Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Zuppe e minestre

VELLUTATA DI ASPARAGI E PISELLI

VELLUTATA DI ASPARAGI E PISELLI

INGREDIENTI

2 mazzetti di asparagi (800 g circa)
300 g di piselli freschi
sale q.b.
1 cucchiaio di olio e.v.o.
1 cipolla
pepe nero q.b.
menta fresca q.b.
prezzemolo fresco q.b.
pane senza glutine 2 fettine a testa

 

Diario di bordo
Rispetto alla ricetta di origine io ho aumentato la dose degli ortaggi. E visto che ci troviamo in primavera non mi sono fatta scappare l’occasione di cucinare la vellutata di asparagi e piselli usando ortaggi presenti in questa stagione. Meno di 1 ora per prepararlo, e perfetto per chi spesso, a causa di lavoro e altri impegni, è costretto a mangiare fuori casa scegliendo spesso pietanze e alimenti poco salutari e privi di contenuto. Ottima crema di verdure DISINTOSSICANTE.

6o minuti

3 porzioni

facilissima

Ho preparato questa vellutata di asparagi e piselli in uno dei miei lunedì sera scorsi, insieme alla mia amica Martina. Il lunedì sera è uno dei 2 giorni che dedichiamo alla pratica dello OKI do Yoga. Quindi il pasto serale che facciamo dopo questa pratica dev’essere leggero e sopratutto molto salutare. La ricetta è tratta dal blog La Frittata è fatta che potete visitare cliccando qui , ricco di ricette vegetariane ma anche vegane, un blog che saprà catturare l’attenzione di tutte quelle persone che hanno deciso di intraprendere un’alimentazione priva di alimenti di derivazione animale. 

Gli asparagi non sono da meno, in quanto a proprietà salutistiche, che sono cominciando dalle prime : DIURETICHE seguite da quelle ANTIOSSIDANTI. Le sostanze in esso contenute e a noi utili sono l’ACIDO FOLICO, le fibre e un’aminoacido chiamato ASPARAGINA. Inoltre è ricco d’acua, POVERO DI GRASSI, PRIVO DI COLESTEROLO, RICCO DI VITAMINE E SALI MINERALI, e nella fattispecie è il più ricco di POTASSIO.

curiosità

le proprietà salutistiche nutrizionali dei piselli sono tantissime; tra le tante sono IPOCALORICI e ricchi di ACIDO FOLICO e di ACQUA, per l’estrema scarsità di grassi risultano utili per chi è a dieta e anche se non contengono un’elevata quantità di fibre, quella che hanno è sufficiente ad aiutare l’intestino, è quindi utile in caso di stitichezza.

Sotto trovate tutti i link dove ho tratto queste info, e troverete molto altro ancora. Alla fine di tutti gli step troverete altre ricette di zuppe, con gli asparagi e i piselli.
Buona giornata !!!

Link di riferimento sulle proprietà salutistiche dei PISELLI

LE PROPRIETA’ BENEFICHE DEI PISELLI

 PISELLI PROPRIETA’ E BENEFICI

 I PISELLI: PICCOLI E SANI DAL COLORE VIVACE

Link di riferimento sulle proprietà salutistiche degli ASPARAGI 

LE PROPRIETA’ BENEFICHE DEGLI ASPARAGI

ASPARAGI: PROPIETA’ NUTRIZIONALI E BENEFICHE

ASPARAGI: PROPRIETA’ E BEBEFICI – MISTER LOTO

la ricetta passo passo

 Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sui social!
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Print this page
Print

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

VELLUTATA DI ASPARAGI E PISELLI – RICETTA N° 226

Ho preparato questa vellutata di asparagi e piselli in uno dei miei lunedì sera scorsi, insieme alla mia amica Martina. Il lunedì sera è uno dei 2 giorni che dedichiamo alla pratica dello OKI do Yoga. Quindi il pasto serale che facciamo dopo questa pratica dev’essere leggero e sopratutto molto salutare. La ricetta è tratta dal blog La Frittata è fatta che potete visitare cliccando qui , ricco di ricette vegetariane ma anche vegane, un blog che saprà catturare l’attenzione di tutte quelle persone che hanno deciso di intraprendere un’alimentazione priva di alimenti di derivazione animale. Rispetto alla ricetta di origine io ho aumentato la dose degli ortaggi. E visto che ci troviamo in primavera non mi sono fatta scappare l’occasione di cucinare la vellutata di asparagi e piselli usando ortaggi presenti in questa stagione. Meno di 1 ora per prepararlo, e perfetto per chi spesso, a causa di lavoro e altri impegni, è costretto a mangiare fuori casa scegliendo spesso pietanze e alimenti poco salutari e privi di contenuto. Ottima crema di verdure DISINTOSSICANTE. CURIOSITA’ : le proprietà salutistiche nutrizionali dei piselli sono tantissime; tra le tante sono IPOCALORICI e ricchi di ACIDO FOLICO e di ACQUA, per l’estrema scarsità di grassi risultano utili per chi è a dieta e anche se non contengono un’elevata quantità di fibre, quella che hanno è sufficiente ad aiutare l’intestino, è quindi utile in caso di stitichezza. Gli asparagi non sono da meno, in quanto a proprietà salutistiche, che sono cominciando dalle prime : DIURETICHE seguite da quelle ANTIOSSIDANTI. Le sostanze in esso contenute e a noi utili sono l’ACIDO FOLICO, le fibre e un’aminoacido chiamato ASPARAGINA. Inoltre è ricco d’acua, POVERO DI GRASSI, PRIVO DI COLESTEROLO, RICCO DI VITAMINE E SALI MINERALI, e nella fattispecie è il più ricco di POTASSIO. Sotto trovate tutti i link dove ho tratto queste info, e troverete molto altro ancora. Alla fine di tutti gli step troverete altre ricette di zuppe, con gli asparagi e i piselli. Buona giornata !!! Link di riferimento sulle proprietà salutistiche dei PISELLI LE PROPRIETA’ BENEFICHE DEI PISELLI  PISELLI PROPRIETA’ E BENEFICI  I PISELLI: PICCOLI E SANI DAL COLORE VIVACE   Link di riferimento sulle proprietà salutistiche degli ASPARAGI  LE PROPRIETA’ BENEFICHE DEGLI ASPARAGI ASPARAGI: PROPIETA’ NUTRIZIONALI E BENEFICHE ASPARAGI: PROPRIETA’ E BEBEFICI – MISTER LOTO   Dose : per 3 porzioni Preparazione : 30 minuti Cottura : 30 minuti  

Ingredienti :

2 mazzetti di asparagi (800 g circa) 300 g di piselli freschi sale q.b. 1 cucchiaio di olio e.v.o. 1 cipolla pepe nero q.b. menta fresca q.b. prezzemolo fresco q.b. pane senza glutine 2 fettine a testa  

PREPARAZIONE :

Per prima cosa sbucciate i piselli freschi. Poi pulite gli asparagi eliminando le parti bianche e lasciando solo la parte verde dei gambi. Sciacquateli per bene sotto l’acqua corrente.

Tagliateli in 4/5 parti lasciando intere le punte.

Portate a ebollizione una pentola colma di acqua, dopo di che tuffateci i gambi. Cuocete all’incirca 8/9 minuti, dopo di che unite le punte, e cuocete ancora per 5 minuti. Scolate tenendo da parte l’acqua di cottura degli asparagi.

Mentre gli asparagi cuociono, in un’altra pentola, mettete a soffriggere la cipolla a pezzetti con l’olio per circa 3 minuti, giusto il tempo per farle dorare.

A questo punto calate i piselli, mescolate e aggiungete l’acqua degli asparagi e cuocete per 20 minuti. Se l’acqua si dovesse ritirare e i piselli non fossero ancora teneri, aggiungerne altra uno o 2 mestoli alla volta.

Una volta cotti i piselli aggiungete gli asparagi.

Bollite ancora 2 minuti, dopo di che aggiungete il sale q.b. Togliete dal fuoco ed unite pepe, prezzemolo, menta fresca e passate tutto con un frullatore ad immersione. Dovrebbe esservi rimasto ancora del brodo di asparagi, aggiungetelo pian piano fino a raggiungere la consistenza ideale della vellutata.

Servite con dell’olio a crudo e del pane tostato in padella. Buon appetito.

Buon appetito! Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette. Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui. ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui.  Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected] CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ZUPPA MINESTRA DI POLLO FARRO E RISO – RICETTA N° 174

ZUPPA MINESTRA DI POLLO FARRO E RISO – RICETTA N° 174

Questa ricetta che vi scrivo oggi, è una rielaborazione di ben 3 ricette. Girovagando nel blog di cui già vi avevo parlato in un post precedente, Mangia senza pancia a cura di Giovanna Buono , mi sono ritrovata davanti alla ricetta “Minestra pollo e riso leggera”, e mentre la leggevo, la riconoscevo simile per la maggior parte degli ingredienti ed alcuni passaggi, come “il brodino” che fa mia suocera (così lo chiama lei) quando qualcuno in famiglia si vuole mantenere leggero o è indisposto, e molto simile alla minestra che faccio io quando non ho voglia di cucinare, ebbene si, succede anche a me qualche volta. Quindi, siccome sto cercando ricette leggere, per mantenere la mia alimentazione  il più possibile dietetica e per il mio stomaco tanto delicato, mi sono messa ai fornelli a prepararla; solo che non avevo a disposizione  tutti gli ingredienti menzionati, e ho dovuto fare le sostituzioni con altri vegetali di cui disponevo al momento. In corso d’opera, però questa ricetta l’ho cambiata facendola diventare una zuppa, di tutto rispetto. Io l’ho cucinata la sera, mettendo al posto del riso, il farro perlato (che ho inserito nella mia dieta già da qualche tempo). Ne ho assaggiato proprio un pochino appena fatta, e la consistenza era di una minestra. Ho deciso però di mangiarla il giorno dopo, e così l’ho fatta raffreddare e messa in frigorifero. Il giorno dopo mentre la riscaldavo, ho pensato di aggiungerci anche il riso, come da ricetta originale. In questo caso, non l’ho mangiata subito, ho aspettato che diventasse abbastanza tiepida, e sorpresa delle sorprese, la minestra iniziale era diventata una gustosa zuppa di tutto rispetto, che io ho mangiato per ben 3 giorni di seguito per quanto mi era piaciuta. E ogni giorno era più buona del giorno prima. L’aver permesso alla minestra di riposare, ha contribuito a tutti gli ingredienti, spezie e sapori di amalgamarsi alla perfezione, rendendo questa pietanza davvero superba. Motivo per cui ho intitolato questa ricetta ‘Zuppa Minestra’. Provatela, visto il freddo che ancora ci accompagna e ne sarete davvero estasiati. Io oggi la cucinerò di nuovo, con gli ingredienti che la scorsa volta non avevo, quindi nei prossimi giorni, aggiungerò l’aggiornamento di come è andata. Sono molto curiosa, perché nella ricetta è previsto il sedano rapa, che io non ho mai mangiato.

Alla prossima ricetta e auguro a tutti un buon lunedì.

 

Dose : per 6 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 1 ora e mezza

 

Ingredienti :

4 cosce di pollo senza pelle
80 g di farro perlato (del tipo che rimane croccante e che non scuoce)
50 g di riso arborio
1 cipolla di tropea
1 porro
2 carote
2 patate di grandezza media
100 g di zucca
1 costa di sedano
2 foglie di alloro
4 chiodi di garofano
2 bacche di ginepro
un pezzetto di cannella in stecca
una grattata di noce moscata
sale q.b.

 

PREPARAZIONE :

Mondate, lavate e fate a pezzi la cipolla, il porro, le carote, le patate, il sedano e la zucca. Metteteli in una pentola capiente insieme alle cosce di pollo, l’alloro, i chiodi di garofano, le bacche di ginepro, il pezzetto di cannella e la grattata di noce moscata.

Aggiungete tanta acqua fino a far galleggiare le verdure.

Cuocete dal momento del bollore per 1 ora a fuoco medio -basso, o fino a quando il pollo sarà morbido e avrà cominciato a sfaldarsi.

Togliete le cosce di pollo (potete decidere se togliere anche le foglie di alloro, i chiodi di garofano e le bacche di ginepro, io ce li ho lasciati), mettetele in un piatto, e sfilacciatele completamente dall’osso. Il pollo sarà morbidissimo, non avrete problemi a fare quest’operazione.

Buttate tutte le ossicine e rimettete il pollo sfilacciato nella pentola, riportate a bollore e aggiungete il farro, portatelo a cottura secondo le indicazioni della confezione.

A cottura ultimata potete decidere se mangiare la minestra così com’è, in questo caso aggiungete il sale e togliete le foglie di alloro. Se invece volete la zuppa, fate raffreddare completamente e mettete in frigorifero fino al giorno dopo.

Passato il tempo rimettete la minestra sul fuoco, e appena bolle aggiungere il riso arborio e portate a cottura per 15-17 minuti. Aggiungete il sale

Fate riposare la zuppa facendola intiepidire.

Dopo di che impiattate.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CREMA DI ZUCCA ZENZERO E MELA LIGHT- RICETTA N° 168

CREMA DI ZUCCA ZENZERO E MELA LIGHT- RICETTA N° 168

Questa crema l’ho mangiata per cena una decina di giorni fa. E con il freddo che è piombato di nuovo in tutta Italia, credo che questa sia la ricetta azzeccata per oggi. Una crema di zucca zenzero e mela, squisita, liscia e vellutata, pronta da servire a tavola caldissima. L’effetto che ho avuto mangiandola è di una zuppa corroborante. Mentre la mangiavo, sentivo l’effetto dello zenzero che mi scaldava lo stomaco e pian piano tutto il corpo. Questa ricetta è tratta dal blog MANGIA SENZA PANCIA, dove ho trovato tantissime altre ricette light, ma piene di gusto, che ho provato, sto provando e ancora devo provare. Questa è una delle tantissime ricette leggere, ma con il vantaggio che aiuta il nostro corpo a riscaldarsi in giornate freddose invernali come queste. L’unica cosa che mi dispiace e che le foto non gli rendono giustizia. Ogni tanto la macchina fotografica mi dà problemi, e in questo caso è stato così. Ma fidatevi, questa crema vellutata di verdura è veramente buona e corroborante. Provatela e fatemi sapere.

Buona domenica a tutti.

 

Dosi : per 4 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 30 minuti
Difficoltà : di facile esecuzione

 

Ingredienti :

500 g di zucca già pulita
1 cucchiaino di olio e.v.o.
1 cipolla di medie dimensioni
1 mela tipo Royal Gala di medie dimensioni
1 carota piccola o mezza carota grande
2 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato (circa 1 cm di radice)
800 ml di brodo vegetale
mezzo cucchiaino di noce moscata grattugiata
prezzemolo fresco per guarnire
sale q.b.

 

PREPARAZIONE :

Tagliate a pezzi la zucca.
Lavate, pelate, e tagliate a pezzetti cipolla, carota e mela. Grattugiate lo zenzero.
Mettete in una pentola capiente l’olio con la cipolla, la carota e la mela e fateli soffriggere dolcemente per qualche minuti fino a quando iniziano a diventare morbidi.

Aggiungete lo zenzero e mescolate bene.

Aggiungete poi la zucca e il brodo vegetale. Fate arrivare ad ebollizione, coprite e abbassate la fiamma.

Lasciate cuocere dolcemente, per circa 20 minuti, fino a quando la zucca sarà diventata morbida.

Con un mixer ad immersione frullate bene il tutto fino ad ottenere una crema liscia.

Aggiungete anche la noce moscata e il prezzemolo fresco tritato, aggiustate di sale e frullate ancora brevemente per amalgamare il tutto.

Impiattate e servite calda, se vi va, con ancora un pochino di prezzemolo per guarnirla.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ZUPPA DI CEREALI E CECI IN PUREA DI ZUCCA, CAROTE E PATATE – RICETTA N° 39

ZUPPA DI CEREALI E CECI IN PUREA DI ZUCCA, CAROTE E PATATE – RICETTA N° 39

Come ricetta per il nuovo anno 2014, vi propongo una gustosa zuppa, che contiene tutte le proprietà benefiche dei cereali, dei legumi e degli ortaggi di stagione. La ricetta è di Chiara, una mia cara amica, con cui ho avuto modo di collaborare una mattinata di Dicembre a cucinare alcune ricette natalizie e non. Ragazza perspicace e piena di intuizione e fantasia, anche lei con la passione per la cucina sana, e prettamente veloce da realizzare, quando mi ha fatto vedere la foto su fb di questa sua preparazione, le ho subito detto che dovevamo prepararla per il blog. E avevo ragione, è davvero buona. Una ricetta come questa ci aiuterà sicuramente, a fare un pranzo o una cena più leggere, rispetto ai pranzi e cene sontuose e piene di portate che possiamo aver fatto durante le feste, non ancora finite. Insomma, una piccola pausa dalle rimpinzate di cibo buono, tipiche di questo periodo, in attesa dell’ultima festa, quella della Befana, che concluderà questo bellissimo periodo magico del Natale, passati tra luminarie, alberi natalizi addobbati e presepi, in mezzo a pacchi regali che hanno preso posto alla base dei nostri alberelli. Ma passiamo al vivo della ricetta. Quando lei me ne ha parlato su fb, l’aveva cucinata in 2 diverse occasioni una volta con il farro e l’altra, con l’orzo perlati, io a casa invece avevo, sia  l’orzo che l’avena sempre perlati e abbiamo deciso di metterli entrambi all’interno della zuppa. Lei suggerisce di farla anche con le lenticchie al posto dei ceci, dipende sempre dal gusto personale. I ceci possono essere sia cucinati da voi, precedentemente, o potete prendere per velocizzare il tutto quelli  in vasetto già cotti. Sempre se non avete tempo o non disponete di un frullatore, potete acquistare la polpa di zucca e carota già cotta e frullata che si vende in qualunque market o negozio ben fornito. Per quanto riguarda il salare la zuppa potete utilizzare sia il dado in scatola o preparare un semplice brodo, come spiegato nella ricetta in basso. Sbizzarritevi nel cambiare ingredienti con la vostra fantasia o in base al vostro gusto personale.  Ringrazio tantissimo la mia amica Chiara, per avermi dato questa buona e gustosissima ricetta, e per il bellissimo tempo passato insieme a lei a cucinare. Da quel giorno la mia fantasia si è continuata a sbizzarrire, provando mix di nuovi ingredienti per tante zuppe diverse e colorate, che continuerò a proporvi, visto che mi sono arrivate nuove richieste proprio sulle zuppe. E se siete curiosi e fanatici delle preparazioni home-made, continuate a seguirmi, … ne vedrete delle belle nei prossimi giorni. Volete qualche anticipazione? Bene ve ne darò 3. Prossimamente su questo blog: dado vegetale fatto in casa; cioccolata tipo ciobar e cacao simil nesquik …. e tante tante altre cose.

Bene, vi voglio lasciare con l’augurio di buon anno, pieno zeppo di desideri da realizzare, tanta  tanta salute e tanto tanto amore.

 

Dose:  per 4 persone
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 1 ora circa

 

Ingredienti:

1 carota
500 g di zucca
3 patate piccole o 2 medie
1 cipolla piccola
2 scatole di ceci già cotti o 250 g di ceci secchi per vedere come si cuociono cliccate qui 
100 g di orzo perlato
50 g di avena perlata
1 dado vegetale sciolto in 600 ml di acqua o 600 ml di brodo vegetale
sale q.b.
olio e.v.o. q.b.

 

PREPARAZIONE:

Preparate il brodo vegetale, mettete a scaldare l’acqua con 1 carota piccola tagliata a metà, 1 pezzetto di zucca, 1 pezzetto di zucchina, 1 pomodoro, 1 pezzetto di patata e un po’ di sedano e dal momento del bollore calcolate 20/25 minuti, dopo di che salate, spegnete e tenete da parte.

In una pentola capiente, mettete a soffriggere la cipolla mondata, lavata e fatta a fettine sottili per 10 minuti, dopo di che, aggiungete la carota e le patate sbucciate, lavate e fatte a cubetti piccoli, cuocete con il coperchio a fuoco medio basso per 10 minuti circa.

Passati i 15 minuti aggiungete la zucca, sbucciata, lavata e fatta a tocchetti piccoli, rimettete il coperchio e fate cuocere l tutto a fuoco medio basso per altri 15 minuti.

Appena tutti gli ortaggi risulteranno morbidi, togliete la pentola dal fuoco e frullate il tutto con il mixer ad immersione, fino a ridurre il tutto in purea.

Rimettete la pentola sul fuoco e aggiungete il brodo, l’orzo e l’avena, cuocete con il coperchio mescolando ogni tanto per 25/30 minuti, a fuoco medio.

5 minuti prima della fine cottura, aggiungete i ceci. A fine cottura, assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale. Dopo di che impiattate e portate in tavola.

Ed ecco un particolare della zuppa di cereali e ceci, in purea di zucca, carota e patate.

Essendo una ricetta che contiene la zucca potete inserirla tra le ricette di Halloween.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ZUPPA DI LENTICCHIE – RICETTA N° 28

ZUPPA DI LENTICCHIE – RICETTA N°  28

In diversi mi avete chiesto di pubblicare qualche ricetta su una zuppa di legumi. Ebbene, questa io l’adoro. La ricetta è quella di mia mamma. I modi di cucinare le lenticchie sono innumerevoli. Questa è come la mangio da molti anni. Solo lenticchie, senza riso e senza pasta. Senza pancetta e senza guanciale. E vi assicuro che è gustosissima anche così. Se vi piacciono le zuppe con quel po’ di cremina che si crea, allora apprezzerete questa ricetta. Cremina che si può ottenere frullando o passando la carota e la patata che avrete messe intere a cuocere insieme alle lenticchie.
Le lenticchie sono buone e fanno anche bene, piene di proteine e di ferro, adatte per gli anemici quindi. E’ un piatto corroborante per il pranzo e pieno di calore nelle serate più fredde dell’inverno. Inoltre per quanto riguarda le lenticchie, a seconda della marca che comprate, potete o no metterle a bagno o procedere direttamente con la cottura. Quindi leggete attentamente cosa dice l’etichetta della confezione. Dopo la giornata tempestosa di ieri,  pare che oggi  la situazione a Pescara sia tornata normale, è uscito anche il sole. Buon segno. Vi auguro una buona giornata a tutti voi, e fatemi sapere se vi è piaciuta. Alla prossima ricetta.

Dose: per 4 persone
Tempo di preparazione: 5 minuti
Tempo di cottura: 1 ora e mezza/2 circa.

Ingredienti:

500 g di lenticchie secche
1 carota grande
1 patata media
1 foglia di alloro
1 spicchio d’aglio
1 pomodoro spellato o 2/3 cucchiai di passata di pomodoro
1 salsiccia fresca ( solo per il sapore) ; 4 per contorno/secondo
 sale q.b. o se preferite 1 dado vegetale
olio e.v.o q.b.
2 litri di acqua
crostini di pane abbrustolito q.b.

PREPARAZIONE: 

Mettete le lenticchie secche in un colino e sciacquatele sotto il getto dell’acqua corrente. Pelate e lavate la carota e la patata, lavate e spellate il pomodoro, mettete tutto dentro ad un tegame di acciaio o di coccio con l’acqua fredda e portate ad ebollizione a fuoco alto.
Al momento del bollore abbassate la fiamma, e portatela a medio/bassa e fate bollire dolcemente lasciando uno sfiato con un cucchiaio di legno sopra la pentola e poggiandoci sopra 1 coperchio.
Passata un’ora controllate a che punto si trova la cottura delle lenticchie, assaggiatele, e quando saranno al dente scendeteci le salsicce che avrete precedentemente spellate e fate cuocere ancora per mezz’ora.

A questo punto, dopo 1 ora e mezza circa assaggiate se le lenticchie sono morbide e aggiustate di sale. Mettete in un piatto le salsicce e fatele a rondelle. Passate al passaverdura o in un mixer, la carota, la patata, il pomodoro e l’aglio (se vi piace, se no toglietelo del tutto), con qualche cucchiaio di olio a crudo. Rimettete il passato nella pentola e mescolate.

Mescolate le rondelle di salsiccia all’interno della zuppa.
Impiattate e servite con qualche cubetto di crostino di pane al centro del piatto.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ZUPPA DI ZUCCA E FAGIOLI BORLOTTI CON CROSTONE DI PANE ABBRUSTOLITO – RICETTA N° 20

ZUPPA DI ZUCCA E FAGIOLI BORLOTTI  CON CROSTONE DI PANE ABBRUSTOLITO – RICETTA N° 20

Semplice da fare, buona da assaporare. Queste sono le caratteristiche di questa zuppa. Buona a pranzo, ma sopratutto come cena invernale. Perché non c’è niente di più buono, che mangiare una zuppa calda e buona, la sera quando l’inverno si fa più intenso, con il freddo, o quando piove, o magari anche con la neve. E’ una ricetta casalinga, molto semplice, e probabilmente la sua bontà sta proprio in questo. Io la faccio così, ma se voi volete osare e insaporirla ancora di più, sappiate che l’aggiunta di un po’ di pancetta a cubetti ( appena 50 g ) o di una salsiccia di carne spellata e sbriciolata con le mani, direttamente fatta sfrigolare in padella senza olio, prima di aggiungere i fagioli e la zucca, daranno quel tocco di sapore in più, per i più golosi. Sono in fase Zuppe e minestre. Preparatevi ad attenderne altre, semplici e buone ma sopratutto caldissime che riscaldano il cuore. Io ho usato dei fagioli secchi  che ho messo a bagno per 8 ore, la mattina prima di uscire, e poi li ho cotti con gli aromi.  Ma se voi volete, per ottimizzare il tempo potete usare quelli già cotti in scatola, basterà scolarli dalla propria acqua di conservazione e sciacquarli sotto l’acqua corrente. O usare quelli surgelati mettendoli a cuocere con gli stessi odori, per il tempo necessario. Potete anche cuocere entrambi il giorno prima. E poi la sera per cena, scaldarli e proseguire secondo la ricetta esposta. Inoltre se vi piacciono, potete aggiungere spezie come  pepe, o peperoncino, o potete condire la zuppa con parmigiano o grana grattugiato. Essendo una ricetta con la zucca, potete inserirla tra le ricette di Halloween. Bene per oggi è tutto.

Fatemi sapere come è andata, o lasciatemi un commento, o una richiesta su qualcosa che volete vedere cucinato sul blog, e io vi risponderò.

 

Tempo di preparazione: 15 minuti
Cottura della zucca: 40 minuti circa
Cottura dei fagioli secchi: 2 ore
Dose: per 4 persone

 

Ingredienti:

500 g di zucca già pulita a cubetti
mezzo bicchiere d’acqua
300 g di fagioli borlotti secchi
1 carota
1 pezzetto di sedano
1 foglia di alloro
1 foglia di salvia
1 rametto di rosmarino
1 cipollina
sale q.b.
olio e.v.o. q. b.
fette di pane scaldato o abbrustolito in padella/nel forno/nel tostapane q.b.

 

PREPARAZIONE:

Lavate gli odori e gli aromi. Pelate le carote e pulite il sedano.
Lavate i fagioli secchi sotto acqua corrente, metteteli a bagno in acqua fredda per 8 ore. Mettete a cuocere i fagioli in una pentola con abbondante acqua per 2 ore circa con la carota, il sedano, le foglie di alloro, salvia e rosmarino, il tutto per 2 ore circa o fino a che i fagioli saranno teneri. Salate solo alla fine della cottura.

Lavate e pelate la cipolla, mettetela  a stufare  in una padellala tagliata a fettine per 10/15 minuti.

Passati i minuti aggiungete la zucca lavata, sbucciata e tagliata a cubetti, e fatela cuocere con mezzo bicchiere d’acqua a fuoco medio-basso per circa 25/30 minuti, coperta con un coperchio, o fino a che sarà morbida.

Una volta cotta, scolate i fagioli dagli odori, aggiungeteli nella stessa padella con la zucca e mescolate il tutto.

Con un frullatore a immersione, frullate una poco  di zucca e fagioli, per dare una parte di cremosità al tutto.

Rimette sul fuoco il tutto e fate addensare leggermente la zuppa per circa 7/8 minuti. Scaldate 2 fette di pane casareccio, se vi piacciono più secche fatele colorare per qualche altro minuto in più. Dopo di che impiattate condendo ogni piatto con un filo di olio e.v.o a crudo. Ed ecco la vostra zuppa.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA