Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

DOLCI

torte-immagine-per-categoria1

I dolci sono la mia passione, realizzati grazie all’utilizzo d’innumerevoli ingredienti.
I dolci variano molto non solo negli ingredienti ma anche nei metodi di cottura che vanno dalla frittura al forno, fino a quelli che invece non vanno cotti affatto.
Le ricette dei dolci sono probabilmente quelle con le quali si può giocare maggiormente di creatività e che in un certo senso danno anche più soddisfazione e piacere nella realizzazione.

SBRICIOLATA RICOTTA E FRAGOLE

SBRICIOLATA RICOTTA E FRAGOLE - RICETTA N° 242

INGREDIENTI

500 g di farina 00
12 g di lievito per dolci
200 g di zucchero
160 g di burro o margarina freddi
2 uova medio grandi
la scorza di 1 limone non trattato o aroma vaniglia q.b.

INGREDIENTI PER LA FARCIA :
500 g di ricotta di mucca
180 g di zucchero
aroma vaniglia q.b.
400 g di fragole fresche o di confettura extra di fragole

 

 

 

 

 

55 minuti

12 porzioni

La sbriciolata ricotta e fragole è una torta strepitosa. Dovevo pubblicare questa ricetta a luglio in occasione del mio compleanno. Quando poi mi sono decisa, non era più stagione delle fragole. La sbriciolata ricotta e fragole mi ha ricordato il sapore del famoso gelato ” fior di fragola “, è una torta così buona che merita davvero tanta lode.

Trovandoci all’inizio dell’anno ho deciso di metterla online, perché stiamo andando incontro alla bella stagione , anche se ci manca ancora qualche mese all’uscita delle fragole, se siete intenzionati a prepararla, sostituite le fragole fresche con la confettura di fragole, scegliete una di buona marca, mi raccomando. Avrete così una sbriciolata di ricotta e fragole strepitosa.

Cosa aspettate ? Vi è venuta voglia di mangiarne una fetta ? Coraggio cominciate a raggruppare gli ingredienti e preparare questa prelibata torta sbriciolata ricotta e fragole.
Vi auguro un felice inizio della settimana e se vi è piaciuta la ricetta fatemelo sapere con un commento.
Un saluto a chi passa di qua.

Curiosità

Nella sbriciolata gli ingredienti si mescolano in maniera molto veloce fino ad ottenere tra le mani un’ impasto pieno di briciole, da qui il nome sbriciolata. Il ripieno della sbriciolata può variare ogni volta, l’involucro esterno invece è una pasta frolla a tutti gli effetti, ma il bilanciamento degli ingredienti fa si che una volta amalgamati tutti, l’impasto non si compatti ma bensì si sbricioli. Di conseguenza la sua realizzazione risulta più veloce di una crostata.

la ricetta passo passo

i miei consigli

varianti

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

BISCOTTI DA LATTE INZUPPOSI

BISCOTTI DA LATTE INZUPPOSI

INGREDIENTI per 500gr.

3 uova medio grandi

80 g di latte (io ho usato quello vegetale)

150 g di olio di semi di arachide

200 g di zucchero + quello per decorare i biscotti

i semini di una bacca di vaniglia

la scorza di 1 limone grattugiato

mezza bustina di ammoniaca per biscotti (12/15 grammi)

600 g circa di farina 0 + quella per impastare

 

 

 

5o minuti

Cosa c’è di meglio di una ricetta dolce per iniziare questo nuovo anno? Vi presento i biscotti da latte inzupposi .Per molti di noi questi sono i biscotti del ricordo … il ricordo della tradizione, il ricordo delle nostre nonne che preparavano biscotti da latte inzupposi, si perché la loro particolarità è prosciugare dalla tazza qualsiasi liquido noi usiamo per la colazione latte, te  o caffè.  Semplici e leggeri, perché non c’è burro ma solo olio di semi.

Diario dei ricordi
I RIMPIZZI … così li ha chiamati mia suocera appena li ha mangiati, raccontandomi che quando era bambina e viveva a Cappelle, in Abruzzo, la sua famiglia preparava biscotti così quando era il periodo della mietitura. Farli in casa è una soddisfazione grandissima. Vedrete, al mattino la cosa più bella sarà quella di alzarsi velocemente dal letto, e mettersi a fare colazione con questi biscotti.

Curiosità  sull’ammoniaca per dolci chiamata anche bicarbonato di ammonio : un’agente lievitante utilizzato in pasticceria. Da non confondere con l’ammoniaca che si usa per la pulizia della casa, in comune hanno solo il forte odore che sprigionano.  La trovate in forma di bustine nel reparto dolci vicino agli altri tipi di lieviti chimici. Il bicarbonato di ammonio dona al biscotto croccantezza, abbiate un po’ più di accortezza quando aprirete il forno, vi consiglio di aprirlo lentamente e non mettere il volto proprio davanti alla fessura del forno, tenetelo rivolto nel verso opposto, lasciate uscire tutti i vapori e poi togliete i biscotti. Aspettate che i biscotti si raffreddino per bene prima di mangiarli e lasciate lo sportello del forno aperto dopo la cottura. Una volta raffreddati i biscotti sono buonissimi e pronti ad essere inzuppati. Cliccate qui e cliccate qui per saperne di più sull’ammoniaca per i dolci.  

la ricetta passo passo

Varianti

La seconda volta che li ho preparati,  mi sono divertita a farne altre due versioni alternative, una con la copertura di zucchero di canna al posto dello zucchero bianco, e l’altro ho aggiunto allo zucchero di canna delle scagliette di cioccolato fondente. Troverete le foto anche di questi qui in fondo ↓↓.

i miei consigli

 La ricetta è tratta da  FATTO IN CASA DA BENEDETTA. 

Come al solito ho cambiato qualcosa qua e là, sia nel procedimento che negli ingredienti. Ormai sapete che anche se prendo ispirazione da ricette altrui, mi piace personalizzarla a mio piacimento. Auguro a tutti voi un anno pieno di affetto e amore e che possiate affrontare i 365 giorni del 2017 con sorriso, forza e determinazione.

BUON ANNO A TUTTI!

 

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

TORTA 7 VASETTI

TORTA 7 VASETTI – RICETTA N° 236

INGREDIENTI

3 uova

2 vasetti di zucchero

1 vasetto di yogurt

1 vasetto di olio di semi

3 vasetti di farina 00

1 bustina di lievito per dolci

1 fialetta di aroma vaniglia  

55 minuti

10+ porzioni

La torta 7 vasetti è una ricetta fenomenale, è talmente veloce da realizzare che può farla anche la persona meno esperta in cucina. La torta 7 vasetti mi salva sempre quando ritorno a casa la sera dopo una giornata di lavoro estenuante, e mi accorgo che non ho il dolce della colazione. Allora prendo il mio vasetto di yogurt, e comincio a dosare tutti gli ingredienti la dentro. In questo modo sporco solo una ciotola e una frusta a mano, 5 minuti di orologio per impastare e il gioco è fatto, inforno la torta e finalmente mi allungo sul mio amato divano. La torta deve il suo nome al fatto che come unità di misura viene usato il vasetto di yogurt da 125 g per dosare tutti gli ingredienti, i vasetti per l’impasto sono 7 a cui si aggiungono le uova. Il risultato è stupefacente mentre il suo sapore è incredibile. Buona, alta e morbida. Genuina servita a colazione, eccezionale con una spolverata di zucchero a velo per merenda e sbalorditiva farcita e decorata per festeggiare un compleanno o per festeggiare qualunque evento. E se non immaginate le incredibili varianti di ingredienti che si possono usare per fare ogni volta una torta dal sapore diverso leggete giù in fondo i miei consigli. Nel passo passo invece trovate la ricetta base da cui partire. Dopo di che sprigionate la fantasia e date sfogo al vostro estro creativo. Che aspettate a prepararla. Vi ho convinto ?  

la ricetta passo passo

i miei consigli

Varianti

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

RED VELVET CAKE

RED VELVET CAKE – RICETTA N° 235

INGREDIENTI PER LE

3 BASI : 

440 g di farina 00

170 g di burro a temperatura ambiente

3 uova di grandezza medio-grande

450 g di zucchero semolato

1 cucchiaio di colorante alimentare in gel

16 g di cacao amaro in polvere

6 g di estratto o aroma di vaniglia

9 g di sale fino

370 g di yogurt alla fragola

7 g di aceto di mele

7 g di bicarbonato

INGREDIENTI PER LA CREMA

ALLA VANIGLIA:

50 g di farina 00

latte intero 500 ml

450 g di burro a temperatura ambiente

400 g di zucchero a velo

9 g di estratto o aroma di vaniglia

INGREDIENTI PER

LA DECORAZIONE :

1 vaschetta di mirtilli freschi

una vaschetta di more fresche

una vaschetta di lamponi o ribes

1 scatolina di foglioline verdi di zucchero

 

 

15o minuti

20 porzioni

difficile

La Red Velvet cake o torta di velluto rosso, è un dolce  molto in voga negli Stati Uniti. E’ una torta particolare proprio per il suo colore rosso acceso che contrasta con la crema e la farcitura bianca brillante. Inizialmente il suo colore era dato da una reazione chimica tra il cacao e il latticello (ingrediente acido), oggi viene aggiunto del colorante rosso per accentuarne questo effetto. Ho preparato questa torta con la mia amica Grazia, fotografandola e aiutandola in tutti gli step. Smanettando con la macchinetta fotografica, invece di selezionare le foto da scaricare sul pc, le ho cancellate. Per questo motivo ho dovuto rifare la torta, e questa volta da sola perché Grazia in quel frangente era partita per andare a far visita ai suoi genitori in Salento. Con mia somma soddisfazione è uscita bellissima e buonissima. I miei familiari hanno fatto il bis con entrambe le torte e mia cognata l’ha definita di alto livello. Se volete una torta che vi faccia fare un figurone, anche in occasione delle future festività natalizie, scegliete questa, e sarete subissati dai complimenti. Questa che leggete di seguito è la ricetta della mia amica Grazia, che ringrazio, e che io ho personalizzato infine a mio gusto. Spero che vi piaccia. Preparatela anche voi, e fatemi sapere come è andata lasciandomi un commento.

la ricetta passo passo

Ed ecco a voi la RED VELVET CAKE e le sue varianti

i miei consigli

Curiosità

Questa torta è comparsa nei ricettari popolari non prima del dopoguerra e ha avuto il suo momento boom negli anni ’60. La Red Velvet è diventata anche una star, dove ??? Nel telefilm Sex and The City.  

 Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

CUPCAKES AL CACAO CON FROSTING AL CIOCCOLATO

cUPCAKES AL CACAO CON FROSTING AL CIOCCOLATO – RICETTA N° 233

INGREDIENTI

35 g di cacao amaro

190 g di farina

1/2 cucchiaino di lievito per dolci

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

1/4 di cucchiaino di sale

230 g di burro a temperatura ambiente

230 g di zucchero

2 uova medie a temperatura ambiente

120 g di panna acida –  cliccate qui per farla home-made

glassa per decorare a piacere – cliccate qui per la glassa al cioccolato  

60 minuti

18/20 cupcakes

Diario di bordo
La ricetta di questi golosi cupcakes al cacao con frosting al cioccolato doveva essere fantastica, per questo motivo ho usato la ricetta americana di Laurel Evans tratta dal suo libro American Bakery. Qui trovate il suo sito, e se vi piace l’America e tutto ciò che ci sta intorno, leggete i suoi racconti, che vi catapulteranno immediatamente in quei posti straordinari che solo lei sa descrivere in maniera tanto vivida. Siete curiosi di saperne di più ? Vi rimando qui, dove ho già scritto di lei.  Non ho cambiato nulla della ricetta, volevo che scopriste i sapori e il piacere di assaporare un dessert tradizionale americano come se lo mangiaste proprio li sul posto.

Avrei voluto pubblicare questa ricetta domenica, ma non ci sono riuscita. Avrei voluto pubblicarla ieri sera, ma non ci sono riuscita. La stesura è stata più lunga della realizzazione stessa del dolce. Con la ricetta dei cupcakes al cacao con frosting al cioccolato ho voluto esaudire la richiesta di Morena.  Inutile dirvi che la ricetta è super calorica, ma sono del parere che se bisogna fare un peccato di gola, deve essere fatto come si deve, e questo cupcakes ne vale davvero la pena. E aggiungo, che vi faranno fare un figurone, se li preparerete, per un’occasione speciale come le feste. L’entusiasmo nel fotografare il piatto con la nuova macchina fotografica, mi ha fatto dimenticare completamente di fotografare i cupcakes al completo. Quindi voi vedrete un solo cupcake fotografato. Buona giornata a tutti.

la ricetta passo passo

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

[arrow_sf id='4539']

FROSTING AL CIOCCOLATO

FROSTING AL CIOCCOLATO – RICETTA N° 232

INGREDIENTI

180 g di zucchero a velo setacciato

20 g di cacao amaro sale q.b.

130 g di formaggio spalmabile ammorbidito

130 g di burro ammorbidito

200 g di cioccolato fondente fuso e tiepido

130 g di panna acida ( o sostituto cliccate qui )

2o minuti

per 30 cupcake

facilissimma

l frosting al cioccolato è una glassa cremosa  utilizzata per decorare cupcakes e piccoli dolcetti. Con questa glassa si finisce di completare la presentazione di qualsiasi dolcetto che anche il più semplice diventa davvero un capolavoro, capace di farci ricevere una serie infiniti di complimenti. Questa frosting al cioccolato può essere  usato per completare dolcetti o cupcakes a base di vaniglia, caffè, cioccolato e tanti altri. Questa preparazione è una base della pasticceria utilizzata molto per i dolci americani. Con questo frosting al cioccolato ho ricoperto i cupcakes che ho fatto domenica su richiesta di Morena che me lo ha chiesto contattandomi tramite facebook. Tra un pochino pubblicherò la ricetta vera e propria del cupcakes al cacao. Ho voluto dare a questa glassa un post tutto suo. Quindi ecco la ricetta in tutta la sua golosità.Buona giornata golosauri.

la ricetta passo passo

Ecco un’esempio.

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

[arrow_sf id='4539']

TORTA IN PADELLA

TORTA IN PADELLA - RICETTA N° 230

INGREDIENTI per 500gr.

3 uova medie

130 ml di olio di arachide

160 ml di latte vegetale

160 g di zucchero di canna

70 g di farina tipo 2

230 g di farina tipo 1

la buccia grattugiata di 3 limoni grandi biologici

il succo di mezzo limone

1 bustina di lievito per dolci

zucchero a velo q.b.

75 minuti

12/15 porzioni

facilissima

Diario di bordo
Ho girovagato sul web per vedere le varie ricette, dopo di che ho elaborato questa mia personale versione. Visto il continuo caldo a cui siamo sottoposti l’estate ogni anno sto pensando ad una serie di ricette da realizzate sul fornello senza utilizzare in forno, che vi daranno lo stesso un risultato garantito.

La torta in padella è una furbata pazzesca, l’impasto viene cotto come se fosse una frittata, a fuoco basso e con il coperchio  e non vi nascondo la mia soddisfazione nell’assaggiare un dolce davvero buono. La torta in padella è utile non solo nelle giornate estive più calde, ma anche in tutte quelle situazioni in cui nell’appartamento dove abitiamo c’è un forno che non funziona.  la torta in padella è morbidissima, profumatissima e delicatissima. 

Ho deciso di cominciare con una torta semplice che piace a tutti, un dolce che potete inzuppare nel latte o nel tè a colazione o merenda con un gustosissimo sapore di limone. Vi meraviglierete di ottenere un dolce così buono anche senza usare il forno di casa. Non avete idea di quante cose si possono cucinare alla stessa maniera. Con il tempo troverete tante ricette interessantissime a cui non rinuncerete grazie a questo stratagemma. Quindi estate calda non ti temiamo, tanti piatti della tradizione cotti in padella invece che in forno. Per oggi è tutto, vi lascio i miei saluti e vi auguro uno splendido weekend.

la ricetta passo passo

...et voilà la golosità

Varianti

Se non trovate i limoni, potete sostituirli con l’arancia senza trattamento o con i semini di una bacca di vaniglia, oppure utilizzare il tris di aromi che uso spesso per fare torte e biscotti : limone cannella e vaniglia. Oppure potete fare la torta utilizzando ad esempio delle mele, o lo yogurt o addirittura il cacao. Se non avete problemi di intolleranza come me, usate tranquillamente il latte che preferite, lo zucchero bianco, un solo tipo di farina e l’olio di semi che preferite.  

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

SBRICIOLATA AL CACAO CON RICOTTA CREMA SPALMABILE ALLA NOCCIOLA E CIOCCOLATO FONDENTE – RICETTA N° 221

SBRICIOLATA AL CACAO CON RICOTTA CREMA SPALMABILE ALLA NOCCIOLA E CIOCCOLATO FONDENTE – RICETTA N° 221

La torta sbriciolata si chiama così per il tipo di impasto con cui la si prepara che infatti non è compatto ma si sbriciola tra le mani anche nel corso della preparazione. E’ uno dei dolci più gustosi e allo stesso tempo più facile da preparare. Quindi come primo dolce dell’anno non poteva mancare una torta da veri golosauri. Ve ne innamorerete solo a leggere il titolo della ricetta. Per realizzarla mi sono ispirata alla ricetta di Elena Amatucci, ma come al solito io ho poi fatto le mie solite sostituzioni dovute alle mie intolleranze alimentari. Se voi non avete problemi, usate tranquillamente gli ingredienti della ricetta originale.

Cominciamo l’anno in dolcezza : SWEET 2016 a tutti !!!

 

Dose : per uno stampo di cm 24 di dm /porzioni 10/12
Preparazione : 25 minuti circa
Cottura : 30 minuti

 

Ingredienti :

260 g di farina 0 o di farro
130 g di zucchero di canna chiaro
40 g di cacao amaro
100 g di burro senza lattosio
mezzo cucchiaino di lievito per dolci VEGAN a base di cremor tartaro
1 uovo di media grandezza

 

Ingredienti per la farcia :

350 g di ricotta senza lattosio
200 g di crema spalmabile alla nocciola
100 g di zucchero di canna chiaro
100 g di cioccolato fondente
q.b. di vaniglia in polvere BIO

 

PREPARAZIONE :

All’interno di una ciotola mescolate farina, cacao, zucchero e lievito.
Aggiungete il burro freddo a pezzetti. Lavorate gli ingredienti con la punta delle dita, fino ad ottenere un composto sabbioso.

Infine aggiungete l’uovo e mescolate fino ad ottenere delle grosse briciole.

Prendete uno stampo a cerniera di cm 24 e rivestitelo di carta forno sulla base. Metteteci due terzi dell’impasto, schiacciando per bene la base e i bordi.
Versateci la crema spalmabile alla nocciola. Livellatela con attenzione e delicatezza.

Amalgamate la ricotta con lo zucchero e la vaniglia in polvere, dopo di che aggiungete il cioccolato fondente tritato grossolonamente.

A questo punto versate la crema di ricotta sopra lo strato di crema spalmabile e livellate per bene.

Infine fate cadere a pioggia l’impasto rimanente. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti circa.

Lasciate raffreddare completamente la torta, dopo di che mettetela un paio d’ore in frigorifero. Tiratela fuori una trentina di minuti prima di servirla.

Ed ecco un particolare della fetta vista da vicino.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TRONCHETTO DI NATALE – BUCHE de NOEL – RICETTA N° 220

TRONCHETTO DI NATALE – BUCHE de NOEL – RICETTA N° 220

Il Buche de Noel è un dolce della tradizione francese tipico del natale, che ricorda nella forma, il ceppo di legno, simbolo natalizio di parecchi paesi del Nord Europa. Il ceppo di natale è considerata una delle più antiche tradizioni natalizie ; questa usanza risale almeno al XII secolo, che fino al XIX secolo, inizio XX secolo, era molto diffusa in vari Paesi Europei, dalla Scandinavia e la Gran Bretagna fino alle Alpi e le penisole balcanica e iberica. Il ceppo veniva estratto dalla parte più grossa dell’albero, che generalmente era una quercia o il castagno, perché questi legni erano in grado di grado di  garantire una lenta combustione. Il ceppo veniva conservato nella legnaia fino alla vigilia di Natale, giorno in cui, il capofamiglia lo bruciava nel camino di casa simboleggiando l’atto di riscaldare il bambino Gesù. Il ceppo veniva poi lasciato ardere fino all’Epifania. I resti venivano conservati (in quanto si attribuivano loro proprietà magiche) e riutilizzati per far accendere il ceppo dell’anno successivo. Da questa tradizione deriva quella del dolce chiamato appunto TRONCHETTO DI NATALE.

Questa delizia viene realizzato con un rotolo di pasta biscotto arrotolato. Io l’ho farcito con una marmellata di frutti di bosco e una leggera velatura di panna montata senza lattosio, ricoperto da una squisita ganache al cioccolato.  Voi potete farcirlo e decorarlo come più vi piace, sono sicura che la vostra fantasia non avrà confini.

E quale occasione migliore, che prepararlo per il giorno di natale ? Preparate il mio tronchetto, ne resterete estasiati ve lo assicuro. Nel blog trovate un’altra versione di pasta biscotto, cliccate qui per vederla. Un grazie come al solito alla mia amica Martina per essermi stata d’aiuto e di supporto nel preparare i vari passaggi, anche per le foto che mi ha fatto.

 

Dose : per 10/12 persone
Preparazione : 40 minuti
Cottura : 20 minuti + 1 ora di raffreddamento

 

Ingredienti  :

4 uova medio-grande
1 pizzico di sale
100 g i zucchero di canna chiaro
50 g di farina 0 o di farro
50 g di fecola di patate
1 pizzico di bicarbonato di sodio
1 limone solo la scorza grattugiata o i semi di una bacca di vaniglia (io ho utilizzato la vaniglia bourbor del Madagascar in polvere BIO nella quantità di una punta di 1 cucchiaino da caffè)
150 g di confettura di frutti di bosco
150 ml di panna da montare senza lattosio
150 g di cioccolato fondente
2 pugni di granella di zucchero
q.b. di zucchero a velo



PREPARAZIONE :

Separate i tuorli dagli albumi. Montare questi ultimi a neve ferma con un pizzico di sale.
Montate ora i tuorli con lo zucchero per 10 minuti circa fino a rendere tutto gonfio e spumoso.

Aggiungete la scorza del limone o vaniglia, il pizzico di bicarbonato, la farina setacciata e la fecola.

In ultimo incorporate gli albumi che avete montato a neve in circa 3 riprese,  con una frusta, con un movimento dall’alto verso l’alto per non smontare il composto.

Prendete una leccarda da forno, copritela con della carta forno. Stendete il composto ottenuto con una spatola, livellando il più possibile.

Infornate in forno preriscaldato a 180° per 10 minuti circa. Il mio forno è più veloce, è pronto a 8 minuti, quindi state attente, ogni forno è diverso dall’altro.

Una volta cotto, disponete sul vostro piano di lavoro un foglio di carta forno, rovesciateci sopra la pasta biscotto, quindi staccate con delicatezza quella utilizzata per la cottura.

Coprite la pasta con un’altro foglio di carta forno, e arrotolatela mentre è ancora calda. Questa operazione vi permetterà di arrotolare la pasta senza alcune problema o aver paura di romperla.
Lasciate così per 1 ora.

Dalla dose totale della panna, toglietene circa 50 ml e montatela con le fruste. Mettete da parte. Non c’è bisogno di zuccherarla.

Nel frattempo preparate la ganache con il fondente.
Mettete la restante panna in un pentolino a scaldare, e appena sarà calda quasi a sfiorare il bollore, scendeteci il cioccolato fondente fatto a scaglie.

Mescolate per amalgamare i due composti.

Fate raffreddare completamente eppoi mettetelo in frigorifero a raffreddare, perchè il tutto deve essere montato con le fruste. Questa operazione potete farla qualche ora prima, così la ganache avrà tutto il tempo per solidificarsi e montare per bene. Passato il tempo necessario, montate la ganache ben fredda.

Riprendete il rotolo ormai freddo e la panna che avete montato prima e messo da parte. Apritelo e stendeteci prima la confettura e dopo un velo di panna montata.

Arrotolate nuovamente la pasta biscotto, avvolgendola con della carta forno, e mettetela in frigorifero per circa 30 minuti. Una volta raffreddato, riprendete il rotolo, tagliate trasversalmente le due estremità e mettetele da parte.

Poggiatelo sul piatto da portata e ricopritelo con la ganache di panna e cioccolata. Poi poggiate le due estremità precedentemente tagliate, facendole aderire sulla ganache, una sopra il dolce e la seconda di lato per dargli la caratteristica forma di tronchetto.
Ricoprite con la ganache le due estremità, dopo di che, con i rebbi di una forchetta procedete a fare le striature classiche del tronchetto di Natale.

Mettete in frigorifero a riposare fino al momento di servirlo. Spolverate con della granella di zucchero e dello zucchero a velo per dare le sembianze dei fiocchi di neve.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PUMPKIN PIE – crostata di zucca speziata per rendere più dolce la serata di Halloween – RICETTA N° 217

PUMPKIN PIE – crostata di zucca speziata per rendere più dolce la serata di Halloween – RICETTA N° 217

Eccoci arrivati finalmente al giorno decisivo. Halloween è arrivato, e tutti, chi più, chi meno, si prepara a festeggiare in serata questa festa, fatta di mostri, streghe, zombi e ogni sorta di cosa che può incutere terrore. Questa è una torta buonissima, si fa in un paio d’ore circa, e più sta, più è buona.  Ho preparato questo dolce per la prima volta, l’anno scorso, seguendo la ricetta dal libro AMERICAN BAKERY di Laurel Evans, ma poi siccome le foto, non mi erano uscite un gran che, non l’ho pubblicata. Due giorni fa, armata fino ai denti, e decisa che niente dovesse andare storto ho messo mano alla mia zucca e alla mia macchinetta fotografica e l’ho preparata insieme alla mia amica Martina. Questo che vedete è il risultato. L’unica differenza rispetto alla ricetta del libro è che ho voluto usare come base per la torta la ricetta della mia pasta frolla, e non quella della Pie crust, che altro non è che una sorta di pasta brisè. Inoltre, ho usato il miele di castagno al posto della melassa che non avevo. Preparatela e vedrete che rimarrete estasiati come lo siamo rimaste noi. Lasciatemi fare un grande tributo alla mia amica Martina, che grazie alla sua disponibilità e manodopera, mi ha allietato durante i pomeriggi in cui ci siamo incontrate per realizzare le ricette per Halloween. Continuate a seguirmi, le mie collaborazioni, non finiscono qui, ne vedrete delle belle. Ora vi lascio alla vostra buona giornata, e auguro a tutti una piacevole serata, e si, spero vivamente con qualche mia ricetta sulle vostre tavole.

Buon Halloween a tutti voi.

 

Dosi : per uno stampo di cm 26 di dm (io ho usato il ruoto per la pastiera)
Preparazione : 1 ora
Cottura : + di 1 ora per la zucca – 35/40 minuti per la crostata

 

Ingredienti :

1 dose di pasta frolla clicca qui per leggere dosi e procedimento
1 kg di zucca privata dei semi e con la buccia (io ho dimenticato di togliere i semi-l’ho fatto dopo)
180 g di zucchero
20 g di miele di castagno
1 cucchiaino di zenzero in polvere
2 cucchiaini di cannella in polvere
mezzo cucchiaino di noce moscata grattugiata
un quarto di cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
mezzo cucchiaino di sale
180 ml di latte
180 ml di panna liquida fresca
3 uova grandi
panna semi montata per servire q.b.

 

PREPARAZIONE :

Preriscaldate il forno a 200°gradi. Coprite il kg di zucca con un foglio di alluminio, con i lati rivolti verso l’alto. Cuocete per 1 ora o finché la zucca non sarà morbida. Sfornate e fate raffreddare a temperatura ambiente prima di eliminare la scorza e i semi. Frullate la polpa fino a renderla una purea, pesatene 500 g e mettete da parte. Conservate la zucca in esubero in frigorifero o nel congelatore, usatela per altre preparazioni. Come questa ad esempio, cliccate qui per leggere.

Mentre la zucca cuoce preparate la pasta frolla leggendo il link che vi riporta alla ricetta e mettete in frigorifero coperta con una pellicola per 30 minuti.

In una pentola, fate cuocere la purea di zucca con lo zucchero, il miele, le spezie e il sale. Mescolate costantemente per 5 minuti o finché il composto non si sarà asciugato (se ci sono ancora dei grumi di zucca, frullate il tutto un’altra volta). Prima di fare questa operazione tirate fuori dal frigo la pasta frolla per farla stemperare, questo vi permetterà di stenderla al meglio.

Trasferite il miscuglio in una ciotola ampia e sbattete con una frusta elettrica.
Continuate a mescolare versando a filo il latte.

E la panna.

Unite le uova, una alla volta, sbattendo brevemente il composto dopo ogni aggiunta e raschiando bene i bordi della ciotola per amalgamare il tutto.

Stendete la pasta frolla, e mettetela nello stampo unto di burro. Aiutatevi con la carta forno per fare questa operazione. Con un coltello affilato, rifilate per bene il bordo della pasta frolla (con la pasta frolla avanzata potete fare dei biscottini).

Versate nella pasta frolla il composto liquido appena preparato, e infornate in forno preriscaldato a 190° gradi per circa 35/40 minuti.

La torta sarà pronta quando il ripieno sarà gonfio e asciutto sui bordi, ma ancora leggermente tremolante al centro. Sfornate e fate raffreddare su una gratella per almeno 1 ora. Servite a temperatura ambiente con panna montata.

Ecco una fetta vista da vicino.

N.B. Per avere i chiodi di garofano in polvere,  ne ho presi 3 e li ho pestati tra due fogli di carta forno, con un peso, io ho usato la caffettiera vuota.
A me la torta piace fredda di frigorifero e l’ho mantenuta in frigorifero una volta che si è raffreddata. Però è una questione di gusto. Scoprite qual’è il vostro.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA