Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Torte rustiche

SCHIACCIATINE DI ZUCCHINE – RICETTA N° 244

SCHIACCIATINE DI ZUCCHINE – RICETTA N° 244

INGREDIENTI 

350 ml di acqua

350 gr di zucchine

200 gr di farina O

50 gr di formaggio grattugiato

30 ml di olio e.v.o

sale e pepe q.b.

1 pizzico di erba cipollina in polvere

1 pizzico di origano

1 pizzico di maggiorana in polvere  

50 minuti

16 quadrati

Succede che a volte non sappiamo proprio cosa cucinare per cena. O siamo davvero troppo stanchi che non vediamo l’ora di sederci, magari sul divano, e mangiare davanti alla tv, sereni, finalmente rilassati. Questa è una di quelle ricette che richiede  pochissimo tempo, ingredienti che tutti abbiamo in casa e fa gola a tutti. La schiacciatina di verdure possiamo considerarla una via di mezzo tra una torta rustica e una pizza sottile, che alterna una superficie croccante e un’interno morbido e goloso. Preparatela per voi ma offritela anche ad amici e parenti, sarà un successone garantito e tutti vi chiederanno la ricetta. Quindi, date retta a me, appuntatela tra le vostre ricette preferite e custoditela gelosamente. Vi ritornerà utile in tantissime occasioni, come vi ho già accennato nella versione precedente, quella con le patate che potete trovare cliccando ⏩ qui .

Vi saluto amici, vado a preparare altre ricette da proporvi, e vi assicuro che sono tantissime, il computer mi aspetta.

la ricetta passo passo

Varianti

Le schiacciatine sono una ricetta davvero versatile. Il loro impasto e le loro farciture sono pressocchè infinite. L’unico limite è la vostra fantasia…o il vostro gusto, se vogliamo. Ecco per voi una variante deliziosa che ho realizzato, le schiacciatine di patate!

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sui social!
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Print this page
Print

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Something is wrong.
Instagram token error.
Load More
Something is wrong.
Instagram token error.
Load More

CIAMBELLA PERE PECORINO E PANCETTA – RICETTA N° 210

CIAMBELLA PERE  PECORINO E PANCETTA – RICETTA N° 210 

Questa ricetta è tratta da una mensile  dal titolo ” Le ricette di Chiara ” che ho comprato nel 2013, in un supermercato locale. Il prezzo era molto invitante (solo 1 euro) e le foto di copertina ancora di più. E questa è una delle oltre 55 ricette tra il dolce e il salato tutte da provare. Ho deciso di cominciare proprio con la prima. Ho portato questa ciambella la scorsa settimana al corso di yoga che frequento, le mie amiche hanno apprezzato questo rustico, complimentandosi, mi hanno detto che è proprio la pera a conferire quel gusto particolare che lo distingue dai classici rustici. Lo abbiamo mangiato a fine pratica, con la gioia di tutte di fare un mini aperitivo dopo l’impegno fisico che tutte abbiamo messo per fare questa disciplina meravigliosa. Oggi la pubblico per voi e per tutte le mie amiche del corso che mi hanno chiesto di mettere la ricetta in breve tempo sul blog. Tra parentesi leggerete le mie solite sostituzioni con quello che avevo in casa, e per le mie intolleranze. L’unica cosa che non ho sostituito è il pecorino e il Parmigiano, questa volta ho deciso di non privarmene, anche perchè ne ho mangiato comunque una minima porzione.

Auguro a tutti una felice domenica sera.

 

Dosi : per uno stampo di cm 24
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 40 minuti a 180°

 

Ingredienti :

1 pera (io pera abate)
70 g di pancetta (io il bacon-affumicata)
300 g di farina (io farina 0)
100 ml di olio (io e.v.o.)
200 ml di latte ( io soia)
3 uova (io media grandezza)
60 g di pecorino grattugiato (io pecorino romano)
30 g di Parmigiano grattugiato
sale e pepe q.b.
qualche rametto di timo (io un pizzico di timo secco)
1 bustina di lievito per torte salate (io polvere lievitante biologica a base di tartrato di potassio estratto dalle uve e bicarbonato)

 

PREPARAZIONE :

Sbucciate la pera, lavatela, privatela del torsolo e tagliatela a cubetti di 1 cm circa.
In una ciotola versate le uova, il parmigiano, il pecorino, la farina, il latte, l’olio, la pancetta tagliata a striscioline, il sale, il pepe, il timo esfoliato. Mescolate per amalgamare gli ingredienti.

Aggiungete i cubetti di pera.

Mescolate fino ad avere un composto omogeneo.

Aggiungete in ultimo il lievito per torte salate e versate il tutto in una tortiera a ciambella antiaderente. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.

Sfornate dal forno, e sformate la ciambella dallo stampo dopo circa 30 minuti, e fate raffreddare su una gratella.

Servitela a fette una volta che si è raffreddata completamente.

Ed ecco una fettina di ciambella pere pecorino e pancetta vista da vicino.

Questa ciambella offre il meglio di sè, se la preparate il giorno prima e la offrite 24 ore dopo magari come antipasto o aperitivo durante un buffet.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA RUSTICA DI RICOTTA PEPERONE E MELANZANA – RICETTA N° 162

TORTA RUSTICA DI RICOTTA PEPERONE E MELANZANA – RICETTA N° 162

Questa torta rustica, è una mia ricetta che ho fatto l’anno scorso, precisamente è datata 7 giugno. E’ una di quelle tante ricette che aspettavano di essere pubblicate. Ed è il risultato di un veloce svuota-frigo perché la pasta sfoglia che avevo comprato era andata nel dimenticatoio, e stava per scadere. Quindi ho guardato in frigo, nella dispensa, ed ecco cosa è uscito fuori. Io ho usato peperone e melanzana, perché anche quelli stavano per “scadere”, ma voi potete usarne altre, o potete sostituire un’ortaggio con un’altro. A vostro piacere insomma. Come al solito sono in ritardo lo so, con le ricette di carnevale e di San Valentino, ma non preoccupatevi mi rimetto subito in pari. In settimana cercherò di postarvi le ricette che ho preparato, e da domani sarò sicuramente più presente. A casa mia c’è una novità. Mio suocero ha fatto la sorpresa a tutti, e Giovedì scorso si è presentato con un nuova cucciola di pastore tedesco, che all’unanime abbiamo chiamato Lilla. La perdita della stupenda cagnolona Lolita, avvenuta alla fine di settembre, ci aveva lasciato sgomenti, perché era accaduto all’improvviso, e un vuoto nel cagnolino più piccolo, che ha letteralmente cominciato a soffrire di solitudine. Faceva una grande tenerezza a tutti nel vederlo cambiato. Ora da qualche giorno, possiamo dire che è tornato rinvigorito più che mai, scorrazza appiccicato alla nuova cagnolina, felice e arzillo come prima. Mentre noi, da subito abbiamo accolto a braccia aperte questa meraviglia, 3 kg e 600 g di dolcezza. Vi metto la foto della cagnolina, alla fine della ricetta. La nuova arrivata si direbbe che abbia la passione per la cucina. Ogni volta che ci mettiamo a cucinare, si mette li buona buona a fissarci e a seguire tutti i nostri movimenti. E non perché voglia qualcosa da mangiare, lei ha già le sue crocchette. Si diverte semplicemente a guardarci.

Con questa ultima novità in casa mia, vi lascio ad una buona giornata e ci sentiamo alla prossima ricetta.

 

Dose : per 12/15 porzioni
Preparazione : 30 minuti
Cottura : 25/30 minuti

 

Ingredienti :

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolari
1 melanzana grande
mezza falda di peperone grande
1 cipolla piccola
430 g di ricotta di mucca già scolata dal suo siero
70 g di yogurt greco
40 g di prosciutto cotto
110 g di scamorza appassita
50 g di formaggio Grana Padano grattugiato
2 uova medie intere + 1 albume
1 rosso d’uovo per spennellare
4 cucchiai di olio e.v.o.
sale e pepe q.b.

 

PREPARAZIONE :

Mondate e lavate la melanzana, il peperone e la cipolla. Riducete  tutto a cubetti. Metteteli
in una padella con l’olio a stufare con il coperchio per 25/30 minuti a fuoco medio-basso, mescolando spesso, fino a che le verdure saranno belle morbide. Salate e pepate una volta che sono cotte.

Nel frattempo che le verdure cuociono, preparate il ripieno. In una ciotola mescolate la ricotta, lo yogurt, il prosciutto cotto, la scamorza appassita, il formaggio grattugiato tenendone da parte 1 cucchiaio, le uova intere, l’albume, il sale e il pepe, fino ad avere un composto omogeneo.

Una volta cotte le verdure unitele al composto di formaggi e uova.

Srotolate il primo rotolo di pasta sfoglia e adagiatela con la sua stessa carta da forno nello stampo prescelto, bucandola con i rebbi di una forchetta. Versate il ripieno, e compattate per bene il composto. Spolverate la superficie con il cucchiaio di formaggio grattugiato messo da parte.

Con il secondo rotolo di pasta sfoglia ricoprite la superficie, bucherellatela con i rebbi di una forchetta, sigillate bene i bordi all’interno, e spennellate con il rosso dell’uovo. Infornate in forno già caldo a 180° per 25/30 minuti, o fino a che il tutto non sarà bello colorato.

Sfornate fuori dal forno e fate intiepidire per almeno un’ora prima di tagliarla a fettine e mangiarla.

Ed ecco un particolare della torta rustica vista da vicino.

Ecco il nuovo membro della nostra famiglia, la cagnolina Lilla.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PIZZA DI FORMAGGI – RICETTA N° 82

PIZZA DI FORMAGGI – RICETTA N° 82

Anche se in forte ritardo, come vi avevo promesso, questa è la pizza rustica di formaggi che faceva mia nonna Anna nel periodo di Pasqua, come vi ho detto nella ricetta predente, quella dei fiadoni. Sfornava da sola in un’intera giornata pizze di formaggio e fiadoni a volontà. Ricordo, che il tavolo del salotto era pieno, non rimaneva neanche un’angoletto libero, ricordo il profumo inconfondibile dei formaggi che usava, e ricordo il colore giallo di queste torte, che in cottura grazie al tuorlo d’uovo spennellato sopra, regalava un dorato giallo inconfondibile. Ho ricreato le dosi andando ad occhio, perché purtroppo, non avevo la ricetta della nonna, ma all’assaggio posso dire di essere riuscita ad ottenere lo stesso sapore della pizza che faceva la nonna. Vi  ricordando che potete farla come me, o variare anche in questo caso i formaggi e le proporzioni degli ingredienti a seconda del vostro gusto personale. Oggi passerò questa giornata in compagnia dei miei amici, e siccome mi hanno detto di portare un rustico, questa è la torta che porterò.
Vi lascio augurandovi una buona giornata e buon 1° Maggio a tutti voi. Alla prossima ricetta.

 

Dose: 20/30 porzioni
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 50 minuti

 

Ingredienti per la sfoglia:

500 g di farina 00
100 g di vino bianco
100 g di olio e.v.o.
2 uova
1 pizzico di sale
1 rosso d’uovo per spennellare

Ingredienti per il ripieno:

5 uova medie
150 g di formaggio grana grattugiato
100 g di rigatino grattugiato
100 g di pecorino saporito grattugiato
200 g di ricotta di mucca
sale e pepe in polvere q.b.
150 g di mortadella fatta a cubetti.

 

PROCEDIMENTO:

In una ciotola mettete la farina a fontana, mettevi l’olio, il vino, le uova e il sale e impastate.

Quando tutti i liquidi si saranno assorbiti trasferite il composto su una spianatoia o un piano di lavoro. Impastate fino a che l’impasto diventerà liscio, fate un panetto.

Stendete con il mattarello il panetto direttamente sulla carta forno, dandogli la forma rettangolare di una teglia, e nel frattempo, preparate il ripieno.

Mescolate in una ciotola la ricotta, le uova, i formaggi, il prosciutto cotto, la mortadella il pepe e il sale q.b.

Versate il ripieno all’interno della pasta.

Rifilate i bordi con una rondella.

Impastatele di nuovo e stendetele con il mattarello e decorate con le strisce di pasta avanzate facendo una griglia. Spennellate la superficie con l’uovo sbattuto.

Infornate in forno preriscaldato, a 180° per 40/50 minuti.

Sfornate e fate raffreddare completamente prima di mangiare.

Fatela a quadretti e portatela in tavola.

Ecco un particolare visto da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PLUMCAKE SALATO ALLE MELANZANE – RICETTA N° 79

PLUMCAKE SALATO ALLE MELANZANE – RICETTA N° 79

Conoscevo solo la versione dolce del plumcake. Poi andando in giro per internet, ho conosciuto anche la versione salata. Quello che vi propongo, è con le melanzane e provola dolce. E’ un delizioso antipasto, ma lo potete mangiare come piatto unico. Preparatelo quando dovete fare una gita fuori porta, o visto che ci avviciniamo all’estate, per portarlo come pranzo al mare. Offritelo come spuntino ai vostri amici e parenti. Sono sicura che farà il fumo, tornerete a casa con la busta vuota.

 

Dose: 10 porzioni
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 30 minuti

 

Ingredienti:

3 uova
1 vasetto di panna da cucina da 200 g
50 ml di latte
200 g di farina 00
1 bustina di lievito in polvere per torte salate
2 belle grosse melanzane fatte a cubetti
50 g di parmigiano grattugiato
100 g di caciotta dolce o qualsiasi formaggio dolce a cubetti
qualche foglia di basilico
sale e pepe .b.
1 spicchio d’aglio
olio e.v.o.
qualche piccolo pomodorino ciliegino

 

PROCEDIMENTO:

Lavate le melanzane, togliete il picciolo e fatele a cubetti. In una padella scaldate 4 cucchiai di olio, soggriggetevi a fuoco lento 1 spicchio d’aglio a pezzetti, e dopo qualche minuto aggiungete le melanzane a tocchetti, soffriggetele e fuoco alto per 4/5 minuti, mescolando.

Abbassate la fiamma al minimo, mettete il coperchio e cuocete per 30 minuti, fino a quando le melanzane saranno morbide. Aggiungete il sale a fine cottura, fate intiepidire.

In una ciotola sbattete con una frusta le uova, la panna, il latte, il sale e il pepe.

Setacciate in un colino la farina e il lievito e mescolateli al composto di uova.

Aggiungete per ultimo le melanzane ormai tiepide, il basilico spezzettate con le mani, la caciotta dolce a cubetti e il parmigiano i pomodorini ridotti a pezzetti e mescolate.

Versate in uno stampo da plumcake imburrato lungo 30 cm.

Cuocete in forno preriscaldato a 170° per circa 30 minuti. Il plumcake deve risultare dorato in superficie.

Lasciate raffreddare prima di tagliare a fette.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTANO – RICETTA N° 78

TORTANO – RICETTA N° 78

Tortano o Casatiello, i due termini si equivalgono, ma si differenziano per il fatto che nel Tortano le uova sono bollite, fatte a pezzettini e messe all’interno, mentre nel Casatiello, le uova crude, vengono disposte sopra il rustico, affondate nella pasta lievitata,  messe con tutto il guscio, e fermate da due strisce di impasto disposte a croce. Entrambe le torte rustiche vengono preparate per il periodo Pasquale, in Campania. La tradizione vuole, che questo rustico sia mangiato per la colazione di Pasqua, e che sia tra le cose caratteristiche del pranzo fuori porta della gita di Pasquetta. L’impasto è a base di farina, strutto e acqua. Ho sentito parlare di questo rustico qualche tempo fa’, e alla prima occasione di Pasqua l ‘ho preparato, e devo dire che ne è valsa la pena. Fa parte di quelle ricette di Pasqua che ho fatto e fotografato lo scorso anno. E quindi,  la stessa sera che ho fatto le mie tre pastiere, ho fatto anche il mio Tortano. Ho fatto le ore piccole, ma vi garantisco che sono andata a dormire soddisfatta più che mai. Ho usato come ripieno alcuni ingredienti tipici abruzzesi e non napoletani , perché per una questione di tempo non sono potuta andare in giro a cercarli. Inoltre per ultimo e non meno importante, con questa dose ho usato lo stesso stampo che si usa per fare il ciambellone americano.

Bene vi auguro a tutti una buonissima giornata.

 

Preparazione: 30 minuti
Cottura: 50/60  minuti
Lievitazione: 2+ altre 2 ore o tutta la notte.

 

Ingredienti:

1 kg di farina 00
500 ml di acqua
1 cubetto di lievito di birra
125 g di strutto
125 g di margarina vegetale di ottima marca
100 g di pecorino grattugiato
400 g di salumi misti ( pancetta, salame felino, salsiccia secca abruzzese, prosciutto cotto )
400 g di formaggi misti a cubetti ( provolone semi-piccante, fontina, provolino dolce )
4 uova sode
sale e pepe q.b.

 

PREPARAZIONE:

In una ciotola, mettete la farina con il sale, una generosa manciata di pepe, il pecorino grattugiato, lo strutto la margarina, l’acqua tiepida e il lievito sbriciolato.

Cominciate ad ammassare prima all’interno della ciotola, quando l’impasto avrà assorbito tutto il liquido, trasferitevi su un piano di lavoro. Lavorate l’impasto a lungo e vigorosamente fino a quando si stacca dalla spianatoia e dalle mani.

Rimettete nella ciotola, copritela e fatela lievitare fino al raddoppiamento del volume. Ci vorranno all’incirca 2 ore.

Nel frattempo tagliate a dadini tutti i salumi i formaggi e le uova sode.

Stendete la sfoglia lievitata in un rettangolo alto circa 1 cm, distribuiteci sopra i salumi, i formaggi e le uova, disponeteli in maniera regolare, lasciando libero un bordo di 2-3 cm.

Arrotolate la sfoglia, cercate di stringerla il più possibile e mettetela all’interno di uno stampo per ciambella unto con lo strutto, di cm e alto sigillando bene le estremità. Fate lievitare al coperto per 2 ore, meglio ancora se per tutta una notte.

Fatelo cuocere in forno preriscaldato a 180° per 50 minuti. Fate intiepidire e servite.

Il tortano è ottimo mangiato anche il giorno dopo. Ecco come appare una fetta vista da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA SALATA DI PASTA BRISE’ CON TRIS DI VERDURE, MORTADELLA E RICOTTA – RICETTA N° 71

TORTA SALATA DI PASTA BRISE’ CON TRIS DI VERDURE, MORTADELLA E RICOTTA – RICETTA N° 71

Questa torta di pasta brisè è buona e versatile, in quanto potete realizzarla con le verdure che avete a disposizione, o con quelle che vi piacciono, o potete sostituire la mortadella con il prosciutto cotto. Era una ricetta che mi ero appuntata mesi fa, sul mio quaderno, mentre seguivo una puntata della prova del cuoco, mentre la stava preparando la maga della pasta, la simpaticissima e bravissima  Alessandra Spisni. L’ho realizzata esattamente il giorno dopo aver visto la  trasmissione, ma ho usato la mia ricetta della pasta brisè, e le verdure che mi trovavo cotte nel frigorifero, broccoli, spinaci e rape. E’ ottima preparata in anticipo, per una gita fuori porta, o perfetta per un buffet. Da ieri a Pescara sono iniziate delle belle giornate, e tutto fa sperare l’arrivo di giornate calde.

Vi lascio a una buona giornata, e spero che oggi pomeriggio il tempo sia bello, ho proprio voglia di farmi una bella camminata sul mare.

Dose: per 10 persone
Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti

 

Ingredienti per la pasta brisè:

250 g di farina 00
100 g di burro freddo a pezzettini tolto dal frigo 5/10 minuti prima
70 g di acqua
sale q.b. ( circa 1 cucchiaino raso )

 

Ingredienti per il ripieno:

300 g di ricotta di mucca
2 uova medio-grandi
100 g di mortadella a pezzetti
100 g di formaggio parmigiano grattugiato
300 g di verdure miste già cotte
1 uovo + un pochino di latte per spennellare i bordi e la superficie del rustico
Sale e pepe q.b.

 

PREPARAZIONE:

Preparate la pasta brisé, cliccate qui per vedere il procedimento, dopo di che mettetela a riposare per 30 minuti, coperta con una pellicola, in frigorifero.

In una ciotola mettete la ricotta, le uova, la mortadella, il formaggio grattugiato e le 3 verdure già cotte, sale e pepe q.b. e mescolate per amalgamare il tutto.
Su un foglio di carta forno, stendete la pasta brisè con un mattarello, dandogli la forma rotonda, fatela un pochino più grande dello stampo che usate, lo stampo che ho usato io era di cm 24 di dm.
 Con l’aiuto della carta forno, mettete a sfoglia ottenuta nello stampo, manipolatela velocemente dandogli la forma rotonda. Fate dei buchi con i rebbi di una forchetta sul fondo della sfoglia.
Riempitela con il composto di ricotta e verdure. Ripiegate i bordi all’interno e spennellate tutta la superficie con un rosso d’uovo sbattuto con un pochino di latte. Infornate in forno caldo a 180° per 40 minuti circa.
Sfornate appena risultata di un colore dorato e lasciate raffreddare prima di servire. Conservatela in frigorifero.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RUSTICO CONDIVISO DA 2 CUORI – RICETTA N° 55

RUSTICO CONDIVISO DA 2 CUORI – RICETTA N° 55

Buon giorno a tutti. E’ da giorni che pensavo cosa proporre come secondo piatto nel menù per San Valentino. Poi mi è venuta in mente questa cosa, riciclando la pasta sfoglia della prima ricetta per San Valentino, che invece di proporla per secondo antipasto, può essere presentata come un secondo vero e proprio da condividere letteralmente insieme al vostro o alla vostra amata, nella  piccola cocotte o contenitore o piccola terrina in cui viene cotta, e ho quindi deciso di dare questo titolo alla ricetta: Rustico condiviso da 2 cuori. Visto che la festa sarà un’incontro a
due, perché non condividere questa leccornia, insieme, cucchiaio dopo cucchiaio, fino a che non è finita? Non sarebbe una cosa romantica, visto che la serata è all’insegna dell’amore e del romanticismo? Bene, la prima ricetta di San Valentino se ben ricordate, sono stati i cuori di pasta sfoglia, potete cliccare qui per vedere la ricetta. Da i ritagli rimanenti, ricavati dai cuori mi è venuta in mente questo  piccolo rustico, a base di pomodorini ciliegino e provola appassita o scamorza appassita. Dovreste ricavare in tutto 100 g di pasta sfoglia che vi avanza. Quindi non buttatela via, ma procedete con questa ricetta che vi propongo e vedrete che cosa buona uscirà. Ora vi lascio alla ricetta. Vado a preparare l’ultima ricetta per San Valentino. Secondo voi cosa vi proporrò? Aspetto la risposta.

Intanto vi auguro buon pomeriggio.

 

Dose: per 2 persone
Preparazione: 5 minuti
Cottura: 10/15 minuti

 

Ingredienti:

100 g di pasta soglia
passata di pomodoro q.b.
3/4 pomodorini ciliegino
origano q.b.
1 uovo sbattuto
4/5  fettine di scamorza appassita (o qualsiasi formaggio a pasta filata volete usare voi)
sale q.b.

 

PREPARAZIONE:

Prendete gli avanzi di pasta sfoglia che vi sono avanzati dai cuori che avete fatto, ammassatela prima con le mani, poi mettetela su un foglietto di carta forno e stendetela con il mattarello.

Prendete una piccola terrina che avete a disposizione (la mia misurava 12 x 16), e poggiatevi la sfoglia con tutta la carta forno. Spennellate la sfoglia con l’uovo sbattuto avanzato da quello usato per le pizzette, bucherellatela all’interno con i rebbi di una forchetta.

Stendete qualche cucchiaio di passata di pomodoro, origano e sale.
Tagliate in due i pomodorini, puliteli dai semini, e metteteli a testa in giù sulla sfoglia.

Mettete le fettine di provola sopra i pomodorini, ricoprendo l’intera superficie.

Ripiegate all’interno i bordi della sfoglia e spennellateli con l’uovo rimasto. Versate l’uovo rimanente, sulle fettine di provola. Infornate in forno caldo a 180° per 10/15 minuti, o fino a che i bordi insieme al formaggio non risultano dorati.

A cottura avvenuta, togliete dal forno e fate raffreddare qualche minuto prima di mangiarlo insieme al vostro amore. Ed ecco il rustico condiviso da 2 cuori.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

PIZZA DI SCAROLA – RICETTA N° 38

PIZZA DI SCAROLA – RICETTA N° 38

Quante volte vi sarà capitato di pensare, cosa mangiare per pranzo il giorno della vigilia di Natale e di Capodanno, in previsione delle cene  sontuose della sera in questi due giorni che per alcuni, si trasformano in vere e proprie abbuffate? Ebbene, la ricetta che vi propongo oggi fa parte della tradizione natalizia campana, la pizza di scarola viene mangiata come pranzo del 24 e del 31 dicembre  in attesa del cenone della sera. Ed è così  buona, tanto che l ho inserita  tra le mie ricette della tradizione natalizia. Mi ha colpito il connubio tra il sapore della scarola e di tutti gli
altri aromi che ho usato per aromatizzarla. Dopo aver letto la ricetta  in non so quanti blog, ho deciso di procedere a modo mio, usando come impasto la ricetta della pizza che uso io, mettendo tutti e cinque gli ingredienti della tradizione e cioè: alici, capperi, olive,pinoli e uvetta. Potete comunque omettere ingredienti come uvetta e pinoli se non vi piacciono. La pizza è ancora più buona se la preparate il giorno prima, ma l’importante e che la mangiate fredda. Potete metterla sia in uno stampo rettangolare che rotondo, come ho fatto io e poi tagliarla a quadrotti o a spicchi. Se lavorate tutto il giorno è ottima portata come pranzo, incartatela e gustatevela nella pausa. Bene, so che tante e tanti di voi sono ai fornelli per i preparativi della vigilia, che finalmente è arrivata.
Vi auguro di cuore a tutti voi una felice serata della vigilia, insieme a tutti i vostri familiari, e i vostri amati più cari, in questo che è il giorno più bello dell’anno.


Dose: per 8/10 persone
Tempo di preparazione:
Lievitazione: 2/3 ore
Cottura scarola: 20/30 minuti
Assemblaggio finale:15 minuti
Cottura in forno: 30/40 minuti

 

Ingredienti:

2/3 mazzi di scarola
50 g di uvetta
50 g di pinoli
15 g di capperi
150 g di olive
2/4 alici

Più gli ingredienti dell’impasto della pizza (vedere ricetta)

 

PREPARAZIONE:

Per prima cosa fate l’impasto della pizza, leggete la ricetta e mettete a riposare per 2/3 ore. Poi nel frattempo pulite la scarola, scegliete le foglie più belle e tagliate ogni foglia in tre parti.

Lavate accuratamente tutte le foglie.

Scolatele e mettetele a stufare con la propria acqua di lavaggio in una padella, coperta con il coperchio e a fuoco basso fino a che non sia tenera.

Una volta cotta, togliete la scarola dalla padella, mettetela da parte, e mettete un po d’olio con le alici e l’aglio, fateli soffriggere fino a quando le alici non si saranno sciolte completamente.

Togliete l’aglio e metteteci le foglie di scarola, le olive, i pinoli, l’uvetta (ammollata per 20 minuti in acqua tiepida e poi strizzata)  i capperi e aggiustate di sale e fate saltare il tutto a fuoco medio in modo che i sapori si amalgamino.

Riprendete l’impasto ormai lievitato, dividetelo in 2, e con il mattarello o le mani stendetelo all’interno di una teglia unta, di cm 28 di dm.

Mettete la scarola e gli odori, distribuiteli all’interno della pasta lasciando un bordo di circa 2 cm.

Richiudete con l’altro disco di pasta e bucherellatelo, per evitare che si gonfi, richiudete per bene i bordi per non fare uscire il composto all’interno. Con le mani o un pennello passateci dell’olio extra vergine di oliva sopra e infornate in forno caldo per 35/40 minuti a 180°.

Estraete dal forno quando la pasta è bella dorata, accertatevi che sia cotta bene anche sotto. Fate raffreddare completamente prima di mangiare.

Ed ecco un particolare della pizza di scarola vista da vicino.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA RUSTICA RIPIENA CON IMPASTO MOLLE – RICETTA N° 13

TORTA RUSTICA RIPIENA CON IMPASTO MOLLE –  RICETTA N° 13 

Questa è una torta rustica diversa dalle solite, perchè non bisogna impastarla eppoi stenderla, ma bensì, impastarla con le fruste o una frusta a mano e infornarla. Questa ricetta è una ricetta a richiesta della mia amica Giorgia, con la quale ho passato e condiviso l’ombrellone per alcune estati. Sono felice di fargli notare che non mi sono scordata di lei. E’ una ricetta che faccio da sempre. La faccio sia quando ho fretta e  non ho tempo di fare una torta con la pasta brisé, da portare agli amici, e sia per riciclare piccoli rimasugli in frigorifero di formaggi-salumi- e verdure. Io vi scrivo le dosi e il procedimento, a voi la scelta di cambiar un’ingrediente con un’altro, con quello che avete in casa, o di rifarla tale e quale. La maggior parte delle volte ci ho messo la ricotta, ma questa volta avevo solo il mascarpone e ho messo quello. Potete usare questa torta, quando sapete di avere ospiti la sera, ad esempio amici a cena che vengono a vedere la partita, o delle amiche che vengono a vedere un film. Oppure in occasione delle feste, usandola come parte di un’aperitivo o antipasto. Insomma come volete. Viene una torta rustica davvero fenomenale. Piace a tutti e li fa letteralmente impazzire. Fatela anche per coccolare voi stessi, con qualcosa di buono. Fatemi  sapere come è andata.

 

Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 40/50 minuti

 

Ingredienti:

4 uova
110 g di olio e.v.o.
250 g di mascarpone
4 cucchiai di grana
190 g di prosciutto cotto
80 g di mozzarella
90 g di pecorino semi stagionato
100 g di rape cotte (o qualsiasi tipo di verdura avanzata)
200 g di farina 00
1 bustina di lievito per torte salate
sale e pepe q.b.

 

PREPARAZIONE:

Preriscaldate il forno a 180°. Imburrate e infarinate una teglia rettangolare di cm 24 per 15 cm.
Tagliate a cubetti il prosciutto cotto, la mozzarella e il pecorino. Con le forbici fate a pezzetti la verdura.
In una ciotola mettete le uova, l’olio, il mascarpone, il prosciutto cotto, la mozzarella il pecorino e mescolate tutto per bene.

Aggiungete la verdura e il formaggio grattugiato.

E per ultimo la farina con il lievito il sale e il pepe.

Infornate in forno preriscaldato per 35/45 minuti. Passati i 35 minuti controllate che la superficie si sia dorata uniformemente.

Sfornate e lasciate raffreddare.
Una volta raffreddato, mettetelo sul tagliere e tagliatelo a cubetti.
Mettetelo su un piatto e servitelo. Ed ecco un particolare dei cubetti di torta salata. Fatta a cubetti si presta benissimo ad essere mangiata per una cena a buffet fatta in piedi.

 

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA