Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

BURGER BUNS – PANINI PER HAMBURGER

DifficoltàMedia

Scegli le porzioni8 PorzioniTempo di preparazione3 ore 16 minutiTempo di cottura15 minutiTempo totale3 ore 31 minuti

Ingredienti per i burger buns
 450 g di farina 0
 50 g di zucchero semolato
 180 ml di acqua tiepida
 30 g di burro morbido
 1 uovo di media grandezza
 1 cucchiaino di sale fino
 1 bustina di lievito di birra in polvere
 1 uovo sbattuto con 1 cucchiaino d'acqua
 semi di sesamo q.b.

Ingredienti

Ingredienti per i burger buns
 450 g di farina 0
 50 g di zucchero semolato
 180 ml di acqua tiepida
 30 g di burro morbido
 1 uovo di media grandezza
 1 cucchiaino di sale fino
 1 bustina di lievito di birra in polvere
 1 uovo sbattuto con 1 cucchiaino d'acqua
 semi di sesamo q.b.

Directions

1

Ingredienti per i burger buns

2

All'interno di una ciotola versate la farina, lo zucchero e il lievito in polvere, mescolate con un cucchiaio. Fate un buco al centro e aggiungete l'acqua, il burro, l'uovo, e il sale. Lavorate gli ingredienti per circa 10 minuti, fino ad ottenere un palla soffice e liscia.

3

Ungete una ciotola con un pochino di olio e mettetevi a lievitare l'impasto coperto per 2 ore, finché non raddoppia di volume.

4

Una volta lievitato sgonfiate l'impasto, pesatelo e tagliatelo in 8 pezzi.

5

A questo punto fate le pieghe. Appiattite una alla volta gli 8 pezzi e arrotolate l'impasto.

6

Appiattite nuovamente e arrotolate l'impasto sul lato più corto.

7

Passate a quella che si chiama pirlatura. prendere uno a uno gli 8 pezzi di impasto facendoli girare tra le mani o sul piano di lavoro dandogli una forma sferica. In pratica formate una pallina liscia e ben chiusa sul fondo. 

8

Una volta formati gli 8 panini metteteli a lievitare coperti con un canovaccio, su una teglia ricoperta di carta forno, e lasciateli lievitare per 1 ora finché non saranno ben gonfi.

9

Ecco come si presentano i panini dopo la seconda lievitazione.

10

Spennellate i panini con delicatezza con l'uovo sbattuto con il cucchiaio d'acqua e spolverateli con i semi di sesamo.

11

Infornate in forno preriscaldato a 190°. Cuocete per 15 minuti circa, o fino a quando saranno belli dorati.

12

Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

13

Ed ecco i meravigliosi dolci strepitosi panini burger buns.

Burger buns – panini per hamburger
Diario di bordo
Immaginatevi a cena, tutta la famiglia seduta a tavola, apparecchiata con piattini e ciotole che contengono hamburger, cotolette, patatine fritte, insalata, pomodori, cetriolini, eppoi le salse, maionese, ketchup e salsa barbecue. Davanti a voi i burger buns che non avete comprato, ma bensì avete fatto in casa. Deliziosi panini profumati, morbidi, pronti per essere riempiti con gli ingredienti che ognuno sceglierà, e la vostra cena sarà una cena degna di un fast food, ma con la soddisfazione che tutto sarà stato cucinato da voi. Che ne dite, vi ho stuzzicato l’appetito e la fantasia ? Spero proprio di sì. So che a molti non piacciono i fast food, e a volte per potersi mangiare una panino che abbia le sembianze del panino da fast food, comprano quelli confezionati, ma poi rimangono delusi anche da quelli, perché appena aprono la confezione devono combattere con l’odore stomachevole di alcool etilico, con cui vengono fatti, e per finire sono costretti a mangiarsi quello che rimane del panino, perché il loro secondo difetto è che si sbriciola facilmente appena lo si stringe con le mani per poterlo mangiare.

Cosa sarebbe l’hamburger senza il morbido panino che l’accompagna ? Ebbene questi panini morbidi ai semi di sesamo si chiamano proprio così : burger buns.  E se anche voi come me siete fan della serie televisiva “Una mamma per amica” avrete visto questo panino in tutti gli episodi. Non so voi ma io ho sempre desiderato mangiarlo nella vita reale. Questa è la passione che mi accomuna con il personaggio di Lorelai : adoro mangiare il cheeseburger. Ma per poterlo gustare al meglio bisogna che il pane che accompagna il panino nella sua totalità sia perfetto. Quindi eccovi la ricetta originale americana per preparare in casa degli ottimi panini burger buns, morbidi, dolci, profumati che sanno di buono.Seguitemi in tutti gli step e come vi dico sempre, leggete tutto l’articolo fino alla fine dove vi svelo i miei consigli, i trucchetti per realizzare al meglio la ricetta, tante curiosità sul piatto e nella fattispecie il mio personale racconto di “Una mamma per amica “. Che cosa ? Non avete mai visto questa serie tv ? Bene, spero di instillare in voi la curiosità necessaria per spingervi a vederla e fare appassionare anche voi.

Prima di lasciarvi al passo passo vorrei chiedervi una facile collaborazione, aiutatemi a capire se questa ricetta vi è piaciuta, potete farlo mettendo un “mi piace” e lasciandomi un commento proprio qui sotto nel blog – dove trovate scritto “lascia un commento”, io vi risponderò nel più breve tempo possibile. Questo è il modo più veloce in cui io e voi entriamo in contatto ed è il modo principale di farmi capire se queste ricette vi stanno piacendo e se le trovate di facile esecuzione, quindi commentate, commentate e commentate qui sotto. Grazieeee Enjoy #daniwella   

la ricetta passo passo

La ricetta è tratta dal blog “Un’americana in cucina” di Laurel Evans. Le dosi degli ingredienti sono gli stessi ma, in corso d’opera ho modificato il resto del procedimento.

Chi mi ha seguito nello storie di Instagram il 9 maggio mi ha visto insieme alla mia amica Lorenza1867 preparare questa ricetta. E’ solo grazie a lei che ho apportato la modifica del procedimento inserendo nei vari step le pieghe e la pirlatura dei panini, cosa che ha contribuito a rendere il prodotto finale un perfetto burger buns.

Dal momento che la ricetta richiede il lievito di birra in polvere (altro non è che lievito disidratato a cui è stata tolta l’acqua con il quale io mi trovo molto bene perché ha una scadenza più lunga), è preferibile come consigliato nella bustina che lo contiene, mescolarlo a zucchero e farina, prima di incorporare tutti i liquidi. Inoltre nel dare la forma hai panini ho usato il metodo della pirlatura,  in gergo della panificazione vuol dire prendere uno a uno gli 8 pezzi di impasto facendoli girare tra le mani o sul piano di lavoro dandogli una forma sferica. In pratica dovete fare lo stesso movimento che si fa per le polpette.

 COM’È NATA L’IDEA DELLA SCENEGGIATURA DI UNA MAMMA PER AMICA.

-

Nasce dalla strabiliante mente di AMY SHERMAN – PALLADINO la sceneggiatrice.

Andò alla Warner Brothers con un mucchio di idee da vendere. Se ne stavano lì ad annuire, con lo sguardo annoiato.

Alla fine disse che aveva un’idea su una madre e una figlia … più amiche … che madre e figlia.

Entusiasti accettarono questa idea, un’ idea che Amy si era inventata lì per lì.

Prese spunto da un viaggio con suo marito nel Connecticut a Washinton Depot. Era un piccolo paesino. Era ottobre e gli alberi avevano dei bellissimi colori autunnali. Era tutto magnifico.

Entri in un caffè … e tutti si conoscono. Vanno dietro il bancone …e si servono da soli. Proprio in quel viaggio prese appunti … e annotò qualche dialogo, che poi fu incluso nell’episodio pilota. Era una di quelle cose già scritte nelle stelle. Insomma funzionò tutto a meraviglia.

DANIEL PALLADINO il marito di AMY  Writer and Executive Consultant racconta :

Stavamo camminando per la strada e, guardandosi intorno, lei mi disse :

“E se lo ambientassi qui?”

E io risposi : “Splendido.”

Ecco come è venuto fuori il Connecticut.

Quando ricevetti il copione di Una mamma per amica … lo lessi e ne fui entusiasta. Non avevo mai letto una cosa così ben articolata, con personaggi così ben definiti … e con quel tipo di ironia verbale che, mi ricordavano i film degli anni ’40. E’ stata una vera sfida trovare gli attori giusti, che potessero diventare davvero come quelli descritti…e farli vivere più di come avresti potuto immaginarli.

I PROVINI PER TROVARE IL CAST

-

Il personaggio di Rory… Alexis Bledel non aveva nessuna esperienza, in pratica. Ma aveva il fascino e la personalità giusta per quella parte. Lei stessa racconta che li non conosceva nessuno. Festeggiò da sola mangiando una pizza quando seppe che le era stata data la parte di Rory.

 

curiosità

-

Alexis Bledel odia il caffè, non sopportandone nemmeno l’odore, in contrapposizione del suo personaggio Rory che invece lo adora e ne beve a bizzeffe. Nelle scene in cui vediamo Rory bere il caffè in realtà la tazza veniva riempita di coca cola o tè.

Il personaggio di Rory appare da subito come una ragazza amante dello studio e dei libri. Nelle 7 stagioni della serie sono citati o letti , principalmente da Rory ben 399 libri. Se siete curiosi di sapere quali, cliccando qui trovate la lista completa !!!

 

Per il personaggio di Richard Gilmore volevano Edward Herrmann a tutti i costi. La sceneggiatrice pensava che lui li avrebbe mandati tutti al diavolo.

 

Edward Herrmann racconta : Mi ero reso conto che invecchiavo e che metà del mio pubblico stava morendo o era morto. E così pensai che la Warner brothers fosse la cosa giusta perché è giovane, moderna e così via. Quando lessi il copione mi piacque moltissimo. Era molto divertente e dissi : ” ci sto”.

Per il personaggio di Richard Gilmore volevano Edward Herrmann a tutti i costi. La sceneggiatrice pensava che lui li avrebbe mandati tutti al diavolo.

Quando fu la volta di Kelly Bishop per il provino di Emily Gilmore dissero :  Mio Dio è proprio lei. La Bishop racconta : Dalla lunghezza del copione capii che sarebbe durato 1 ora. Non mi ricordo un telefilm di 1 ora che fosse così divertente. Mi entusiasmai davvero e mi preparai a fondo per l’audizione…e sembra che c’è l’abbia fatta.

All’inizio Luke doveva essere una donna di nome Daisy . Ma Amy ricevette un biglietto che diceva : “Ci sono troppe donne qui. Non si potrebbe aggiungere un pò di testosterone ? Così decisero che il personaggio sarebbe stato un’uomo che in futuro avrebbe potuto intrecciare una relazione amorosa con Lorelai.

Il personaggio di Lane Kim è ispirato alla migliore amica di Amy Paladino, Helen Pai. Per interpretare questo personaggio fu scelta Keiko Agena, che aveva 27 anni quando è iniziata la serie.

Liza Weil si presentò ai provini per la parte di Rory, ma non ricevette la parte perché non la ritennero naturalmente adatta,  ma piacque così tanto che crearono il personaggio di Paris Gellar appositamente per lei.

All’inizio il personaggio di Sokiee doveva essere interpretato da Alex Borstein, che recitava in un’altro telefilm, ma loro non la lasciarono andare. Così dovettero cercare un’altra Sokiee. Avevano perso un’attrice ed erano convinti che nessuna sarebbe stata come lei. Fecero molti provini, ma nessuna era al pari della Borstein. Poi entrò Melissa e recitò in modo così diverso da tutti.  Fece vedere la sua Sokiee e piacque molto. La considerarono un fenomeno.

Alex Borstein però apparve lo stesso nella serie, interpretando 2 ruoli diversi. Nella prima stagione nelle prime 4 puntate appare come Drella, una scorbutica ma eccellente arpista assunta da Lorelai per suonare all’Indipendence Hill ; in altre 3 occasioni nell’alternarsi delle stagioni appare come l’eccentrica Miss Celine, la sarta e stilista di Emily Gilmore.

Per cercare Lorelai ci misero tanto, c’erano molte donne di quell’età che potevano essere interessanti. Erano ad una settimana dalle riprese e non avevano nessuno. Quando entrò Lauren Graham gli fecero leggere qualcosa e così non ci furono dubbi  sul fatto che era proprio lei. Finalmente avevano trovato Lorelai Gilmore.

Lauren Graham racconta : “Mi è sempre piaciuta la commedia e le parti con quel tipo di tono sfacciato, sarcastico. Ma volevo davvero fare qualcosa dove potessi avere l’occasione di fare un personaggio più reale. Sembrava fatta apposta per me “.

L’accoppiata Lauren Graham e Alexis Bledel fu perfetta, andarono subito d’accordo. E’ strano perché sono così ben accoppiate, come madre e figlia, ma sono così diverse come attrici.

Vi rimando alla prossima ricetta, quella del chesseburger di Luke, per aggiornarvi su altre interessanti curiosità sulla serie. Vi aspetto come sempre numerosi.
Ed ora … caffè caffè caffé !!!

Buon appetito!

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

3 Commenti su Burger buns – panini per hamburger

  1. Mamma mia che acquolina in bocca mi hai fatto venire con il tuo racconto. Sono da provare subito. Ti farò sapere. Ad ogni modo complimenti per il blog, bellissimo davvero.

  2. Mamma mia che acquolina in bocca mi hai fatto venire con il tuo racconto. Sono da provare subito. Ti farò sapere. Ad ogni modo complimenti per il blog, bellissimo davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai già visto queste ricette?

Burger buns – panini per hamburger

nfd
 

Cosa sarebbe l’hamburger senza il morbido panino che l’accompagna ? Ebbene questi panini morbidi ai semi di sesamo si chiamano proprio così : burger buns.  E se anche voi come me siete fan della serie televisiva “Una mamma per amica” avrete visto questo panino in tutti gli episodi. Non so voi ma io ho sempre desiderato mangiarlo nella vita reale. Questa è la passione che mi accomuna con il personaggio di Lorelai : adoro mangiare il cheeseburger. Ma per poterlo gustare al meglio bisogna che il pane che accompagna il panino nella sua totalità sia perfetto. Quindi eccovi la ricetta originale americana per preparare in casa degli ottimi panini burger buns, morbidi, dolci, profumati che sanno di buono. Seguitemi in tutti gli step e come vi dico sempre, leggete tutto l’articolo fino alla fine dove vi svelo i miei consigli, i trucchetti per realizzare al meglio la ricetta, tante curiosità sul piatto e nella fattispecie il mio personale racconto di “Una mamma per amica “. Che cosa ? Non avete mai visto questa serie tv ? Bene, spero di instillare in voi la curiosità necessaria per spingervi a vederla e fare appassionare anche voi.

 

 

 

Diario di bordo

Immaginatevi  a cena, tutta la famiglia seduta a tavola, apparecchiata con piattini e ciotole che contengono hamburger, cotolette, patatine fritte, insalata, pomodori, cetriolini, eppoi le salse, maionese, ketchup e salsa barbecue. Davanti a voi i burger buns che non avete comprato, ma bensì avete fatto in casa. Deliziosi panini profumati, morbidi, pronti per essere riempiti con gli ingredienti che ognuno sceglierà, e la vostra cena sarà una cena degna di un fast food, ma con la soddisfazione che tutto sarà stato cucinato da voi. Che ne dite, vi ho stuzzicato l’appetito e la fantasia ? Spero proprio di sì. So che a molti non piacciono i fast food, e a volte per potersi mangiare una panino che abbia le sembianze del panino da fast food, comprano quelli confezionati, ma poi rimangono delusi anche da quelli, perché appena aprono la confezione devono combattere con l’odore stomachevole di alcool etilico, con cui vengono fatti, e per finire sono costretti a mangiarsi quello che rimane del panino, perché il loro secondo difetto è che si sbriciola facilmente appena lo si stringe con le mani per poterlo mangiare.

 

Buona giornata a tutti.

 

Dose : per 8 panini
Preparazione :  3 ore e 15 minuti
Cottura : 15 minuti

 

Ingredienti per l’impasto :

450 g di farina 0
50 g di zucchero
180 ml di acqua tiepida
30 g di burro ammorbidito
1 uovo di media grandezza
1 cucchiaino di sale fino
1 bustina di lievito di birra in polvere
1 uovo sbattuto con 1 cucchiaio di acqua
semi di sesamo q.b.

 

PREPARAZIONE :

All’interno di una ciotola versate la farina, lo zucchero e il lievito in polvere, mescolate con un cucchiaio. Fate un buco al centro e aggiungete l’acqua, il burro, l’uovo, e il sale. Lavorate gli ingredienti per circa 10 minuti, fino ad ottenere un palla soffice e liscia.

dav_vivid
 

Ungete una ciotola con un pochino di olio e mettetevi a lievitare l’impasto coperto per 2 ore, finché non raddoppia di volume.

dav_vivid

Una volta lievitato sgonfiate l’impasto e pesatelo.  Tagliatelo in 8 pezzi.

ozedf_soft
Tagliatelo in 8 pezzi.
 
dav_soft
 
A questo punto fate le pieghe. Appiattite una alla volta gli 8 pezzi e arrotolate l’impasto.
dav_soft
 
Appiattite nuovamente e arrotolate l’impasto sul lato più corto.
dav_soft
 
Passate a quella che si chiama pirlatura. prendere uno a uno gli 8 pezzi di impasto facendoli girare tra le mani o sul piano di lavoro dandogli una forma sferica. In pratica formate una pallina liscia e ben chiusa sul fondo.
ozedf_soft

Una volta formati gli 8 panini metteteli a lievitare coperti con un canovaccio, su una teglia ricoperta di carta forno, e lasciateli lievitare per 1 ora finché non saranno ben gonfi.

ozedf_soft
 
 

Ecco come si presentano i panini dopo la seconda lievitazione.

ozedf_soft
 

 

Spennellate i panini con delicatezza con l’uovo sbattuto con il cucchiaio d’acqua e spolverateli con i semi di sesamo.

ozedf_soft

 

Infornate in forno preriscaldato a 190°. Cuocete per 15 minuti circa, o fino a quando saranno belli dorati.

ozedf_soft
 

 

Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

ozedf_vivid

Ed ecco i meravigliosi dolci strepitosi panini burger buns.

nfd
 
 

Usate la vostra fantasia e i vostri ripieni preferiti per farcirli … ehhh nella prossima ricetta vi proporrò il cheeseburger da preparare in casa.

 
 
 
I miei consigli :

Per questa ricetta scegliete un burro di ottima qualità. Se siete intolleranti al lattosio sostituite la stessa quantità di burro con la margarina vegetale, otterrete così dei burger buns senza lattosio.

Potete sostituire lo zucchero semolato con un uguale quantità di zucchero integrale di canna bruno, o miele liquido, o malto d’orzo, o malto di riso, o sciroppo d’agave.

Potete variare anche le farine. Al posto della farina 0 potete usare una 00 o anche di tipo 1. Io li ho fatti a suo tempo anche con la farina di farro, e ricordo che uscirono buonissimi.

Se non siete soliti usare il lievito di birra in polvere sostituitelo con 15 g di lievito di birra fresco.

Per spennellare i panini potete anche usare un pochino di acqua o latte con un pizzico di curcuma o curry. Come vedete dalla foto i panini si colorano alla grande. Io a volte faccio così perché l’uovo per spennellare mi avanza sempre e rischio di buttarlo se non riesco a riciclarlo in altre preparazioni.

La ricetta è tratta dal blog “Un’americana in cucina” di Laurel Evans. Le dosi degli ingredienti sono gli stessi ma, in corso d’opera ho modificato il resto del procedimento.

Chi mi ha seguito nello storie di Instagram il 9 maggio mi ha visto insieme alla mia amica Lorenza1867 preparare questa ricetta. E’ solo grazie a lei che ho apportato la modifica del procedimento inserendo nei vari step le pieghe e la pirlatura dei panini, cosa che ha contribuito a rendere il prodotto finale un perfetto burger buns.

Dal momento che la ricetta richiede il lievito di birra in polvere (altro non è che lievito disidratato a cui è stata tolta l’acqua con il quale io mi trovo molto bene perché ha una scadenza più lunga), è preferibile come consigliato nella bustina che lo contiene, mescolarlo a zucchero e farina, prima di incorporare tutti i liquidi. Inoltre nel dare la forma hai panini ho usato il metodo della pirlatura,  in gergo della panificazione vuol dire prendere uno a uno gli 8 pezzi di impasto facendoli girare tra le mani o sul piano di lavoro dandogli una forma sferica. In pratica dovete fare lo stesso movimento che si fa per le polpette.

Welcome to the Gilmore girls

 Com’è nata l’idea della sceneggiatura di Una mamma per amica.

Nasce dalla strabiliante mente di AMY SHERMAN – PALLADINO la sceneggiatrice.

Andò alla Warner Brothers con un mucchio di idee da vendere. Se ne stavano lì ad annuire, con lo sguardo annoiato.

Alla fine disse che aveva un’idea su una madre e una figlia … più amiche … che madre e figlia.

Entusiasti accettarono questa idea, un’ idea che Amy si era inventata lì per lì.

Prese spunto da un viaggio con suo marito nel Connecticut a Washinton Depot. Era un piccolo paesino. Era ottobre e gli alberi avevano dei bellissimi colori autunnali. Era tutto magnifico.

Entri in un caffè … e tutti si conoscono. Vanno dietro il bancone …e si servono da soli. Proprio in quel viaggio prese appunti … e annotò qualche dialogo, che poi fu incluso nell’episodio pilota. Era una di quelle cose già scritte nelle stelle. Insomma funzionò tutto a meraviglia.

DANIEL PALLADINO il marito di AMY  Writer and Executive Consultant racconta :

Stavamo camminando per la strada e, guardandosi intorno, lei mi disse :

“E se lo ambientassi qui?”

E io risposi : “Splendido.”

Ecco come è venuto fuori il Connecticut.

 

LESLI LINKA GLATTER Pilot and Episode Director

Quando ricevetti il copione di Una mamma per amica … lo lessi e ne fui entusiasta. Non avevo mai letto una cosa così ben articolata, con personaggi così ben definiti … e con quel tipo di ironia verbale che, mi ricordavano i film degli anni ’40. E’ stata una vera sfida trovare gli attori giusti, che potessero diventare davvero come quelli descritti…e farli vivere più di come avresti potuto immaginarli.

I PROVINI PER TROVARE IL CAST

Il personaggio di Rory… Alexis Bledel non aveva nessuna esperienza, in pratica. Ma aveva il fascino e la personalità giusta per quella parte. Lei stessa racconta che li non conosceva nessuno. Festeggiò da sola mangiando una pizza quando seppe che le era stata data la parte di Rory.

CURIOSITA’ :

Alexis Bledel odia il caffè, non sopportandone nemmeno l’odore, in contrapposizione del suo personaggio Rory che invece lo adora e ne beve a bizzeffe. Nelle scene in cui vediamo Rory bere il caffè in realtà la tazza veniva riempita di coca cola o tè.

Il personaggio di Rory appare da subito come una ragazza amante dello studio e dei libri. Nelle 7 stagioni della serie sono citati o letti , principalmente da Rory ben 399 libri. Se siete curiosi di sapere quali, cliccando qui trovate la lista completa !!!

 

Per il personaggio di Richard Gilmore volevano Edward Herrmann a tutti i costi. La sceneggiatrice pensava che lui li avrebbe mandati tutti al diavolo.

 

Edward Herrmann racconta : Mi ero reso conto che invecchiavo e che metà del mio pubblico stava morendo o era morto. E così pensai che la Warner brothers fosse la cosa giusta perché è giovane, moderna e così via. Quando lessi il copione mi piacque moltissimo. Era molto divertente e dissi : ” ci sto”.

 

Quando fu la volta di Kelly Bishop per il provino di Emily Gilmore dissero :  Mio Dio è proprio lei. La Bishop racconta : Dalla lunghezza del copione capii che sarebbe durato 1 ora. Non mi ricordo un telefilm di 1 ora che fosse così divertente. Mi entusiasmai davvero e mi preparai a fondo per l’audizione…e sembra che c’è l’abbia fatta.

 

All’inizio Luke doveva essere una donna di nome Daisy . Ma Amy ricevette un biglietto che diceva : “Ci sono troppe donne qui. Non si potrebbe aggiungere un pò di testosterone ? Così decisero che il personaggio sarebbe stato un’uomo che in futuro avrebbe potuto intrecciare una relazione amorosa con Lorelai.

 

 

Il personaggio di Lane Kim è ispirato alla migliore amica di Amy Paladino, Helen Pai. Per interpretare questo personaggio fu scelta Keiko Agena, che aveva 27 anni quando è iniziata la serie.

 

Liza Weil si presentò ai provini per la parte di Rory, ma non ricevette la parte perché non la ritennero naturalmente adatta,  ma piacque così tanto che crearono il personaggio di Paris Gellar appositamente per lei.

 

All’inizio il personaggio di Sokiee doveva essere interpretato da Alex Borstein, che recitava in un’altro telefilm, ma loro non la lasciarono andare. Così dovettero cercare un’altra Sokiee. Avevano perso un’attrice ed erano convinti che nessuna sarebbe stata come lei. Fecero molti provini, ma nessuna era al pari della Borstein. Poi entrò Melissa e recitò in modo così diverso da tutti.  Fece vedere la sua Sokiee e piacque molto. La considerarono un fenomeno.

 

Alex Borstein però apparve lo stesso nella serie, interpretando 2 ruoli diversi. Nella prima stagione nelle prime 4 puntate appare come Drella, una scorbutica ma eccellente arpista assunta da Lorelai per suonare all’Indipendence Hill ; in altre 3 occasioni nell’alternarsi delle stagioni appare come l’eccentrica Miss Celine, la sarta e stilista di Emily Gilmore.

Per cercare Lorelai ci misero tanto, c’erano molte donne di quell’età che potevano essere interessanti. Erano ad una settimana dalle riprese e non avevano nessuno. Quando entrò Lauren Graham gli fecero leggere qualcosa e così non ci furono dubbi  sul fatto che era proprio lei. Finalmente avevano trovato Lorelai Gilmore.

Lauren Graham racconta : “Mi è sempre piaciuta la commedia e le parti con quel tipo di tono sfacciato, sarcastico. Ma volevo davvero fare qualcosa dove potessi avere l’occasione di fare un personaggio più reale. Sembrava fatta apposta per me “.

 

L’accoppiata Lauren Graham e Alexis Bledel fu perfetta, andarono subito d’accordo. E’ strano perché sono così ben accoppiate, come madre e figlia, ma sono così diverse come attrici.

Vi rimando alla prossima ricetta, quella del chesseburger di Luke, per aggiornarvi su altre interessanti curiosità sulla serie. Vi aspetto come sempre numerosi. Ed ora … caffè caffè caffé !!!

 

 

 

 

 

 

 
 

 

 

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 c