola sul blog. Questa ricetta è a metà tra un plumcake e un pane bianco in cassetta. E’ un dolce fatto rigorosamente con purea di banane mature, ottimo per la prima colazione e la merenda pomeridiana.

la ricetta passo passo

i miei consigli e qualche curiosità

 Buon appetito!

PANINI PER HAMBURGER FATTI IN CASA – BURGER BUNS SENZA LATTOSIO – RICETTA N° 110

PANINI PER HAMBURGER FATTI IN CASA – BURGER BUNS SENZA LATTOSIO – RICETTA N° 110 

Oggi vi do una ricetta, che renderà felici voi e i vostri bambini. Immaginatevi  a cena, tutta la famiglia seduta a tavola, apparecchiata con piattini e ciotoline che contengono hamburger, cotolette di pollo, patatine fritte, insalata verde, pomodori a fettine, cetriolini, eppoi le salse come maionese, ketchup e salsa barbecue. Infine i vostri panini BURGER BUNS che voi, non avete comprato, ma bensì avrete fatto con le vostre mani. Deliziosi panini, profumati, morbidi, pronti per essere riempiti con gli ingredienti che ognuno sceglierà, e la vostra cena, sarà una cena degna di un fast food, ma con la consapevolezza, che tutto sarà stato cucinato da voi. Che ne dite, vi ho stuzzicato l’appetito e la fantasia ? Spero proprio di sì. So che a molti non piacciono i fast food, e a volte per potersi mangiare una panino che abbia le sembianze del panino da fast food, comprano quelli confezionati, ma poi rimangono delusi anche da quelli, perché appena aprono la confezione devono combattere con l’odore stomachevole di alcool etilico, con cui vengono fatti, e per finire, sono costretti a mangiarsi quello che rimane del panino, perché inesorabilmente, il loro secondo difetto è che si sbriciola facilmente appena lo si stringe con le mani per poterlo mangiare. La ricetta è di LAUREL EVANS  , una texana di settima generazione, autrice, volto televisivo, blogger e docente di cucina. Oltre a curare il suo blog, Un’americana in cucina, Laurel si occupa di progetti editoriali e tiene corsi e workshop di cucina americana in tutta Italia. E’ spesso ospite di molte trasmissioni televisive, e conduce con Mauro Rosati e Francesco Fichera Street Food Heroes, il primo travel cooking show sul cibo di strada italiano, in onda su Italia2. All’interno della descrizione degli ingredienti, vi ho scritto le cose che ho modificato per la mia intolleranza. Questa ricetta è davvero fantastica, i panini risultano davvero profumati di buono, inoltre, se sostituite come me il burro con la margarina, otterrete dei burger buns senza lattosio. Per oggi è tutto e mi raccomando, fatemi sapere come avete trovato la ricetta.

Buona giornata a tutti.

 

Dose : per 8 panini
Preparazione : 15 minuti
Lievitazione : dalle 2 alle 3 ore totali

 

Ingredienti per l’impasto :

180 ml di acqua calda ( io la uso tiepida )
30 g di margarina ( usate la stessa quantità di burro morbido se non siete intolleranti – come da ricetta originale )
1 uovo medio-grande
450 g di farina  ( io metto metà 00 e metà farina manitoba )
50 g di zucchero ( io uso quello di canna )
1 cucchiaino di sale
1 bustina di lievito di birra in polvere ( io uso quello biologico Vegan in polvere )
olio di semi q.b. per ungere.

 

Ingredienti per la copertura :

1 uovo sbattuto con 1 cucchiaio di acqua
semi di sesamo q.b.

 

PREPARAZIONE :

All’interno di una ciotola versate le farine a fontana, l’acqua, la margarina, l’uovo, lo zucchero, il lievito e per ultimo il sale, che metterete agli estremi, per non farlo entrare in contatto con il lievito. Mescolate tutti gli ingredienti per l’impasto e lavoratelo per circa 10 minuti, fino ad ottenere un palla soffice e liscia.

Ungete una ciotola con un pochino di olio e mettetevi a livitare l’impasto coperto per 1/2 ore, finché non raddoppia di volume.

Una volta lievitato, sgonfiate l’impasto e tagliatelo in 8 pezzi.

Formate un disco di spessore di cm 2,5 e di un dm di 8 cm.

Metteteli a lievitare coperti con un canovaccio, su una teglia ricoperta di carta forno, e lasciateli lievitare per 1 ora finché non saranno ben gonfi.

Preriscaldate il forno a 190°. Spennellateli con l’uovo sbattuto con il cucchiaio d’acqua e spolverateli con i semi di sesamo.

Cuocete per 15 minuti circa, o fino a quando saranno belli dorati.

Ed ecco le mie due versioni di panino Hamburger …. il panino versione little è questo !!!

Vedete quanto è morbido e come rimane intatto dopo qualche morso ???

Ed ecco la versione Maxi. Usate la vostra fantasia e i vostri ripieni preferiti per farcirli. ehhh ….. BUON APPETITO !!!

 

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

PAN BRIOSCHE’ SENZA GLUTINE – RICETTA N° 104

PAN BRIOSCHE’ SENZA GLUTINE – RICETTA N° 104

Il Pan Brioschè, è un pane semi-dolce, molto versatile, in quanto può essere mangiato a colazione, con qualsiasi crema dolce e/o marmellata, o nella versione salata con prosciutto, formaggio o mortadella, o tonno e pomodoro ecc. Era da tempo che non pubblicavo una ricetta senza glutine. Quindi oggi, vi scrivo, il mio primo esperimento, riuscito perfettamente alla prima prova su questo tipo di pane, frutto di una mattinata, passata a impastare pizze, pani e biscotti per mia sorella, il tutto senza glutine. Sono riuscita ad ottenere un pane morbidissimo, con un solo uovo, e usando l’olio extra vergine di oliva, invece del classico burro. Due cose sono essenziali da dire : se lo volete proprio, più dolce, aggiungete 2/3 cucchiai in più di zucchero. Ho utilizzato una miscela di farine nel preparato per fare il pane, comprata nel negozio che vende esclusivamente prodotti senza glutine, della mia amica Laura, quindi di prima scelta. Ho voluto essere precisa, perché non ho avuto lo stesso risultato, usando la farina per impasti salati, con una farina di seconda scelta ( in questo caso ho usato una marca del supermercato ). Oggi il tempo è stato piuttosto ingannevole, sembrava che dovesse piovere, e invece in tarda mattinata è uscito il sole. Quindi oggi, niente mare per me, perché il pomeriggio l’ho passato a preparare qualcosa di buono, da portare a casa di amici, che ci hanno invitato a vedere la finale dei mondiali. Quindi nei prossimi giorni vedrete cosa ho preparato di nuovo.

Quindi ora vi lascio, a questa bella serata, in compagnia dei vostri amici o parenti e a domani con la prossima ricetta.

 

Dose : per uno stampo da cm 20 di dm
Preparazione : 10 minuti
Lievitazione : 2 ore circa

 

Ingredienti :

400 g di farina per preparato per fare il pane senza glutine
300 ml di acqua
1 uovo
3 cucchiai di zucchero
10 g di lievito di birra fresco ( usate quello consigliato dal prontuario )
1 cucchiaio di olio evo
8 g di sale

 

PREPARAZIONE :

In una ciotola, mettete la farina a fontana, e ponetevi tutti gli ingredienti, tranne il sale.

Cominciate ad impastare, e dopo aver mescolato gli ingredienti aggiungete il sale.

Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio e sodo.
Disponetelo a cilindro dentro la stampo del plum-cake, rivestito di carta forno, coperto con la busta di plastica gelo o pellicola.

Mettetelo a lievitare per un paio d’ore circa.
Quando vedrete che si sarà, raddoppiato di volume, infornatelo in forno già caldo a 180° per 20/30 minuti, o fino a che si sarà perfettamente dorato in superficie.

Togliete il pane dal forno, e aspettate 30 minuti prima di sfornarlo.
Fate raffreddare completamente prima di affettarlo e mangiarlo.

Ed ecco come si presenta il pane visto da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PIZZA CROCCANTE DI GRANO SARACENO SENZA GLUTINE – RICETTA N° 43

PIZZA CROCCANTE DI GRANO SARACENO SENZA GLUTINE – RICETTA N° 43

Non avrei mai pensato, quando mi sono messa al’opera per preparare questa pizza, di trovarla davvero buona, tanto da rifarla successivamente, all’ultimo momento in quattro e quattro otto, come si suol dire, su richiesta del mio compagno, che non ha problemi per il glutine, ma che ha gradito tantissimo. Si perché oltre ad essere buona, è velocissima, in quanto si impasta in pochissimi minuti, e grazie al lievito in polvere istantaneo, non ci sono tempi di attesa per la lievitazione, perché la pizza lievita quel tanto che deve in forno durante la cottura. Questa ricetta l’ho vista su youtube, sul video di Mypersonaltrainertv. Per gli amanti del grano saraceno, sarà ottima, ma sono sicura che piacerà anche a chi non ha mai mangiato questo cereale, se farete questa ricetta anche se non avete il problema della celiachia, sono sicura che ve ne innamorerete come me, tanto da spingervi a comprare la farina, per variare una volta tanto il vostro impasto della pizza, e dare spazio ad un gusto del tutto diverso per una serata diversa dal solito. Due cose importanti da dire: la prima è che la dose che vi scrivo è per una pizza stesa su una teglia rotonda di cm 28 di dm, e se ne volete fare più di una, procedete per fare un’impasto alla volta all’interno della ciotola, ve lo dico perché io ho provato a raddoppiare le dosi per farne 2, e il risultato finale non è stato soddisfacente quanto il primo; secondo, il grano saraceno riempie e sazia tantissimo, quindi regolatevi, qual’ora voleste farne di più e non riusciste a mangiarla, incartate il tutto nella carta forno e mettete nel congelatore o nel freezer, quando avrete voglia di mangiarla, scongelatela completamente e poi riscaldatela in padella caldissima per qualche minuto o nel forno. Potete condire la vostra pizza come piace a voi. Con verdure, con formaggio o con qualche tipo di salume. Io l’ho fatta  con il condimento classico, cioè la margherita, con mozzarella e passata pomodoro, ma nell’ultima foto vedrete anche mozzarella e prosciutto crudo. Per chi mangia vegano può condirla con del tofu. Il risultato finale sarà quello di mangiare una pizza croccante.

Bene, per adesso è tutto vi auguro una buona giornata, e se la provate fatemi sapere come è andata e se vi è piaciuta.

 

Dose: per 1 pizza fatta in una teglia rotonda di 28 cm di dm
Tempo di preparazione: 5 minuti
Tempo di cottura: 15 minuti circa

 

Ingredienti per la base:

160 g di farina di riso
60 g di grano saraceno
150 ml circa di acqua
8 g di lievito istantaneo senza glutine
4 g di sale
1 cucchiaio di olio e.v.o.

Ingredienti per il condimento :

Passata di pomodoro circa 100 g
origano in polvere q.b.
1 mozzarella fatta scolare per 1 ora in un colino
olio e.v.o. quanto basta
sale q.b.

 

PREPARAZIONE:

In una ciotola, amalgamate tutte le polveri, mettendo una parte di farina di riso lasciandone da parte un pò, tutta la farina di grano saraceno, il lievito e per ultimo il sale.

Aggiungere pian piano l’acqua, quel tanto per avere un’impasto liscio e omogeneo, piuttosto morbido. E se c’è ne bisogno finite di aggiungere la restante farina di riso lasciata da parte.

Con qualche goccia di olio ungete una teglia e stendete con le mani tutto l’impasto, fino a coprire perfettamente la teglia con la pizza.

Distribuite la passata di pomodoro, se vi piace l’origano e completate con un pizzico di sale,  infornate in forno caldo a 200° per 15 minuti.

Passato il 15 minuti, procedete con la farcitura della mozzarella, abbassate la temperatura a 170° e lasciatela fondere per il tempo necessario.

La vostra pizza è pronta.

Ecco un particolare della pizza sul piatto. Ho aggiunto alla mozzarella anche del prosciutto crudo.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PARROZZO ABRUZZESE SENZA GLUTINE – RICETTA N° 30

PARROZZO ABRUZZESE SENZA GLUTINE – RICETTA N° 30

Dopo aver pubblicato la ricetta del Parrozzo Abruzzese, oggi vi propongo la versione senza glutine, che ho preparato tempo fa per mia sorella celiaca. L’esperimento devo dire è ben riuscito. Ho usato la farina di mais fine al posto del semolino di grano, mentre per la copertura ho usato cioccolato fondente senza glutine della Venchi. Potete proporre questa ricetta anche a tutti coloro che sono anche intolleranti al grano e al frumento, vedrete come lo apprezzeranno Se volete conoscere le origini del Parrozzo vi rimando all’articolo precedente e potete cliccare qui.  La ricetta mi è stata data da 2 mie conoscenti, 2 sorelle che si chiamano Nara e Giovina, abruzzesi Doc, io le chiamo le regine della Tradizione Pescarese, usando la loro ricetta io ho sostituito l’ingrediente  di semolino di grano con la farina di mais, ed ho aggiunto un po di panna liquida per sciogliere il cioccolato fondente e renderlo più fluido. Se la ricetta vi è piaciuta, mettere un bel MI PIACE e condividetela sui social. Iscrivetevi alla news letter per non perdere nessuna novità del blog.

Bene per oggi e tutto, ora vi saluto e vi auguro buon pomeriggio.

 

Tempo di preparazione: 10 minuti
Cottura: 40/50 minuti

 

Ingredienti:

6 uova
200 g di zucchero
200 g di mandorle
150 g di farina di mais fine
1 bustina di lievito senza glutine
20 g di mandorle amare
1 limone non trattato
200 g di cioccolato fondente senza glutine
50 ml di panna fresca liquida

 

PREPARAZIONE:

Imburrate e spolverate con la farina di mais uno stampo semisferico. Polverizzate le mandorle con un mixer e mettete da parte. Montate gli albumi a neve e mettete da parte. Montate i rossi con lo zucchero.

Aggiungete ai rossi montati il composto di albumi.

La  farina di mais.

Le mandorle in polvere.

Il lievito senza glutine.

La scorza grattugiata del limone.

Assicuratevi di non aggiungere l’ingrediente successivo se il precedente non è stato assorbito.
Mettere in forno preriscaldato a 180° per 40/50 minuti, e prima di togliere il dolce dal forno, fate la prova stecchino.

Sfornate il dolce, attendete qualche minuto e poi sfornatelo su una gratella, facendolo raffreddare completamente.
Quando è freddo, sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria insieme alla panna liquida per rendere il cioccolato più fluido

Versatelo sul dolce, ricoprendo con un pennello le parti che dovessero essere ancora vuote di cioccolato.

Fate asciugare la copertura di cioccolato a temperatura ambiente. Consumatelo possibilmente il giorno dopo.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 

Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CIAMBELLONE ALL’ACQUA DI NONNA TINA – MORBIDISSIMO E SENZA LATTOSIO – RICETTA N° 22

CIAMBELLONE ALL’ACQUA DI NONNA TINA –  MORBIDISSIMO E SENZA LATTOSIO – RICETTA N° 22

mese-ottobre-2018-017

Questo ciambellone ha una storia: amo mangiare per colazione qualcosa fatto da me piuttosto che merendine e biscotti confezionati.

ciambellone-allacqua6

Ne ho mangiate di merendine, sopratutto durante l’adolescenza. Però qualche anno fa ho deciso di cambiare rotta. E anche se nella mia info-biografia, ho scritto che la prima ricetta che ho fatto da bambina è stato proprio un ciambellone, non ho mai ricordato come lo avevo fatto. L’intento era quello di riuscire a fare un cimbellone alto, buono, soffice proprio come quello che vedevo in panetteria ogni volta che andavo a comprare il pane. Ma non c’era verso, il ciambellone non mi riusciva. Troppo duro, troppo basso, troppa farina, e che sapeva di farina …. un disastro. Poi un giorno, quella che io chiamo nonna Tina, mi è venuta in soccorso. Una graziosa signora, madre e nonna di 3 bellissimi nipoti, che impasta, stende, riempie, frigge, ammassa, cuoce e beh ….. chi più ne ha chi più ne metta. Lei è sempre ai fornelli a fare qualche dolce per la colazione, o per il compleanno di qualcuno dei suoi familiari e alcune volte mi ha portato ad assaggiare alcune cose che aveva messo da parte per me. Si proprio lei mi diede la sua ricetta, e mi disse che oltre a usarla per farci il ciambellone, potevo usarla come base per fare una torta ripiena di panna, crema, o cioccolata per i compleanni o per qualsiasi altra occasione. Ma con un però: dovevo farla esattamente nell’esecuzione da lei descritta. E io ve la riporto così come lei me l’ha data. Comunque da allora questo è entrato di diritto  tra la mia classifica di dolci per la colazione. E vi dirò di più, uso proprio questa ricetta per fare tutte le varianti che mi vengono in mente, a volte proprio nel momento in cui mi metto a prepararlo decido di aggiungere o sotituire  un’ingrediente, così i ciambelloni sono sempre diversi, di sapore e di contenuto. Per un’ottimo riuscita di questa ricetta vi consiglio 2 cose fondamentali :

  1. pesate tutti gli ingredienti e preparateli a portata di mano davanti a voi.
  2. sbattere il composto per tutto il tempo fino alla fine, spegnete le fruste solo dopo aver inserito il lievito che è l’ultimo ingrediente.

Quando ho fatto le foto ero da sola, quindi ho dovuto spegnere per qualche secondo le fruste.  Lo scrivo a scanso di equivoci. Non c’era nessuno che mi potesse fotografare. Questo ciambellone può mangiarlo anche chi è intollerante al lattosio perchè è fatto con acqua al posto del latte. E vi dico che questo ingrediente cambia di netto il sapore e la consistenza del dolce. Provare per credere.

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata usando il tag se usi Facebook  – Le ricette di Daniwella. felicità e passione in cucina o @passioneincucinacondaniwella – se invece sei su Instagram usando #lericettedidaniwella o @daniela.addis72.

Grazie a tutti per i vostri LIKE  e per le vostre condivisioni. Se non volete perdervi nessuna delle mie ricette iscrivetevi alla news letter. Felice giornata.

Enjoy #daniwella

 

Tempo di preparazione: 15/18 minuti
Tempo di cottura: 30/35 minuti

 

Ingredienti:

3 uova
250 g di zucchero
130 g di acqua
120 g di olio
300 g di farina
1 bustina di vanillina o la buccia di un limone biologico grattugiato o 1 bicchierino di liquore adatto ai dolci
1 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo q.b.

PREPARAZIONE:

Pesate tutti gli ingredienti, e metteteli vicino alla ciotola dove preparate l’impasto. Imburrate e infarinate uno stampo da 24 cm di dm. Accendete il forno a 180°. In una ciotola montate le uova e lo zucchero per 15 minuti (ci vorrà molta pazienza, ma il risultato sarà eccellente).

Passati i minuti mettete senza spegnere le fruste per primo l’acqua.

Poi l’olio.

Poi la farina, la vanillina (o l’aroma che avete scelto voi) e il lievito.

Versate l’impasto nello stampo, che avrete precedentemente imburrato e infornate in forno caldo a 180° per 35 minuti. Non aprite il forno prima che siano passati 30 minuti. Fate la prova stecchino e se esce asciutto il dolce è pronto.

Sfornate il dolce e dopo 15 minuti toglietelo dallo stampo. Fatelo raffreddare completamente prima di decorarlo e mangiarlo.

ciambellone-allacqua1

Ed ecco un particolare del ciambellone all’interno.

ciambellone-allacqua3

Se vi piace, decorate il ciambellone con dello zucchero a velo spolverato sopra.

ciambellone-allacqua4

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA