Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Ricette per la festa della donna

FRITTELLE DI MAIS – RICETTA N° 203

FRITTELLE DI MAIS – RICETTA N° 203

Oggi la mia cucina prevede qualcosa di veloce e molto sfiziosa. Un’idea davvero grandiosa per collocare il classico barattolino di mais in una pietanza diversa dalla classica insalata ….  anzi queste frittelline possono fungere da accompagnamento alla vostra insalata verde. Ricordatevi che per la presenza del mais, potete includere questa ricetta tra quelle per una serata tra amiche compreso il giorno della festa della donna. Le ho preparate proprio per quest’occasione l’8 marzo scorso per una cenetta carina per me e il mio compagno, e queste frittelle sono state le protagoniste del piatto. Inutile dirvi che sono sparite in un baleno. Abbiamo festeggiato a casa ed è stata una piacevole serata a due. Ho cucinato 3 cose ma tutte molto goduriose. In fondo a tutto troverete la foto del piatto che avevo fotografato quella sera. La ricetta è tratta dal libro I menù di Misya.

Vi auguro un buon sabato. Voi provatele e fatemi sapere.

 

Dose : per 12 frittelle
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 15 minuti
Tempo totale : 30 minuti

 

Ingredienti :

150 g di mais in scatola
50 g di farina
70 ml di latte
1 uovo di grandezza medio-grande
25 g di formaggio grattugiato
sale q.b.
pepe nero in polvere q.b.
qualche foglia di basilico
olio di semi per friggere q.b.

 

PREPARAZIONE :

Sbattete l’uovo in una ciotola, aggiungete la farina, il latte, il formaggio grattugiato e amalgamate fino a formare una pastella liscia.

Scolate il mais e aggiungerlo alla pastella insieme alle foglie di basilico spezzettate, il sale e il pepe (il ho messo l’erba cipollina secca perchè non disponevo del basilico).

Lasciate riposare un quarto d’ora in frigo.

Fate scaldare l’olio in padella e versate il composto a cucchiaiate. Friggete un paio di minuti per lato, quindi poggiatele su un foglio di carta assorbente.

Servite calde.

Ecco il mio piatto per la festa della donna del 2015 che comprendeva :

Bruschette con pane cotto a legna lievitazione pasta madre con sopra provola di Tornareccio e salsicce nostrane abruzzesi

Mousse di ricotta di mucca aromatizzata con miele di acacia, pepe, sale e rucola

Frittelle di mais

Insalatina di pomodorini dolci condite con olio sale e pepe.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TORTA MIMOSA – RICETTA N° 182

Ed eccoci arrivati al dolce simbolo di questa festa. La torta MIMOSA. Ieri ho portato questa torta a casa di una mia amica, che si trova a casa in guarigione post intervento ; quindi pomeriggio con le amiche davanti una calda e gustosa tazza di te, gustando questo dolce che a loro dire è uscita davvero buona. Nella versione di quest’anno ho voluto usare la panna vegetale, ma voi potete usare anche quella fresca di mucca. Ci mancano ancora tante ore
prima della cena di questa sera, quindi se siete ancora senza dolce e volete provare la mia versione, siete ancora in tempo. Buon 8 Marzo a tutte.

Dose : per 12/15 porzioni
Preparazione : 1 ora circa
Cottura : 50 minuti
Stampo : cm 24 di dm

Ingredienti per il Pan di Spagna : 4 uova medie a temperatura ambiente, 120 g di zucchero semolato, 150 g di farina 00, la buccia di 1 limone bio grattugiato, 1 bustina di lievito.

Ingredienti per la farcia : 1 uovo medio, 50 g di zucchero semolato, 30 g di fecola di patate, la buccia di 1 limone bio grattugiato, 250 ml di latte fresco parzialmente scremato, 250 ml di panna vegetale, , 2/3 fettine di ananas sciroppato, sciroppo di ananas q.b., 4 cucchiai di limoncello.

PREPARAZIONE :

Preparate il Pan di Spagna con le dosi che vi ho scritto e una volta cotto lasciarlo raffreddare completamente su di una gratella. Cliccate qui per vedere il procedimento.

Nel frattempo che cuoce la torta, preparate la crema, con le dosi descritte sopra e fatela raffreddare. Per vedere il procedimento cliccate qui.

ASSEMBLAGGIO DELLA TORTA .

Montate la panna vegetale. Mescolate 5/6 cucchiai di panna in una ciotola insieme alla crema ormai fredda.

Fate a pezzetti  2/3 fettine di ananas che avrete scolato per bene ; mettete da parte lo sciroppo e mescolatelo con il limoncello.

Tagliate in 3 dischi la base della torta e fate a cubetti il disco di mezzo (a cui avrete tolto la crosta marrone), che vi servirà per fare il decoro della mimosa.

Scavate leggermente l’interno della base del Pan di Spagna e mettetelo da parte insieme ai cubetti.

Bagnatelo con lo sciroppo che avete messo da parte.

Fate un primo strato di crema sul quale poserete i pezzetti di ananas.

Versate sopra i pezzetti di ananas la restante crema.

Poggiate ora il disco superiore, premendo un pochino per far attaccare per bene la superficie sulla crema. Bagnatelo con lo sciroppo rimasto. e coprite con la rimanente panna.

Decorate la superficie e i bordi con i cubetti di Pan di Spagna per creare la classica torta mimosa.

Fate riposare in frigorifero per almeno 1 ora o fino al momento di servire.

Ed ecco un particolare della fetta.

PIZZA MIMOSA CON POMODORO SALSICCIA E ROSSI D’UOVA SODE – RICETTA N° 181

Ecco la seconda versione della Pizza Mimosa, questa volta in rosso per tutte coloro a cui non piace la panna o la loro preferenza è una pizza rossa invece che bianca. Vi rimando alla ricetta del mio impasto della pizza fatto con 500 g di farina, dal quale potete pesare 250/300 g di impasto lievitato per realizzare una pizza fatta in uno stampo di cm 30 di dm. Se volete vedere la mia versione della pizza Mimosa in bianco, cliccate qui. Non mi dilungo più di
tanto perché ho un’altra ricetta da scrivere per tutte voi davvero eccezionale, questa volta quella della Torta Mimosa. Continuate a seguirmi e non ve ne pentirete. Se volete cercare qualche altra idea, andate sulla categoria delle ricette dove troverete Ricette per la festa della donna, cliccateci su e sbizzarritevi, probabilmente troverete qualche altra idea che vi piacerà. Buona giornata a chi passa di qua.

Dose : per una pizza di cm 30 di dm
Preparazione totale : 25 minuti
Lievitazione : 2/3 ore
Cottura : 20/25 minuti

Ingredienti per l’impasto per la pizza : cliccate qui per vedere dosi e procedimento.

Ingredienti per il condimento di una pizza : 1 salsiccia fresca, 2 uova sode (facoltativo), 30 g di mais in scatola, 1 scamorza secca (io ne ho usata meno della metà per far vedere il colore giallo del mais e dell’uovo), 5/8 cucchiai di passata di pomodoro, olio e.v.o. q.b., sale q.b.

PREPARAZIONE :

Una volta lievitato l’impasto pesatene all’incirca 250/300 g e stendetelo nella teglia unta con un pochino di olio. Stendete la passata di pomodoro, l’olio, il sale, solo il rosso d’uovo schiacciato con uno spremi-aglio o uno schiacciapatate, il mais e la salsiccia spellata e sbriciolata in pezzetti molto piccoli. Infornate in forno già caldo a 250° per 15 minuti circa.

Passato il tempo necessario, tirate via dal forno, aggiungete la scamorza secca a cubetti e infornate di nuovo fino a che non si sarà sciolta e la pizza risulterà bella colorata.

Ed ecco pronta la pizza Mimosa al pomodoro salsiccia e rossi d’uovo.

PIZZA MIMOSA CON PANNA PROSCIUTTO COTTO E MAIS – RICETTA N° 180

PIZZA MIMOSA CON PANNA PROSCIUTTO COTTO E MAIS – RICETTA N° 180

Se per la festa della donna, volete fare un menù pizza, questa è la mia versione della pizza mimosa fatta con la panna (io uso quella senza lattosio) mescolata insieme al prosciutto cotto, scamorza appassita e mais. A me non piace mettere la panna a strato e sopra tutti gli altri ingredienti. Come nella pizza Boscaiola che io chiamo pizza Pazza, mescolo tutti gli ingredienti, perché per me in questo modo tutti i sapori si amalgamano, rendendo un sapore unico e distinto questa pizza. Se vorrete seguire la mia versione, voi e tutte le vostre amiche resterete super soddisfatte ed estasiate per il risultato finale. Un’ottima pizza al piatto in stile chicchi di mimosa. Ma state tranquille ce ne sarà per tutti i gusti. Continuate a seguirmi, se siete di quelli a cui non piace mangiare la pizza in bianco o a cui non piace la panna. Per voi ho realizzato un’altra versione, tutta in rosso. Le dosi dell’impasto che vi scrivo, sono per due pizze, di cm 30 di dm. Mentre gli ingredienti che vi scrivo sono per condire solo una pizza. Raddoppiate tutte le dosi del condimento per condire più pizze a seconda di quante amiche sarete.

Auguri a tutte le donne.

 

Dose : per 2 pizze di cm 30 di dm
Preparazione : 20 minuti
Cottura : 20/30 minuti

 

Ingredienti per l’impasto :

300 g di farina 00 o Manitoba
75 ml di acqua
75 ml di latte (o di soia o senza lattosio)
1 cucchiaio abbondante di olio e.v.o.
mezzo cubetto di lievito di birra o 2 cucchiaini di lievito secco attivo

 

Ingredienti per il condimento di una pizza :  

1 vasetto di panna da cucina
1 scamorza appassita
70 g di prosciutto cotto
60 g di mais in scatola
qualche cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato

 

PREPARAZIONE :

Se dovete fare più pizze usate le dosi scritte qui , dove troverete anche il procedimento per fare l’impasto.

Fatelo lievitare per 2/3 ore o fino al raddoppiamento del volume.

Sgonfiatelo con il pugno della mano proprio al centro.

Ungete 2 stampi, prendete l’impasto lievitato, dividetelo in due e stendetelo nelle teglie. Coprite con un panno e fate continuare a lievitare per altri 15/30 minuti circa e dedicatevi al condimento. In una ciotola mettete la panna, la metà della scamorza appassita a cubetti, il prosciutto cotto fatto a pezzetti grossi, 40 g il mais, il Parmigiano Reggiano e un pizzico di sale.

Mescolate.

Stendete il condimento sulla pizza e infornate in forno già caldo a 250° per 15 minuti.

Passati i 15 minuti, aggiungete la scamorza rimanente e gli altri 20 g di mais rimasto, infornate di nuovo fino a quando scamorza si è sciolta e tutto è bello dorato.

Ed ecco la vostra pizza Mimosa per la festa della donna.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CUPCAKE MIMOSA – RICETTA N° 68

CUPCAKE MIMOSA – RICETTA N° 68

Avevo sempre sottovalutato i cupcake, ma vi racconterò questo : con l’apertura del mio blog di ricette, ho affrontato tante sfide culinarie, e il risultato finale è soddisfazione e felicità continua, perché è così che mi sento quando cucino. E la completa riuscita di questi magnifici dolcetti mi rende soddisfatta pienamente. E questo è il risultato per la giornata di oggi.   I cupcake, sono dei dolcetti americani, e in specifico questa ricetta , i cupcake mimosa sono un miscuglio di 3 dolci, che sono i cupcake, i muffin, e la torta mimosa. Qui a Pescara, nei negozi di Pasticceria potete trovare sia la torta Mimosa classica, sia le Mimosette, dolcetti più piccoli a forma di cupola completamente ricoperti di panna e di briciole di Pan di Spagna. Ma vi assicuro, che questi cupcake, li sostituiscono degnamente. La ricetta di base è tratta dal mio libro dei cupcake e muffin, ma il ripieno e la copertura è un’idea mia. Io ho solo portato a 2 cucchiai la dose di latte, perchè nel libro era scritto solo 1 cucchiaio. Ora vi lascio alla ricetta. Come sempre, il colore giallo, la fa da padrona.

E siccome molte di voi leggeranno la ricetta che sarà già iniziata la nuova giornata vi auguro:

BUONA FESTA DELLA DONNA A TUTTE VOI.

E spero, che stasera, qualcuna delle mie ricette, sarà sulle vostre tavole

Dose: per 10 cupcake
Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 15/20 minuti
Tempo totale di preparazione: 35 minuti

 

Ingredienti:

115 g di burro ammorbidito o margarina morbida
115 g di zucchero semolato
2 uova leggermente sbattute
la scorza di 1 limone grattugiato
115 g di farina autolievitante (o 100 di farina 00 e 1 cucchiaino di lievito)
2 cucchiai di latte.

Per decorare:
250 ml di panna fresca montata zuccherata con pochissimo zucchero a velo
3 fette di ananas sciroppato
limoncello q.b. o sciroppo di ananas q.b.

 

PREPARAZIONE:

Preriscaldate il forno a 180°. Disponete i pirottini  sullo stampo da muffin/cupcake. Lavorate burro a cubetti e zucchero in una ciotola capiente fino a che diventa un composto chiaro e spumoso.

Incorporate le uova sbattute un cucchiaio alla volta, e mescolate con cura dopo ogni aggiunta.

Aggiungete la scorza del limone.

Aggiungete le polveri, con un setaccio, e procedete con una spatola o con le fruste a mano fino al completo assorbimento.

Unite lentamente il latte.

 Dovrete ottenere un composto dalla consistenza omogenea, che cade facilmente dal cucchiaio.

Versate 1 cucchiaio abbondante (non di più) di composto nei pirottini.

Fate cuocere in forno preriscaldato per 15/20 minuti, finchè i cupcake risultano, gonfi, dorati e sodi.

Lasciateli raffreddare nella teglia per 10 minuti, poi trasferiteli su una gratella e raffreddateli completamente.

Tagliate la calotta.
Con un coltello svuotate delicatamente al centro il cupcake, e mettete da parte il ripieno.
Bagnate il dentro del cupcake e la calotta con  2 cucchiaini per ognuno o, di limoncello se li volete con la bagna leggermente alcolici, o con lo sciroppo di ananas (sono sufficienti 2 cucchiaini non di più) se li volete con la bagna non alcolica.

Dividete la panna a metà, in una metteteci le fette di ananas scolate dal succo e fatte a pezzettini, e con questo ripieno riempiteci il dentro dei cupcake.

Rimettete sopra la calotta e con un cucchiaio, decorate con la panna rimasta.
Fate a pezzettini la mollica dei capcake e versateli sopra la panna, per dargli l’effetto della mimosa.

Ed ecco i cupcake finiti. Manteneteli in frigorifero a rassodare la panna fino al momento di mangiarli.

Ecco come appaiono all’interno.



TANTISSIMI AUGURI A VOI TUTTE.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RISOTTO ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 66

RISOTTO ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 66

Buono, semplicissimo da fare, e giallo che più giallo non si può. Come primo piatto per festeggiare la festa della donna, vi propongo il risotto allo zafferano. Un piatto che mia mamma, preparava a me e alle mie sorelle quando eravamo bambine. Adoravamo questo colore giallo intenso, e l’aroma che sapeva sprigionare questa spezia tanto aromatica. Questo è per me uno dei miei Comfort Food, come leggevo oggi sul sito Briciole di Muffin, cioè è uno di quegli alimenti che quando lo mangio mi riporta indietro nel tempo, quando giocavo con le mie sorelle e ai miei cugini della porta accanto, e sognavo e fantasticavo, felice a più non posso. La dose è per 4 persone, aumentatela o diminuitela sapendo che si calcola 80 g di riso a testa se lo si deve cuocere come primo piatto. Inoltre consiglio sempre di aggiungere come riserva, un pochino di brodo in più rispetto alla dose scritta, da aggiungere ( nell’eventuale caso gli ospiti ritardassero) al riso che inesorabilmente si ammassa con il passare dei minuti una volta cotto. Buona giornata, e forza e coraggio, tutte ai fornelli.

Noi ci vediamo alla prossima ricetta.

 

Dose: per 4 persone
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 25 minuti

 

Ingredienti:

1 litro di brodo (anche di dado vegetale)
30 g di burro
40 d di olio e.v.o.
1 cipolla media
grana padano grattugiato 150 g
320 g di riso Carnaroli
1 bicchiere di vino bianco
1 bustina di zafferano (io ce ne metto 2)

 

PREPARAZIONE:

In una pentola capiente, sciogliete il burro e fatelo scaldare insieme all’olio. Aggiungete la cipolla, mondata, lavata e fatta a pezzettini, e fatela appassire  a fuoco bassissimo per 10 minuti.

Aggiungete il riso e fatelo tostare per 2 minuti a fuoco medio-alto.

Versate il vino e fatelo evaporare completamente.

Quando il vino è completamente evaporato aggiungete poco alla volta un mestolo di brodo.

A metà cottura sciogliete lo zafferano in un pochino di brodo e aggiungetelo nel riso. Portate a cottura.

A cottura finita, aggiungete una noce di burro e la grana padano e mantecate, mescolando energicamente e coprendo con un coperchio per 3 minuti.

Impiattate, ed ecco il risotto allo zafferano.

Ed eccolo visto da vicino.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

SCHIACCIATINE DI PATATE

SCHIACCIATINE DI PATATE - RICETTA N° 65

INGREDIENTI

350 ml di acqua
350 g di patate
200 g di farina
50 g di formaggio grattugiato
30 ml di olio e.v.o
sale e pepe q.b.
1 pizzico di erba cipollina in polvere
1 pizzico di origano
1 pizzico di maggiorana in polvere

 

 

 

 

 

 

5o minuti

10/15 rettangoli

Diario di bordo
Io e il mio amore Corrado, siamo in grado in 2 di spazzolarcela tutta quanta. La ricetta l’ho letta sul blog di Misya.info una delle 3 mie muse ispiratrici; grazie a loro ho deciso di aprire il mio blog. Quindi, come seconda ricetta per la festa della donna all’insegna del giallo, non potevo non postare questa ricettina.

Avete mai sentito parlare delle schiacciatine fatte con le verdure? Questa è una ricetta vegetariana, ma tanto sfiziosa, che una volta che l’ho provata, ho visto la sua versatilità sulla tavola. Non funge solo da antipasto, ma può fungere anche come primo piatto, noi l’abbiamo  mangiata  accompagnata da salumi e formaggi, come piatto unico, buonissima anche da sola, mangiata come se fosse una pizza, o come secondo e per ultimo come un contorno. Si presta benissimo anche a un salvacena. 

Quando avete ospiti improvvisi, vi assicuro che nel frattempo che gli dite di fermarsi a mangiare con voi, avrete già infornato le schiacciatine. Insomma sarete voi a decidere che posto dargli nel vostro menù. Quindi è ottima sia per la festa della donna, perché le vostre amiche, ve lo assicuro, le apprezzeranno tantissimo, e anche in altre mille occasioni, oltretutto per chi va matto di patate in tutte le salse, sono sicura, che darà un posto di tutto rispetto a questa ricetta. Io l’ho sempre cucinata sulla leccarda da forno, e in questo modo viene sottile, ma voi potete usare anche una teglia leggermente più piccola, in questo modo vi verrà un pochino più alta. 

Ora vi saluto, e mi raccomando, fatemi sapere, aspetto i vostri commenti.

la ricetta passo passo

Varianti

Le schiacciatine sono una ricetta davvero versatile. Il loro impasto e le loro farciture sono pressocchè infinite. L’unico limite è la vostra fantasia…o il vostro gusto, se vogliamo. Ecco per voi una variante deliziosa che ho realizzato, le schiacciatine di zucchine!

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sui social!
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Print this page
Print

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Something is wrong.
Instagram token error.
Load More

STUZZICHINI ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 64

STUZZICHINI ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 64

Buongiorno a tutti e benvenuti nel mio blog. E’ appena finito Carnevale, e subito ci si prepara per un’altra festa. Questa volta è quella dell’8 marzo, la festa internazionale della donna, ed è curioso sapere che in nazioni diverse, si festeggia in maniera diversa dalla nostra. Comunque la pensiate su questa festività, se siete tra quelle, che sabato sera, staranno a casa con le proprie amiche e mariti e figli, per passare una serata diversa dal solito, o perché non gradite andare in un locale a mangiare fuori, questa è la prima ricetta che vi consiglio. Un’antipasto o stuzzichino, precena, da servire appena arrivano le vostre ospiti. Per la presenza dello zafferano, i vostri stuzzichini avranno un bel colore giallo, che rievocano il colore della mimosa, che rappresenta questa festività. Potete prepararla il giorno prima, fate freddare in frigorifero gli stuzzichini e serviteli freddi, io li ho provati così e sono ottimi, ma che dico, superbi. Questa è la ricetta, e mi farà piacere se la vorrete provare.

Un bacio a tutte voi, scappo, perché la mia agenda è piena di cose da fare oggi.

 

Dose: per 8/10  persone
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 15/20 minuti circa (gli stuzzichini devono dorarsi bene in superficie)

 

Ingredienti:

2 uova medio – grandi
5 cucchiai di formaggio grattugiato
400 g di ricotta (io ho usato la capra, voi mettete quella che piace a voi)
1 bustina di zafferano
1 mazzetto di prezzemolo
sale e pepe in polvere q.b.

 

PREPARAZIONE:

In una ciotola capiente sbattete le uova. Unite la ricotta, il formaggio grattugiato, lo zafferano  un po’ di prezzemolo tritato, sale e pepe q.b.

Amalgamate il tutto, fino ad ottenere una crema morbida ed omogenea.

Stendete il composto in una piccola teglia oliata o ricoperta con la carta forno, cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15/20 minuti, fino a che si sarà dorato in superficie.

Togliete dal forno, lasciate raffreddare, e tagliate a quadretti. Mettete in frigorifero fino al momento di servire.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA