Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

ANTIPASTI

categoria-antipasti2Gli antipasti sono le prime portate che vengono servite durante un pranzo o una cena, e più che prime portate possono essere definiti piatti che antecedono i pasti. La gamma di ricette di antipasti è davvero infinita infatti possiamo optare per piatti caldi o freddi, fritturine, bruschette e tartine e rustici. Con il termine “antipasto” possiamo riferirci a semplici stuzzichini oppure a piatti più elaborati.

FOCACCIA BARESE CON POMODORINI – RICETTA N° 107

FOCACCIA BARESE CON POMODORINI – RICETTA N° 107 

 La focaccia è un’impasto morbido, a base di farina, acqua, lievito, olio e sale. Viene preparata in mille modi diversi, differenziandosi con ognuna per la diversità di preparazione e per i condimenti. Quella che vi propongo oggi, e che è stata per me una piacevole scoperta, è la focaccia barese, che si fa in Puglia, con all’interno le patate lesse schiacciate e con una parte di farina di semola. Io ho due versioni da proporvi. La prima è questa, è una ricetta di Palma D’Onofrio, una delle maestre di cucina della prova del cuoco ( per saperne di più su Palma D’Onofrio cliccate qui ), mentre la seconda che pubblicherò prossimamente è di un’altra maestra della panificazione, ma non voglio ancora svelarvi niente. Io nell’esecuzione di alcuni passaggi ci ho messo come al solito qualcosa di mio. Inoltre se vi piace, potete aggiungere oltre ai pomodorini, anche delle olive o delle cipolle tagliate sottilissime, mentre se vi piace la focaccia al naturale, potete lasciarla totalmente in bianco, spolverata soltanto con un pizzico di origano e qualche ago di rosmarino. La versione che piace a noi in famiglia, è al naturale, bianca, con le 2 spezie principali. Ma mi credete se vi dico che tutte le volte che l’ho preparata non ho fatto in tempo a fotografarla, perché è sparita subito ? Ma state tranquilli, tra qualche giorno gli dedicherò un’intera pagina. Bene per oggi è tutto, ora vi lascio, e corro alla mia seduta di ginnastica, così mi sentirò di nuovo in forze per la ricetta di domani.
Un saluto a chi passa di qua.



Dose : per 1 focaccia dal dm di 28 cm
Preparazione : 15 minuti
Lievitazione : 1 ora

 

Ingredienti :

200 g di farina 00
100 g di farina di semola
250 g di patate lesse
mezzo cubetto di lievito di birra
250 g di acqua tiepida
40 g di olio +  50 g per ungere la focaccia da entrambe le parti
1 pizzico di zucchero
12/15 pomodorini
origano e sale q.b.

 

PREPARAZIONE :

Mescolate le due farine in una ciotola e fate un cratere al centro.

Ponete all’interno le patate lesse schiacciate, l’olio, sale q.b.

In una ciotolina mescolate un pochino di acqua tiepida, il lievito e lo zucchero, mescolateli per far attivare il lievito, lasciate riposare 3/4 minuti e poi versate all’interno della ciotola. Cominciate ad impastare e aggiungete l’acqua un po’ per volta, perché è probabile che a seconda dell’umidità della farina non occorrerà versare tutta l’acqua della dose.

Quando vedete che i liquidi sono stati assorbiti, trasferite su un piano di lavoro.

Lavorate l’impasto fino a che si staccherà perfettamente dalla spianatoia, a dimostrazione che c’è stata una perfetta incorporazione della parte liquida ( acqua ) con quella secca ( farine ).

Formate con l’impasto una palla, e mettetela a lievitare direttamente all’interno dello stampo, unto con l’olio per 1 ora o fino al raddoppiamento di volume.

Stendete la pasta con il palmo della mano, e cercate di ungere la superficie con l’olio che si solleverà ai lati dell’impasto.

Con i polpastrelli delle dita effettuate le tipiche fossette, affondandole letteralmente nella pasta.

Tagliate in due i pomodorini e conditeli con un pizzichino di origano.

Affondate ogni metà nell’impasto come in foto.

Completate spolverando con l’origano fresco o secco e sale fino q.b. ( se lo preferite, usate il sale grosso ). Infornate in forno preriscaldato a 200° per 15/20 minuti.

Quando la focaccia risulterà bella dorata, sfornatela e fatela intiepidire prima di mangiarla.

Ecco un particolare dell’interno, vedete come si vede la classica alveolatura?

N.B. – Potete tagliarla, riempirla e farcirla, a seconda di come vi piace mangiarla ; con prosciutto, mortadella, mozzarella di bufala, formaggio e tanto altro. Sbizzarritevi con la fantasia.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

RUSTICI CON LE ALICI – RICETTA N° 106

RUSTICI CON LE ALICI – RICETTA N° 106

I rustici alle alici sono fantastici. Veloci da preparare, e buonissimi da mangiare. Il procedimento è  simile ai rustici con i wurstel, che avevo pubblicato qualche tempo fa, ma con qualche passaggio in più. Anche questi, facevano parte delle cose che ho preparato per il compleanno di mio cognato a giugno. Potete prepararli per voi, o in occasione di feste, buffet, o come antipasto, aperitivo da stuzzicare magari davanti la televisione mentre vedete lo sport o il vostro programma preferito. Sono molto versatili come potete vedere. E anche questi potete prepararli prima, congelarli eppoi tirarli fuori dal congelatore al momento del bisogno, scongelandoli direttamente in forno, se volete mangiarli caldi, o lasciandoli scongelare a temperatura ambiente per una mezz’ora circa. La giornata passata al mare ieri è stata stupenda, e vi confesso che a Luglio inoltrato ho fatto il mio primo bagno al mare della stagione.

Bene, vi lascio alla ricetta, e mi metto a cucinare per la cena, alla prossima e buona serata.

 

Dose  : per 32 rustici
Preparazione :15 minuti
Cottura : 15 minuti

 

Ingredienti :

2 rotoli di pasta sfogli rotonda già pronta
1 barattolo di alici sott’olio da 150 g
q.b. di olio di semi del barattolo di alici per spennellare
1 uovo per spennellare

 

PREPARAZIONE :

Preriscaldate il forno a 180°.
Srotolate la pasta sfoglia su un piano di lavoro, con una rondella dividetela in 4.

Dopo dividetela in 16.

Separate le alici dall’olio di semi in 2 contenitori separati.

Dividete le alici a metà, e arrotolatele mettendone 1 su ogni triangolo.
Spennellate con un po’ di olio del vasetto ogni triangolino all’interno.

Arrotolate ogni triangolino fino a formare 1 cornetto (cliccate sulla ricetta dei rustici con wurstel per vedere come arrotolarli ).
Con la stessa carta forno della pasta sfoglia, ricoprite una leccarda da forno.
Spennellate la superficie dei cornetti con l’olio delle alici e dopo con l’uovo per colorarli.

Infornate in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti.

Sfornateli appena risultano dorati.

Ecco i rustici alle alici, pronti per essere mangiati.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PAN BRIOSCHE’ SENZA GLUTINE – RICETTA N° 104

PAN BRIOSCHE’ SENZA GLUTINE – RICETTA N° 104

Il Pan Brioschè, è un pane semi-dolce, molto versatile, in quanto può essere mangiato a colazione, con qualsiasi crema dolce e/o marmellata, o nella versione salata con prosciutto, formaggio o mortadella, o tonno e pomodoro ecc. Era da tempo che non pubblicavo una ricetta senza glutine. Quindi oggi, vi scrivo, il mio primo esperimento, riuscito perfettamente alla prima prova su questo tipo di pane, frutto di una mattinata, passata a impastare pizze, pani e biscotti per mia sorella, il tutto senza glutine. Sono riuscita ad ottenere un pane morbidissimo, con un solo uovo, e usando l’olio extra vergine di oliva, invece del classico burro. Due cose sono essenziali da dire : se lo volete proprio, più dolce, aggiungete 2/3 cucchiai in più di zucchero. Ho utilizzato una miscela di farine nel preparato per fare il pane, comprata nel negozio che vende esclusivamente prodotti senza glutine, della mia amica Laura, quindi di prima scelta. Ho voluto essere precisa, perché non ho avuto lo stesso risultato, usando la farina per impasti salati, con una farina di seconda scelta ( in questo caso ho usato una marca del supermercato ). Oggi il tempo è stato piuttosto ingannevole, sembrava che dovesse piovere, e invece in tarda mattinata è uscito il sole. Quindi oggi, niente mare per me, perché il pomeriggio l’ho passato a preparare qualcosa di buono, da portare a casa di amici, che ci hanno invitato a vedere la finale dei mondiali. Quindi nei prossimi giorni vedrete cosa ho preparato di nuovo.

Quindi ora vi lascio, a questa bella serata, in compagnia dei vostri amici o parenti e a domani con la prossima ricetta.

 

Dose : per uno stampo da cm 20 di dm
Preparazione : 10 minuti
Lievitazione : 2 ore circa

 

Ingredienti :

400 g di farina per preparato per fare il pane senza glutine
300 ml di acqua
1 uovo
3 cucchiai di zucchero
10 g di lievito di birra fresco ( usate quello consigliato dal prontuario )
1 cucchiaio di olio evo
8 g di sale

 

PREPARAZIONE :

In una ciotola, mettete la farina a fontana, e ponetevi tutti gli ingredienti, tranne il sale.

Cominciate ad impastare, e dopo aver mescolato gli ingredienti aggiungete il sale.

Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio e sodo.
Disponetelo a cilindro dentro la stampo del plum-cake, rivestito di carta forno, coperto con la busta di plastica gelo o pellicola.

Mettetelo a lievitare per un paio d’ore circa.
Quando vedrete che si sarà, raddoppiato di volume, infornatelo in forno già caldo a 180° per 20/30 minuti, o fino a che si sarà perfettamente dorato in superficie.

Togliete il pane dal forno, e aspettate 30 minuti prima di sfornarlo.
Fate raffreddare completamente prima di affettarlo e mangiarlo.

Ed ecco come si presenta il pane visto da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RUSTICI CON WURSTEL – RICETTA N° 90

 RUSTICI CON WURSTEL – RICETTA N° 90

I rustici con i wurstel, sono componenti salati essenziali dei buffet per le feste o come parte di un aperitivo prima di una cena importante, chissà quante volte le avrete mangiate proprio in queste occasioni. Farli a casa è veramente facile, ma sopratutto economico, in confronto a quanto potrete pagarli in qualsiasi forno o pasticceria che li preparano. Perché spendere tanto quando con pochissimi Euro e pochissimo tempo possiamo farli noi? Per prepararli occorrono 30 minuti del nostro tempo, 2 rotoli di pasta sfoglia già pronta e 1 una confezione di wurstel grandi. Potete anche prepararli in anticipo e metterli nel congelatore, così da averli già pronti quando vi occorrono, come ho fatto io. Vi è piaciuta la ricetta? L’avete trovata divertente? O l’avete trovate interessante? Oppure c’è qualche ricetta che avete trovato eccezionale? Esprimetemi la vostra reazione, scendendo con il mouse fino alla fine della ricetta, sotto troverete la possibilità di farmi sapere come l’avete trovata, divertente, interessante o eccezionale !!!

Vi ringrazio per la vostra disponibilità e un saluto a tutte le cuochine e i cuochini che mi seguono e mi leggono.

Dose: per 36 rustici
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 15 minuti

 

Ingredienti:

2 rotoli di pasta sfoglia già pronta
1 confezione di wurstel grandi
1 rosso d’uovo per spennellare

 

PREPARAZIONE:

Preriscaldate il forno a 180°.
Srotolate la pasta sfoglia su un piano di lavoro, con una rondella dividetela in 4.

E dopo dividetela in 16.

Dividete a rondelle i wurstel.

Mettete 1 rondella ogni triangolo.

Arrotolate fino a formare 1 cornetto.

Mettete gli stuzzichini sulla leccarda, ricoperta con carta forno e spennellateli con il rosso d’uovo, infornateli in forno già caldo 180° per 10/15 minuti.

Sfornateli appena risultano dorati.

Ecco i vostri stuzzichini e rustici, belli da vedere e buoni da mangiare.

Ed ecco come risultano da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

SCHIACCIATINE DI PATATE

SCHIACCIATINE DI PATATE

Diario di bordo
Io e il mio amore Corrado siamo in grado in 2 di spazzolarcela tutta quanta. Se non avete gli odori descritti nella ricetta potete sostituirli con il rosmarino. Questa ricetta è una delle ricette che vi consiglio per festeggiare la Festa della Donna con le vostre amiche!

Avete mai sentito parlare delle schiacciatine fatte con le verdure? Questa è una ricetta vegetariana, ma tanto sfiziosa, che una volta che l’ho provata, ho visto la sua versatilità sulla tavola. Non funge solo da antipasto, ma può fungere anche come primo piatto, noi l’abbiamo  mangiata  accompagnata da salumi e formaggi, come piatto unico, buonissima anche da sola, mangiata come se fosse una pizza, o come secondo e per ultimo come un contorno. Si presta benissimo anche a un salvacena. 

Quando avete ospiti improvvisi, vi assicuro che nel frattempo che gli dite di fermarsi a mangiare con voi, avrete già infornato le schiacciatine. Insomma sarete voi a decidere che posto dargli nel vostro menù. Quindi è ottima sia per la festa della donna, perché le vostre amiche, ve lo assicuro, le apprezzeranno tantissimo, e anche in altre mille occasioni, oltretutto per chi va matto di patate in tutte le salse, sono sicura, che darà un posto di tutto rispetto a questa ricetta. Io l’ho sempre cucinata sulla leccarda da forno, e in questo modo viene sottile, ma voi potete usare anche una teglia leggermente più piccola, in questo modo vi verrà un pochino più alta. 

Ora vi saluto, e mi raccomando, fatemi sapere, aspetto i vostri commenti.

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

Varianti

Le schiacciatine sono una ricetta davvero versatile. Il loro impasto e le loro farciture sono pressocchè infinite. L’unico limite è la vostra fantasia…o il vostro gusto, se vogliamo. Ecco per voi una variante deliziosa che ho realizzato, le schiacciatine di zucchine!

La ricetta l’ho letta sul blog di Misya.info una delle 3 mie muse ispiratrici; grazie a loro ho deciso di aprire il mio blog.

Quindi, come seconda ricetta per la festa della donna all’insegna del giallo, non potevo non postare questa ricettina.

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

STUZZICHINI ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 64

STUZZICHINI ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 64

Buongiorno a tutti e benvenuti nel mio blog. E’ appena finito Carnevale, e subito ci si prepara per un’altra festa. Questa volta è quella dell’8 marzo, la festa internazionale della donna, ed è curioso sapere che in nazioni diverse, si festeggia in maniera diversa dalla nostra. Comunque la pensiate su questa festività, se siete tra quelle, che sabato sera, staranno a casa con le proprie amiche e mariti e figli, per passare una serata diversa dal solito, o perché non gradite andare in un locale a mangiare fuori, questa è la prima ricetta che vi consiglio. Un’antipasto o stuzzichino, precena, da servire appena arrivano le vostre ospiti. Per la presenza dello zafferano, i vostri stuzzichini avranno un bel colore giallo, che rievocano il colore della mimosa, che rappresenta questa festività. Potete prepararla il giorno prima, fate freddare in frigorifero gli stuzzichini e serviteli freddi, io li ho provati così e sono ottimi, ma che dico, superbi. Questa è la ricetta, e mi farà piacere se la vorrete provare.

Un bacio a tutte voi, scappo, perché la mia agenda è piena di cose da fare oggi.

 

Dose: per 8/10  persone
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 15/20 minuti circa (gli stuzzichini devono dorarsi bene in superficie)

 

Ingredienti:

2 uova medio – grandi
5 cucchiai di formaggio grattugiato
400 g di ricotta (io ho usato la capra, voi mettete quella che piace a voi)
1 bustina di zafferano
1 mazzetto di prezzemolo
sale e pepe in polvere q.b.

 

PREPARAZIONE:

In una ciotola capiente sbattete le uova. Unite la ricotta, il formaggio grattugiato, lo zafferano  un po’ di prezzemolo tritato, sale e pepe q.b.

Amalgamate il tutto, fino ad ottenere una crema morbida ed omogenea.

Stendete il composto in una piccola teglia oliata o ricoperta con la carta forno, cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15/20 minuti, fino a che si sarà dorato in superficie.

Togliete dal forno, lasciate raffreddare, e tagliate a quadretti. Mettete in frigorifero fino al momento di servire.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

GAMBERETTI IN SALSA COCKTAIL – RICETTA N° 37

GAMBERETTI IN SALSA COCKTAIL – RICETTA N° 37

Il cocktail di gamberetti è uno degli antipasti di pesce più apprezzati a livello internazionale. E’ uno dei miei piatti preferiti, lo metto al primo posto tra gli antipasti di pesce più buoni in assoluto. La bontà indiscussa di questa ricetta dipende dal sapore dolce e delicato dei gamberetti in contrasto col sapore deciso della salsa cocktail/salsa rosa, aromatizzata con quattro tipi di salse diverse (maionese, ketchup, senape e worcester), e dal Cognac o per chi lo preferisse dal Brandy. Il tutto viene servito all’interno di una coppa, con dentro per primo una foglia di lattuga o trocadero, lavate e asciugate per bene. Con 2 varianti di procedura; c’è chi preferisce mescolare i gamberetti nella salsa, farli macerare per un’ora in frigorifero eppoi mettere i crostacei nella coppa, o mettere i gamberetti nella coppa di insalata con 1 cucchiaino di salsa sopra e il resto servito dentro una ciotolina, a cui attingere la salsa ogni volta che si vuole. Scegliete la preparazione che preferite.   Tra le tante varietà di versioni personali c’è anche quella con l’aggiunta di una mela lavata, sbucciata e tagliata a tocchetti piccoli e mescolata insieme ai gamberetti nella salsa cocktail. Che per me è davvero ottima, il sapore acidulo della mela e la sua croccantezza  rendono ancora più gustoso questo piatto. Quindi se volete provarla con la mela aggiungetela come vi ho descritto all’interno della ricetta di oggi. Potete usare sia gamberetti freschi che gamberetti congelati o in salamoia. Decidete voi quali usare. Io li ho comprati in un negozio di surgelati, e ho scelto i gamberetti congelati già cotti. Li ho soltanto dovuti  scongelare e poi condire. Quindi se non siete pratici nella pulizia del pesce o volete velocizzarvi nella preparazione vi consiglio di comprarli così. Questo è uno degli antipasti che preparerò per la vigilia di Natale martedì sera. Se volete vedere come preparare la salsa cocktail o salsa rosa cliccate qui.

Bene, spero di avervi incuriosito o di avervi dato un’idea nuova con queste 2 ricette per la vigilia. A prestissimo sempre su questo blog, un saluto a tutti.

 

Dose: per 4 persone
Tempo di preparazione: 10 minuti

 

Ingredienti:

500 g di gamberetti di quelli congelati già cotti (se freschi calcolatene 800 g)
una dose di salsa cocktail
1 cesto di insalata o lattuga o trocadero

 

PREPARAZIONE:

Preparate la salsa cocktail. E mettete in frigorifero a raffreddare.
Scongelate i gamberetti o se sono freschi, sgusciateli e bolliteli per 5 minuti in acqua in ebollizione, dopo di che,  lasciateli raffreddare e appena si sono raffreddati  metteteli in frigorifero.
Capate le foglie più belle del cespo di insalata che avete comprato,  lavatele per bene e asciugatele.
Mettete dentro una coppa 2 foglie di insalata, 2 cucchiai di gamberetti e 1 cucchiaino di salsa rosa.
Portate in tavola, servendo a parte la salsa all’interno di una  ciotolina di ceramica.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

SEPPIE E PATATE – RICETTA N° 32

SEPPIE E PATATE – RICETTA N° 32 

Oggi una ricetta di pesce dato che è venerdì. Questo è un contorno che adoro, ancor di più di seppie e piselli. Intendiamoci, mi piacciono anche quelli, ma con le patate di più. Io le cucino così, con il pomodoro, ma se non vi piace c’è anche la versione in bianco eliminando semplicemente il pomodoro. Potete inserirla tra i contorni o gli antipasti per la vigilia di Natale. La ricetta può anche essere fatta anche con le seppie congelate. Quindi se procedete a usare quelle dategli almeno un parziale scongelamento in modo da poter separare le teste dai tentacoli. Se invece le comprate fresche e volete preparare il brodo di pesce descritto nella ricetta per intenderci “fresco”, fatevi dare dal pescivendolo di vostra fiducia qualche testa, 2 grosse lische di pesce e qualche crostaceo piccolo ne sono sufficienti 5/6. Per ottenere il brodo metteteli in una pentola con delle erbe aromatiche : prezzemolo, rosmarino, alloro, pepe in grani, carota, cipolla e sale, con almeno 1 litro abbondante di acqua, fate cuocere calcolando 40 minuti a partire dal bollore. Al termine potete filtrare il tutto e usarne 2 mestoli per la ricetta, il liquido che se ne ricava viene chiamato anche fumetto di pesce. Mettete nel congelatore quello che avanza, vi ritornerà utile senz’altro per qualche altra ricetta futura. Diversamente, seguite la ricetta usando il brodo granulare di pesce che si trova  in commercio. Sceglietelo se lo trovate senza glutammato. Se la ricetta vi è piaciuta, mettete un bel MI PIACE e condividetela sui social. Iscrivetevi alla news letter per non perdere nessuna novità del blog.

Per oggi è tutto vi auguro buona serata e alla prossima ricetta.

 

Dosi: per 4 persone
Tempo di preparazione: 15/20 minuti
Tempo di cottura: 40/50 circa.

 

Ingredienti: 

1 kg e mezzo di seppie
700/800 g di patate
2 pomodori belli rossi o mezza tazza di passata di pomodoro
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
1 bicchiere di vino bianco da cucina
4 cucchiai di olio e.v.o.
brodo granulare di pesce q.b. (o 1 tazza di fumetto di pesce caldo⇑⇑⇑)
sale pepe e prezzemolo q.b.

 

PREPARAZIONE:

Pulite, spellate e lavate sotto l’acqua corrente le seppie e separate i tentacoli dalle teste. Lasciate interi i tentacoli e fate a pezzi le teste. In una pentola capace mettete l’olio e fate soffriggere la cipolla e l’aglio mondati e fatti a piccoli cubetti per 5/ 10 minuti a fuoco basso.

Aggiungete i tentacoli, fate soffriggere per altri 3 minuti, dopo di che aggiungete il vino e fate cuocere circa 5 minuti a fuoco medio.

Aggiungete il pomodoro o la passata e fate cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti.

Aggiungete le teste fatte a pezzi e cuocete per 5 minuti, mescolando il tutto per 2/3 volte.

Aggiungete le patate che avrete sbucciato, lavato e fatto a tocchi più o meno grandi, mescolate e dopo qualche minuto aggiungete 1 tazza di fumetto di pesce caldo o 1 misurino di brodo granulare di pesce sciolto in una tazza d’acqua, incoperchiate e fate cuocere il tutto per 20/30 minuti.

Portate il tutto a cottura mescolando ogni tanto per evitare di far attaccare sul fondo. Il liquido si deve ritirare completamente. Assaggiate. Le seppie devono essere tenere mentre le patate devono essere cotte ma morbide, non devono essere ne dure e ne mollicce,  aggiustate di sale e pepe e se volete aggiungete un po’ di prezzemolo sminuzzato con il coltello.  Impiattate. Ed ecco a voi un gustosissimo piatto di seppie e patate visto dall’alto.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 

Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA RUSTICA RIPIENA CON IMPASTO MOLLE – RICETTA N° 13

TORTA RUSTICA RIPIENA CON IMPASTO MOLLE –  RICETTA N° 13 

Questa è una torta rustica diversa dalle solite, perchè non bisogna impastarla eppoi stenderla, ma bensì, impastarla con le fruste o una frusta a mano e infornarla. Questa ricetta è una ricetta a richiesta della mia amica Giorgia, con la quale ho passato e condiviso l’ombrellone per alcune estati. Sono felice di fargli notare che non mi sono scordata di lei. E’ una ricetta che faccio da sempre. La faccio sia quando ho fretta e  non ho tempo di fare una torta con la pasta brisé, da portare agli amici, e sia per riciclare piccoli rimasugli in frigorifero di formaggi-salumi- e verdure. Io vi scrivo le dosi e il procedimento, a voi la scelta di cambiar un’ingrediente con un’altro, con quello che avete in casa, o di rifarla tale e quale. La maggior parte delle volte ci ho messo la ricotta, ma questa volta avevo solo il mascarpone e ho messo quello. Potete usare questa torta, quando sapete di avere ospiti la sera, ad esempio amici a cena che vengono a vedere la partita, o delle amiche che vengono a vedere un film. Oppure in occasione delle feste, usandola come parte di un’aperitivo o antipasto. Insomma come volete. Viene una torta rustica davvero fenomenale. Piace a tutti e li fa letteralmente impazzire. Fatela anche per coccolare voi stessi, con qualcosa di buono. Fatemi  sapere come è andata.

 

Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 40/50 minuti

 

Ingredienti:

4 uova
110 g di olio e.v.o.
250 g di mascarpone
4 cucchiai di grana
190 g di prosciutto cotto
80 g di mozzarella
90 g di pecorino semi stagionato
100 g di rape cotte (o qualsiasi tipo di verdura avanzata)
200 g di farina 00
1 bustina di lievito per torte salate
sale e pepe q.b.

 

PREPARAZIONE:

Preriscaldate il forno a 180°. Imburrate e infarinate una teglia rettangolare di cm 24 per 15 cm.
Tagliate a cubetti il prosciutto cotto, la mozzarella e il pecorino. Con le forbici fate a pezzetti la verdura.
In una ciotola mettete le uova, l’olio, il mascarpone, il prosciutto cotto, la mozzarella il pecorino e mescolate tutto per bene.

Aggiungete la verdura e il formaggio grattugiato.

E per ultimo la farina con il lievito il sale e il pepe.

Infornate in forno preriscaldato per 35/45 minuti. Passati i 35 minuti controllate che la superficie si sia dorata uniformemente.

Sfornate e lasciate raffreddare.
Una volta raffreddato, mettetelo sul tagliere e tagliatelo a cubetti.
Mettetelo su un piatto e servitelo. Ed ecco un particolare dei cubetti di torta salata. Fatta a cubetti si presta benissimo ad essere mangiata per una cena a buffet fatta in piedi.

 

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA