Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

ANTIPASTI

categoria-antipasti2Gli antipasti sono le prime portate che vengono servite durante un pranzo o una cena, e più che prime portate possono essere definiti piatti che antecedono i pasti. La gamma di ricette di antipasti è davvero infinita infatti possiamo optare per piatti caldi o freddi, fritturine, bruschette e tartine e rustici. Con il termine “antipasto” possiamo riferirci a semplici stuzzichini oppure a piatti più elaborati.

FRITTELLE DI MAIS – RICETTA N° 203

FRITTELLE DI MAIS – RICETTA N° 203

Oggi la mia cucina prevede qualcosa di veloce e molto sfiziosa. Un’idea davvero grandiosa per collocare il classico barattolino di mais in una pietanza diversa dalla classica insalata ….  anzi queste frittelline possono fungere da accompagnamento alla vostra insalata verde. Ricordatevi che per la presenza del mais, potete includere questa ricetta tra quelle per una serata tra amiche compreso il giorno della festa della donna. Le ho preparate proprio per quest’occasione l’8 marzo scorso per una cenetta carina per me e il mio compagno, e queste frittelle sono state le protagoniste del piatto. Inutile dirvi che sono sparite in un baleno. Abbiamo festeggiato a casa ed è stata una piacevole serata a due. Ho cucinato 3 cose ma tutte molto goduriose. In fondo a tutto troverete la foto del piatto che avevo fotografato quella sera. La ricetta è tratta dal libro I menù di Misya.

Vi auguro un buon sabato. Voi provatele e fatemi sapere.

 

Dose : per 12 frittelle
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 15 minuti
Tempo totale : 30 minuti

 

Ingredienti :

150 g di mais in scatola
50 g di farina
70 ml di latte
1 uovo di grandezza medio-grande
25 g di formaggio grattugiato
sale q.b.
pepe nero in polvere q.b.
qualche foglia di basilico
olio di semi per friggere q.b.

 

PREPARAZIONE :

Sbattete l’uovo in una ciotola, aggiungete la farina, il latte, il formaggio grattugiato e amalgamate fino a formare una pastella liscia.

Scolate il mais e aggiungerlo alla pastella insieme alle foglie di basilico spezzettate, il sale e il pepe (il ho messo l’erba cipollina secca perchè non disponevo del basilico).

Lasciate riposare un quarto d’ora in frigo.

Fate scaldare l’olio in padella e versate il composto a cucchiaiate. Friggete un paio di minuti per lato, quindi poggiatele su un foglio di carta assorbente.

Servite calde.

Ecco il mio piatto per la festa della donna del 2015 che comprendeva :

Bruschette con pane cotto a legna lievitazione pasta madre con sopra provola di Tornareccio e salsicce nostrane abruzzesi

Mousse di ricotta di mucca aromatizzata con miele di acacia, pepe, sale e rucola

Frittelle di mais

Insalatina di pomodorini dolci condite con olio sale e pepe.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PATATE A FISARMONICA – RICETTA N° 197

PATATE A FISARMONICA – RICETTA N° 197

Oggi una ricetta che piacerà a tutti. A chi è amante del buon cibo, e a chi invece è vegetariano e vegano. Questa è stato il mio pranzo di ieri. Avevo voglia di patate, e mi sono ricordata di questa ricetta che ho visto tante volte ma che non ho mai fatto. Io ne ho fatto una mia personale versione. Le patate vengono tagliate a fettine sottili, ma senza arrivare fino alla fine. Potete usare le spezie che volete, io ho usato quelle che avevo disponibili del mio orticello casalingo. E se volete, farcirle all’interno con quello che volete usate la vostra fantasia, con creme, salse, formaggi, salumi e cosi via.

Buona serata a tutti.

 
Dosi : per 3 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 30/40 minuti
Difficoltà : Facile

 

Ingredienti :

5 patate  di media grandezza
5 cucchiai di olio e.v.o.
erbe aromatiche q.b. (io ho usato rosmarino, basilico, salvia)
spezie q.b. (io ho usato curcuma, pepe nero, curry)
3 cucchiai di pane grattugiato
2/3 cucchiai di acqua, sale q.b.

 

PREPARAZIONE :

Sbucciate le patate, e con un coltello tagliate le patate senza arrivare fino in fondo, in tante fettine sottili. Io ho usato un coltello come base, e il coltellino che ho usato, si è fermato appena toccato il coltello usato come base (scusate il giro di parole).
In una ciotolina mescolate per bene il pan grattato, 2 cucchiai d’olio, le erbe aromatiche (che io ho precedentemente tagliato a coltello)  le spezie e il sale.
Impanate le patate facendo entrare la panatura all’interno delle fettine.
Disponetele su un vassoio coperto di carta forno,  ultimate versate l’acqua e l’olio rimasto sopra le patate. Infornate in forno caldo a 180° per 35/40 minuti o fino a completa rosolatura delle patate.

Ecco le patate a fisarmonica croccanti fuori e morbide dentro. Un’alternativa davvero carina alle solite patate al forno. Si usano come contorno, io invece ieri le ho usate come piatto unico.

Ecco le mie erbette dell’orto.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

SUPPLI’ – COME RICICLARE GLI AVANZI – RICETTA N° 179

SUPPLI’   – COME RICICLARE GLI AVANZI – RICETTA N° 179

Questi suppli li ho realizzati con gli avanzi del risotto ai funghi che avevo cucinato il giorno prima. Ricetta tratta dal libro Cotto e Mangiato di Benedetta Parodi. E’ la prima ricetta del libro racchiusa nella categoria Antipasti e Piattini. E’ sempre un piatto che cucino, il giorno dopo che ho fatto il risotto, perché puntualmente ne faccio sempre di più, e avanza sempre. Si tratta di un perfetto jolly per riciclare  l’avanzo del giorno prima. E non importa se è rosso, giallo o alle verdure, il supplì verrà bene sempre e comunque, e per usare le parole di Benedetta, vi sorprenderete ben presto a cucinare quantità spropositate di risotto, pregustandovi già il fritto del giorno successivo. Per chi ha problemi con il fritto,cottura in forno no problem. Potete usare questa ricetta come antipasto per la festa della donna di domenica prossima 8 Marzo. Coccolatevi con qualcosa di buono donne.

Buona giornata.

Dose : per 6 supplì grandi
Preparazione : 15/20 minuti
Cottura : 15 minuti circa


Ingredienti :

1-2 mozzarelle
risotto avanzato del giorno prima (altrimenti 300 g di riso già bollito, condito con sugo rosso, Grana Padano grattugiato e fatto raffreddare)
2 uova
farina 00 q.b.
pangrattato q.b.
olio di semi per friggere q.b.


PREPARAZIONE :

Tagliare le mozzarelle a dadini di cm 1 cm e mezzo.
Mettete il riso avanzato in una ciotola, e mescolateci 1 uovo, 2-3 cucchiai di Grana Padana.
Prendete una manciata di riso con le mani, metteteci al centro uno o due dadini di mozzarella, richiudete la pallina.
Passarla nella farina.
Nell’uovo rimasto.
E infine nel pangrattato. Continuate fino a impanare tutti i supplì.
Friggete i supplì in abbondante olio bollente rigirandoli per cuocerli da entrambe le parti.
Scolarteli su carta assorbente.
Mangiateli caldi o tiepidi.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA RUSTICA DI RICOTTA PEPERONE E MELANZANA – RICETTA N° 162

TORTA RUSTICA DI RICOTTA PEPERONE E MELANZANA – RICETTA N° 162

Questa torta rustica, è una mia ricetta che ho fatto l’anno scorso, precisamente è datata 7 giugno. E’ una di quelle tante ricette che aspettavano di essere pubblicate. Ed è il risultato di un veloce svuota-frigo perché la pasta sfoglia che avevo comprato era andata nel dimenticatoio, e stava per scadere. Quindi ho guardato in frigo, nella dispensa, ed ecco cosa è uscito fuori. Io ho usato peperone e melanzana, perché anche quelli stavano per “scadere”, ma voi potete usarne altre, o potete sostituire un’ortaggio con un’altro. A vostro piacere insomma. Come al solito sono in ritardo lo so, con le ricette di carnevale e di San Valentino, ma non preoccupatevi mi rimetto subito in pari. In settimana cercherò di postarvi le ricette che ho preparato, e da domani sarò sicuramente più presente. A casa mia c’è una novità. Mio suocero ha fatto la sorpresa a tutti, e Giovedì scorso si è presentato con un nuova cucciola di pastore tedesco, che all’unanime abbiamo chiamato Lilla. La perdita della stupenda cagnolona Lolita, avvenuta alla fine di settembre, ci aveva lasciato sgomenti, perché era accaduto all’improvviso, e un vuoto nel cagnolino più piccolo, che ha letteralmente cominciato a soffrire di solitudine. Faceva una grande tenerezza a tutti nel vederlo cambiato. Ora da qualche giorno, possiamo dire che è tornato rinvigorito più che mai, scorrazza appiccicato alla nuova cagnolina, felice e arzillo come prima. Mentre noi, da subito abbiamo accolto a braccia aperte questa meraviglia, 3 kg e 600 g di dolcezza. Vi metto la foto della cagnolina, alla fine della ricetta. La nuova arrivata si direbbe che abbia la passione per la cucina. Ogni volta che ci mettiamo a cucinare, si mette li buona buona a fissarci e a seguire tutti i nostri movimenti. E non perché voglia qualcosa da mangiare, lei ha già le sue crocchette. Si diverte semplicemente a guardarci.

Con questa ultima novità in casa mia, vi lascio ad una buona giornata e ci sentiamo alla prossima ricetta.

 

Dose : per 12/15 porzioni
Preparazione : 30 minuti
Cottura : 25/30 minuti

 

Ingredienti :

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolari
1 melanzana grande
mezza falda di peperone grande
1 cipolla piccola
430 g di ricotta di mucca già scolata dal suo siero
70 g di yogurt greco
40 g di prosciutto cotto
110 g di scamorza appassita
50 g di formaggio Grana Padano grattugiato
2 uova medie intere + 1 albume
1 rosso d’uovo per spennellare
4 cucchiai di olio e.v.o.
sale e pepe q.b.

 

PREPARAZIONE :

Mondate e lavate la melanzana, il peperone e la cipolla. Riducete  tutto a cubetti. Metteteli
in una padella con l’olio a stufare con il coperchio per 25/30 minuti a fuoco medio-basso, mescolando spesso, fino a che le verdure saranno belle morbide. Salate e pepate una volta che sono cotte.

Nel frattempo che le verdure cuociono, preparate il ripieno. In una ciotola mescolate la ricotta, lo yogurt, il prosciutto cotto, la scamorza appassita, il formaggio grattugiato tenendone da parte 1 cucchiaio, le uova intere, l’albume, il sale e il pepe, fino ad avere un composto omogeneo.

Una volta cotte le verdure unitele al composto di formaggi e uova.

Srotolate il primo rotolo di pasta sfoglia e adagiatela con la sua stessa carta da forno nello stampo prescelto, bucandola con i rebbi di una forchetta. Versate il ripieno, e compattate per bene il composto. Spolverate la superficie con il cucchiaio di formaggio grattugiato messo da parte.

Con il secondo rotolo di pasta sfoglia ricoprite la superficie, bucherellatela con i rebbi di una forchetta, sigillate bene i bordi all’interno, e spennellate con il rosso dell’uovo. Infornate in forno già caldo a 180° per 25/30 minuti, o fino a che il tutto non sarà bello colorato.

Sfornate fuori dal forno e fate intiepidire per almeno un’ora prima di tagliarla a fettine e mangiarla.

Ed ecco un particolare della torta rustica vista da vicino.

Ecco il nuovo membro della nostra famiglia, la cagnolina Lilla.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

INVOLTINI DI VERZA CON RAGU’ E BESCIAMELLA – RICETTA N° 159

INVOLTINI DI VERZA CON RAGU’ E BESCIAMELLA – RICETTA N° 159

Con questa ricetta farete un figurone. Dopo  quella degli involtini di verza con purea di patate e prosciutto cotto, oggi vi propongo questa seconda, con un ripieno diverso ma gustoso allo stesso tempo, il tutto ricoperto da un sottile strato di besciamella e ragù di carne. Come vi avevo detto, con questa ricetta ho aggiustato un po’ il tiro, e seguendo il consiglio, di chi mi aveva suggerito di usare anche la besciamella, avendo assaggiato i precedenti involtini, ho provato a rifarli, e il successo è stato assicurato. Quando li ho preparati, ero a casa della mia amica Ivana, e al momento di preparare la besciamella mi sono accorta, che non aveva la farina 00, c’era solo la semola rimacinata. La mia amica mi ha suggerito che non c’era alcun problema a fare la besciamella con la semola rimacinata. Così l’ho fatta ed è venuta lo stesso una besciamella molto buona. Vi scrivo quindi esattamente la ricetta come l’ho fatta io. Se voi volete, potete fare la besciamella con la farina 00.  Io li ho usati come piatto principale del pasto, ma voi dategli il posto che preferite all’interno del vostro menù. Quando si tratta di una mia creazione, sono al settimo cielo, quello che mi suggerisce la fantasia a volte è straordinario, quando si ha poi un risultato così. I miei tremendi mal di testa si sono ripresentati alla grande. Credo che sia ora che riprenda i Fiori di bach alla mia erboristeria di fiducia. Vi aggiornerò presto sul risultato, chissà che possa essere di consiglio a chi ha il mio stesso problema.

Buona giornata a tutti.

 

Dose : per 8 involtini
Preparazione : 1 ora e 30 minuti
Cottura : 20/25 minuti

 

Ingredienti :

8 foglie di verza
400 g di patate
80 ml di latte fresco
30 g di olio e.v.o.
un pizzico di noce moscata in polvere
50 g di Parmigiano grattugiato
300 g di carne macinata mista (vitello e maiale)
70 ml di vino bianco
100 g di misto per soffritto carota-sedano-cipolla
1 litro e 100 ml di passata di pomodoro
sale e pepe q.b.

 

Ingredienti per la besciamella :

250 ml di latte
20 g di burro
30 g di farina di semola rimacinata (se volete voi usate 30 g di farina 00)
sale e noce moscata q.b.

 

PREPARAZIONE :

Mettete sul fuoco una pentola capiente, con abbondante acqua salata e portate a bollore. Staccate dalla verza 8 foglie esterne, piuttosto grosse, e senza romperle, eliminate con un coltello la venatura centrale piuttosto fibrosa.

Lavatele con abbondante acqua tenendole un pochino a bagno dopo di che scolatele.

Sbollentate le foglie di verza per 5 minuti, mettendole nella pentola una sopra all’altra.

Scolatele, fatele raffreddare completamente, e asciugate i residui di acqua con carta da cucina.

 

Sbucciate, lavate e fate a tocchi grandi le patate. Cuocetele in acqua per 10 minuti circa da quando parte il bollore. Una volta cotte, schiacciatele in uno schiacciapatate.
Preparate il purè : amalgamate alle patate il latte caldo, il burro, il Parmigiano grattugiato,sale, pepe e noce moscata.

Preparate il ragù : soffriggete per 3 minuti, in un pochino di olio e.v.o., il misto per soffritto.

Aggiungete la carne macinata sgretolandola con le mani.

Fatela rosolare da entrambe le parti, dopo di che aggiungete il vino e fate sfumare completamente.

Salate, pepate, aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere a fuoco lento per circa 1 ora, 1 ora e mezza.

Cuocete fino a far restringere il ragù.

Mentre cuoce il ragù preparate la besciamella,  per vedere il procedimento cliccate qui, ma usate le dosi negli ingredienti su indicati.

Unite al purè di patate il ragù ristretto, tenendo da parte solo 2 cucchiai di ragù. Mescolate fino ad amalgamare perfettamente i due composti.

Formate ora gli involtini : prendete una foglia di verza bene aperta, poggiatela su carta assorbente e mettete al centro un cucchiaio abbondante di composto di purè al ragù, dovete dividerla in 8 cucchiaiate.

Chiudete a pacchetto prima la parte esterna.

Poi arrotolate il pacchetto partendo dalla venatura centrale, fate capitare la parte ripiegata verso il basso.

Poggiate man mano gli involtini in una pirofila.

Ricoprite ogni involtino con un cucchiaino abbondante di besciamella e un pochino di ragù avanzato giusto appena per dargli il colore rosso.

Infornate in forno già caldo per 20/25 minuti circa.

Aspettate 10 minuti prima di mangiarli.

Ed ecco un particolare dell’interno.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

INVOLTINI DI VERZA CON PUREA DI PATATE E PROSCIUTTO COTTO – RICETTA N° 155

INVOLTINI DI VERZA  CON PUREA DI PATATE  E PROSCIUTTO COTTO – RICETTA N° 155

Preparare questi involtini mi ha proprio entusiasmato. Sono stati il mio secondo esperimento con questo ortaggio dopo aver cucinato la ricetta della verza stufata con patate il 6 novembre scorso. Mentre li riempivo  e trasformavo una semplice foglia di verza in un involtino, mi sono emozionata come una bambina che ha in mano un nuovo regalo. Ritengo che oltre ad essere un piatto adatto alla stagione fredda, da servire come antipasto o secondo, è anche piuttosto light. Infatti nonostante non ci siano condimenti come burro e quant’altro, ma solo olio e.v.o. di oliva, gli involtini sono risultati gustosi. Come ripieno ho usato quello che avevo in frigorifero e nella dispensa in quel momento, e che dovevo assolutamente consumare (prosciutto cotto). Bene dopo le mangiate degli scorsi giorni, vi farà piacere di mangiare qualcosa di buono e leggero nello stesso tempo. Chi li ha assaggiati mi ha fatto i complimenti, e nonostante questo, io non ero completamente soddisfatta. Li ho preparati una seconda volta e ho aggiustato il tiro. Quindi se a voi piace l’involtino di verza croccante seguite il procedimento della ricetta indicato, se invece preferite che la foglia risulti più morbida all’assaggio fatele bollire non 3, ma 5 minuti in tutto e allora sarà perfetta. Continuate a seguirmi e vedrete come ho preparato gli involtini di verza successivi.

Per oggi è tutto, vi auguro buona domenica cuochine e chuochini.

 

Dose :  per 6 involtini
Preparazione : 30 minuti
Cottura : 20 minuti circa

 

Ingredienti :

6 foglie di verza
4 patate di media grandezza già bollite
2 fettine di prosciutto cotto (60/70 g circa)
50 g di parmigiano grattugiato
50 ml di latte caldo (io ho usato quello senza lattosio)
olio e.v.o. q.b.
sale -pepe nero-noce moscata in polvere q.b.
Parmigiano grattugiato in più per spolverare gli involtini (facoltativo)

 

PREPARAZIONE :

Mettete sul fuoco una pentola capiente con dell’acqua salata e portatela a bollore.
Staccate dalla verza 6 foglie esterne, piuttosto grosse, e senza romperle eliminate con il coltello la venatura centrale piuttosto fibrosa.

Sbollentate le foglie di verza per 3 minuti, mettendole nella pentola una sopra all’altra.

Quindi  prendendole una alla volta fatele scolare in un colapasta. Fatele asciugare e intiepidire.

In una ciotola schiacciate le patate bollite ancora calde, aggiungete il prosciutto cotto a pezzetti, il latte caldo un pizzico sale, pepe e noce moscata, 2/3 cucchiai di olio e.v.o. e mescolate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Andate ora a realizzare l’involtino. Prendete una foglia di verza bene aperta, poggiatela su carta assorbente (per asciugare ulteriore acqua di bollitura rimasta) e mettete al centro un cucchiaio abbondante di purea di patate (dovete dividerla in 6 cucchiaiate).

Chiudete a pacchetto prima la parte esterna.

Dopo di che arrotolare il pacchetto partendo dalla venatura centrale, fate capitare la parte ripiegata verso il basso.

Poggiate gli involtini in una pirofila, unta con un filo di olio e mezzo mestolo di brodo di cottura delle foglie di verza. Ricoprite gli involtini con un filo di olio e un pizzico di pepe e sale (se volete spolverate ancora con un pochino di Parmigiano), infornate in forno già caldo a 200° per 15/20 minuti.

Sfornate quando sono colorati così come in foto e fate riposare 8/10 minuti prima di mangiarli.

Ed ecco come si presentano all’interno.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ROSTI DI PATATE E CIPOLLE – RICETTA N° 138

ROSTI DI PATATE E CIPOLLE – RICETTA N° 138

Oggi una ricetta internazionale, e precisamente vi porto in Svizzera. Il rosti si prepara con patate grattugiate a crudo o precedentemente bollite e messe in frigorifero per una notte, saltate in padella per ottenere la crosticina dorata. Anche se la ricetta base prevede solo patate, spesso vengono aggiunte cipolla, pancetta, formaggio, erbe aromatiche o anche mele. Solitamente si usano le patate lesse, se il rosti viene servito come contorno, quelle crude se è la portata principale. La mia versione è molto semplice, fatta con cipolle, origano e rosmarino e pepe macinato. Per farli ho voluto usare l’attrezzo per fare gli hamburgher, ma voi potete farli semplicemente con le mani o utilizzando il cucchiaio ; i miei avevano inoltre una larghezza di 8 cm circa, ma voi potete anche farli più piccoli. Se volete potete dare al rosti la forma della padella usata per friggere, realizzandone uno solo.

Vi auguro una buona serata e vado a preparare la ricetta che pubblicherò domani mattina. Nella penultima ricetta vi avevo accennato cosa vedrete, sicuramente una ricetta dedicati ai lievitati.

Dosi : per 4 persone – 6/7 rosti di 8 cm di dm
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 30 minuti

Ingredienti :

800 g di patate
1 cipolla bianca piccola
1 cucchiaio di fecola di patate
sale e pepe q.b.
origano e rosmarino in polvere q.b.
olio e.v.o. q.b.

PREPARAZIONE :

Sciacquate le patate e cuocetele con la buccia, partendo dal bollore calcolate 15/20 minuti.
Sbucciatele e fatele raffreddare completamente. Operazione che potete fare anche la sera prima, in tal caso mettete le patate fredde in frigorifero.

Tritate molto finemente la cipolla.

Grattugiate le patate con i fori grandi di una grattugia.

In una ciotola mescolate le patate, la cipolla, il sale, il pepe, l’origano e il rosmarino.

Scaldate una padella, spennellando dell’olio sulla superficie.
Date la forma ai vostri rosti, io ho usato l’attrezzo per fare gli hamburgher. Fateli comunque tondi più o meno schiacciati.

Cuoceteli per 5-10 minuti per lato.

Fate formare la classica crosticina.

Ed ecco i vostri rosti pronti per essere mangiati.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

MARINATA DI ZUCCA ALLA GRIGLIA – RICETTA N° 128

MARINATA DI ZUCCA ALLA GRIGLIA – RICETTA N° 128

Oggi una ricetta light, buona e gustosa. Ormai vi sto proponendo la zucca in tutte le salse. Ma per me, proprio in questa ricetta, la Zucca da’ il meglio di se. L’ho fatta e mangiata ieri a pranzo, e per descriverla, c’è una sola parola, divina. Questa ve lo consiglio come antipasto o contorno di Halloween. Ed è una ricetta che potete preparare il giorno prima, proprio come si fa’ con le melanzane e le zucchine grigliate. Le dosi sono del tutto indicative. Potete inoltre aggiungere altri aromi come prezzemolo, origano e rosmarino. Se avete ospiti, raddoppiate le dosi. Inoltre potete con le forbici, tagliare ulteriormente le fettine di zucca, una volta grigliata, così da avere delle striscioline invece che delle fette. Queste giornate di ottobre, si stanno susseguendo una più bella dell’altra. Fate il pieno di energie e di sole finché si può.

Ora torno a cucinare, vi auguro una buona domenica.

 

Dose : per 2 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 20 minuti

 

Ingredienti :

250 g di zucca già pulita a fette
4 cucchiai di olio e.v.o.
1 cucchiaino di aceto bianco
mezzo cucchiaino di aceto balsamico di Modena
la metà di uno spicchio d’aglio un po’ grosso
4 foglioline di mentuccia
2 pizzichi di sale
1 pizzico di peperoncino (se vi piace aggiungete anche prezzemolo, origano e rosmarino)

 

PREPARAZIONE :

Preparate la marinata, mettendo in una ciotolina l’olio, i due tipi di aceto, l’aglio a pezzetti (a cui avrete tolto l’anima), la mentuccia, sale e peperoncino. Mettete da parte.

Scaldate una padella antiaderente, e appena è rovente scendeteci le fettine di zucca, che non devono essere ne troppo sottili (se no bruciano), ne troppo spesse (se no non cuociono bene) e fate cuocere circa 5 minuti da un lato, e 5 minuti dall’altro.

Man mano che le cuocete, fatele raffreddare brevemente su un piatto.

Infine, mettete le fettine nella ciotolina e fatevi scendere la marinata a cucchiaiate, facendo strati di zucca e condimento.

Fate riposare almeno 1 ora prima di assaporarle. Preparatele il giorno prima, vedrete che saranno ancora più buone.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

POLPETTE DI LENTICCHIE – RICETTA N° 125

POLPETTE DI LENTICCHIE – RICETTA N° 125

Questa ricetta dovevo assolutamente postarvela stamattina. L’ho fatta ieri sera per la cena. Avevo delle lenticchie già cotte in frigorifero già da un paio di giorni. E sapevo che il rischio era quella di non mangiarle e che andassero buttate. Così ho deciso di presentarle sotto un’altra forma. Mi sono ingegnata e così ho fatto queste gustose polpette. Ho deciso di usare 2 ingredienti che avevo messo nelle polpettine arabe i Falafel ( cliccate qui per vedere la ricetta ), la cipolla e il coriandolo, e non mi sono sbagliata. Entrambi gli ingredienti hanno dato un sapore gustosissimo e inebriante. Inoltre la dose del pane raffermo è piuttosto indicativa. Ho fatto la prova friggendone alcune, e ho deciso di aggiungere 2 fette di pane in più, rispetto a quello che avevo messo, quindi regolatevi di conseguenza. Inoltre mi sono scordata di mettere del formaggio grattugiato, ma le polpette sono uscite  buone ugualmente. Se volete, potete provare ad aggiungere 50 g di parmigiano o un formaggio un po’ più saporito, e poi ditemi come è andata.

Buona giornata a chi passa di qua !!!

 

Dose : per 20/25 polpette circa
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 20/25 minuti circa

 

Ingredienti :

620 g di lenticchie già cotte
4 fette di pane raffermo ( potete anche mettere del pan carrè se preferite )
1 uovo medio
4 cucchiai di pane grattugiato
50 g di cipolla di Tropea
sale q.b.
coriandolo grattugiato q.b.
2 patate lesse ( 250 g circa )
olio di semi per friggere q.b.

 

PREPARAZIONE :

Scolate le lenticchie dal loro liquido di cottura. Mettetele in una capiente ciotola con il pane raffermo al quale avrete tolto la crosta, sbriciolato tra le mani, l’uovo, il pane grattugiato, la cipolla a pezzettini piccoli, il sale, le patate lesse schiacciate e il coriandolo grattugiato.

Impastate per bene.

Fate delle polpettine della grandezza di una noce, bagnandovi le mani ogni qualvolta vi si appiccicherà troppo impasto sulle mani, adagiatele in un piatto ricoperto di carta forno, e mettetele  in frigorifero a riposare da un mimino di 30 minuti a un massimo di 1 ora, per farle compattare bene.

Passato il tempo necessario, scaldate abbondante olio di semi, e procedete a friggere qualche polpetta, facendola ben imbrunire da entrambi i lati. In questo modo vi renderete conto se l’impasto ha ancora bisogno di aggiungere un’altra fetta di pane raffermo. Se vedete invece che tengono la cottura, procedete a cuocere tutte le polpette.

Scolatele su carta assorbente. Dopo averle cotte tutte aspettate almeno 30 minuti prima di mangiarle ( lo so che è difficile specialmente se si è affamati ). Ma solo così potrete gustarne tutti i sapori.
Servite le polpette su un letto di insalata fresca, non condita.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

POLPETTE DI PANE RAFFERMO – RICETTA N° 114

POLPETTE DI PANE RAFFERMO – RICETTA N° 114

Adoro le polpette, come si suol dire in tutte le salse. Di carne, di tonno, al formaggio, di ricotta, di zucchine, di melanzane ecc. ecc. Questa è la mia versione fatte con il pane raffermo, e cade a pennello con il tempo che il 1° settembre ci ha regalato: pioggia, vento e un’abbassamento della temperatura che ci ha fatto immediatamente coprire, con felpe e sciarpette. Al primo assaggio, sarete pervasi da un calore e sapore straordinari, che vi farà subito apprezzare questa temperatura. Le dosi sono indicative, dipende da quanto raffermo è il vostro pane. Il pane che ho usato io si era seccato parecchio al 3 giorno per il caldo, e così ho aspettato altri 3/4 giorni in più per averlo bello asciutto, e ho dovuto usare più latte del previsto per bagnarlo. Inoltre l’ho bagnato con il latte senza lattosio , se non avete problemi di intolleranza usate il latte normale, e se il vostro pane non è così secco come il mio usate meno latte. Occhio e regolatevi.

Quindi auguro a tutti voi una piacevole serata e alla prossima ricetta Bye Bye.

 

Dose : per 10/12 polpette
Preparazione : 15 minuti circa
Cottura : 20 minuti circa

 

Ingredienti :

400 g di pane raffermo ( il mio lo era di 1 settimana )
750 g di latte senza lattosio
300 g di provola a cubetti ( voi usate qualsiasi tipo di formaggio vi piaccia che si fonda )
100 g di Grana Padano grattugiato
1 uovo
spezie e aromi q.b. io ho messo maggiorana
erba cipollina
noce moscata
pepe nero
sale
olio di semi di arachide per friggere  q.b.
pane grattugiato q.b.

 

PREPARAZIONE :

Ammorbidite il pane dentro una ciotola con il latte.

Quando sarà morbido, sbriciolatelo con le mani e aggiungete l’uovo, la provola, il Grana grattugiato, le spezie e il sale. Impastate il tutto e formate le polpette, dopo di che passatele nel pane grattugiato.

Friggete le polpette in abbondante olio caldo, 2/3 minuti per lato, il tempo che siano ben dorate. Scolatele su carta assorbente.

Fate riposare qualche minuto prima di mangiarle, ma non fatele intiepidire completamente.
Ecco le vostre polpette di pane raffermo.

P.S. Se volete potete insaporirle ancora di più in un sughetto fatto con carota sedano e cipolla.
Se non volete usare il latte per mettere a bagno il pane, potete usare l’acqua.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA