Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

RICETTE DELLE FESTE

BUON ANNO : I MIEI AUGURI PER UN 2016 PIENO DI DESIDERI AVVERATI

BUON ANNO : I MIEI AUGURI PER UN 2016 PIENO DI DESIDERI AVVERATI 

Il 2015 è stato per me un’anno intenso e ne ho apprezzato ogni singolo giorno.
Tutto quello che ho vissuto mi ha aiutato ad evolvermi.
Ho visto l’avverarsi di alcuni miei desideri.
Ho accresciuto il mio percorso personale spirituale.
E sono felice di amare la vita, perché è davvero meravigliosa.
Ho inoltre accresciuto le miei relazioni sociali, stringendo nuove amicizie e consolidando quelle già esistenti.
Sono così pronta ad iniziare questo nuovo anno 2016.

Pianificando altri desideri e sogni nel cassetto, certa che si avvereranno tutti quanti.

E così nella pienezza della mia positività che mi accompagna da sempre auguro a tutti voi un anno pieno e intenso. Non smettete mai di sognare, desiderate intensamente quello che volete per voi e per le persone che amate, certi che queste cose si avvereranno. Siate come le calamite, attirando a voi le cose che volete. Siate fiduciosi. Non smettete di crederci.

BUON 2016 A TUTTI VOI

VI LASCIO CON UN’ANTICIPAZIONE DOLCE DELLA RICETTA CHE TROVERETE A BREVE SUL BLOG.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TRONCHETTO DI NATALE – BUCHE de NOEL – RICETTA N° 220

TRONCHETTO DI NATALE – BUCHE de NOEL – RICETTA N° 220

Il Buche de Noel è un dolce della tradizione francese tipico del natale, che ricorda nella forma, il ceppo di legno, simbolo natalizio di parecchi paesi del Nord Europa. Il ceppo di natale è considerata una delle più antiche tradizioni natalizie ; questa usanza risale almeno al XII secolo, che fino al XIX secolo, inizio XX secolo, era molto diffusa in vari Paesi Europei, dalla Scandinavia e la Gran Bretagna fino alle Alpi e le penisole balcanica e iberica. Il ceppo veniva estratto dalla parte più grossa dell’albero, che generalmente era una quercia o il castagno, perché questi legni erano in grado di grado di  garantire una lenta combustione. Il ceppo veniva conservato nella legnaia fino alla vigilia di Natale, giorno in cui, il capofamiglia lo bruciava nel camino di casa simboleggiando l’atto di riscaldare il bambino Gesù. Il ceppo veniva poi lasciato ardere fino all’Epifania. I resti venivano conservati (in quanto si attribuivano loro proprietà magiche) e riutilizzati per far accendere il ceppo dell’anno successivo. Da questa tradizione deriva quella del dolce chiamato appunto TRONCHETTO DI NATALE.

Questa delizia viene realizzato con un rotolo di pasta biscotto arrotolato. Io l’ho farcito con una marmellata di frutti di bosco e una leggera velatura di panna montata senza lattosio, ricoperto da una squisita ganache al cioccolato.  Voi potete farcirlo e decorarlo come più vi piace, sono sicura che la vostra fantasia non avrà confini.

E quale occasione migliore, che prepararlo per il giorno di natale ? Preparate il mio tronchetto, ne resterete estasiati ve lo assicuro. Nel blog trovate un’altra versione di pasta biscotto, cliccate qui per vederla. Un grazie come al solito alla mia amica Martina per essermi stata d’aiuto e di supporto nel preparare i vari passaggi, anche per le foto che mi ha fatto.

 

Dose : per 10/12 persone
Preparazione : 40 minuti
Cottura : 20 minuti + 1 ora di raffreddamento

 

Ingredienti  :

4 uova medio-grande
1 pizzico di sale
100 g i zucchero di canna chiaro
50 g di farina 0 o di farro
50 g di fecola di patate
1 pizzico di bicarbonato di sodio
1 limone solo la scorza grattugiata o i semi di una bacca di vaniglia (io ho utilizzato la vaniglia bourbor del Madagascar in polvere BIO nella quantità di una punta di 1 cucchiaino da caffè)
150 g di confettura di frutti di bosco
150 ml di panna da montare senza lattosio
150 g di cioccolato fondente
2 pugni di granella di zucchero
q.b. di zucchero a velo



PREPARAZIONE :

Separate i tuorli dagli albumi. Montare questi ultimi a neve ferma con un pizzico di sale.
Montate ora i tuorli con lo zucchero per 10 minuti circa fino a rendere tutto gonfio e spumoso.

Aggiungete la scorza del limone o vaniglia, il pizzico di bicarbonato, la farina setacciata e la fecola.

In ultimo incorporate gli albumi che avete montato a neve in circa 3 riprese,  con una frusta, con un movimento dall’alto verso l’alto per non smontare il composto.

Prendete una leccarda da forno, copritela con della carta forno. Stendete il composto ottenuto con una spatola, livellando il più possibile.

Infornate in forno preriscaldato a 180° per 10 minuti circa. Il mio forno è più veloce, è pronto a 8 minuti, quindi state attente, ogni forno è diverso dall’altro.

Una volta cotto, disponete sul vostro piano di lavoro un foglio di carta forno, rovesciateci sopra la pasta biscotto, quindi staccate con delicatezza quella utilizzata per la cottura.

Coprite la pasta con un’altro foglio di carta forno, e arrotolatela mentre è ancora calda. Questa operazione vi permetterà di arrotolare la pasta senza alcune problema o aver paura di romperla.
Lasciate così per 1 ora.

Dalla dose totale della panna, toglietene circa 50 ml e montatela con le fruste. Mettete da parte. Non c’è bisogno di zuccherarla.

Nel frattempo preparate la ganache con il fondente.
Mettete la restante panna in un pentolino a scaldare, e appena sarà calda quasi a sfiorare il bollore, scendeteci il cioccolato fondente fatto a scaglie.

Mescolate per amalgamare i due composti.

Fate raffreddare completamente eppoi mettetelo in frigorifero a raffreddare, perchè il tutto deve essere montato con le fruste. Questa operazione potete farla qualche ora prima, così la ganache avrà tutto il tempo per solidificarsi e montare per bene. Passato il tempo necessario, montate la ganache ben fredda.

Riprendete il rotolo ormai freddo e la panna che avete montato prima e messo da parte. Apritelo e stendeteci prima la confettura e dopo un velo di panna montata.

Arrotolate nuovamente la pasta biscotto, avvolgendola con della carta forno, e mettetela in frigorifero per circa 30 minuti. Una volta raffreddato, riprendete il rotolo, tagliate trasversalmente le due estremità e mettetele da parte.

Poggiatelo sul piatto da portata e ricopritelo con la ganache di panna e cioccolata. Poi poggiate le due estremità precedentemente tagliate, facendole aderire sulla ganache, una sopra il dolce e la seconda di lato per dargli la caratteristica forma di tronchetto.
Ricoprite con la ganache le due estremità, dopo di che, con i rebbi di una forchetta procedete a fare le striature classiche del tronchetto di Natale.

Mettete in frigorifero a riposare fino al momento di servirlo. Spolverate con della granella di zucchero e dello zucchero a velo per dare le sembianze dei fiocchi di neve.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

OGGI DANIWELLA COMPIE 2 ANNI

OGGI  DANIWELLA COMPIE 2 ANNI

Oggi è il mio compleanno.

Si,  Daniwella … felicità e passione in cucina compie 2 anni.

Mi sembra passata un’eternità da quando decisi di mettere online, la mia passione per la cucina, e permettere a chi mi avesse conosciuta e seguita, di assaporare i miei piatti, i miei dolci, le mie creazioni, solo riproducendoli a casa seguendo la ricetta che io avevo scritto per loro. Quelle stesse pietanze, che io avevo cucinato per parenti e amici, quelle stesse pietanze, che mi avevano fatto ricevere mille complimenti, quelle stesse pietanze che erano state apprezzate e sparite in un batti baleno dal piatto di portata. Piatti ben riusciti e così azzeccati per l’occasione che si stava festeggiando, da far esclamare addirittura mia suocera e mia mamma queste esatte parole : buonissimo, mi dici come lo hai fatto, perchè lo voglio rifare anche io.

Come questa ad esempio :

Questi 2 anni sono stati per me un’esperienza fondamentale, per crescere e capire tantissime cose anche della vita stessa.

Ci sono stati periodi in cui la voglia di scrivere è sparita, si è messa a riposo, in stand-by.
Ho avuto quello che in gergo giornalistico si chiama ” blocco dello scrittore”.
Ma nel frattempo, le mie ricerche su piatti nuovi continuavano, modi, tecniche e trucchi in cucina che apprendevo rivolgendomi all’infinito mondo del web. Era come se questa ricerca di piatti nuovi, di dolci che non avevo mai fatto, di libri di cui non conoscevo l’esistenza, e di personaggi famosi tra chef e pasticceri/e, fossero il mio carburante necessario a farmi ripartire con un pieno di benzina=ricette, dentro la mia testa.

Ed è così che ogni volta sono ripartita alla grande, ritrovando quella carica che mi spinge a cucinare, fotografare, scrivere, impostare, e scaricare informazioni precise, dettagliate, minuziose, e sopratutto più attendibili possibili.

Ringrazio di cuore tutti voi che mi seguite con affetto tutti i giorni.
Potete commentare per un saluto, fatelo proprio all’interno del blog, anche solo per avere precisazioni sulla ricetta o solo per dirmi se vi è piaciuta o no.

Se posterete i vostri commenti proprio all’interno del blog, sarò felice di rispondervi.
Come già vi avevo avvisato sulla pagina di Facebook circa 2 mesi fa, per un mio errore ho cancellato i commenti che molti di voi mi avevano scritto. Chiedo scusa a tutti, ma la cosa è stata involontaria. Mi sono accorta di questo errore molto tempo dopo che era successo e così ho anche scoperto che avevo impostato in maniera scorretta le impostazioni per commentare. Ora tutto è a posto. Chiunque di voi lo può fare. E se lo volete fare oggi, coraggio scorrete in mouse fino in fondo e fatemi sapere qualcosa di voi, parlatemi, io vi risponderò.

 

Ed ora proprio come ogni compleanno che si rispetti, ecco a voi qualche numero per festeggiare insieme :

213 le ricette che ho pubblicato

46.288 le visualizzazioni che porta il contatore

250 i commenti mescolati tra il blog e la pagina Facebook

34 i followers di questo blog

567 i  ” MI PIACE ” sulla pagina facebook

6 i followers su twitter

9.334 le visualizzazioni della prima ricetta ” Soffione di ricotta abruzzese

questa la ricetta più visualizzata nel mese di ottobre :

Come preparare una perfetta zucca di Halloween Jack O’Lantern

Questa la ricetta che ha avuto un successone nell’arco di 48 ore “Pancake morbidi senza lattosio e senza uova”

Un ringraziamento a tutti coloro che mi sostengono e mi incoraggiano ogni giorno a continuare a pubblicare e a scrivere. E questo lo fanno personalmente e virtualmente famiglia, parenti, amici, e amici conosciuti tramite questo blog.

Vi offro una fetta virtuale della LEMON MERENGE PIE per festeggiare il mio secondo compleanno.
La ricetta uscirà domani.

Un’abbraccio a tutti e buona domenica.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

DANIWELLA E’ TORNATA : SIETE PRONTI A CUCINARE CON ME ALTRE RICETTE INEDITE ???

DANIWELLA E’ TORNATA : SIETE PRONTI A CUCINARE CON ME ALTRE RICETTE INEDITE ???

Buonasera a tutti. Finalmente il mio PC è di nuovo operativo. Purtroppo per il momento non mi è stato possibile recuperare le foto che avevo fatto, nuove e vecchie perché a causa di una mia sbadataggine ho causato la rottura dell’hard-disc del computer. Non so se tutto è andato perso. Ma la speranza è l’ultima a morire. Bando alle ciance, nelle prossime ore mi rimetterò a pubblicare le ultimissime ricette che ho preparato per la mia famiglia, e  dal momento che sono state apprezzate, hanno passato l’esame di essere pubblicate sul blog. La prima delle ricette che ho in mente di pubblicare è una ricetta per la vostra colazione, che magari potete preparare domani pomeriggio o in tarda serata, e godervi una bella fetta la domenica mattina a colazione.

Allora “mettiamoci a cucinare” e “dolci in forno” !!!!

Buona serata da Daniwella … felicità e passione in cucina

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

FRITTELLE DI MAIS – RICETTA N° 203

FRITTELLE DI MAIS – RICETTA N° 203

Oggi la mia cucina prevede qualcosa di veloce e molto sfiziosa. Un’idea davvero grandiosa per collocare il classico barattolino di mais in una pietanza diversa dalla classica insalata ….  anzi queste frittelline possono fungere da accompagnamento alla vostra insalata verde. Ricordatevi che per la presenza del mais, potete includere questa ricetta tra quelle per una serata tra amiche compreso il giorno della festa della donna. Le ho preparate proprio per quest’occasione l’8 marzo scorso per una cenetta carina per me e il mio compagno, e queste frittelle sono state le protagoniste del piatto. Inutile dirvi che sono sparite in un baleno. Abbiamo festeggiato a casa ed è stata una piacevole serata a due. Ho cucinato 3 cose ma tutte molto goduriose. In fondo a tutto troverete la foto del piatto che avevo fotografato quella sera. La ricetta è tratta dal libro I menù di Misya.

Vi auguro un buon sabato. Voi provatele e fatemi sapere.

 

Dose : per 12 frittelle
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 15 minuti
Tempo totale : 30 minuti

 

Ingredienti :

150 g di mais in scatola
50 g di farina
70 ml di latte
1 uovo di grandezza medio-grande
25 g di formaggio grattugiato
sale q.b.
pepe nero in polvere q.b.
qualche foglia di basilico
olio di semi per friggere q.b.

 

PREPARAZIONE :

Sbattete l’uovo in una ciotola, aggiungete la farina, il latte, il formaggio grattugiato e amalgamate fino a formare una pastella liscia.

Scolate il mais e aggiungerlo alla pastella insieme alle foglie di basilico spezzettate, il sale e il pepe (il ho messo l’erba cipollina secca perchè non disponevo del basilico).

Lasciate riposare un quarto d’ora in frigo.

Fate scaldare l’olio in padella e versate il composto a cucchiaiate. Friggete un paio di minuti per lato, quindi poggiatele su un foglio di carta assorbente.

Servite calde.

Ecco il mio piatto per la festa della donna del 2015 che comprendeva :

Bruschette con pane cotto a legna lievitazione pasta madre con sopra provola di Tornareccio e salsicce nostrane abruzzesi

Mousse di ricotta di mucca aromatizzata con miele di acacia, pepe, sale e rucola

Frittelle di mais

Insalatina di pomodorini dolci condite con olio sale e pepe.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CREMA DOLCE DI ZUCCA E FORMAGGIO SPALMABILE – RICETTA N° 184

CREMA DOLCE DI ZUCCA E FORMAGGIO SPALMABILE – RICETTA N° 184

Alcuni di voi, hanno visto questa foto, 3 giorni fa sulla pagina Facebook dedicata al mio blog. Oggi la vedete direttamente come ricetta. Dovete sapere, che nel mese di ottobre 2014, per ben 2 volte, ho provato a fare la Pumpkin Pie, la famosa torta americana che si prepara in occasione del Thanksgiving Day – Festa del Ringraziamento che in America si festeggia il quarto giovedì di novembre, e in occasione della festa di Halloween che si festeggia il 31 ottobre. Ho trovato squisita questa meraviglia di sapori, ma purtroppo, non ero rimasta soddisfatta delle foto finali della preparazione, entrambe le volte che l’ho fatta, e per questo motivo, ho rimandato la pubblicazione della ricetta (sperando in un risultato visivo migliore) a ottobre 2015. Ma quando ho provato questa ricetta, tratta dal blog Mangia Senza Pancia, non facevo altro che ripetere : O MY GOD O MY GOD. Non riuscivo a credere che questa cremina dolce racchiudesse tutto il mix di sapori che ha la Pumkin Pie, che a me era piaciuta tanto. E siccome ho trovato finalmente la determinazione di perdere i miei kiletti di troppo, sto rivolgendo lo sguardo a ricettine gustose ma allo stesso tempo light, spero quindi d’essere d’aiuto a chi come me sta cercando di rimettersi un pochino in riga e ritrovare il vigore di un tempo, grazie a cibi sani e gustosi allo stesso tempo. Sto vivendo un periodo “di rinascita”, così amo definirlo. Grazie ai miei nuovi interessi, nuove letture e un nuovo cammino spirituale, ho riscoperto la gioia irrefrenabile di camminare, che mi sta portando enormi benefici al corpo e allo spirito. Mi sento meglio, ed affronto tutto, con molta più forza e determinazione. Vedo addirittura migliorata, l’aspetto della mia pelle, dovuto sia al bere i famosi 8 bicchieri di acqua al giorno e alla corsetta che ho cominciato da alcuni giorni. Insomma tanti piccoli e grandi accorgimenti che mi fanno sentire bene e ancora più felice di prima. Continuate a seguirmi, scoprirete uno dei tanti nuovi modi di fare colazione. Provate questa crema, al posto dello yogurt, o al posto della ricotta, magari spalmato su una fetta di pane tostato o su 2 fette biscottate, davanti a un bicchiere di latte di soia o di riso o di mandorla. O una tazzina di caffè nero fatto con la moka, proprio come piace a me.

Auguro a tutti una bellissima giornata di festa.

 

Dose : per 12 porzioni
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 20 minuti +  1 ora in frigorifero

 

Ingredienti :

120 g di purea di zucca (circa 130 g di zucca senza semi e senza buccia)
225 g di formaggio cremoso light o del tipo vegetale alla soia
20 g di zucchero di canna
i semi di mezza bacca di vaniglia (io non l’avevo e ho usato 1 bustina di vanillina)
un cucchiaino di cannella in polvere
mezzo cucchiaino di zenzero in polvere (io l’ho grattugiato fresco)
mezzo cucchiaino di curcuma in polvere
un quarto di cucchiaino di noce moscata grattugiata

 

PROCEDIMENTO :

Sbucciate la zucca, togliete i filamenti, fatela a tocchetti e lavatela sotto l’acqua corrente. Fatela cuocere per 20 minuti in poca acqua, dopo di che frullatela con il mixer ad immersione. Lasciatela raffreddare.

Nel frattempo che cuoce la zucca, mettete in una ciotola il formaggio spalmabile, lo zucchero e la vaniglia.

Amalgamateli fino a mescolarli completamente.

Quando la purea di zucca sarà fredda, aggiungetela al composto di formaggio e zucchero, insieme a tutte le spezie, che avrete precedentemente dosato in una ciotolina a parte, e amalgamate di nuovo fino ad ottenere una cremina perfettamente amalgamata.

La crema di zucca è pronta :

copritela con una pellicola e mettetela a raffreddare in frigorifero per almeno 1 ora, meglio ancora se di più.

Io l’ho provata sulle fette biscottate sia a colazione e sia per farci la merenda pomeridiana.
Tra qualche altra ricetta vi farò vedere come si può usare ancora questa cremina davvero deliziosa.

Questa ricetta è perfetta per inserire nella colazione le proteine, creando un mix aromatico di dolcezza che deve accompagnare questo momento mattutino.

Si mantiene 3 o 4 giorni al massimo, in frigorifero, chiusa in un contenitore ermetico. Con queste quantità si ottengono all’incirca 12 porzioni da 30 g l’una, che è una quantità sufficiente da spalmare su due fette biscottate tonde o rettangolari.

PROVATELA GUSTATELA … EPPOI FATEMI SAPERE

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA MIMOSA – RICETTA N° 182

Ed eccoci arrivati al dolce simbolo di questa festa. La torta MIMOSA. Ieri ho portato questa torta a casa di una mia amica, che si trova a casa in guarigione post intervento ; quindi pomeriggio con le amiche davanti una calda e gustosa tazza di te, gustando questo dolce che a loro dire è uscita davvero buona. Nella versione di quest’anno ho voluto usare la panna vegetale, ma voi potete usare anche quella fresca di mucca. Ci mancano ancora tante ore
prima della cena di questa sera, quindi se siete ancora senza dolce e volete provare la mia versione, siete ancora in tempo. Buon 8 Marzo a tutte.

Dose : per 12/15 porzioni
Preparazione : 1 ora circa
Cottura : 50 minuti
Stampo : cm 24 di dm

Ingredienti per il Pan di Spagna : 4 uova medie a temperatura ambiente, 120 g di zucchero semolato, 150 g di farina 00, la buccia di 1 limone bio grattugiato, 1 bustina di lievito.

Ingredienti per la farcia : 1 uovo medio, 50 g di zucchero semolato, 30 g di fecola di patate, la buccia di 1 limone bio grattugiato, 250 ml di latte fresco parzialmente scremato, 250 ml di panna vegetale, , 2/3 fettine di ananas sciroppato, sciroppo di ananas q.b., 4 cucchiai di limoncello.

PREPARAZIONE :

Preparate il Pan di Spagna con le dosi che vi ho scritto e una volta cotto lasciarlo raffreddare completamente su di una gratella. Cliccate qui per vedere il procedimento.

Nel frattempo che cuoce la torta, preparate la crema, con le dosi descritte sopra e fatela raffreddare. Per vedere il procedimento cliccate qui.

ASSEMBLAGGIO DELLA TORTA .

Montate la panna vegetale. Mescolate 5/6 cucchiai di panna in una ciotola insieme alla crema ormai fredda.

Fate a pezzetti  2/3 fettine di ananas che avrete scolato per bene ; mettete da parte lo sciroppo e mescolatelo con il limoncello.

Tagliate in 3 dischi la base della torta e fate a cubetti il disco di mezzo (a cui avrete tolto la crosta marrone), che vi servirà per fare il decoro della mimosa.

Scavate leggermente l’interno della base del Pan di Spagna e mettetelo da parte insieme ai cubetti.

Bagnatelo con lo sciroppo che avete messo da parte.

Fate un primo strato di crema sul quale poserete i pezzetti di ananas.

Versate sopra i pezzetti di ananas la restante crema.

Poggiate ora il disco superiore, premendo un pochino per far attaccare per bene la superficie sulla crema. Bagnatelo con lo sciroppo rimasto. e coprite con la rimanente panna.

Decorate la superficie e i bordi con i cubetti di Pan di Spagna per creare la classica torta mimosa.

Fate riposare in frigorifero per almeno 1 ora o fino al momento di servire.

Ed ecco un particolare della fetta.

PIZZA MIMOSA CON POMODORO SALSICCIA E ROSSI D’UOVA SODE – RICETTA N° 181

Ecco la seconda versione della Pizza Mimosa, questa volta in rosso per tutte coloro a cui non piace la panna o la loro preferenza è una pizza rossa invece che bianca. Vi rimando alla ricetta del mio impasto della pizza fatto con 500 g di farina, dal quale potete pesare 250/300 g di impasto lievitato per realizzare una pizza fatta in uno stampo di cm 30 di dm. Se volete vedere la mia versione della pizza Mimosa in bianco, cliccate qui. Non mi dilungo più di
tanto perché ho un’altra ricetta da scrivere per tutte voi davvero eccezionale, questa volta quella della Torta Mimosa. Continuate a seguirmi e non ve ne pentirete. Se volete cercare qualche altra idea, andate sulla categoria delle ricette dove troverete Ricette per la festa della donna, cliccateci su e sbizzarritevi, probabilmente troverete qualche altra idea che vi piacerà. Buona giornata a chi passa di qua.

Dose : per una pizza di cm 30 di dm
Preparazione totale : 25 minuti
Lievitazione : 2/3 ore
Cottura : 20/25 minuti

Ingredienti per l’impasto per la pizza : cliccate qui per vedere dosi e procedimento.

Ingredienti per il condimento di una pizza : 1 salsiccia fresca, 2 uova sode (facoltativo), 30 g di mais in scatola, 1 scamorza secca (io ne ho usata meno della metà per far vedere il colore giallo del mais e dell’uovo), 5/8 cucchiai di passata di pomodoro, olio e.v.o. q.b., sale q.b.

PREPARAZIONE :

Una volta lievitato l’impasto pesatene all’incirca 250/300 g e stendetelo nella teglia unta con un pochino di olio. Stendete la passata di pomodoro, l’olio, il sale, solo il rosso d’uovo schiacciato con uno spremi-aglio o uno schiacciapatate, il mais e la salsiccia spellata e sbriciolata in pezzetti molto piccoli. Infornate in forno già caldo a 250° per 15 minuti circa.

Passato il tempo necessario, tirate via dal forno, aggiungete la scamorza secca a cubetti e infornate di nuovo fino a che non si sarà sciolta e la pizza risulterà bella colorata.

Ed ecco pronta la pizza Mimosa al pomodoro salsiccia e rossi d’uovo.

PIZZA MIMOSA CON PANNA PROSCIUTTO COTTO E MAIS – RICETTA N° 180

PIZZA MIMOSA CON PANNA PROSCIUTTO COTTO E MAIS – RICETTA N° 180

Se per la festa della donna, volete fare un menù pizza, questa è la mia versione della pizza mimosa fatta con la panna (io uso quella senza lattosio) mescolata insieme al prosciutto cotto, scamorza appassita e mais. A me non piace mettere la panna a strato e sopra tutti gli altri ingredienti. Come nella pizza Boscaiola che io chiamo pizza Pazza, mescolo tutti gli ingredienti, perché per me in questo modo tutti i sapori si amalgamano, rendendo un sapore unico e distinto questa pizza. Se vorrete seguire la mia versione, voi e tutte le vostre amiche resterete super soddisfatte ed estasiate per il risultato finale. Un’ottima pizza al piatto in stile chicchi di mimosa. Ma state tranquille ce ne sarà per tutti i gusti. Continuate a seguirmi, se siete di quelli a cui non piace mangiare la pizza in bianco o a cui non piace la panna. Per voi ho realizzato un’altra versione, tutta in rosso. Le dosi dell’impasto che vi scrivo, sono per due pizze, di cm 30 di dm. Mentre gli ingredienti che vi scrivo sono per condire solo una pizza. Raddoppiate tutte le dosi del condimento per condire più pizze a seconda di quante amiche sarete.

Auguri a tutte le donne.

 

Dose : per 2 pizze di cm 30 di dm
Preparazione : 20 minuti
Cottura : 20/30 minuti

 

Ingredienti per l’impasto :

300 g di farina 00 o Manitoba
75 ml di acqua
75 ml di latte (o di soia o senza lattosio)
1 cucchiaio abbondante di olio e.v.o.
mezzo cubetto di lievito di birra o 2 cucchiaini di lievito secco attivo

 

Ingredienti per il condimento di una pizza :  

1 vasetto di panna da cucina
1 scamorza appassita
70 g di prosciutto cotto
60 g di mais in scatola
qualche cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato

 

PREPARAZIONE :

Se dovete fare più pizze usate le dosi scritte qui , dove troverete anche il procedimento per fare l’impasto.

Fatelo lievitare per 2/3 ore o fino al raddoppiamento del volume.

Sgonfiatelo con il pugno della mano proprio al centro.

Ungete 2 stampi, prendete l’impasto lievitato, dividetelo in due e stendetelo nelle teglie. Coprite con un panno e fate continuare a lievitare per altri 15/30 minuti circa e dedicatevi al condimento. In una ciotola mettete la panna, la metà della scamorza appassita a cubetti, il prosciutto cotto fatto a pezzetti grossi, 40 g il mais, il Parmigiano Reggiano e un pizzico di sale.

Mescolate.

Stendete il condimento sulla pizza e infornate in forno già caldo a 250° per 15 minuti.

Passati i 15 minuti, aggiungete la scamorza rimanente e gli altri 20 g di mais rimasto, infornate di nuovo fino a quando scamorza si è sciolta e tutto è bello dorato.

Ed ecco la vostra pizza Mimosa per la festa della donna.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

FRAPPE AL FORNO – RICETTA N° 173

FRAPPE AL FORNO – RICETTA N° 173

Ho deciso di postare questa ricetta oggi, perché il alcune regioni e parti d’Italia, il carnevale si festeggia fino a domani che è domenica.  Quest’anno ho voluto provare questa cottura alternativa, perché da mesi ormai mi sto limitando a cibi più leggeri a causa del mio stomaco delicatissimo, e perché sto cercando di fare la dieta. Ma questa ricetta non va bene solo per me, ma anche per tutte quelle persone, che non possono mangiare il fritto, ma vogliono comunque rispettare la tradizione e godersi un bocconcino di questo dolcetto tanto tanto buono. E visto che sono rimasta entusiasta del risultato ; frappe croccanti, gustose e che non hanno nulla da invidiare alle frappe fritte, non potevo far passare questo fine carnevale senza una ricetta dedicata a questa festa. Cliccate qui se volete sapere qualche curiosità su questo favoloso dolce di carnevale e leggere la ricetta delle classiche frappe fritte.

Ora bando alle chiacchere, mi metto subito in moto, e vi auguro a tutti un felice un buon week. Noi ci sentiamo presto presto.

 

Dose : per 1 vassoio colmo di frappe
Preparazione : 1 ora
Cottura : 7/ 10 minuti a 180°
Tempo totale : 1 ora e mezza

 

Ingredienti :

310 g di farina 00 +  quella per spolverare il piano di lavoro
2 uova medie
25 g di olio si semi di arachide
50 g di zucchero
1 bustina di vanillina
80 g di vino bianco o limoncello
2 pizzichi di lievito per dolci
olio di semi di arachide q.b. per friggere
zucchero a velo q.b. per spolverare le frappe

 

PREPARAZIONE :

In una ciotola larga o sulla spianatoia, mettete la farina a fontana, e al centro versate i 25 g di olio, lo zucchero, la vanillina, le uova, il vino o il limoncello e i 2 pizzichi di lievito. Sbattete con una forchetta tutti gli ingredienti, e pian piano, attirate la farina al centro.

Appena tutti gli ingredienti liquidi saranno stati assorbiti, impastate fino a formare un panetto. Mettete a riposare coperto da una pellicola, per 30 minuti.

Stendete ora la pasta con il mattarello ad uno spessore di circa 4/5 mm (quelle al forno devono avere uno spessore in più rispetto a quelle fritte), e realizzate le forme delle vostre frappe, io gli ho dato quelle che vedete in foto.

Posizionate le frappe che preparate su una leccarda, ricoperta di carta forno, e infornate in forno già caldo a 180° per 7 minuti.

Mettete il timer e state nei paraggi del forno, perché le frappe devono dorarsi appena intorno ai bordi.

Tenetene conto, perché ogni forno è diverso, è probabile che in alcuni bisogna arrivare a 10 minuti di cottura.

Tirate via dal forno, fate raffreddare completamente, in questo modo acquisteranno la tipica croccantezza che caratterizza questo dolce.

Mettetele su un vassoio a parte e dopo spolveratele di zucchero a velo.

Ed ecco le frappe cotte al forno.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA