Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

RICETTE DELLE FESTE

CUPCAKE CON ALBERELLO DI NATALE CON FROSTING CAMY-CREAM – RICETTA N° 151

CUPCAKE CON ALBERELLO DI NATALE CON FROSTING CAMY-CREAM – RICETTA N° 151

Questi dolcetti così belli, possono essere un’idea per la cena della vigilia o il giorno di Natale. Bellissimi da vedere, divertenti da preparare e soprattutto buoni da mangiare. Per i cupcake ho usato la ricetta del libro che mi ha dato in prestito la mia amica Martina dal titolo “Cupcake il lato dolce della vita” edito dalla GRIBAUDO, mentre per la crema ho deciso di fare la camy-cream colorata di verde, che è una crema fredda a base di mascarpone, latte condensato e panna montata, il tutto colorata di verde. Credetemi divertimento assicurato. Vi lascio alla ricetta, e con questa colgo l’occasione per fare a tutti voi care amiche e amici del mio blog, un’augurio di  felice e serena cena della vigilia, insieme a tutti i vostri familiari, parenti e amici.

Buon Natale a tutti !!!

 

Dosi : per 12 cupcake
Preparazione : 15 minuti
Cottura :15/20 minuti

 

Ingredienti :

110 g di farina 00
mezzo cucchiaino di lievito in polvere
1 cucchiaino e mezzo di cacao
115 g di burro ammorbidito o margarina
115 g di zucchero
2 uova grandi
55 g di cioccolato fondente

 

Ingredienti per la glassa :

500 g di mascarpone
1 tubetto di latte condensato (170 ml)
150 ml di panna da montare fresca
colorante alimentare verde q.b. per vedere il procedimento cliccate qui sul link.

 

Ingredienti per decorare :

farina di cocco per decorare q.b.
stelline di zucchero q.b.

 

PREPARAZIONE :

Preriscaldate il forno a 180°. Posizionate 14 pirottini di carta in uno stampo da muffin.
In una ciotola grande setacciate la farina, il lievito e il cacao.

Aggiungete il burro, lo zucchero e le uova, sbattete tutto con un mixer fino ad avere un composto omogeneo.

Incorporate il cioccolato sciolto.

Versate il composto nei pirottini.

Fate cuocere nel forno preriscaldato per 15/20 minuti o finchè i cupcake non sono gonfi e sodi. Passateli su una gratella e fateli raffreddare.

Nel frattempo preparate la camy cream e aggiungete il colorante verde prima di incorporare la panna.

Passate la camy cream sulla base di alcuni dolcetti e immergeteli nella farina di cocco, per rappresentare la neve sotto l’albero.

Decorate ora con la crema : con una tasca da pasticcere provvista di bocchetta grande a stella, posizionate la bocchetta vicino al bordo esterno in cima al cupcake. Spremete la tasca con fermezza, e quando la glassa inizia a fuoriuscire, ruotate delicatamente la tasca in cerchio verso il centro del dolce. Dopo aver ricoperto il cupcake, smettete di premere la tasca e sollevate la bocchetta per creare un picco appuntito di glassa nel mezzo.

Potete inoltre fare un’altra decorazione in più creando sui cupcake piccoli ciuffetti appuntiti.

Decorate infine con le stellette di zucchero colorate per dare il tocco finale all’albero di Natale

Ed ecco i cupcake albero di natale decorate nei 3 modi suggeriti. Decidete se togliere o lasciare il pirottino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

OMINI DI PAN DI ZENZERO – GINGERBREAD MAN – RICETTA N° 147

OMINI DI PAN DI ZENZERO – GINGERBREAD MAN –  RICETTA N° 147

Chi non conosce gli OMINI DI PAN DI ZENZERO? Ve lo ricordate nel cartone animato Shrek? Cliccate sul video qui sotto se volete vedere la scena. E’ proprio così che li ho conosciuti, in quell’occasione, e anni dopo, scoprendo il mondo delle ricette su internet, li ho trovati sotto forma di veri biscotti della tradizione natalizia di molti paesi: Inghilterra, Nord America e paesi del Nord Europa come Germania e Svezia,  ma da tempo ormai, esiste anche qui in Italia. Non immaginavo che fossero davvero così gustosi e così buoni, e avendo trovato lo stampino apposito (che ho comprato in saldo a gennaio di quest’anno con un’omino grande e uno piccolo) non vedevo l’ora di prepararli, per poter entrare completamente nelle atmosfere e nei profumi del Natale. I biscotti di Pan di Zenzero, sono realizzati con un’impasto a base di spezie quali cannella, noce moscata, chiodi di garofano, zenzero fresco o secco in polvere, con miele o melassa aggiunti allo zucchero.Vi scrivo ora alcune info  sulla ricetta per voi. Munitevi di cannella e noce moscata in polvere. Lo zenzero potete acquistarlo sia fresco che secco in polvere. I chiodi di garofano pestateli finemente avvolgendoli in un pochino di carta forno, io ho usato il peso della caffettiera (vuota ovviamente). Ho messo la melassa*, semplicemente perché già l’avevo nella dispensa (in questo caso i biscotti saranno più scuri con un’aroma ancora più marcato), altrimenti usate un miele che piace a voi. Ricordatevi, di fare il buchino (utilizzando una cannuccia) per poterli appendere all’albero (se volete) prima di infornarli. Se ne avete la possibilità fate riposare l’impasto tutta la notte come ho fatto io, altrimenti solo 1 ora. Con questa dose, di glassa ne viene parecchia, quindi vi avanzerà per poter decorare altri biscotti di Natale , che vedrete nei prossimi giorni. E per ultimo, tenete presente che i biscotti devono essere sfornati ancora morbidi, perché quando si raffreddano si induriscono.Bene per oggi è tutto, vi auguro buona domenica e tante cose bellissime. Io vado a preparare un’altra ricetta per voi e oggi pomeriggio comincerò a montare l’albero di Natale, così stasera a mezzanotte si accenderanno le lucine … che bellloooooooo !!!! Divertitevi guardando questo video trovato su you tube sull’omino di pan di zenzero.

Dose : per 30/40 biscotti
Preparazione : 1 ora
Cottura : 8/10 minuti
Riposo : da un minimo di 1 ora a tutta la notte

 

Ingredienti per l’impasto :

400 g di farina 00
100 g di burro morbido
100 g di zucchero
1 uovo medio-grande
160 ml di melassa o miele
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di zenzero grattugiato (potete anche metterne 2)
4 chiodi di garofano pestati e ridotti in polvere
1 pizzico di noce moscata
1 pizzico di sale

 

Ingredienti per decorare :

200 g di zucchero a velo
1 albume a temperatura ambiente
succo di limone q.b.
colorante per alimenti ( io ho usato rosso-verde-blu e glassa al naturale bianca)

 

PREPARAZIONE :

In una ciotola setacciate la farina, il lievito e le spezie.

A parte lavorate con una forchetta il burro ammorbidito con lo zucchero.
Aggiungete l’uovo.

Lavorate e unite la melassa o il miele, infine incorporate la farina.

Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e fate riposare per 1 notte in frigorifero prima di utilizzarlo.

Trascorso il tempo stendetelo su una superficie infarinata in una sfoglia di circa mezzo centimetro.
Con un taglia-biscotti formate i vostri omini di pan di zenzero.

Se avete intenzione di appenderli praticate dei fori prima di metterli in forno, utilizzando una cannuccia.

Trasferiti gli omini su una leccarda ricoperta di carta forno e fateli cuocere in forno caldo a 180° per 10 minuti. I miei erano già pronti a 8 minuti.

Tirateli fuori ancora morbidi. Fateli raffreddare completamente.

Nel frattempo preparate la glassa. In una ciotola montate l’albume, aggiungete poco alla volta lo zucchero a velo  e infine qualche goccia di succo di limone. Se la glassa risultasse troppo liquida, aggiungete altro zucchero.

Dividete la glassa in più ciotole e coloratela con i coloranti alimentari e utilizzatela per decorare i biscotti usando un sac a poche sul quale avete pratico un buchino piccolo, perché la glassa dovrà essere sottile.

Ed ecco gli OMINI DI PAN DI ZENZERO.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

La ricetta è tratta dal mio libricino Biscotti Dolcetti, muffin, briosche e cornetti, occasioni speciali edito Brancato Editore che ho comprato lo scorso anno su consiglio della mia amica Giorgia Di Ciano.

Melassa : Questo derivato della lavorazione della canna da zucchero, dolce e appiccicoso, è di colore scuro e sapore forte e persistente. La melassa è un’ingrediente molto comune nella pasticceria americana, spesso nella composizione del brown sugar. Si può reperire nelle erboristerie e nei negozi specializzati in cibi etnici o biologici. Se doveste avere problemi a trovarla dalle vostre parti potete sempre sostituirla con del miele scuro e dal sapore forte.

PESCHE ALL’ALCHERMES – RICETTA N° 146

PESCHE ALL’ALCHERMES – RICETTA N° 146

Ed eccoci arrivati alla terza ricetta dei dolcetti delle feste. Se vi siete persi le prime due, o volete sapere di cosa sto parlando, perché è la prima volta che mi leggete, vi metto il link :
Cornettini alla crema spalmabile alla nocciola , Cannoli al forno di pasta all’uovo ripieni di crema . Ottimi dolcetti da preparare anche tra poco, in occasione delle festività natalizie. Le pesche sono biscotti che si compongono di due dischetti ; in questa versione che vi propongo, ogni semisfera viene svuotata, affondata in una bagna a base di alchermes, riempita di una farcitura a piacere, riunita all’altra semisfera, e infine rotolate nello zucchero semolato e messe dentro i pirottini di carta. Sappiate che queste semisfere di biscotti possono essere preparate con parecchi giorni di anticipo, anche un paio di settimane prima, e si mantengono chiuse nei contenitori a chiusura ermetica, si procede poi alla bagna e a riempirli il giorno prima o il giorno stesso, quindi tenetene conto. Io li ho riempiti di crema spalmabile alla nocciola il giorno prima, e li ho mantenuti, coperti, a temperatura ambiente. Le pesche possono anche avere grandezze differenti 1) piccole come una nocciola, 2) medie come una noce, 3) grandi come un’albicocca, ed è per questo motivo che in 2/3 foto vedete le pesche di tre dimensioni diverse. L’unica cosa che ho omesso è la fogliolina di zucchero come ultimo tocco finale, che non ho proprio avuto tempo di andare a comprare, ma se voi volete e vi piace potete aggiungere. Con questa ricetta do inizio alle ricette di Natale. Se volete vedere quelle dell’anno scorso, andate alle ricette per argomento sulla vostra destra, e scorrete il mouse fino a cliccare su Ricette di Natale, o seguitemi sulla pagina facebook, perché a partire da oggi vi posterò i link per andarci direttamente.

Un bacio e buona giornata a chi passa di qua.

 

Dose : per 60 pesche piccole
Preparazione : 1 ora
Cottura : 15 minuti

 

Ingredienti per l’impasto :

3 uova medio-grandi
500 g di farina 00
100 g di margarina o burro
200 g di zucchero
1 bustina di lievito per dolci
la buccia grattugiata di 1 limone non trattato (biologico)

 

Ingredienti per il ripieno :

450 g di crema spalmabile alla nocciola

 

Ingredienti per la decorazione :

300/400 ml circa di alchermes (dose indicativa)
zucchero semolato q.b.

 

PREPARAZIONE :

Sbattete le uova e lo zucchero in una ciotola.
In un’altra ciotola, mettete la farina a fontana, aggiungete le uova già sbattutecon lo zucchero, la margarina, la bustina di lievito e la buccia grattugiata del limone. Mescolate gli ingredienti, e dopo che i liquidi saranno stati assorbiti completamente, trasferite su un piano di lavoro e impastate.

Fate una palla, coprite con uno strofinaccio e nel frattempo preparatevi le leccarde ricoperte di carta forno.

Con l’impasto fate un filoncino sottile, tagliatelo a cubettini e con le mani fate tante palline della grandezza di una nocciola (o decidete voi i formato che volete ottenere) e sistematele man mano sulle leccarde.

Infornate in forno già caldo a 180° per circa 10/15 minuti o fino a quando si sarà colorita.

Sfornate le sfere, attendete 5/10 minuti circa (devono essere ancora calde), e con l’aiuto del manico di un cucchiaino praticate un foro alla base (che servirà per riempirle di crema) come in foto. Conservate il di dentro, perché possono essere riutilizzati per fare altri tipi di dolcetti come i biscotti all’amarena o i cake pops che vedrete tra breve. Fate raffreddare completamente le sfere, mettetele da parte fino al momento di riempirle.

Quando sarà il momento, immergete le semisfere nell’alchermes, man mano che lo fate poggiatele a testa in giù, per far scolare l’eccesso.

Con l’aiuto di un sac a poche riempite ogni semisfera di crema, unite l’una all’altra, e rotolate nello zucchero.

Poggiate ogni semisfera nei pirottini di carta.

Ed ecco le pesche all’alchermes.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CANNOLI DI PASTA ALL’UOVO AL FORNO RIPIENI DI CREMA – RICETTA N° 143

CANNOLI DI PASTA ALL’UOVO AL FORNO RIPIENI DI CREMA – RICETTA N° 143 

Prima che arrivi un’altro compleanno, è meglio che vi posti questa ricetta. Domenica scorsa, abbiamo festeggiato il compleanno di mio suocero Silvano, che io chiamo confidenzialmente papino, e io sono stata incaricata di preparare i nostri dolcetti delle feste. Io li chiamo così : sono 3 tipi di dolcetti che non mancano mai sulle nostre tavole, quando durante le feste dell’anno ci riuniamo, con i parenti. In questo caso, sto parlando della famiglia del mio compagno ; sono le sue zie, le sorelle della mamma.

Sono 5 sorelle, molto unite tra di loro, e instancabili lavoratrici, tutte dotate di una grande personalità, umiltà e forza d’animo. Eccole tutte e cinque in questa foto.

La ricetta di questi dolcetti, me l’ha data la zia Maria Grazia (che è l’ultima delle sorelle e la più alta nella foto dietro a sinistra). E sono gli stessi dolcetti che io avevo preparato in occasione del precedente compleanno, quello festeggiato a giugno dei 40 anni di mio cognato Paolo, ma in quell’occasione sono riuscita a pubblicare solo una ricetta delle tre, quella dei cornettini ripieni. Cliccate qui per leggere la ricetta.

Come avevo già scritto in quel post, li ho potuti preparare prima e congelare ; quindi non ho avuto problemi a fare la foto finale. Mentre per le altre 2 ricette (siccome vanno riempiti nel giorno in cui si mangiano), non avevo le foto finali, perché non avevo fatto in tempo. Appena finito di allestire il buffet di dolci, gli invitati li hanno spazzolati senza che io me ne accorgessi, e quindi niente foto. Ma domenica sono riuscita a farla. L’impasto di questi cannoli, è simile a quello della pasta fresca, ma zuccherata e aromatizzata. E sopratutto non devono lievitare. L’unica differenza tra quelli della zia e i miei, e che lei li frigge, mentre io li cuocio al forno.

Quindi buona ricetta a tutti. E se li vorrete inserire anche voi tra i vostri dolcetti delle feste, ne sarò immensamente contenta.

 

Dose : per 60/65 cannoli
Preparazione : 1 ora
Cottura : 10/15 minuti

 

Ingredienti per l’impasto :

5 uova
5 cucchiai di zucchero
5 cucchiai di olio di semi di arachidi
5 bustine di vanillina
500 g di farina 00 + quella necessaria per la spianatoia

 

Ingredienti per il ripieno :

1 dose di crema con uova intere fredda di frigorifero
per vedere dosi e procedimento cliccate qui

 

PREPARAZIONE :

Mettete le uova in una ciotola, sbattetele, e aggiungete lo zucchero, l’olio di semi, le bustine di vanillina e la farina. Impastate prima con la forchetta, e quando l’impasto avrà assorbito tutti i liquidi, trasferite su un piano di lavoro e impastate a mano fino a ottenere un impasto a forma di palla che coprirete con un telo pulito. Se volete impastare direttamente sulla spianatoia, proprio come si fa per la pasta fresca, seguite i passaggi della ricetta, vi metto  il link della pasta all’uovo per vedere il procedimento nelle foto, ma usando sempre gli stessi ingredienti indicati sopra.

Con la macchinetta fate delle sfoglie sottili, come quelle dei ravioli, ritagliate da esse con una rondella delle striscette lunghe 21 cm e larghe 1 cm e mezzo circa.

Oliate con dell’olio gli stampini dei cannoli. Arrotolate sullo stampo la striscia di pasta, sovrapponendo leggermente le striscette, partendo dalla punta, assicurandovi di chiuderla perfettamente.

Mettetele su una leccarda ricoperta di carta forno. Infornatele a 170° per 10/15.

Estraete dal forno quando saranno appena colorite, devono rimanere chiare e leggermente colorate alle estremità.

Dopo 5 minuti, estraete il cannolo dallo stampo, e fate raffreddare.
Prendete la crema dal frigorifero e con un sac a poche riempite tutti i cannoli, lasciando un pochino di bordo libero. Mettete su un vassoio e spolverate di zucchero a velo.
Tenete in frigorifero fino a poco prima di servire.

Ed ecco  2 foto della festa. Una la definisco UMORISTICA e l’altra FAMILIARE.

Foto Umoristica

Ovunque va papino, dietro …  anzi “sotto“, c’è sempre il suo fido cagnolino … avete visto dov’è ???



Foto Familiare
Tutti insieme appassionatamente

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

HAPPY HALLOWEEN 2014

HAPPY HALLOWEEN 2014

Buongiorno a tutti.  Eccoci agli sgoccioli di questa festa. Tradizione Americana, ma instauratasi ormai da diversi anni anche qui in Italia. Per molti bambini, è un divertimento andare in giro, bussare alle porte e chiedere : dolcetto o scherzetto ? Quindi, ovunque voi abitiate, vi siete muniti di dolcetti e caramelle per deliziare questi bimbi ? O preferite gli scherzi di questi pargoletti ?
Mentre voi grandicelli, vi siete premuniti di maschere, addobbi e trucchi per festeggiare un’Halloween all’insegna dell’allegria ? Per tutti coloro che festeggeranno a casa e hanno ancora le idee non perfettamente chiare, su cosa cucinare, vi consiglio tutte le ricette che ho postato sulla pagina facebook. Ma per renderle ancora più accessibili, vi lascio i link di tutte, così che dovrete solo cliccarci su.

Allora felice Halloween a tutti voi, grandi e piccini, e ci risentiamo domani con una ricettina da leccarsi veramente i baffi !!!

Iniziamo con la preparazione della zucca di Halloween.

Risotto con zucca e latte.



Marinata di zucca alla griglia. 

Gnocchi di zucca. 

Cheesecake alla zucca con ragnatela. 

Tortino di riso zucca e porro.

Pasta mista con zucca e fagioli.

Zuppa di cereali e ceci in purea di zucca carote e patate. 

Timballo di patate e zucca con salsa besciamella.

Zuppa di zucca e fagioli borlotti con crostone di pane abbrustolito.

Pizza con crema di zucca spinaci e mozzarella.

Pizza alla crema di zucca con rucola e scaglie di grana.

Lasagna di zucca.

Torta di zucca e cacao.




Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

Un anno di blog

Un anno di blog

Salve a tutti amici. Oggi sono contentissima, il mio blog compie 1 anno. Dopo un’anno che scrivo ricette online, posso dire che quando cucino sono ancora più felice di prima. Ho conosciuto tante persone che non avrei mai immaginato di conoscere, tanto è vero che sono seguita anche in altri paesi come gli Stati Uniti, il Canada, la  Spagna, la Francia, la Svezia, il Regno Unito, la Svizzera, la Germania, la Polonia, l’Ucraina, la Romania,  Taiwan e tanti altri.

Per modo di dire “sono entrata grazie a voi che mi leggete, in punta di piedi nelle vostre case”, mentre voi siete entrati nella mia cucina, in mezzo a ciotole, stampi, pentole e padelle, tovaglie e posate. Non c’è gioia più grande, quando ricevo da voi, messaggi e email nei quale mi dite che avete cucinato i piatti che vi ho proposto, e che siete rimaste contente del prodotto finale. Avete definito le mie ricette, attendibili, buone, divertenti, spiegate bene e nei minimi particolari. Molte di voi hanno detto che il mio  blog ha quel particolare che fa la differenza.

Le mie ricette sono attendibili perché sono esattamente le cose che io cucino per me e per la mia famiglia, amici compresi. Se una cosa che provo per la prima volta non mi piace e non mi convince, io non la propongo e non la pubblico. E se viene bene a me che la cucino, verrà bene anche a voi.

Mi piace  raccontarvi piccoli sprazzi della mia vita quotidiana; come passo le mie giornate, cosa faccio con la famiglia e con gli amici.

Molte persone che mi conoscono e che mi seguono leggendo le mie ricette, mi hanno detto: ma perché non apri un negozio, visto che sai fare tutte queste cose buone ???

Sì è vero, desideri nel cassetto ne ho diversi, che vorrei scaturissero da questo blog, e sono sicura al 100% di riuscire in quello che desidero. E questo potrò farlo solo grazie a voi, se continuerete a seguirmi ancora e a farmi pubblicità, alle vostre conoscenze, ai vostri parenti, amicizie e familiari.

In quest’anno di blog  sono cresciuta molto: ho imparato nuovi trucchetti in cucina e ho conosciuto culture lontane, ma molto vicine grazie a internet, e come succede a ognuno di noi, ogni anno che arriva, ci regala e ci toglie qualcosa allo stesso tempo, e nonostante ciò bisogna andare avanti. Ho avuto anche io, momenti bui, periodi neri, ma so, che dopo arriva sempre il sole a splendere nella vita, mia e quella degli altri.

Il blog, mi aiuta a fare questo: mettermi al computer e scrivere mi appaga e mi rilassa,da tutto ciò che mi circonda, arrivando alla piena consapevolezza che quello che già possiedo è immensamente splendido, ma il meglio deve ancora arrivare.

A voi tutti che mi seguite, a quelli che mi hanno conosciuta e che si sono fermati sul blog anche solo per una volta, dico grazie, grazie, grazie, perché la mia gioia è dovuta anche a voi. Sapere che c’è gente che aspetta con impazienza la nuova ricetta mi da uno slancio in più nell’affrontare una nuova giornata.

Queste sono le cose che ancora non sapete di me:

Adoro il Natale e fare l’albero di Natale !!!

Amo cantare, passione diventata ormai seconda alla cucina. A 10 anni nel corridoio della nostra casa a Roma, ho dato prova della mia capacità canora intonando New York New York di Liza Minnelli. Nel mio repertorio non mancano mai Mina, Giorgia, Anna Oxa e Whitney Houston.

La mia terza passione sono i gatti. Il mio primo tesoro è stata Fiammetta. Ma purtroppo, ora non c’è più.

Poi c’è  Betty.

E Greys.

Le mie amiche : Qui sotto sono con Federica

E qui con Maria

Ho 2 sorelle più grandi di me, Anita e Mary. Mio padre è sardo e si chiama Piero. Mia madre è pescarese e si chiama Gabriella, e il prossimo anno festeggeranno 50 anni di matrimonio.

Purtroppo per una loro espressa questione di privacy, non posso pubblicare le loro foto.

Eppoi …………………………… eppoi c’è lui.

L’amore della mia vita.

Il mio compagno.

Corrado

Non potevo desiderare una persona migliore accanto a me. Per me lui, è una vera benedizione dal Signore.

Il resto della mia vita lo scoprirete man mano leggendomi sul blog. Un abbraccio virtuale a tutti voi.
E ricordate sempre :

Il meglio nella vita, deve ancora arrivare.  

 

 

GNOCCHI DI ZUCCA – RICETTA N° 127

GNOCCHI DI ZUCCA – RICETTA N° 127

Questi gnocchi li ho cucinati diverso tempo fa, poco prima che la zucca sparisse dai banchi del mercato per ripresentarsi alla fine di questo agosto. E devo dire che ero un po’ diffidente sulla riuscita della massa e sulla bontà. Invece mi sono dovuta ricredere. Impasto perfetto, e gusto unico. Li ho sempre voluti provare a fare, fin da quando, vivevo da sola. Ricordo, che a suo tempo, facevo la spesa in un discount vicino casa, che vendeva gli gnocchetti di zucca in busta. Ma una volta cotti, tutto mangiai, fuorché, gli gnocchi con la zucca. O meglio ancora, quello che era rimasto degli gnocchi che avrebbero dovuto contenere la zucca come ingrediente principale. Quello che ritirai su, dallo scolapasta, furono pochissimi gnocchi, perché il resto si era sgretolato e sciolto all’istante, appena li ho messi nell’acqua in ebollizione ; e delusione più concreta non sapevano affatto di zucca. Non sapevano proprio di niente. Quando sono andata a leggere gli ingredienti, la percentuale di zucca era davvero poca rispetto a tutte le altre cose descritte all’interno. Ormai sapete l’amore che ho per questo ortaggio, quindi perché non provarci per davvero, visto che rimandavo e rimandavo da anni ? Per me è stato un risultato soddisfacente. Se li vorrete provare per la vostra festa di Halloween, rimarrete soddisfatti anche voi per il risultato. Solitamente si consiglia di condire questi gnocchi con il burro fuso e salvia, perché il condimento non deve sovrastare un gusto così delicato come questo, ma se questo accostamento non vi piace, potete condire i vostri gnocchi di zucca anche con del sugo di pomodoro semplice, ma sempre spolverati di Parmigiano o Grana grattugiati. Io sono alle prese con l’organizzazione della cena di Halloween a casa di amici, anche quest’anno faremo un menù a base di zucca.  E voi vi state organizzando ? Forza allora, coraggio, scegliete qualche mia ricetta eppoi fatemi sapere cosa avete scelto.

Un’abbraccio a tutti e buona giornata.

 

Dose : per 4 porzioni
Preparazione : 1 ora
Cottura zucca : 30 minuti

 

Ingredienti :

350 g di patate farinose già sbucciate
350 g di polpa di zucca già pulita
150 g di farina 0
150 g di farina di semola
1 uovo, sale q.b.
80 g di burro
4 cucchiai di formaggio grattugiato (o grana grattugiato o Parmigiano) + q.b. da spolverare come condimento
noce moscata
pepe q.b.
qualche foglia di salvia fresca (potete sostituirla anche con quella secca come me)

 

PREPARAZIONE :

Tagliate a tocchetti la zucca e mettetela a cuocere in forno per 30 minuti a 180°.

Lessate le patate fatte a cubetti fino a che saranno morbide e schiacciatele con il passapatate, e mettetele in una ciotola.

Quando la zucca è cotta, scolatela dal liquido senza buttarlo, conservatelo per altre preparazioni come un brodino di verdure (contiene comunque sostanze nutritive).
Schiacciate con una forchetta la polpa di zucca (se preferite frullatela con il frullatore a immersione).

Riprendete la ciotola dove a avete già schiacciato le patate, aggiungete la polpa di zucca schiacciata, 4 cucchiai di formaggio grattugiato che avete scelto, le farine, il sale, il pepe, la noce moscata e l’uovo.

Amalgamate il tutto e impastate su una spianatoia o su un piano di lavoro, come per gli gnocchi di patate (cliccate qui per vedere il procedimento) aggiungendo se serve un’altro po’ di farina.

Fate dei bastoncini lunghi, tagliateli a pezzetti di 2 cm circa.

Schiacciateli con il dito sul rovescio della grattugia per dargli la caratteristica forma.

Man mano che li fate, adagiateli su un un vassoio spolverato di farina.

Gettateli in una pentola con abbondante acqua calda in ebollizione, e quando vengono a galla lasciateli cuocere ancora un minuto.

Usate uno scolapasta per scolarli, e metteteli nella padella dove avrete sciolto il burro fuso e salvia, oppure con un sughetto caldo di pomodoro. Spolverate con abbondante formaggio grattugiato a piacere, mescolate, impiattate e servite caldi.

Ecco un particolare visto da vicino

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CHEESECAKE ALLA ZUCCA CON RAGNATELA – RICETTA N° 126

CHEESECAKE ALLA ZUCCA CON RAGNATELA – RICETTA N° 126

Questa è la prima ricetta inedita per Halloween, che vi propongo quest’anno.
Un dolce buono, squisito, infinitamente godurioso.

La prima volta che l’ho preparato, è stato nell’ottobre 2009. Allora non avrei mai pensato, che qualche anno dopo l’avrei rifatto per proporlo suo blog, e cosa ancora più soddisfacente per me, avrei fatto una versione tutta mia, dettata dalla preferenza di alcuni ingredienti rispetto ad altri, e modificando alcune piccole cose sulla presenza scenica di questo dolce. Queste foto mi ricordano quell’anno, in cui per stupire e sorprendere il mio ragazzo, che ora è il mio attuale compagno, facevo ogni sorta di dolce che non avevo mai preparato.

 E allora lo immortalai in questa foto molto simpatica, a dimostrazione che una torta mostruosa, si poteva mangiare con un morso e un’espressione altrettanto mostruosa.

Queste foto fanno parte di bellissimi ricordi, che custodiremo per sempre nella nostra mente e nel nostro cuore. Bene, ora mettiamo da parte i miei sentimentalismi, e torniamo alla ricetta vera e propria. Per avere una versione che possano mangiare anche i celiaci, vi basterà, sostituire la dose di biscotti e cioccolato fondente in ingredienti senza glutine. Al posto della farina, ho usato la maizena, amido di mais che è di per se senza glutine. Per il resto, mantenete le stesse dosi e tutti gli altri procedimenti per realizzare questo dolce in stile gluten free. Per coloro che lo fanno per la prima volta, vi informo, che il dolce una volta cotto, nella fase di raffereddamento, si affloscia e crea uno spacco quasi al centro della torta ; ma è una cosa del tutto normale, Quindi questo, definiamolo così, “piccolo inconveniente”, non sarà dovuto ad un vostro errore nel procedimento. Per  limitarlo al minimo, una volta cotta la cheesecake, spegnete e tenete chiuso lo sportello fino al raffreddamento completo. Non apritelo per nessun motivo, fatelo e vedrete che il cheesecake sarà perfetto. Per coloro che inorridiscono nel sentire che questa ricetta contiene la zucca, posso dire che il suo sapore non si sente affatto. Quindi, se lo devono mangiare bambini o adulti, che stentano a mangiare le verdure, non rivelate l’ingrediente segreto, fino a quando non l’avranno mangiata.

Bene ora vi saluto, e buona giornata a chi passa di quà.

 

Dose : 10/12 porzioni
Preparazione : 30/40 minuti
Cottura : 55/60 minuti

 

Ingredienti per la base :

150 g di biscotti secchi sbriciolati
80 g di burro fuso a bagnomaria
3 cucchiai di zucchero di canna
50 g di noci o nocciole tritate (facoltativo)

 

Ingredienti per la farcia :

400 g di ricotta fresca del tipo compatto passata al setaccio
100 g di formaggio spalmabile a temperatura ambiente
80 ml di panna fresca liquida
460 g di zucca già pulita tagliata a cubetti
mezzo bicchiere d’acqua (circa 50 ml)
70 g di maizena
1 cucchiaino di zenzero o fresco o in polvere del tipo secco
1 cucchiaino di cannella in polvere
mezzo cucchiaino di noce moscata in polvere
3 uova intere del tipo medio
100 g di zucchero di canna
50 g di zucchero bianco

 

Ingredienti per la decorazione :

80 g di cioccolato fondente.

 

PREPARAZIONE :

Preparate e pesate tutti gli ingredienti.
Pulite la zucca dai semi i filamenti e dalla buccia, lavatela e pesatela. Fatela a cubetti piccoli di 2 cm circa, in questo modo cuocerà subito. Mettetela in un pentolino con l’acqua, e fatela cuocere a fuoco medio alta coperto, fino a che si sarà ammorbidita.

Sciogliete il burro a bagnomaria e tenete da parte.

Sbriciolate i biscotti con la zucchero, in un mixer. Per chi non lo possiede, mettete tutto in un sacchetto gelo grande, e schiacciate con un mattarello o un peso tipo un batticarne o una caffettiera.
In una ciotola capiente, mescolate i biscotti sbriciolati con lo zucchero e il burro fuso aiutandovi con un cucchiaio.

Imburrate le pareti e la base di uno stampo a cerniera del dm di cm 24. Versatevi il preparato e schiacciatelo bene sul fondo dello stampo aiutandovi con un bicchiere. Mettete in frigorifero.

Una volta cotta la zucca, aggiungete la panna e frullate con il frullatore ad immersione. Mettete da parte.

Preriscaldate il forno a 160/170°. Dedicatevi ora al ripieno. Con le fruste a mano o quelle elettriche, mescolate in una ciotola capiente le uova e i due tipi di zucchero.

La ricotta setacciata (io ho usato uno schiaccia patate) e il formaggio spalmabile.

La zucca che avete precedentemente frullato e lo zenzero.

La maizena e le spezie.

Tirate fuori dal frigorifero, la base di biscotti, e versateci la farcia.

Infornate il forno preriscaldato a 170°. Una volta cotto, lasciate raffreddare il dolce all’interno del forno spento senza aprire mai lo sportello fino al completo raffreddamento.
Quando il dolce è completamente freddo, mettetelo in frigorifero almeno per 4 ore, meglio ancora tutta la notte.
Passate la lama di un coltello piatto lungo il bordo e poi procedete a togliere la cerniera.

Passate la lama sotto la base di biscotti per staccarla dal piatto dello stampo, dopo di che poggiate il dolce sul piatto da portata.

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente. Usate un sac a pochè usa e getta, e tagliate la punta per fare uscire il cioccolato molto piccola. Fate qualche prova sul piatto per verificare lo spessore della bocchetta che dev’essere molto sottile.

Prendete un punto sulla cheesecake e fate partire 4 raggi.
Adesso fate la ragnatela, incurvando le strisce all’interno dei triangolini che si sono formate.

Disegnate anche il ragno con le zampette.
Ed ecco la vostra cheesecake alla zucca con ragnatela.

Oggi la nonna di Corrado si è fermata a pranzo, e l’ho voluta fotografare così … che ve ne pare ???

Lei è la nonna Antonietta di cui vi ho già parlato in questa ricetta cliccate qui per leggerla !!!

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTINO DI RISO ZUCCA E PORRO – RICETTA N° 113

TORTINO DI RISO ZUCCA E PORRO – RICETTA N° 113

Qualche giorno fa, non sapevo che ricetta proporre per oggi, e così, dal momento che mi trovavo su facebook, e parlavo in chat con la mia amica Piera di Maratea, ho pensato bene di chiederle quale categoria di ricetta gli faceva piacere leggere sul blog. Lei mi ha consigliato un primo di riso, e quindi ecco la ricetta che ho scelto. Grazie mille Piera, sei stata davvero preziosa. Questa è una ricetta che ho cucinato diverso tempo fa, che avevo visto su internet in varie versioni e io l’ho realizzata con quello che avevo in casa in quel momento e aggiungendo qualche ingrediente in più. Per farla mangiare anche a mia sorella che è celiaca ho usato la panna di soia senza glutine, ma se voi non avete problemi, potete usare la panna o la besciamella normali.  Se non riuscite a trovare i porri e volete comunque realizzare questa ricetta, sostituiteli con la cipolla o dello scalogno. Nel congedarmi da voi oggi, desidero in primis, fare gli auguri di buon compleanno a due mie amiche, sorelle gemelle, Silvana e Maria. E visto che ci troviamo al 31 di agosto, saluto tutti voi che mi leggete, con le parole di Ennio Flaiano, famoso sceneggiatore, scrittore, giornalista, umorista, critico cinematografico e drammaturgo italiano, nato a Pescara nel 1910  su una delle stagioni più belle che possiamo godere nella nostra vita : Non c’è che una stagione : l’estate.Tanto bella che le altre le girano attorno. L’autunno la ricorda, l’inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla.

Buona giornata di fine agosto a tutti.

 

Dose : per 12/14 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 1 ora

 

Ingredienti :

550 g di riso Carnaroli
470/500 g di zucca
1 litro di brodo vegetale
mezzo bicchiere di vino bianco
50 g di burro
4 cucchiai di olio e.v.o.
80 g di Grana padano grattugiato
150 g di formaggio brie o taleggio o camoscio d’oro
1 porro o cipolla o scalogno
200 ml di panna o besciamella di soia senza glutine
sale q.b.

 

PREPARAZIONE :

Sbucciate la zucca, privatela dei semi e fatela a cubetti.

Mettetela a cuocere in una padella, con l’olio e con un pochino di acqua, coprite con il coperchio, a fuoco medio per circa 20/25 minuti o fino a che risulterà morbida dopo di che frullatela con il frullatore ad immersione.

In un tegame sciogliete il burro e soffriggetevi il porro tagliato a cubettini piccoli, per 3 minuti. Aggiungete il riso e fatelo tostare per 2 minuti a fuoco vivace, mescolando, sfumate con il vino.

Una volta evaporato il vino, aggiungete la zucca frullata e un mestolo di brodo alla volta, portando lentamente a cottura, mescolando per non far attaccare.

A cottura ultimata, aggiungete il Grana Padano grattugiato lasciandone 2 cucchiai da parte, il formaggio che avete scelto a cubetti, e la panna o besciamella di soia, mescolate per far sciogliere il tutto. Assaggiate e se serve aggiustate di sale.

Versate il tutto in uno stampo a cerniera di cm 26/28 di dm, spolverate con un pochino di grana in superficie e infornate in forno caldo a 190/200° fino a che la superficie del tortino si sarà dorata.

Lasciate intiepidire il tutto prima di sfornarlo e tagliarlo a fette.

Buon appetito !!!

Essendo un piatto a base di zucca, vi ricordo, anche se con molto anticipo, che potete inserirlo, come piatto per la vostra festa di Halloween prossima avvenire 2014.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RUSTICI CON LE ALICI – RICETTA N° 106

RUSTICI CON LE ALICI – RICETTA N° 106

I rustici alle alici sono fantastici. Veloci da preparare, e buonissimi da mangiare. Il procedimento è  simile ai rustici con i wurstel, che avevo pubblicato qualche tempo fa, ma con qualche passaggio in più. Anche questi, facevano parte delle cose che ho preparato per il compleanno di mio cognato a giugno. Potete prepararli per voi, o in occasione di feste, buffet, o come antipasto, aperitivo da stuzzicare magari davanti la televisione mentre vedete lo sport o il vostro programma preferito. Sono molto versatili come potete vedere. E anche questi potete prepararli prima, congelarli eppoi tirarli fuori dal congelatore al momento del bisogno, scongelandoli direttamente in forno, se volete mangiarli caldi, o lasciandoli scongelare a temperatura ambiente per una mezz’ora circa. La giornata passata al mare ieri è stata stupenda, e vi confesso che a Luglio inoltrato ho fatto il mio primo bagno al mare della stagione.

Bene, vi lascio alla ricetta, e mi metto a cucinare per la cena, alla prossima e buona serata.

 

Dose  : per 32 rustici
Preparazione :15 minuti
Cottura : 15 minuti

 

Ingredienti :

2 rotoli di pasta sfogli rotonda già pronta
1 barattolo di alici sott’olio da 150 g
q.b. di olio di semi del barattolo di alici per spennellare
1 uovo per spennellare

 

PREPARAZIONE :

Preriscaldate il forno a 180°.
Srotolate la pasta sfoglia su un piano di lavoro, con una rondella dividetela in 4.

Dopo dividetela in 16.

Separate le alici dall’olio di semi in 2 contenitori separati.

Dividete le alici a metà, e arrotolatele mettendone 1 su ogni triangolo.
Spennellate con un po’ di olio del vasetto ogni triangolino all’interno.

Arrotolate ogni triangolino fino a formare 1 cornetto (cliccate sulla ricetta dei rustici con wurstel per vedere come arrotolarli ).
Con la stessa carta forno della pasta sfoglia, ricoprite una leccarda da forno.
Spennellate la superficie dei cornetti con l’olio delle alici e dopo con l’uovo per colorarli.

Infornate in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti.

Sfornateli appena risultano dorati.

Ecco i rustici alle alici, pronti per essere mangiati.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA