Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

DOLCI

torte-immagine-per-categoria1

I dolci sono la mia passione, realizzati grazie all’utilizzo d’innumerevoli ingredienti.
I dolci variano molto non solo negli ingredienti ma anche nei metodi di cottura che vanno dalla frittura al forno, fino a quelli che invece non vanno cotti affatto.
Le ricette dei dolci sono probabilmente quelle con le quali si può giocare maggiormente di creatività e che in un certo senso danno anche più soddisfazione e piacere nella realizzazione.

TORTA IN PADELLA

TORTA IN PADELLA - RICETTA N° 230

INGREDIENTI per 500gr.

3 uova medie

130 ml di olio di arachide

160 ml di latte vegetale

160 g di zucchero di canna

70 g di farina tipo 2

230 g di farina tipo 1

la buccia grattugiata di 3 limoni grandi biologici

il succo di mezzo limone

1 bustina di lievito per dolci

zucchero a velo q.b.

75 minuti

12/15 porzioni

facilissima

Diario di bordo
Ho girovagato sul web per vedere le varie ricette, dopo di che ho elaborato questa mia personale versione. Visto il continuo caldo a cui siamo sottoposti l’estate ogni anno sto pensando ad una serie di ricette da realizzate sul fornello senza utilizzare in forno, che vi daranno lo stesso un risultato garantito.

La torta in padella è una furbata pazzesca, l’impasto viene cotto come se fosse una frittata, a fuoco basso e con il coperchio  e non vi nascondo la mia soddisfazione nell’assaggiare un dolce davvero buono. La torta in padella è utile non solo nelle giornate estive più calde, ma anche in tutte quelle situazioni in cui nell’appartamento dove abitiamo c’è un forno che non funziona.  la torta in padella è morbidissima, profumatissima e delicatissima. 

Ho deciso di cominciare con una torta semplice che piace a tutti, un dolce che potete inzuppare nel latte o nel tè a colazione o merenda con un gustosissimo sapore di limone. Vi meraviglierete di ottenere un dolce così buono anche senza usare il forno di casa. Non avete idea di quante cose si possono cucinare alla stessa maniera. Con il tempo troverete tante ricette interessantissime a cui non rinuncerete grazie a questo stratagemma. Quindi estate calda non ti temiamo, tanti piatti della tradizione cotti in padella invece che in forno. Per oggi è tutto, vi lascio i miei saluti e vi auguro uno splendido weekend.

la ricetta passo passo

...et voilà la golosità

Varianti

Se non trovate i limoni, potete sostituirli con l’arancia senza trattamento o con i semini di una bacca di vaniglia, oppure utilizzare il tris di aromi che uso spesso per fare torte e biscotti : limone cannella e vaniglia. Oppure potete fare la torta utilizzando ad esempio delle mele, o lo yogurt o addirittura il cacao. Se non avete problemi di intolleranza come me, usate tranquillamente il latte che preferite, lo zucchero bianco, un solo tipo di farina e l’olio di semi che preferite.  

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

SBRICIOLATA AL CACAO CON RICOTTA CREMA SPALMABILE ALLA NOCCIOLA E CIOCCOLATO FONDENTE – RICETTA N° 221

SBRICIOLATA AL CACAO CON RICOTTA CREMA SPALMABILE ALLA NOCCIOLA E CIOCCOLATO FONDENTE – RICETTA N° 221

La torta sbriciolata si chiama così per il tipo di impasto con cui la si prepara che infatti non è compatto ma si sbriciola tra le mani anche nel corso della preparazione. E’ uno dei dolci più gustosi e allo stesso tempo più facile da preparare. Quindi come primo dolce dell’anno non poteva mancare una torta da veri golosauri. Ve ne innamorerete solo a leggere il titolo della ricetta. Per realizzarla mi sono ispirata alla ricetta di Elena Amatucci, ma come al solito io ho poi fatto le mie solite sostituzioni dovute alle mie intolleranze alimentari. Se voi non avete problemi, usate tranquillamente gli ingredienti della ricetta originale.

Cominciamo l’anno in dolcezza : SWEET 2016 a tutti !!!

 

Dose : per uno stampo di cm 24 di dm /porzioni 10/12
Preparazione : 25 minuti circa
Cottura : 30 minuti

 

Ingredienti :

260 g di farina 0 o di farro
130 g di zucchero di canna chiaro
40 g di cacao amaro
100 g di burro senza lattosio
mezzo cucchiaino di lievito per dolci VEGAN a base di cremor tartaro
1 uovo di media grandezza

 

Ingredienti per la farcia :

350 g di ricotta senza lattosio
200 g di crema spalmabile alla nocciola
100 g di zucchero di canna chiaro
100 g di cioccolato fondente
q.b. di vaniglia in polvere BIO

 

PREPARAZIONE :

All’interno di una ciotola mescolate farina, cacao, zucchero e lievito.
Aggiungete il burro freddo a pezzetti. Lavorate gli ingredienti con la punta delle dita, fino ad ottenere un composto sabbioso.

Infine aggiungete l’uovo e mescolate fino ad ottenere delle grosse briciole.

Prendete uno stampo a cerniera di cm 24 e rivestitelo di carta forno sulla base. Metteteci due terzi dell’impasto, schiacciando per bene la base e i bordi.
Versateci la crema spalmabile alla nocciola. Livellatela con attenzione e delicatezza.

Amalgamate la ricotta con lo zucchero e la vaniglia in polvere, dopo di che aggiungete il cioccolato fondente tritato grossolonamente.

A questo punto versate la crema di ricotta sopra lo strato di crema spalmabile e livellate per bene.

Infine fate cadere a pioggia l’impasto rimanente. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti circa.

Lasciate raffreddare completamente la torta, dopo di che mettetela un paio d’ore in frigorifero. Tiratela fuori una trentina di minuti prima di servirla.

Ed ecco un particolare della fetta vista da vicino.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TRONCHETTO DI NATALE – BUCHE de NOEL – RICETTA N° 220

TRONCHETTO DI NATALE – BUCHE de NOEL – RICETTA N° 220

Il Buche de Noel è un dolce della tradizione francese tipico del natale, che ricorda nella forma, il ceppo di legno, simbolo natalizio di parecchi paesi del Nord Europa. Il ceppo di natale è considerata una delle più antiche tradizioni natalizie ; questa usanza risale almeno al XII secolo, che fino al XIX secolo, inizio XX secolo, era molto diffusa in vari Paesi Europei, dalla Scandinavia e la Gran Bretagna fino alle Alpi e le penisole balcanica e iberica. Il ceppo veniva estratto dalla parte più grossa dell’albero, che generalmente era una quercia o il castagno, perché questi legni erano in grado di grado di  garantire una lenta combustione. Il ceppo veniva conservato nella legnaia fino alla vigilia di Natale, giorno in cui, il capofamiglia lo bruciava nel camino di casa simboleggiando l’atto di riscaldare il bambino Gesù. Il ceppo veniva poi lasciato ardere fino all’Epifania. I resti venivano conservati (in quanto si attribuivano loro proprietà magiche) e riutilizzati per far accendere il ceppo dell’anno successivo. Da questa tradizione deriva quella del dolce chiamato appunto TRONCHETTO DI NATALE.

Questa delizia viene realizzato con un rotolo di pasta biscotto arrotolato. Io l’ho farcito con una marmellata di frutti di bosco e una leggera velatura di panna montata senza lattosio, ricoperto da una squisita ganache al cioccolato.  Voi potete farcirlo e decorarlo come più vi piace, sono sicura che la vostra fantasia non avrà confini.

E quale occasione migliore, che prepararlo per il giorno di natale ? Preparate il mio tronchetto, ne resterete estasiati ve lo assicuro. Nel blog trovate un’altra versione di pasta biscotto, cliccate qui per vederla. Un grazie come al solito alla mia amica Martina per essermi stata d’aiuto e di supporto nel preparare i vari passaggi, anche per le foto che mi ha fatto.

 

Dose : per 10/12 persone
Preparazione : 40 minuti
Cottura : 20 minuti + 1 ora di raffreddamento

 

Ingredienti  :

4 uova medio-grande
1 pizzico di sale
100 g i zucchero di canna chiaro
50 g di farina 0 o di farro
50 g di fecola di patate
1 pizzico di bicarbonato di sodio
1 limone solo la scorza grattugiata o i semi di una bacca di vaniglia (io ho utilizzato la vaniglia bourbor del Madagascar in polvere BIO nella quantità di una punta di 1 cucchiaino da caffè)
150 g di confettura di frutti di bosco
150 ml di panna da montare senza lattosio
150 g di cioccolato fondente
2 pugni di granella di zucchero
q.b. di zucchero a velo



PREPARAZIONE :

Separate i tuorli dagli albumi. Montare questi ultimi a neve ferma con un pizzico di sale.
Montate ora i tuorli con lo zucchero per 10 minuti circa fino a rendere tutto gonfio e spumoso.

Aggiungete la scorza del limone o vaniglia, il pizzico di bicarbonato, la farina setacciata e la fecola.

In ultimo incorporate gli albumi che avete montato a neve in circa 3 riprese,  con una frusta, con un movimento dall’alto verso l’alto per non smontare il composto.

Prendete una leccarda da forno, copritela con della carta forno. Stendete il composto ottenuto con una spatola, livellando il più possibile.

Infornate in forno preriscaldato a 180° per 10 minuti circa. Il mio forno è più veloce, è pronto a 8 minuti, quindi state attente, ogni forno è diverso dall’altro.

Una volta cotto, disponete sul vostro piano di lavoro un foglio di carta forno, rovesciateci sopra la pasta biscotto, quindi staccate con delicatezza quella utilizzata per la cottura.

Coprite la pasta con un’altro foglio di carta forno, e arrotolatela mentre è ancora calda. Questa operazione vi permetterà di arrotolare la pasta senza alcune problema o aver paura di romperla.
Lasciate così per 1 ora.

Dalla dose totale della panna, toglietene circa 50 ml e montatela con le fruste. Mettete da parte. Non c’è bisogno di zuccherarla.

Nel frattempo preparate la ganache con il fondente.
Mettete la restante panna in un pentolino a scaldare, e appena sarà calda quasi a sfiorare il bollore, scendeteci il cioccolato fondente fatto a scaglie.

Mescolate per amalgamare i due composti.

Fate raffreddare completamente eppoi mettetelo in frigorifero a raffreddare, perchè il tutto deve essere montato con le fruste. Questa operazione potete farla qualche ora prima, così la ganache avrà tutto il tempo per solidificarsi e montare per bene. Passato il tempo necessario, montate la ganache ben fredda.

Riprendete il rotolo ormai freddo e la panna che avete montato prima e messo da parte. Apritelo e stendeteci prima la confettura e dopo un velo di panna montata.

Arrotolate nuovamente la pasta biscotto, avvolgendola con della carta forno, e mettetela in frigorifero per circa 30 minuti. Una volta raffreddato, riprendete il rotolo, tagliate trasversalmente le due estremità e mettetele da parte.

Poggiatelo sul piatto da portata e ricopritelo con la ganache di panna e cioccolata. Poi poggiate le due estremità precedentemente tagliate, facendole aderire sulla ganache, una sopra il dolce e la seconda di lato per dargli la caratteristica forma di tronchetto.
Ricoprite con la ganache le due estremità, dopo di che, con i rebbi di una forchetta procedete a fare le striature classiche del tronchetto di Natale.

Mettete in frigorifero a riposare fino al momento di servirlo. Spolverate con della granella di zucchero e dello zucchero a velo per dare le sembianze dei fiocchi di neve.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PUMPKIN PIE – crostata di zucca speziata per rendere più dolce la serata di Halloween – RICETTA N° 217

PUMPKIN PIE – crostata di zucca speziata per rendere più dolce la serata di Halloween – RICETTA N° 217

Eccoci arrivati finalmente al giorno decisivo. Halloween è arrivato, e tutti, chi più, chi meno, si prepara a festeggiare in serata questa festa, fatta di mostri, streghe, zombi e ogni sorta di cosa che può incutere terrore. Questa è una torta buonissima, si fa in un paio d’ore circa, e più sta, più è buona.  Ho preparato questo dolce per la prima volta, l’anno scorso, seguendo la ricetta dal libro AMERICAN BAKERY di Laurel Evans, ma poi siccome le foto, non mi erano uscite un gran che, non l’ho pubblicata. Due giorni fa, armata fino ai denti, e decisa che niente dovesse andare storto ho messo mano alla mia zucca e alla mia macchinetta fotografica e l’ho preparata insieme alla mia amica Martina. Questo che vedete è il risultato. L’unica differenza rispetto alla ricetta del libro è che ho voluto usare come base per la torta la ricetta della mia pasta frolla, e non quella della Pie crust, che altro non è che una sorta di pasta brisè. Inoltre, ho usato il miele di castagno al posto della melassa che non avevo. Preparatela e vedrete che rimarrete estasiati come lo siamo rimaste noi. Lasciatemi fare un grande tributo alla mia amica Martina, che grazie alla sua disponibilità e manodopera, mi ha allietato durante i pomeriggi in cui ci siamo incontrate per realizzare le ricette per Halloween. Continuate a seguirmi, le mie collaborazioni, non finiscono qui, ne vedrete delle belle. Ora vi lascio alla vostra buona giornata, e auguro a tutti una piacevole serata, e si, spero vivamente con qualche mia ricetta sulle vostre tavole.

Buon Halloween a tutti voi.

 

Dosi : per uno stampo di cm 26 di dm (io ho usato il ruoto per la pastiera)
Preparazione : 1 ora
Cottura : + di 1 ora per la zucca – 35/40 minuti per la crostata

 

Ingredienti :

1 dose di pasta frolla clicca qui per leggere dosi e procedimento
1 kg di zucca privata dei semi e con la buccia (io ho dimenticato di togliere i semi-l’ho fatto dopo)
180 g di zucchero
20 g di miele di castagno
1 cucchiaino di zenzero in polvere
2 cucchiaini di cannella in polvere
mezzo cucchiaino di noce moscata grattugiata
un quarto di cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
mezzo cucchiaino di sale
180 ml di latte
180 ml di panna liquida fresca
3 uova grandi
panna semi montata per servire q.b.

 

PREPARAZIONE :

Preriscaldate il forno a 200°gradi. Coprite il kg di zucca con un foglio di alluminio, con i lati rivolti verso l’alto. Cuocete per 1 ora o finché la zucca non sarà morbida. Sfornate e fate raffreddare a temperatura ambiente prima di eliminare la scorza e i semi. Frullate la polpa fino a renderla una purea, pesatene 500 g e mettete da parte. Conservate la zucca in esubero in frigorifero o nel congelatore, usatela per altre preparazioni. Come questa ad esempio, cliccate qui per leggere.

Mentre la zucca cuoce preparate la pasta frolla leggendo il link che vi riporta alla ricetta e mettete in frigorifero coperta con una pellicola per 30 minuti.

In una pentola, fate cuocere la purea di zucca con lo zucchero, il miele, le spezie e il sale. Mescolate costantemente per 5 minuti o finché il composto non si sarà asciugato (se ci sono ancora dei grumi di zucca, frullate il tutto un’altra volta). Prima di fare questa operazione tirate fuori dal frigo la pasta frolla per farla stemperare, questo vi permetterà di stenderla al meglio.

Trasferite il miscuglio in una ciotola ampia e sbattete con una frusta elettrica.
Continuate a mescolare versando a filo il latte.

E la panna.

Unite le uova, una alla volta, sbattendo brevemente il composto dopo ogni aggiunta e raschiando bene i bordi della ciotola per amalgamare il tutto.

Stendete la pasta frolla, e mettetela nello stampo unto di burro. Aiutatevi con la carta forno per fare questa operazione. Con un coltello affilato, rifilate per bene il bordo della pasta frolla (con la pasta frolla avanzata potete fare dei biscottini).

Versate nella pasta frolla il composto liquido appena preparato, e infornate in forno preriscaldato a 190° gradi per circa 35/40 minuti.

La torta sarà pronta quando il ripieno sarà gonfio e asciutto sui bordi, ma ancora leggermente tremolante al centro. Sfornate e fate raffreddare su una gratella per almeno 1 ora. Servite a temperatura ambiente con panna montata.

Ecco una fetta vista da vicino.

N.B. Per avere i chiodi di garofano in polvere,  ne ho presi 3 e li ho pestati tra due fogli di carta forno, con un peso, io ho usato la caffettiera vuota.
A me la torta piace fredda di frigorifero e l’ho mantenuta in frigorifero una volta che si è raffreddata. Però è una questione di gusto. Scoprite qual’è il vostro.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

FANTASMINI DI HALLOWEEN – RICETTA N° 211

FANTASMINI DI HALLOWEEN – RICETTA N° 211

Buongiorno a tutti. Ecco la seconda ricetta di Halloween dedicata hai bambini. Fantasmini di biscotto veloci da fare, da cuocere e da decorare …. e buonissimi da mangiare. Ve lo assicuro, questi sono davvero facilissimi, e solo 20 minuti per fare tutto. Divertitevi a prepararli insieme ai vostri ometti e principesse, sarà per loro un Halloween da sballo. La ricetta è tratta dal libro ” I menù di Misya “.

 

Dosi : per 9 fantasmini
Preparazione : 20 minuti
Cottura : 5-6 minuti

 

Ingredienti :

50 g di albumi
50 g di zucchero (io di canna)
50 g di burro (io burro senza lattosio)
50 g di farina (io farina 0)
1 cucchiaio di essenza di vaniglia (io ho usato 1 cucchiaino di polvere di vaniglia Bourbon Bio)
zucchero a velo q.b.
cioccolato fondente fuso. q.b.

 

PREPARAZIONE :

In una ciotola mettete gli albumi, lo zucchero, il burro sciolto precedentemente a bagnomaria, la farina e la polvere di vaniglia. Mescolate fino a rendere il composto un’impasto liscio.

Prelevando un cucchiaio alla volta del vostro composto, formate dei dischi, mettendoli distanziati gli uni dagli altri su una leccarda da forno ricoperta di carta forno. Io li ho fatti leggermente più grandi e me ne sono usciti 8, quindi voi regolatevi di conseguenza se ne volete 9.

Infornate in forno preriscaldato a 200° per 6/8 minuti. I miei dischi a 6 minuti erano già troppo colorati, quindi fate attenzione, mettete il timer e controllate a vista i dischetti, quando sono appena dorati, tirateli fuori. Con l’aiuto di una paletta togliete i dischetti ancora bollenti.

Metteteli ancora caldissimi nelle tazzine per dare la forma di fantasmino. Alcuni dei miei biscottini si sono rotti al centro, ma se vi dovesse succedere, non disperate, fate come me, sistemateli comunque nelle tazzine e lasciateli raffreddare. In questa ricetta tutto si recupera facilmente.

Una volta raffeeddati, togliete i dolcetti dalle tazzine e spolverizzateli con abbondante zucchero a velo.

Decorate disegnando occhi e bocca con il cioccolato fuso. Mettete da parte fino al momento di servire. Io ho usato la punta di uno stuzzicadente intinta nel cioccolato per decorare il tutto.

Ed ecco i fantasmini di halloween che i vostri bambini adoreranno.

Ed ecco un’incontro ancora più ravvicinato.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RAGNETTI MOSTRUOSI DI HALLOWEEN – RICETTA N° 209

RAGNETTI MOSTRUOSI DI HALLOWEEN – RICETTA N° 209

C’è solo una parola d’ordine quando si parla di Halloween, cioè che tutto quello che si crea deve essere MOSTRUOSO. Ho preparato i ragnetti di Halloween con la mia amica Martina durante un pomeriggio dedicato proprio alle ricette per questa festa. Come vi avevo promesso quest’anno ho pensato di realizzare dei dolcetti che i vostri bambini si divertiranno a fare con voi e dopo a mangiarli, si perché oltre a fare molta scena, questi dolcetti sono anche molto buoni. Il pomeriggio è passato velocemente, ed abbiamo fatto un bel gioco di squadra, mentre Martina pensava a ritagliare quelle che sarebbero diventate zampette, io ho preparato la base dell’impasto e sciolto il cioccolato fondente, dopo di che il gioco di assemblaggio fatto quasi tutto da Martina, è stato grandioso. Ho deciso di usare come base quella dei cake pops, ricetta che ancora non c’è sul mio blog, ma che troverete la prossima settimana, con un post dedicato tutto a loro. Quindi ho preparato una torta al cioccolato e l’ho poi sbriciolata e mischiata alla marmellata. Voi potete usare qualsiasi torta abbiate a disposizione, anche delle merendine semplici e qualsiasi tipo di  marmellata al gusto che preferite. Vi lascio ora alla ricetta e spero davvero che vi piaccia, in tal caso cliccate MI PIACE e lasciatemi un commento e magari le vostre foto di questi dolcetti sulla pagina facebook.

Vi auguro una buona giornata e alla prossima MOSTRUOSA RICETTA DI HALLOWEEN.

 

Dosi : per 20 ragnetti
Preparazione : + di 1 ora
Cottura : 35 minuti per la torta

 

Ingredienti per la torta al cioccolato :

200 g di farina 0
45 g di cacao amaro
200 g di zucchero di canna bio
2 uova di media grandezza
100 ml di olio e.v.o. o olio di semi di arachide
250 ml di latte di soia (voi utilizzate il latte che volete)
1 bustina di lievito per dolci Bio
mezzo cucchiaino di polvere di vaniglia

 

Ingredienti per i ragnetti :

260 g di torta al cioccolato
3 cucchiai di marmellata di fragole
150 g di cioccolato fondente (io ho trovato quello al 72 % di cacao)
30 g di burro senza lattosio
5 cucchiai di panna fresca liquida senza lattosio
250 g di scagliette fondenti al cioccolato
6 rotelline di liquirizia
40 granelle di zucchero

 

PREPARAZIONE :

Preparate per primo la torta al cioccolato
In una ciotola capiente sbattete le uova, l’olio il latte e la vaniglia. Aggiungete sempre mescolando la farina, il cacao, lo zucchero e la bustina di lievito setacciato, fino ad ottenere un composto omogeneo. L’impasto per la torta è pronto, versatelo all’interno di uno stampo imburrato di cm 26 di dm e infornate in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti circa. Una volta cotta la torta, sfornate e fatela raffreddare.

Preparate ora i ragnetti.
Mettete a sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente con il burro. Aggiungete la panna una volta che si è sciolto e mescolate fino ad ottenere una salsa al cioccolato fluida e liquida.

Mentre si scioglie il cioccolato, sbriciolate la torta al cioccolato a mano o in un mixer, unite la marmellata e mescolate fino ad ottenere un composto compatto e modellabile.

Prendete un po’ di composto alla volta, modellatelo con le mani facendo 20 palline.
Tuffate le palline nel cioccolato fondente, ricoprendole interamente, aiutandovi con una forchetta.

Passate le palline nelle scagliette di cioccolato, facendole aderire bene su tutta la superficie, e fatele asciugare su un vassoio ricoperto di carta forno.

Mentre le palline si asciugano preparate le zampette, ritagliando con le forbici le rotelle di liquirizia, ottenendo delle striscette di 5 cm di lunghezza. Per 20 ragnetti occorreranno 120 zampette.

Per gli occhi : posizionate le granelle di zucchero su ogni pallina, potete aiutarvi con una pinzetta per sopracciglia debitamente lavata e asciugata. Le granelle devono essere una vicino all’altra e posizionate al centro della pallina.

Operazione finale per le zampette : con uno stuzzicadenti praticate 6 buchini, 3 per ogni lato, e in ognuno infilateci l’estremità della striscetta di liquirizia. Il ragnetto comincerà a prendere la forma finale, e la vostra soddisfazione sarà indescrivibile. Fate questa operazione con molta pazienza, ma vedrete che il risultato finale vi ripagherà.

Conservate i ragnetti in frigorifero per 3 al massimo 4 giorni, ricordandovi di mangiarli sempre a temperatura ambiente.

Il connubio di cioccolato e liquirizia è straordinario. Assaggiate eppoi ditemi.

Buon HALLOWEEN.

Ed ecco tanti ragnetti mostruosi fotografati nello scuro più scuro di una notte paurosa.

Questa è l’idea per un dolce fatto con il RECUPERO dei 3 cioccolati

Con la rimanente torta al cioccolato, le scagliette fondenti rimaste e il cioccolato fuso avanzato ho realizzato questa goduria. Tagliatela a metà, spalmate un po di cioccolato fuso, ricoprite con l’altro disco, e terminate facendo colare il rimanente cioccolato fuso con le scagliette di fondente avanzato in superficie.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CIAMBELLONE CON FARINA DI FARRO ALLE CAROTE E AGRUMI – RICETTA N° 205

CIAMBELLONE CON FARINA DI FARRO  ALLE CAROTE E AGRUMI – RICETTA N° 205

Eccomi di nuovo tra voi amici. Davvero una gioia poter scrivere di nuovo le mie ricette con questo mio intramontabile PC. Il ciambellone che vi propongo è buono, alto, soffice, morbidoso, dolce, salutare, genuino e incredibilmente CONFORT FOOD. Riporta indietro nel tempo, si perchè appena ne mangerete una fetta, vi sembrerà di mangiare le famose merendine Camille, ve le ricordate ? Io ne andavo pazza, ero letteralmente in grado di farmene fuori 3/4 alla volta. Quindi se anche voi come me amavate quelle merendine, vi metterete ai fornelli per assaggiarne tutta la bontà, con la consapevolezza di aver fatto in casa questo dolce buonissimo. Un’ulteriore modo per far mangiare questo ortaggio a tutti quei bambini e adulti che non amano mangiare le verdure, le carote non si vedono e non si sentono. Tutti gli ingredienti si amalgamano alla perfezione donando a questo dolce un gradevolissimo sapore zuccherato e agrumato. E sarà ottimo per la vostra colazione. Ogni mattina non vedrete l’ora di alzarvi, per gustarvi questo gustosissimo dolce per colazione. Anche di domenica ve lo assicuro io. Mi raccomando per fare questo dolce usate solo agrumi senza trattamento, in modo da avere una buccia senza contaminazione di pesticidi. Io vi scrivo la versione completamente vegetariana e vegetale di questo dolce che ho fatto io, a voi la scelta di sostituire un’ingrediente con un’altro se non avete problemi di intolleranza come me.

GOODBYE AMICI !

 

Dosi : per uno stampo di cm 24 di dm
Preparazione : 15/20 minuti
Cottura : 170/180° per 35/40 minuti

 

Ingredienti :

100 g di farina manitoba
150 g di farina di farro integrale biologica
50 g di fecola di patate
3 uova medio-grandi
200 g di zucchero di canna biologico
200 g di carote tritate finemente
80 ml di latte di avena (voi potete usare il latte che vi piace di più)
80 ml di olio di semi di arachide
50 g di mandorle tritate finemente o farina di mandorle
1 bustina di lievito bio-vegan senza fosfati
1 limone solo la scorza
1 arancia di cui userete scorza e succo
zucchero a velo q.b. facoltativo
olio di semi ( o burro ) per ungere lo stampo q.b.

 

PREPARAZIONE :

In una ciotola montate per circa 5 minuti le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e denso.

Aggiungete  le farine, la fecola e il lievito setacciandoli con un colino, intervallandoli con il latte e l’olio.

A questo punto incorporate le carote tritate e le mandorle ridotte in polvere.

Mescolate la scorza degli agrumi grattugiati e il succo dell’arancia.

Versate il composto in uno stampo a ciambella unto di olio a 170°/180° per 35/40 minuti.

Una volta cotta aspettate qualche minuto prima di sformarla dallo stampo (non fate come me che ho aspettato il mattino dopo).

Spolverizzate con zucchero a velo una volta che sarà fredda.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA DI MELE AL CUCCHIAIO – RICETTA N° 202

TORTA DI MELE AL CUCCHIAIO – RICETTA N° 202

Questa torta di mele si scioglie in bocca al primo assaggio ed è attualmente, una delle migliori che abbia mai assaggiato. Io la definisco la torta di mele degli anni 70/80. I dolci fatti in quei anni avevano esattamente questo sapore. Il burro, lo zucchero e le mele cotte insieme donano a questa torta un caratteristico sapore di crema pasticcera mista a cannella e miele, nonostante questi 3 ingredienti non ci siano. Erano proprio gli ingredienti che io leggevo da piccola nelle fiabe, quando in quel particolare momento si parlava di torte, focacce e brioches. Avevano un qualcosa di magico per me. E’ quasi un prodigio, che ingredienti come quelli appena menzionati in questa torta non ci siano, eppure sembra di si appena la si assaggia. E’ assolutamente da provare. L’unico consiglio che vi do, se non avete molto tempo a disposizione, fatevi aiutare a sbucciare i 2 kg di mele dalla mamma, dalla sorella, dalla nonna, dalla zia, dalla cugina, dall’amica o da chiunque riuscirete a reclutare, in questo modo sarà davvero una passeggiata. Per il resto è tutto facile. L’impasto della torta si impasta direttamente nella stessa pentola. Ma il risultato di questo lavoro è impagabile. Fatemi sapere con i vostri commenti se vi è piaciuta, e in tal caso cliccate pollice su sul blog.  La ricetta è tratta dal libro MOLTO BENE di Benedetta Parodi, dove sono raccolte tutte le ricette della prima stagione del programma di cucina  Molto Bene condotto proprio da Benedetta.

Buona giornata a tutti.

 

Dose : per uno stampo di cm 26 di dm – indicativamente parlando 10 porzioni
Preparazione : + di 1 ora
Cottura :  50/60 minuti a 180°

 

Ingredienti :

2 Kg di mele
150 g di burro
150 g di zucchero
7 cucchiai di farina 00
3 uova grandi
1 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo q.b.

 

PREPARAZIONE :

Sbucciate le mele e privatele del torsolo, tagliatele come volete e mettetele in una pentola.
Aggiungere il burro e lo zucchero e mescolate. Accendete il fuoco e cuocete  all’incirca per mezz’ora, almeno, o fino a che le mele non si siano spappolate e tutto appaia come una purea di mele.

Fate poi raffreddare completamente.

Io infatti l’ho preparata in due tempi. Questa prima parte di lavoro l’ho fatta la mattina. Nel pomeriggio ho ripreso le mele ormai fredde e ho completato il tutto come indicato di seguito.
Incorporate all’interno della stessa pentola la farina.
Le uova e il lievito.
Trasferite l’impasto in una tortiera imburrata e infarinata o rivestita di carta forno. Cuocete in forno per 50/60 minuti.
Una volta cotta consiglio di farla raffreddare completamente prima di affettarla e mangiarla, conservatela in frigorifero. Se vi piace completate con una spolverizzata di zucchero a velo.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PANCAKE VEGAN MORBIDI SENZA UOVA SENZA LATTOSIO – RICETTA N°189

PANCAKE VEGAN  MORBIDI SENZA UOVA  SENZA LATTOSIO – RICETTA N°189 

PROVARE PER CREDERE !!! Potrei dirvi di tutto su questi pancake, che sono buonissimi … che sono dolci al punto giusto anche se non c’è lo zucchero semolato … che sono morbidissimi anche se non ci sono le uova … che ti allietano la colazione mattutina … che in 20 minuti si hanno dei pancake meravigliosamente morbidi …. ecc … ecc … ma se non li proverete,  non crederete alle mie parole. Benchè sul blog, non ho ancora pubblicato la ricetta dei normali pancake, dove ci sono uova, farina 00, zucchero semolato e quant’altro, questa ricetta meritava davvero. Nella mia continua ricerca di ricette vegane, sono arrivata sul sito di IL GOLOSO MANGIAR SANO  di Elisabetta e Federica, dove per ottenere dei favolosi pancake morbidi, hanno sostituito le uova con i semi di lino … e con un piccolo trucchetto il risultato è a dir poco strabiliante. Spero di avervi incuriosito quel tanto che basta da invogliarvi a farlo il più presto possibile. Solo un piccolo appunto da parte mia : è importante ridurre in polvere i semi di lino, quindi munitevi di un frullatore potente, per intenderci, quelli di ultima generazione che sono in grado di spezzettare anche uno spicchio d’aglio … altrimenti ricorrete ad un macinino da caffè elettrico. Io avevo cominciato la ricetta su di un tipo di modello vecchio del bimby, ma della polvere di semi di lino, neanche l’ombra ; alla fine sono riuscita, insistendo, con l’aiuto del mio frullatore ad immersione a ridurre in polvere i semi. Servite i vostri pancake con quello che più vi piace come marmellata, sciroppo d’acero, crema, frutta e tanto altro ancora. Io la prima volta li ho accompagnati con lo sciroppo di Agave e con qualche cucchiaio di mousse alla banana e cacao che mi era avanzato precedentemente. Se volete vedere la ricetta cliccate qui. Nella descrizione degli ingredienti troverete solo qualche piccolo sostituzione rispetto alla ricetta originale, fatto con gli ingredienti che avevo in casa in quel momento.

Vi auguro una buona giornata.

 

Dose : per 4 pancake di dimensioni grandi o 6 pancake di dimensione medie
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 10 minuti
Tempo totale : 20 minuti

 

Ingredienti per i pancake :

1 cucchiaio di semi di lino
1 cucchiaio di olio e.v.o.
1 cucchiaio di sciroppo d’agave
140 g di latte vegetale (io ho usato una volta soia e una volta di avena)
3 cucchiai di acqua
30 g di zucchero di canna (io ho usato lo zucchero moscobado)
150 g di farina (io ho usato la farina 0)
1 cucchiaino e mezzo di lievito (io uso il lievito vegan o cremor tartaro)

 

Ingredienti per decorare :

sciroppo d’acero o d’agave
fragole e banane q.b. (ma voi potete usare la crema e la frutta che vi piace di più)

 

PREPARAZIONE :

Per prima cosa mettete a bagno i semi di lino interi o già polverizzati con i 3 cucchiai di acqua per 10 minuti. Questo è il tempo necessario per far sprigionare dai semi il gel necessario per far legare perfettamente tutti gli ingredienti, sostituendo così egregiamente le uova.

Dopo 10 minuti a seconda del mixer potente di cui disponete, se avete lasciato i semini interi, metteteli all’interno di un beker o bicchiere del frullatore e frullateli per polverizzarli insieme al cucchiaio di olio e un goccino di latte vegetale.

Se invece li avete polverizzati in precedenza, aggiungete tutti gli altri ingredienti : lo sciroppo di agave, il resto del latte vegetale, lo zucchero di canna, la farina e il lievito. Mescolate.

Il composto deve risultare così, come per l’impasto del Pan di Spagna deve scrivere.

A questo punto scaldate per bene una padella antiaderente, io non metto olio, perchè la mia padella non ne ha bisogno, se voi volete spalmate un goccino di olio di semi sulla superficie per non fare attaccare il pancake. Quando è bella calda versate a cucchiaiate il composto, formando il più possibile dei cerchi rotondi (i miei non sono perfetti ma sono ugualmente buoni), dopo di che abbassate il fuoco al minimo, per evitare che si brucino. E fateli cuocere per circa 2 minuti per lato.

I Pancake vanno comunque rigirati, quando sulla superficie si formeranno i classici buchini. Allora sono pronti per essere girati.

Finite la cottura per ancora 1, massimo 2 minuti.

Finite di cuocere tutti gli altri fino ad esaurire la pastella.

Ecco i miei pancake vegan con sciroppo d’acero e frutta a piacere.

N.B. : Nella ricetta originale è scritto che la dose è per 10/12 pancake. Ma a me non piacciono i pancake piccoli come vengono visti in video. Preferisco quelli un pochino più grandi.

 

Ecco alcune foto dei vari modi in cui ho condito i pancake che ho mangiato.

Decidete voi quale grandezza dare ai vostri pancake.

Io la prima volta che li ho preparati ne ho fatti 4 grandi come potete vedere in questa foto.

E questi sono quelli di medie dimensioni … 6 in tutto.

 

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

MOUSSE DI FINE PASTO – DESSERT VEGETALE CON BANANA CACAO E PANNA VEGETALE – RICETTA N° 188

MOUSSE DI FINE PASTO – DESSERT VEGETALE CON BANANA CACAO E PANNA VEGETALE – RICETTA N° 188 

Questa è una ricettina goduriosa che ho realizzato la terza volta che ho fatto la panna vegana. Stavo preparando il pranzo ed è arrivata l’ispirazione su come utilizzare la panna che mi era rimasta dalla ricetta precedente. E siccome adoro l’accoppiata banana e cioccolato, ho pensato di realizzare una purea di banana, con l’aggiunta del cacao, sciroppo di agave, latte di soia e rendere questa purea una mousse con l’aggiunta di qualche cucchiaino di panna vegana. Messo tutto in frigorifero, a rapprendere per un’ora, è stata per coloro che erano a pranzo con me, un felice dessert di fine pasto … devo dire che sono rimasti sorpresi-meravigliati-felici e in ultimo appagati. L’unica accortezza e di coprire la superficie dei bicchierini con un coperchio o della pellicola alimentare, se no, si creerà quella antipatica pellicina in superficie, e sopratutto potete prepararla anche qualche ora prima, acquisterà ancora di più la consistenza di una mousse. Togliendo la panna, e portando a 100 ml la quantità di latte di soia, avrete un frullato- merenda buonissimo e sostanzioso per voi e i vostri bambini.

Io vi saluto e vi auguro buon pomeriggio … vado a preparare altre ricette da sperimentare.

 

Dose : per 4/5  bicchierini che si usano per il  caffè
Preparazione : 5 minuti
Riposo : 1 ora in frigorifero

 

Ingredienti :

1 banana matura tagliate a rondelle
2 cucchiaini di cacao amaro
2/3 sciroppo d’acero o di sciroppo di agave o se preferite zucchero di canna o moscobado
qualche cucchiaio di latte di soia o riso/mandorla/avena
2/3 cucchiai di panna vegan fatta in casa (cliccate qui per vedere dosi e procedimento della ricetta)

 

PREPARAZIONE :

Mettete in un beker tutti gli ingredienti.

Con l’ausilio del frullatore ad immersione frullate per 20/30 secondi.

Versate il frullato ottenuto in 4 bicchierini di vetro o tazzine da caffè e mettete in frigorifero per 1 ora.

Ed ecco il mio dessert di fine pasto.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA