Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

PRIMI PIATTI

primi-piatti

La prima portata serve spesso, come si suol dire, ad abbracciare lo stomaco per dare, nella prima fase del pranzo, un immediato senso di sazietà. Un primo piatto solitamente è a base di carboidrati, che rappresentano un apporto nutritivo molto importante nel metabolismo umano.

CANNELLONI DI CREPES CON RICOTTA E SPINACI – RICETTA N° 166

CANNELLONI DI CREPES CON RICOTTA E SPINACI – RICETTA N° 166 

 Questa ricetta è uno dei miei cavalli di battaglia. Li ho fatti in numerose occasioni ; come cena di fine anno, come primo piatto di un compleanno, o come pranzo domenicale in occasione di altre feste in famiglia. La particolarità di questo piatto, è che le crepes ripiene si possono preparare prima, si possono congelare, e al momento in cui servono, tirarle fuori e metterle direttamente in forno con il condimento che ho scelto. Io ve la consiglio come cena di San Valentino. Riuscirete a sorprendere la vostra dolce metà al primo morso. Questi cannelloni fatti con le crepes risultano davvero morbidi, gustosi, saporiti. Questo ripieno di ricotta e spinaci, rimarrà sempre il mio favorito. ed è per questo che adoro questo piatto che annovero come secondo tra i miei preferiti. Il primo è quello  dei ravioli di ricotta e spinaci. Quando decido di fare questi cannelloni di crepes, io ne preparo tanti e dopo li congelo, così da aver già pronto questo piatto. Li inforno da congelati conditi da un velo di besciamella e ragù di carne, 30 minuti prima di portarli in tavola. Li ho preparati qualche giorno fa, perché avevo a disposizione la ricotta e gli spinaci, e quindi posso quantificarvi la ricetta per fare 10 crepes. Se vi dovesse avanzare qualcosa, riponetelo in frigo e sarà il vostro pranzo goloso per il giorno dopo. Quindi se li volete preparare prima per San Valentino, in modo da avere meno cose da fare per arrivare alla cena tranquille senza correre, congelateli come vi ho consigliato prima. Bene provateli perché il successo è assicurato, prenderete per la gola la vostra dolce metà. Sono 2 giorni che non riesco a carburare, e sopratutto che non riesco a scaldarmi, sarà perchè per 2 sere di seguito sono uscita e  sono tornata tardi. Lunedì abbiamo festeggiato il compleanno di una bimba meravigliosa che si chiama Linda, che ha compiuto un’anno, la figlia dei miei amici Debora e Davide. Ho passato una bellissima serata, ci siamo divertiti da matti e tutta l’organizzazione e il cibo offerto è stato grandioso. Bene per oggi è tutto vi auguro una buona giornata.
Spero di riuscire a pubblicare una seconda ricetta in giornata, ma sopratutto spero di riuscire a scaldarmi, mahhh … vado a farmi una bella tisana…. mi sa che qui mi ci vuole proprio …..vediamo che succede !!!



Dose: per 10 crepes
Preparazione: 1 ora e 30 minuti
Cottura:  20/25 minuti

 

Ingredienti per le crepes :

2 uova medie
250 ml di latte
100 g di farina
15 g di burro sciolto
1 pizzico di sale
noce moscata q.b.
burro o olio per ungere il padellino per le crepe quando serve

 

Ingredienti per il ripieno :

350 g di ricotta di mucca o capra
250 g di spinaci freschi
1 uovo medio
10 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
sale q.b.
noce moscata q.b.
pepe q.b.

 

Ingredienti per la besciamella :

250 ml di latte fresco
25 g di farina 00
20 g di burro
sale q.b.
noce moscata q.b.

 

Ingredienti per il ragù :

100 g di carne macinata
50 g di misto per soffritto (carota-sedano-cipolla)
250 ml di passata di pomodoro
30 ml di vino bianco
2 cucchiai di olio e.v.o.
sale e pepe q.b.

 

PREPARAZIONE :

Preparate le crepes con le dosi che vi ho scritto sopra, per vedere il procedimento cliccate qui.
Copritele e mettetele da parte.

Mondate e lavate in abbondante acqua gli spinaci, per togliere ogni residuo di terra. Metteteli a cuocere in una pentola  o padella con solamente l’acqua del loro lavaggio.

Mentre cuociono gli spinaci, preparate la besciamella con le dosi che vi ho scritto sopra.

Cliccate qui per vedere il procedimento. Fate intiepidire.

Una volta cotti gli spinaci, metteteli a scolare in un colino. Attenzione : conservate l’acqua degli spinaci piena di sostanze nutritive che potete usare per una minestra o un risotto. Appena si saranno freddati, strizzateli tra le mani per far uscire gli ultimi residui di acqua, e tagliateli il più finemente possibile con un coltello o le forbici.

Preparate ora il ragù, ma con le dosi che vi ho scritto sopra. Per vedere il procedimento della cottura del ragù, vi rimando a questa ricetta che non è quella del ragù, ma all’interno spiego come prepararlo. In questo caso però dovete farlo cuocere a fuoco basso solo 20/30 minuti.

In una ciotola mescolate quindi la ricotta (precedentemente scolata), gli spinaci, l’uovo, la noce moscata, il formaggio grattugiato, il sale e il pepe. Mettete in frigorifero a riposare per circa 30 minuti (in questa foto ci sono 2 uova, non ho sbagliato, ho dovuto usare una foto precedente, perché quella attuale non l’ho fatta, ma voi mettete 1 uovo solo, come vi ho scritto sopra).

Cominciate ora a riempire tutte le crepes. Dividete il ripieno in 10 porzioni su tutte le 10 crepes.
Spalmatele per bene con un cucchiaio su tutta la circonferenza, lasciando libere i bordi. Ora arrotolatele formando così il classico cannellone.

Mettete le crepes in una pirofila una vicino all’altra.

Condite ogni crepes con un cucchiaio di besciamella e un cucchiaio di ragù.

Infornate in forno già caldo a 180° per 20/25 minuti, o per il tempo necessario a far colorare leggermente il tutto.

Le crepes sono pronte, aspettate 10 minuti circa, e poi impiattate.

Ecco l’interno dei cannelloni di crepes per la vostra festa di San Valentino.

N.B. : Se avete deciso di prepararli in anticipo per metterli a congelare, seguite la ricetta, escludendo i passaggi numero 2 e 4, che sono quelli del condimento. La besciamella e il ragù li preparerete il giorno in cui userete le crepes.

Per congelare le crepes procedete come faccio sempre io :

una volta che le avete riempite tutte, posizionatele sopra un vassoio, leggermente distanziate, in modo che congelino singolarmente. Mettetele nel congelatore per 40/50 minuti circa (il tempo di congelarle) dopo di che, tiratele fuori.

Accertandovi che siano perfettamente congelate singolarmente, e mettetele nei sacchetti gelo, 5 o 10 alla volta. Chiudete il sacchetto con il nastrino di chiusura in dotazione nella scatola, e riposizionale nel congelatore.

Quando sarà arrivato il momento di usarle, tiratele fuori e mettetele nella pirofila con il condimento che vi sarete preparati precedentemente. Infornatele in forno già caldo a 180°, per 20/25 minuti.

Dopo di che impiattate e gustatele. Buon San Valentino a tutti gli innamorati.

…… per darvi un’idea …..

Quando le preparo io faccio solitamente 1 kg e mezzo di ricotta, 800/900 g circa di spinaci (anche 1 kg), 60 crepes, 2/3 uova, 150 g circa di formaggio grattugiato, sale pepe e noce moscata q.b.

Calcolando circa 2 o 3 crepes a testa, se gli invitati oscillano tra 15 o 20.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TAGLIATELLE FATTE IN CASA CON PROSCIUTTO E ZUCCHINE – RICETTA N° 157

TAGLIATELLE FATTE IN CASA CON PROSCIUTTO E ZUCCHINE – RICETTA N° 157

Buon anno con la prima ricetta del 2015. Un primo piatto con le tagliatelle fatte in casa abbinate con zucchine e prosciutto cotto. Per essere celere vi ho messo 2 link, che potrete trovare in basso, continuando a leggere i vari passaggi. Nel primo troverete la ricetta e gli step necessari per realizzare la sfoglia all’uovo fatta in casa. Nel secondo invece, entrerete nella ricetta dei ravioli di ricotta e spinaci e continuando a leggere troverete spiegato il passaggio per stendere correttamente la sfoglia con il mattarello. Spero che la fine dell’anno sia stata divertente e piena di amici, come la mia. Per la prima volta, mi sono trovata nella condizione di non poter cucinare niente per i troppi impegni che avevo, e quindi questa volta ho avuto il piacere di assaggiare le portate che hanno cucinato le mie amiche. Si sono date un gran da fare e devo dire che hanno fatto un buon lavoro. A me quella sera è stato dato il compito di giudicare le portate come se fossi un giudice di Masterchef, ma devo dire con molta gioia che le mie amiche hanno davvero fatto un buon lavoro. Quindi nei prossimi giorni realizzerò 2 delle ricette che ho trovato davvero interessanti così da poterle pubblicare sul blog. Io vi auguro di veder realizzati in questo anno 2015 i vostri sogni e desideri chiusi nel cassetto, e che possiate avere di vero cuore una vita di salute e serenità che vi permetteranno di abbracciare nel modo migliore tutti i vostri sogni finalmente realizzati.

 

Dosi : per 4 persone
Preparazione : 30 minuti
Cottura : 45 minuti circa

 

Ingrediente per le tagliatelle :

farina g 200
2 uova
1 cucchiaio di olio
un pizzico di sale

 

Ingredienti per il condimento :

400 g di passata di pomodori
150 g di prosciutto cotto
150 g di zucchine
100 g di  carote
80 g di cipolla
60 g di porro pulito a rondelle
1 spicchio d’aglio
4 cucchiai di Grana grattugiato
50 ml di olio e.v.o.
sale e pepe q.b.

 

PREPARAZIONE :

Con gli ingredienti indicati preparate la pasta secondo la ricetta base, per vederla cliccate qui.Cliccando qui potete vedere e leggere i miei consigli su come stendere la pasta usando il mattarello ; una volta stesa la pasta tagliate la sfoglia a metà e sovrapponete i due semicerchi, lasciando la parte tagliata all’esterno.

Infarinate leggermente la doppia sfoglia e arrotolatela su se stessa cercando di non schiacciarla troppo.

Tagliate la sfoglia ottenuta con un coltello a lama liscia e larga in strisce di 8 mm circa.

Spolverate di farina le tagliatelle così ottenute aprendole con le mani e facendole allungare, mettetele da parte. Tenetele da parte fino al momento di cuocerle.
Se non avete tempo di farle potete usate quelle già pronte, per un peso di 750 g totali di tagliatelle.

Per il condimento procedete in questo modo : riducete a dadini ( io ho preferito farlo a listarelle )il prosciutto, la cipolla e il porro, fate soffriggere il tutto in un filo di olio.
Unite la passata di pomodoro, sale e pepe macinato e lasciate cuocere la salsa per 45 minuti circa a fuoco moderato.
Portate a bollore abbondante acqua salata che vi servirà per cuocere le tagliatelle.
In un’altra padella fate stufare le carote e le zucchine ridotte a rondelle insieme allo spicchio d’aglio schiacciato.

Cuocete le tagliatelle per il tempo necessario in acqua salata.

Infine unite la pasta scolata al dente e la salsa. e le zucchine e le carote ormai cotte (togliete l’aglio prima di unirli).
Mescolate velocemente per far insaporire le tagliatelle.

Spolverizzatele abbondantemente di formaggio grattugiato e servite subito.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RISOTTO CON ZUCCA E LATTE – RICETTA N° 130

RISOTTO CON ZUCCA E LATTE – RICETTA N° 130

Questa ricetta è buona, e vi farà fare comunque un figurone, perché la presenza del latte renderà questo piatto di un sapore vellutato. Ed è uno dei 2 modi in cui faccio il risotto con la zucca.
Quindi un bel risotto caldo e fumante, per la vostra festa di Halloween con gli amici o con i vostri familiari. Se siete intolleranti al lattosio potete tranquillamente usare il latte senza lattosio. Pare sia già arrivato il freddo che avevano previsto. Quindi questa ricetta capita proprio a pennello.

 

Dose : per 4 persone
Tempo totale : 30 minuti circa

 

Ingredienti :

300 g di riso ( io per il risotto uso quasi sempre il Carnaroli )
300 g zucca pulita e fatta a tocchetti piccoli
50 g di burro  ( io lo sostituisco con del buon olio e.v.o. )
40 g di cipolla
4 cucchiai di formaggio grattugiato ( o Grana o Reggiano )
500 ml di latte ( io uso quello senza lattosio )
700/ 800 ml circa di brodo vegetale
70 ml di vino bianco
sale e pepe in polvere q.b.

 

PREPARAZIONE :

Pulite la cipolla, fatela a pezzettini e fatela appassire con metà del burro, nella pentola dove cuocerete il risotto.

Aggiungete il riso, mescolate e fatelo tostare per 1-2 minuti.

Mettete il vino e fatelo sfumare.

Unite la zucca ridotta a dadini, sale e pepe e cominciate a cuocere il risotto, unendo a mestolini, il latte e il brodo caldi mescolati in parti uguali ( circa tre quarti di litro in tutto ).

Portate lentamente  a cottura, seguendo le indicazioni di cottura del riso usato.

Alla fine della cottura mantecate con il restante burro e 3/4 cucchiai di formaggio grattugiato.

Portate in tavola e servite.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

GNOCCHI DI ZUCCA – RICETTA N° 127

GNOCCHI DI ZUCCA – RICETTA N° 127

Questi gnocchi li ho cucinati diverso tempo fa, poco prima che la zucca sparisse dai banchi del mercato per ripresentarsi alla fine di questo agosto. E devo dire che ero un po’ diffidente sulla riuscita della massa e sulla bontà. Invece mi sono dovuta ricredere. Impasto perfetto, e gusto unico. Li ho sempre voluti provare a fare, fin da quando, vivevo da sola. Ricordo, che a suo tempo, facevo la spesa in un discount vicino casa, che vendeva gli gnocchetti di zucca in busta. Ma una volta cotti, tutto mangiai, fuorché, gli gnocchi con la zucca. O meglio ancora, quello che era rimasto degli gnocchi che avrebbero dovuto contenere la zucca come ingrediente principale. Quello che ritirai su, dallo scolapasta, furono pochissimi gnocchi, perché il resto si era sgretolato e sciolto all’istante, appena li ho messi nell’acqua in ebollizione ; e delusione più concreta non sapevano affatto di zucca. Non sapevano proprio di niente. Quando sono andata a leggere gli ingredienti, la percentuale di zucca era davvero poca rispetto a tutte le altre cose descritte all’interno. Ormai sapete l’amore che ho per questo ortaggio, quindi perché non provarci per davvero, visto che rimandavo e rimandavo da anni ? Per me è stato un risultato soddisfacente. Se li vorrete provare per la vostra festa di Halloween, rimarrete soddisfatti anche voi per il risultato. Solitamente si consiglia di condire questi gnocchi con il burro fuso e salvia, perché il condimento non deve sovrastare un gusto così delicato come questo, ma se questo accostamento non vi piace, potete condire i vostri gnocchi di zucca anche con del sugo di pomodoro semplice, ma sempre spolverati di Parmigiano o Grana grattugiati. Io sono alle prese con l’organizzazione della cena di Halloween a casa di amici, anche quest’anno faremo un menù a base di zucca.  E voi vi state organizzando ? Forza allora, coraggio, scegliete qualche mia ricetta eppoi fatemi sapere cosa avete scelto.

Un’abbraccio a tutti e buona giornata.

 

Dose : per 4 porzioni
Preparazione : 1 ora
Cottura zucca : 30 minuti

 

Ingredienti :

350 g di patate farinose già sbucciate
350 g di polpa di zucca già pulita
150 g di farina 0
150 g di farina di semola
1 uovo, sale q.b.
80 g di burro
4 cucchiai di formaggio grattugiato (o grana grattugiato o Parmigiano) + q.b. da spolverare come condimento
noce moscata
pepe q.b.
qualche foglia di salvia fresca (potete sostituirla anche con quella secca come me)

 

PREPARAZIONE :

Tagliate a tocchetti la zucca e mettetela a cuocere in forno per 30 minuti a 180°.

Lessate le patate fatte a cubetti fino a che saranno morbide e schiacciatele con il passapatate, e mettetele in una ciotola.

Quando la zucca è cotta, scolatela dal liquido senza buttarlo, conservatelo per altre preparazioni come un brodino di verdure (contiene comunque sostanze nutritive).
Schiacciate con una forchetta la polpa di zucca (se preferite frullatela con il frullatore a immersione).

Riprendete la ciotola dove a avete già schiacciato le patate, aggiungete la polpa di zucca schiacciata, 4 cucchiai di formaggio grattugiato che avete scelto, le farine, il sale, il pepe, la noce moscata e l’uovo.

Amalgamate il tutto e impastate su una spianatoia o su un piano di lavoro, come per gli gnocchi di patate (cliccate qui per vedere il procedimento) aggiungendo se serve un’altro po’ di farina.

Fate dei bastoncini lunghi, tagliateli a pezzetti di 2 cm circa.

Schiacciateli con il dito sul rovescio della grattugia per dargli la caratteristica forma.

Man mano che li fate, adagiateli su un un vassoio spolverato di farina.

Gettateli in una pentola con abbondante acqua calda in ebollizione, e quando vengono a galla lasciateli cuocere ancora un minuto.

Usate uno scolapasta per scolarli, e metteteli nella padella dove avrete sciolto il burro fuso e salvia, oppure con un sughetto caldo di pomodoro. Spolverate con abbondante formaggio grattugiato a piacere, mescolate, impiattate e servite caldi.

Ecco un particolare visto da vicino

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

FUSILLI CON FICHI PANCETTA E SCAGLIE DI GRANA PADANO – RICETTA N° 115

FUSILLI CON FICHI PANCETTA E SCAGLIE DI GRANA PADANO – RICETTA N° 115

Dietro suggerimento di un cliente, il mio compagno mi ha riportato a casa un po’ di fichi e la pancetta affumicata, chiedendomi di fare un primo di pasta con questi ingredienti per il giorno dopo. Questo, è quello che ne è uscito fuori. Provatela prima che finiscano i fichi, eppoi raccontatemi …. Io ho apprezzato tantissimo questo accostamento di sapori. Anche se non è autunno, ho racchiuso la ricetta tra quelle autunnali, visto che i fichi sono presenti ancora per qualche settimana e per tutto il mese di settembre, quindi fino all’inizio dell’autunno.

Buona giornata a tutti, scappo a preparare la prossima ricettina.

 

Dose : per 2 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 15 minuti

 

Ingredienti :

5 fichi di media grandezza
100 g di pancetta affumicata a cubetti
salvia fresca o secca
60 g di Grana Padano o pecorino grattugiati a scagliette
160 g di pasta formato fusilli ( ma potete mettere anche un formato di pasta all’uovo fresca )
1 cipollina piccola
sale q.b.
olio e.v.o. q.b.
pepe nero in polvere q.b.

 

PREPARAZIONE :

Cominciate mettendo l’acqua a scaldare sul fuoco, fino a portarla a bollore. Versate la pasta e cuocete 1 minuto in più della cottura al dente. Nel frattempo, lavate con delicatezza i fichi, spellateli e fateli a pezzetti piccoli con il coltello.

Pulite e fate a tocchetti la cipolla, mettetela a stufare in una padella con un pochino di olio per qualche minuto, aggiungete la pancetta e fate soffriggere per circa 3 minuti.

Aggiungete i fichi a pezzetti, mescolate, e ricoprite con un mestolo di acqua di cottura della pasta, aggiungendo un’altro pochino di acqua se si dovesse ritirare troppo. Cuocete per il tempo di cottura della pasta.

Due minuti prima della fine della cottura aggiungete un pochino di salvia ( se avete quella fresca, 2 foglioline sono sufficienti ). Scolate la pasta, e mantecatela in padella aggiungendo il Grana Padano o il pecorino grattugiato a scagliette. Completato con un pizzico di pepe in polvere.

Mescolate e impiattate  eeeeehhhhhhhh    BUON APPETITO !!!!

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTINO DI RISO ZUCCA E PORRO – RICETTA N° 113

TORTINO DI RISO ZUCCA E PORRO – RICETTA N° 113

Qualche giorno fa, non sapevo che ricetta proporre per oggi, e così, dal momento che mi trovavo su facebook, e parlavo in chat con la mia amica Piera di Maratea, ho pensato bene di chiederle quale categoria di ricetta gli faceva piacere leggere sul blog. Lei mi ha consigliato un primo di riso, e quindi ecco la ricetta che ho scelto. Grazie mille Piera, sei stata davvero preziosa. Questa è una ricetta che ho cucinato diverso tempo fa, che avevo visto su internet in varie versioni e io l’ho realizzata con quello che avevo in casa in quel momento e aggiungendo qualche ingrediente in più. Per farla mangiare anche a mia sorella che è celiaca ho usato la panna di soia senza glutine, ma se voi non avete problemi, potete usare la panna o la besciamella normali.  Se non riuscite a trovare i porri e volete comunque realizzare questa ricetta, sostituiteli con la cipolla o dello scalogno. Nel congedarmi da voi oggi, desidero in primis, fare gli auguri di buon compleanno a due mie amiche, sorelle gemelle, Silvana e Maria. E visto che ci troviamo al 31 di agosto, saluto tutti voi che mi leggete, con le parole di Ennio Flaiano, famoso sceneggiatore, scrittore, giornalista, umorista, critico cinematografico e drammaturgo italiano, nato a Pescara nel 1910  su una delle stagioni più belle che possiamo godere nella nostra vita : Non c’è che una stagione : l’estate.Tanto bella che le altre le girano attorno. L’autunno la ricorda, l’inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla.

Buona giornata di fine agosto a tutti.

 

Dose : per 12/14 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 1 ora

 

Ingredienti :

550 g di riso Carnaroli
470/500 g di zucca
1 litro di brodo vegetale
mezzo bicchiere di vino bianco
50 g di burro
4 cucchiai di olio e.v.o.
80 g di Grana padano grattugiato
150 g di formaggio brie o taleggio o camoscio d’oro
1 porro o cipolla o scalogno
200 ml di panna o besciamella di soia senza glutine
sale q.b.

 

PREPARAZIONE :

Sbucciate la zucca, privatela dei semi e fatela a cubetti.

Mettetela a cuocere in una padella, con l’olio e con un pochino di acqua, coprite con il coperchio, a fuoco medio per circa 20/25 minuti o fino a che risulterà morbida dopo di che frullatela con il frullatore ad immersione.

In un tegame sciogliete il burro e soffriggetevi il porro tagliato a cubettini piccoli, per 3 minuti. Aggiungete il riso e fatelo tostare per 2 minuti a fuoco vivace, mescolando, sfumate con il vino.

Una volta evaporato il vino, aggiungete la zucca frullata e un mestolo di brodo alla volta, portando lentamente a cottura, mescolando per non far attaccare.

A cottura ultimata, aggiungete il Grana Padano grattugiato lasciandone 2 cucchiai da parte, il formaggio che avete scelto a cubetti, e la panna o besciamella di soia, mescolate per far sciogliere il tutto. Assaggiate e se serve aggiustate di sale.

Versate il tutto in uno stampo a cerniera di cm 26/28 di dm, spolverate con un pochino di grana in superficie e infornate in forno caldo a 190/200° fino a che la superficie del tortino si sarà dorata.

Lasciate intiepidire il tutto prima di sfornarlo e tagliarlo a fette.

Buon appetito !!!

Essendo un piatto a base di zucca, vi ricordo, anche se con molto anticipo, che potete inserirlo, come piatto per la vostra festa di Halloween prossima avvenire 2014.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

GNOCCHI DI PATATE – RICETTA N° 94

GNOCCHI DI PATATE – RICETTA N° 94

Buongiorno a tutti. Il tempo non concede tregua, a quanto pare è brutto in tutta Italia. Allora ho deciso di pubblicare la ricetta per fare gli gnocchi, visto che si sono anche abbassate le temperature, sarà piacevole mangiare qualcosa di caldo per pranzo. A chi non piacciono? Credo veramente a pochi. Una volta si diceva che gli gnocchi si mangiavano il Giovedì, ma oggi è possibile mangiarli tutti i giorni della settimana perché li si può comprare confezionati. Niente di più sbagliato. Che compriate quelli confezionati o già pronti in un negozio di pasta fresca, sappiate che non ci sono le patate, bensì la farina di patate o fiocchi di patate per non parlare dei conservanti in quelli già imbustati.  La cucina italiana contempla molti tipi di gnocchi. Oltre a quelli di patate, infatti, ve ne sono altri preparati con farine di vario tipo, i più noti son senz’altro quelli di semolino, per proseguire con quelli di pane raffermo, di altri ortaggi e frutta o ancora di ricotta.  Morbidi, gustosi, di tanti sapori e colori a seconda degli ingredienti, sono un gioioso invito al convivio e banchetti gioiosi. Un piatto nutriente che appartiene alla tradizione gastronomica di tutte le nostre regioni.  Gli gnocchi sono una delle cose che non compro mai, preferisco farmeli da me, e quindi, eccovi la ricetta di base, allora coraggio, mani in pasta e divertitevi a crearli da voi. Tenete presente che per ogni chilo di patate ( quantità per 5/6 persone ), servono 300 g di farina, io metto metà di semola e metà di farina 0, 1 uovo e 2-3 pizzichi di sale e se volete un pizzico di noce moscata. Le patate devono essere farinose, delle stesse dimensioni per lessarle al meglio. Volete gnocchi colorati ? Aggiungete all’impasto zafferano, spinaci, pomodoro o altro. Potete anche servirli insieme di vari colori.  Bene spero di avervi dato un’idea sul pranzo di oggi, se volete prepararne di più la Domenica quando avete gente a pranzo raddoppiate le dosi. In attesa che torni il bel tempo, vi auguro una buona giornata, rallegrate il vostro palato con un bel piatto di gnocchi fumanti con il sughetto che avete scelto. Nelle foto vedrete una quantità maggiore di gnocchi, io e Nonna Lina, amica di famiglia e cara vicina di casa, abbiamo impastato 3 kg di patate e 900 g di farina, per una grande tavolata, in occasione di un sontuoso pranzo domenicale di qualche mese fa’. Speriamo che torni presto il bel tempo, ebbene lo confesso, non avevo avuto occasione di andare al mare nelle scorse settimane, e quando lo avevo deciso, ha cominciato a piovere e a fare brutto tempo.

Ho in serbo per voi, un paio di ricette, che potrete preparare per un gustoso pranzo da mangiare sulla spiaggia, siete curiosi di cosa si tratta ??? Continuate a seguirmi, non ve ne pentirete !!!

 

Dose : 5/6 porzioni
Preparazione : 1 ora
Cottura totale : 1 ora

 

Ingredienti :

1 kg di patate farinose
150 g di farina di semola rimacinata di grano duro
150 di farina 0
la farina q.b. per il piano di lavoro
2-3 pizzichi di sale
1 uovo medio-grande
1 pizzico di noce moscata ( facoltativo )

 

PREPARAZIONE :

Sciacquate le patate sotto il rubinetto dell’acqua corrente. Cuocetele con la buccia in acqua fredda, facendole bollire in abbondante acqua salata, cuocetele a fuoco medio per 45 minuti, fino a che inserendo una forchetta la patata risulterà morbida all’interno.

Sbucciatele e passatele calde allo schiacciapatate.


Quando il passato sarà tiepido mettete al centro le farine, l’uovo, il sale e la noce moscata che servirà per insaporire il tutto.

Lavorate impastando fino a quando l’impasto sarà uniforme e della giusta consistenza.

Dividete l’impasto in pezzi, rotolateli sulla spianatoia infarinata e ricavatene dei cilindretti.

Con un coltello tagliateli a pezzetti e ricavate gli gnocchi.

Schiacciateli leggermente sul rovescio di una grattugia o sull’apposito  taglierino rigato o come faccio io sui rebbi di una forchetta,  lasciateli lisci se decidete di farli piccoli.

Spolverizzate di farina dei vassoi sul quale posizionare gli gnocchi man mano che li preparate.

Versatene pochi alla volta in acqua salata a bollore.

Scolateli delicatamente con un mestolo forato non appena vengono a galla.

Conditeli con il sugo o salsa che avete scelto, spolverate di eventuale formaggio grattugiato e versateli nel vassoio che porterete in tavola.
Ed ecco gli gnocchi pronti, io li ho conditi con un sughetto semplice con un pochino di carne macinata e parmigiano grattugiato.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

 

 

 

ZUPPA CON PASTA MISTA ZUCCA E FAGIOLI – RICETTA N° 89

ZUPPA CON PASTA MISTA  ZUCCA  E FAGIOLI – RICETTA N° 89

Buongiorno a tutti, oggi vi scrivo una ricettina a base di zucca, in commercio stanno quasi in esaurimento, quindi, prima che ci lasci per tornare poi alla fine dell’estate, assaggiate questa bontà. Occhio: non è una ricetta veloce. La ricetta lo adocchiata, mentre ero una Domenica a pranzo da mia madre, e mentre aspettavo di andare a tavola, mi sono messa a sfogliare un suo libro di cucina. Quando ho visto questa ricetta, non ho saputo resistere, questo colore arancione della foto e la zucca mi hanno conquistata. L’autrice della ricetta è della maestra di cucina Palma D’onofrio, pugliese di origine, romana di adozione, entrata a far parte del cast di maestri di cucina della trasmissione ‘La prova del cuoco nel 2006, e diventata la responsabile dei Maestri di cucina della trasmissione TV sempre lo stesso anno. La ricetta faceva parte di una serie a volumi, in vendita nelle edicole. Questa è tratta dal volume 1° Antipasti e primi. Io ho usato i fagioli che avevo messo nel congelatore, e fatto qualche piccolo cambiamento qua e là.

Con questo primo a base di verdure vi auguro una buona giornata.

 

Dose: 4 persone
Preparazione: 1 ora
Cottura: 1 ora e 20 minuti

 

Ingredienti:

200 g di pasta mista o del tipo che piace a voi
500 g di zucca
2 patate
2 cipolle
2 carote
2 coste di sedano
200 g di fagioli borlotti  già lessati
100 g di pancetta
brodo vegetale q.b.
olio e.v.o.
sale e pepe q.b.
1 foglia di alloro
qualche ago di rosmarino

 

PREPARAZIONE:

Se usate i fagioli congelati come me, fateli cuocere in acqua abbondante per 2/3 ore a fuoco basso con 1 cipolla e 1 foglia di alloro, salateli solo alla fine. Una volta cotti metteteli da parte. Altrimenti usate quelli già cotti in scatola.

In una pentola di coccio o di alluminio, fate rosolare la pancetta tagliata a cubetti insieme a cipolla, sedano e carota, mondati sbucciati, lavati e tagliati a fettine o a cubetti, per 15 minuti.

Mondate la zucca e le patate, lavatele e affettatele, a cubetti le patate e a fettine piccole la zucca, unitele al soffritto, aggiungete il rosmarino, mescolate a fuoco vivace per 3 minuti circa.

Aggiungete 1 litro di brodo bollente e proseguite la cottura per 30 minuti.

Passato il tempo unite i fagioli precedentemente lessati, il sale e il pepe, e fate cuocere ancora per 30 minuti.
Lessate la pasta per 5 minuti in acqua bollente salata, scolatela e unitela alla minestra, e aggiungete altro brodo se si fosse asciugata troppo, cuocete fino a quando non sarà cotta.

Fate riposare la zuppa nella pentola di cottura per 30 minuti prima di portarla a tavola.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RISOTTO DELL’ORTO – RICETTA N° 88

RISOTTO DELL’ORTO – RICETTA N° 88

Buongiorno a tutti e benvenuti nel mio blog.  La ricetta che vi propongo oggi  la preparo quando ho poco tempo, perché è facile, veloce, buona e sana. Nel mio frigorifero gli ingredienti che non mancano mai sono carota, zucchina, sedano e cipolla, fondamentali per la riuscita di pranzetti o cene veloci da cucinare. Inoltre non amo il dado. L ‘ho praticamente bandito da anni, avendo trovato sempre due degne sostituzioni: uno è il dado vegetale fatto in casa, e l’altro un brodo veloce fatto con gli odori che ho sempre a disposizione. Adoro il risotto. E amo prepararlo a regola d’arte, almeno due volte la settimana.  L’ho chiamato così, perché ho usato gli ortaggi che avevo nel frigo. Un piatto leggero ma comunque pieno di gusto.

Per oggi è tutto, vi auguro una buona giornata.

Dose: per 2 persone
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 20 minuti

 

Ingredienti per il brodo:

mezza carota
mezza zucchina
mezza cipolla
2/3 foglie di bieta o di spinaci
sale q.b.

Ingredienti per il risotto:

1 carota
1 zucchina
mezza melanzana
200 g di riso Carnaroli
olio e.v.o. q.b.
(mezzo dado se non volete usare ne il brodo fresco ne il dado fatto in casa, usate quello in scatola)
mezzo bicchiere di vino bianco
1 cucchiaio di Grana o Reggiano grattugiati

 

PREPARAZIONE:

Preparate il brodo vegetale con gli ingredienti elencati sopra, cliccate qui per vedere come, o usate il dado fatto da voi, cliccate qui per vedere come.

Mondate, sbucciate e lavate le verdure, fateli a tocchetti e mettetele in una pentola con 3/4 cucchiai di olio a soffriggere per circa 10 minuti, mescolate per non far attaccare.

Aggiungete il riso, e fatelo tostare per 2 minuti.

Aggiungete il vino e fatelo sfumare completamente.

Da questo momento aggiungete il brodo caldo, un mestolo alla volta, senza aggiungere l’altro se il primo non è stato assorbito completamente.

Portate a cottura, aggiungete 1 cucchiaio d’olio e 1 cucchiaio di Parmigiano  o Grana grattugiati, e mantecate per 2 minuti coprendo con il coperchio. Dopo di che impiattate.

Ed ecco il risotto dell’orto.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

MAFALDINE CON I CARCIOFI – RICETTA N° 86

MAFALDINE CON I CARCIOFI – RICETTA N° 86

Questo è un’ottimo primo piatto, buono per la presenza dei carciofi e caratteristico per la presenza di un pesto molto gustoso fatto con le alici sott’olio, le olive verdi snocciolate, i capperi e il prezzemolo. E’ una ricetta di famiglia, mia suocera la propone o come primo piatto del venerdì, o come gustoso piatto della Domenica. Provatelo e poi fatemi sapere come è andata.

Vi auguro un buon fine settimana, e ci vediamo domani con la ricetta di una torta buonissima.

 

Dose: per 5/6 porzioni
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 30 minuti totale

 

Ingredienti:

10 cuori di carciofo
2 confezioni di olive verdi snocciolate (comprate quelle che sono a bagno nella salamoia)
70/80 g di alici sott’olio
1 ciuffo grande di prezzemolo fresco
1 cucchiaino di capperi sotto sale
olio e.v.o. q.b.
2 spicchio d’aglio
500 g di pasta tipo mafaldine

 

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa, pulite i carciofi e tagliateli a listarelle, metteteli a cuocere a fuoco medio in una capiente padella con 1 spicchio d’aglio e qualche cucchiaio di olio.

Mentre i carciofi cuociono, mettete a bollire l’acqua per la pasta in una capiente pentola.

Ora dedicatevi a preparare il pesto mettendo in un robot da cucina le olive verdi che avete precedentemente sgocciolate in un colino, le alici, il prezzemolo, i capperi che avrete dissalato sotto l’acqua corrente, lo spicchio d’aglio rimanente a cui avrete tolto l’anima, e un mezzo bicchiere di olio. Frullate per 1 minuto.

Dovrete ottenere un pesto, aggiungete altro olio se serve.

Cuocete le mafaldine. In una ciotola mettete il pesto, e una volta cotta la pasta, scolatela e conditela con il pesto nella ciotola,  aggiungete i carciofi, mescolate e impiattate.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA