Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Ricette invernali

CREMA DI ZUCCA ZENZERO E MELA LIGHT- RICETTA N° 168

CREMA DI ZUCCA ZENZERO E MELA LIGHT- RICETTA N° 168

Questa crema l’ho mangiata per cena una decina di giorni fa. E con il freddo che è piombato di nuovo in tutta Italia, credo che questa sia la ricetta azzeccata per oggi. Una crema di zucca zenzero e mela, squisita, liscia e vellutata, pronta da servire a tavola caldissima. L’effetto che ho avuto mangiandola è di una zuppa corroborante. Mentre la mangiavo, sentivo l’effetto dello zenzero che mi scaldava lo stomaco e pian piano tutto il corpo. Questa ricetta è tratta dal blog MANGIA SENZA PANCIA, dove ho trovato tantissime altre ricette light, ma piene di gusto, che ho provato, sto provando e ancora devo provare. Questa è una delle tantissime ricette leggere, ma con il vantaggio che aiuta il nostro corpo a riscaldarsi in giornate freddose invernali come queste. L’unica cosa che mi dispiace e che le foto non gli rendono giustizia. Ogni tanto la macchina fotografica mi dà problemi, e in questo caso è stato così. Ma fidatevi, questa crema vellutata di verdura è veramente buona e corroborante. Provatela e fatemi sapere.

Buona domenica a tutti.

 

Dosi : per 4 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 30 minuti
Difficoltà : di facile esecuzione

 

Ingredienti :

500 g di zucca già pulita
1 cucchiaino di olio e.v.o.
1 cipolla di medie dimensioni
1 mela tipo Royal Gala di medie dimensioni
1 carota piccola o mezza carota grande
2 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato (circa 1 cm di radice)
800 ml di brodo vegetale
mezzo cucchiaino di noce moscata grattugiata
prezzemolo fresco per guarnire
sale q.b.

 

PREPARAZIONE :

Tagliate a pezzi la zucca.
Lavate, pelate, e tagliate a pezzetti cipolla, carota e mela. Grattugiate lo zenzero.
Mettete in una pentola capiente l’olio con la cipolla, la carota e la mela e fateli soffriggere dolcemente per qualche minuti fino a quando iniziano a diventare morbidi.

Aggiungete lo zenzero e mescolate bene.

Aggiungete poi la zucca e il brodo vegetale. Fate arrivare ad ebollizione, coprite e abbassate la fiamma.

Lasciate cuocere dolcemente, per circa 20 minuti, fino a quando la zucca sarà diventata morbida.

Con un mixer ad immersione frullate bene il tutto fino ad ottenere una crema liscia.

Aggiungete anche la noce moscata e il prezzemolo fresco tritato, aggiustate di sale e frullate ancora brevemente per amalgamare il tutto.

Impiattate e servite calda, se vi va, con ancora un pochino di prezzemolo per guarnirla.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

JACKET POTATOES O BAKED POTATOES OVVERO PATATE CON LA GIACCHETTA – RICETTA N° 116

JACKET POTATOES O BAKED POTATOES OVVERO PATATE CON LA GIACCHETTA – RICETTA N° 116

 Tempo fa, cercando sul web la ricetta per fare un’ottimo pollo fritto, mi sono imbattuta in quest’altra ricetta, che ho trovato ancora più succulenta del pollo. Le jaket potatoes sono una specialità inglese, diffuse nei paesi anglosassoni e non solo. Le patate cotte al cartoccio, vengono condite con un mondo di ripieni diversi a seconda del luogo in cui si mangia e sono sempre di accompagnamento a piatti di carne o pesce. Col tempo è divenuto cibo da fast food. Volete sapere quali condimenti si usano per queste deliziose patate ? Si va dal corposo ripieno di pancetta e cheddar al raffinato burro e erba cipollina, ma anche tonno e maionese, gamberetti e salsa rosa, bacon  e funghi trifolati, e i famosi baked beans, gustosi fagioli cannellini cotti con bacon, cipolla e pomodoro per diverse ore a fuoco lento . Io me ne son innamorata e ho scelto il ripieno di pancetta affumicata a cubetti e formaggio emmentaler grattugiato. Non ho potuto usare il cheddar perché non l’ho ancora trovato nei supermercati della mia città, ma la mia ricerca continua … forse ora sarò più fortunata.  Ulteriore consiglio ? Cucinatele nelle vostre serate con amici e familiari, quando fa freddo, quando ci sono le partite da vedere tutti insieme, e riscaldate la vostra casa con il calore del forno che sprigionerà un gustoso profumo di cottura al cartoccio. Bene, ora vado a preparare la ricetta per domani, lasciandovi un piccolo post scriptum; se siete tra quelli che oggi mangiano il baccalà, lasciatene circa 200 g da parte senza cucinarlo. Nella ricetta che posterò stasera, vedrete cosa vi proporrò nella vostra cena di domani sera.
Allora buona lettura e una buona giornata, e …. a più tardi !!!



Dose : per 8 porzioni
Preparazione : 10 minuti
Cottura : 1 ora  / 1/30

 

Ingredienti :

8 patate del tipo farinoso tutte della stessa dimensione ( che pesino 350 g l’una, usate patate per gnocchi )
200 g di pancetta affumicata a cubetti
200 g di emmentaler grattugiato ( o del formaggio originale americano Cheddar se voi riuscite a trovarlo )
sale q.b. facoltativo

 

PREPARAZIONE :

Lavate per bene le patate sotto l’acqua corrente, asciugatele e copritele una per una con l’alluminio.

Infornatele in forno preriscaldato a 190°, per 1 ora – 1 ora e 30 minuti circa.

Nel frattempo, mettete la pancetta in una padella ben calda e fatela rosolare nel proprio grasso di cottura, fino a che si presenterà bella colorata e croccante.

Al termine  della prima ora, testatene la cottura. Toccatele ( attenzione a non ustionarvi ), dovranno risultare morbide e cedevoli, e la buccia consistente.
Appena cotte estraetele dal forno, aprite il cartoccio e tagliate ogni patata a metà, senza arrivare in fondo. Con l’aiuto di una forchetta e un coltello, apritele in due.

Mettete per primo il formaggio, che comincerà a fondersi con il calore che sprigionerà la patata.

E per secondo la pancetta.

Servite ogni patata all’interno del proprio cartoccio ben calde !!!

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ZUPPA CON PASTA MISTA ZUCCA E FAGIOLI – RICETTA N° 89

ZUPPA CON PASTA MISTA  ZUCCA  E FAGIOLI – RICETTA N° 89

Buongiorno a tutti, oggi vi scrivo una ricettina a base di zucca, in commercio stanno quasi in esaurimento, quindi, prima che ci lasci per tornare poi alla fine dell’estate, assaggiate questa bontà. Occhio: non è una ricetta veloce. La ricetta lo adocchiata, mentre ero una Domenica a pranzo da mia madre, e mentre aspettavo di andare a tavola, mi sono messa a sfogliare un suo libro di cucina. Quando ho visto questa ricetta, non ho saputo resistere, questo colore arancione della foto e la zucca mi hanno conquistata. L’autrice della ricetta è della maestra di cucina Palma D’onofrio, pugliese di origine, romana di adozione, entrata a far parte del cast di maestri di cucina della trasmissione ‘La prova del cuoco nel 2006, e diventata la responsabile dei Maestri di cucina della trasmissione TV sempre lo stesso anno. La ricetta faceva parte di una serie a volumi, in vendita nelle edicole. Questa è tratta dal volume 1° Antipasti e primi. Io ho usato i fagioli che avevo messo nel congelatore, e fatto qualche piccolo cambiamento qua e là.

Con questo primo a base di verdure vi auguro una buona giornata.

 

Dose: 4 persone
Preparazione: 1 ora
Cottura: 1 ora e 20 minuti

 

Ingredienti:

200 g di pasta mista o del tipo che piace a voi
500 g di zucca
2 patate
2 cipolle
2 carote
2 coste di sedano
200 g di fagioli borlotti  già lessati
100 g di pancetta
brodo vegetale q.b.
olio e.v.o.
sale e pepe q.b.
1 foglia di alloro
qualche ago di rosmarino

 

PREPARAZIONE:

Se usate i fagioli congelati come me, fateli cuocere in acqua abbondante per 2/3 ore a fuoco basso con 1 cipolla e 1 foglia di alloro, salateli solo alla fine. Una volta cotti metteteli da parte. Altrimenti usate quelli già cotti in scatola.

In una pentola di coccio o di alluminio, fate rosolare la pancetta tagliata a cubetti insieme a cipolla, sedano e carota, mondati sbucciati, lavati e tagliati a fettine o a cubetti, per 15 minuti.

Mondate la zucca e le patate, lavatele e affettatele, a cubetti le patate e a fettine piccole la zucca, unitele al soffritto, aggiungete il rosmarino, mescolate a fuoco vivace per 3 minuti circa.

Aggiungete 1 litro di brodo bollente e proseguite la cottura per 30 minuti.

Passato il tempo unite i fagioli precedentemente lessati, il sale e il pepe, e fate cuocere ancora per 30 minuti.
Lessate la pasta per 5 minuti in acqua bollente salata, scolatela e unitela alla minestra, e aggiungete altro brodo se si fosse asciugata troppo, cuocete fino a quando non sarà cotta.

Fate riposare la zuppa nella pentola di cottura per 30 minuti prima di portarla a tavola.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

SHEPHERD’S PIE – PASTICCIO DI CARNE – RICETTA N° 50

SHEPHERD’S PIE – PASTICCIO DI CARNE – RICETTA N° 50

La  Shepherd’s pie, letteralmente, Torta del pastore, è un’idea gustosa e prelibata da scegliere per un pasto importante come quello della Domenica; giorno in cui tutti i membri della famiglia finalmente mangiano tutti insieme e spesso come accade con ospiti a pranzo. Per molti di noi il pranzo della Domenica è un’istituzione. Ancora oggi, come anni fa,  mamme e nonne si mettono ai fornelli già dalla sera del sabato a preparare pranzi sontuosi e di una
portata più buona dell’altra solo per deliziare figli, generi, nipoti e perché no, anche loro stesse. Ebbene, questo piatto anglosassone è un pasticcio di carne e verdure, ricoperto da un delizioso strato di purè di patate ripassato alla fine in forno per una ventina di minuti, quel tanto da far colorare la strato di patate. Io l’ho preparato proprio in occasione di un pranzo domenicale, e i miei ospiti hanno apprezzato tantissimo. Ma la ricetta non è mia, è del famoso chef GORDON RAMSAY , che ho conosciuto attraverso programmi come Hell’s kitchen e Masterchef. E quando la mia amica diciannovenne Giorgia, che io chiamo schersosamente Giorgina, mi ha parlato di questa ricetta, sono andata subito a ricercarla. Su internet c’è proprio un video in inglese di questa preparazione fatta proprio da Ramsay,  ma le dosi e il procedimento scritto della sua ricetta l’ho trovata scritta sul sito di Cookaround. Nel procedimento ho solo diversificato qualche passaggio, secondo le mie normali consuetudini di cucinare. Bene ora vi lascio in compagnia di questa golosità e se volete prendetela come un’idea per il pranzo di domani. Per questa settimana è tutto. Ci rivediamo lunedì, con la prima ricetta di un dolcetto per superare la fatidica fase da inizio settimana.

Buon fine settimana a tutti voi.

 

Dose: per 8/10 persone
Tempo di preparazione: 1 ora e 10 minuti
Tempo in forno: 20/30 minuti

 

Ingredienti per il pasticcio di carne:

2 cucchiai di olio e.v. di oliva
sale e pepe nero q.b.
900 g di carne macinato di agnello (ma se non la trovate potete usare il manzo o il maiale)
1 cipolla grande
1 carota grande
2 spicchi d’aglio
3 cucchiai di salsa Worcestershire (io ne ero sprovvista e non l’ho messa)
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
timo fresco o secco q.b.
1 rametto di rosmarino fresco o q.b di secco
250 ml di vino rosso
400 ml di brodo di pollo

Ingredienti per il purè di patate:

1 kg di patate da purè
50 g di burro
2 tuorli d’uovo
parmigiano grattugiato  q.b.

 

PROCEDIMENTO:

Lavate le patate e mettetele a bollire con la buccia in acqua salata. Dal momento del bollore calcolate circa 40 minuti. Scolatele e ancora calde spellatele e passatele in uno schiacciapatate riducendole in purea   all’interno di una ciotola. Unite il burro ammorbidito, i tuorli d’uovo, 2/4 cucchiai di parmigiano grattugiato, sale e pepe q.b. Mescolate fino ad avere un purè bello consistente e non molliccio per questo motivo non viene aggiunto il latte.

Mette da parte il purè. Scaldate l’olio in una pentola, unite il macinato e fate rosolare a fuoco alto per 2/3 minuti.

Scolate con un cucchiaio il grasso in eccesso che sicuramente la carne avrà rilasciato.

Unite cipolla, carota e aglio pelati, lavati e grattugiati all’interno della pentola.

Unite la salsa worchesteshire, il concentrato di pomodoro, e le erbe aromatiche , cuocete mescolando più volte per 2/3 minuti.

Versate il vino e fatelo evaporare completamente.

Aggiungete il brodo, portate a ebollizione e cuocete finché il ragù avrà raggiunto la giusta densità.

Sistemate sul fondo di una pirofila il ragù, ricoprite con il purè, e grattugiate abbondante parmigiano a scaglie.

Con una forchetta muovete un po il purè in modo che la superficie non risulti liscia, così in cottura si formerà una crosticina molto appetitosa. Infornate in forno caldo a 180° per 20/30 minuti.

Ed ecco pronto la vostra Shepherd’s pie

Ed ecco un particolare visto da vicino.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ZUPPA DI LENTICCHIE – RICETTA N° 28

ZUPPA DI LENTICCHIE – RICETTA N°  28

In diversi mi avete chiesto di pubblicare qualche ricetta su una zuppa di legumi. Ebbene, questa io l’adoro. La ricetta è quella di mia mamma. I modi di cucinare le lenticchie sono innumerevoli. Questa è come la mangio da molti anni. Solo lenticchie, senza riso e senza pasta. Senza pancetta e senza guanciale. E vi assicuro che è gustosissima anche così. Se vi piacciono le zuppe con quel po’ di cremina che si crea, allora apprezzerete questa ricetta. Cremina che si può ottenere frullando o passando la carota e la patata che avrete messe intere a cuocere insieme alle lenticchie.
Le lenticchie sono buone e fanno anche bene, piene di proteine e di ferro, adatte per gli anemici quindi. E’ un piatto corroborante per il pranzo e pieno di calore nelle serate più fredde dell’inverno. Inoltre per quanto riguarda le lenticchie, a seconda della marca che comprate, potete o no metterle a bagno o procedere direttamente con la cottura. Quindi leggete attentamente cosa dice l’etichetta della confezione. Dopo la giornata tempestosa di ieri,  pare che oggi  la situazione a Pescara sia tornata normale, è uscito anche il sole. Buon segno. Vi auguro una buona giornata a tutti voi, e fatemi sapere se vi è piaciuta. Alla prossima ricetta.

Dose: per 4 persone
Tempo di preparazione: 5 minuti
Tempo di cottura: 1 ora e mezza/2 circa.

Ingredienti:

500 g di lenticchie secche
1 carota grande
1 patata media
1 foglia di alloro
1 spicchio d’aglio
1 pomodoro spellato o 2/3 cucchiai di passata di pomodoro
1 salsiccia fresca ( solo per il sapore) ; 4 per contorno/secondo
 sale q.b. o se preferite 1 dado vegetale
olio e.v.o q.b.
2 litri di acqua
crostini di pane abbrustolito q.b.

PREPARAZIONE: 

Mettete le lenticchie secche in un colino e sciacquatele sotto il getto dell’acqua corrente. Pelate e lavate la carota e la patata, lavate e spellate il pomodoro, mettete tutto dentro ad un tegame di acciaio o di coccio con l’acqua fredda e portate ad ebollizione a fuoco alto.
Al momento del bollore abbassate la fiamma, e portatela a medio/bassa e fate bollire dolcemente lasciando uno sfiato con un cucchiaio di legno sopra la pentola e poggiandoci sopra 1 coperchio.
Passata un’ora controllate a che punto si trova la cottura delle lenticchie, assaggiatele, e quando saranno al dente scendeteci le salsicce che avrete precedentemente spellate e fate cuocere ancora per mezz’ora.

A questo punto, dopo 1 ora e mezza circa assaggiate se le lenticchie sono morbide e aggiustate di sale. Mettete in un piatto le salsicce e fatele a rondelle. Passate al passaverdura o in un mixer, la carota, la patata, il pomodoro e l’aglio (se vi piace, se no toglietelo del tutto), con qualche cucchiaio di olio a crudo. Rimettete il passato nella pentola e mescolate.

Mescolate le rondelle di salsiccia all’interno della zuppa.
Impiattate e servite con qualche cubetto di crostino di pane al centro del piatto.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ZUPPA DI ZUCCA E FAGIOLI BORLOTTI CON CROSTONE DI PANE ABBRUSTOLITO – RICETTA N° 20

ZUPPA DI ZUCCA E FAGIOLI BORLOTTI  CON CROSTONE DI PANE ABBRUSTOLITO – RICETTA N° 20

Semplice da fare, buona da assaporare. Queste sono le caratteristiche di questa zuppa. Buona a pranzo, ma sopratutto come cena invernale. Perché non c’è niente di più buono, che mangiare una zuppa calda e buona, la sera quando l’inverno si fa più intenso, con il freddo, o quando piove, o magari anche con la neve. E’ una ricetta casalinga, molto semplice, e probabilmente la sua bontà sta proprio in questo. Io la faccio così, ma se voi volete osare e insaporirla ancora di più, sappiate che l’aggiunta di un po’ di pancetta a cubetti ( appena 50 g ) o di una salsiccia di carne spellata e sbriciolata con le mani, direttamente fatta sfrigolare in padella senza olio, prima di aggiungere i fagioli e la zucca, daranno quel tocco di sapore in più, per i più golosi. Sono in fase Zuppe e minestre. Preparatevi ad attenderne altre, semplici e buone ma sopratutto caldissime che riscaldano il cuore. Io ho usato dei fagioli secchi  che ho messo a bagno per 8 ore, la mattina prima di uscire, e poi li ho cotti con gli aromi.  Ma se voi volete, per ottimizzare il tempo potete usare quelli già cotti in scatola, basterà scolarli dalla propria acqua di conservazione e sciacquarli sotto l’acqua corrente. O usare quelli surgelati mettendoli a cuocere con gli stessi odori, per il tempo necessario. Potete anche cuocere entrambi il giorno prima. E poi la sera per cena, scaldarli e proseguire secondo la ricetta esposta. Inoltre se vi piacciono, potete aggiungere spezie come  pepe, o peperoncino, o potete condire la zuppa con parmigiano o grana grattugiato. Essendo una ricetta con la zucca, potete inserirla tra le ricette di Halloween. Bene per oggi è tutto.

Fatemi sapere come è andata, o lasciatemi un commento, o una richiesta su qualcosa che volete vedere cucinato sul blog, e io vi risponderò.

 

Tempo di preparazione: 15 minuti
Cottura della zucca: 40 minuti circa
Cottura dei fagioli secchi: 2 ore
Dose: per 4 persone

 

Ingredienti:

500 g di zucca già pulita a cubetti
mezzo bicchiere d’acqua
300 g di fagioli borlotti secchi
1 carota
1 pezzetto di sedano
1 foglia di alloro
1 foglia di salvia
1 rametto di rosmarino
1 cipollina
sale q.b.
olio e.v.o. q. b.
fette di pane scaldato o abbrustolito in padella/nel forno/nel tostapane q.b.

 

PREPARAZIONE:

Lavate gli odori e gli aromi. Pelate le carote e pulite il sedano.
Lavate i fagioli secchi sotto acqua corrente, metteteli a bagno in acqua fredda per 8 ore. Mettete a cuocere i fagioli in una pentola con abbondante acqua per 2 ore circa con la carota, il sedano, le foglie di alloro, salvia e rosmarino, il tutto per 2 ore circa o fino a che i fagioli saranno teneri. Salate solo alla fine della cottura.

Lavate e pelate la cipolla, mettetela  a stufare  in una padellala tagliata a fettine per 10/15 minuti.

Passati i minuti aggiungete la zucca lavata, sbucciata e tagliata a cubetti, e fatela cuocere con mezzo bicchiere d’acqua a fuoco medio-basso per circa 25/30 minuti, coperta con un coperchio, o fino a che sarà morbida.

Una volta cotta, scolate i fagioli dagli odori, aggiungeteli nella stessa padella con la zucca e mescolate il tutto.

Con un frullatore a immersione, frullate una poco  di zucca e fagioli, per dare una parte di cremosità al tutto.

Rimette sul fuoco il tutto e fate addensare leggermente la zuppa per circa 7/8 minuti. Scaldate 2 fette di pane casareccio, se vi piacciono più secche fatele colorare per qualche altro minuto in più. Dopo di che impiattate condendo ogni piatto con un filo di olio e.v.o a crudo. Ed ecco la vostra zuppa.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

ZUPPA D’ORZO CON SPECK – RICETTA N° 2

ZUPPA D’ORZO CON SPECK – RICETTA N° 2 

Anche se abbiamo potuto godere di un tempo ottimo con alte temperature e giornate calde , sappiamo che l’autunno è in corso, e con il passare dei giorni ci inoltriamo verso giornate umide, piovose e grige. E’ proprio nelle giornate più fredde, che ci fanno rintanare nel calduccio della nostra casa che desideriamo mangiare qualcosa di caldo e avvolgente. La zuppa che vi propongo oggi non solo ci ritempra ma ci rallegra, per il suo sapore e per ilsuo colore. E’ una zuppa che può fungere da piatto unico perché all’interno c’è tutto: verdure, cereali e proteine. Leggendo la ricetta vi renderete conto che con gli stessi ingredienti potete preparare l’orzotto, aggiungendo il brodo poco alla volta, come per fare il risotto. Potete preparare molto velocemente il brodo in cui cuocerla, con gli ortaggi che vi trovate nel frigorifero, anche la sera prima; in questo modo avrete tutti ingredienti freschi, senza ricorrere al dado . La cottura dell’orzo perlato è di 40 minuti ma vi assicuro che ogni volta che lo cucino mi accorgo che l’orzo cuoce in meno tempo (a 20 minuti fate l’assaggio), se invece comprate l’orzo decorticato biologico e volete usare quello, mettetelo a bagno per 2 ore e procedete seconda la ricetta facendo cuocerlo in totale 1 ora. Anche questa ricetta è stata aggiornata con le nuove foto realizzate per il nuovo blog. Mentre io cucinavo, la mia amica Lorenza mi fotografava in tutti i passaggi e così la nostra collaborazione in cucina continua. Spero davvero che vi piacciano, perchè lei è davvero straordinaria. Per vedere la sua pagina Instagram e tutto quello che cucina potete cliccare qui e seguirla.

Ora vi saluto e vi auguro una buona giornata e se vi è piaciuta la ricetta mettete un bel mi piace, condividetela e lasciatemi un commento. Per non perdervi tutte le novità iscrivetevi alla newsletter. Baci a chi passa di qua.

Dose:  per 4  persone
Tempo di preparazione: 1 ora in tutto + 30 minuti la cottura del brodo vegetale

Ingredienti:

zuppa-dorzo3

200 g di orzo perlato
100 g di speck a fette spesse 3/4 mm
1 cipolla ( o 2 porri )
1 carota
1 costola di sedano
2 patate medie
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
brodo q.b. (anche di dado)
1 stelo di erba cipollina
1 noce di burro
2 cucchiai di olio e.v.o.
sale e pepe q.b.

Ingredienti per il brodo vegetale:
1 litro d’acqua
1 carota
1 patata piccola
1 pezzetto di sedano
1 zucchina e un pezzetto di zucca
1 piccola cipolla
sale q.b.

PREPARAZIONE:

Se non volete usare il dado, procedete portando a bollore 1 litro d’acqua con le verdure per il brodo vegetale, appena comincia il bollore abbassate la fiamma e coprite con il coperchio e fate sobollire per 30 minuti, dopo di che salate.

zuppa-dorzo1

Per la zuppa lavate e pulite la carota, il sedano, la cipolla e sbucciate le patate. Tagliate tutte le verdure a tocchetti e fatele rosolare in una pentola con il burro e l’olio. Tagliate lo speck a quadratini e aggiungetelo al soffritto.

zuppa-dorzo8
Dopo 1 minuto aggiungete l’orzo e il concentrato di pomodoro fatelo tostare per qualche minuto come per un risotto.

zuppa-dorzo7
Coprite l’orzo con il brodo caldo e aggiungete il concentrato di pomodoro. Mettete il coperchio e cuocete la zuppa a fuoco basso per 40 minuti o  finché  l’orzo non risulterà cotto. Aggiungete brodo bollente, se tende ad asciugarsi. Regolate di sale e pepe appena è cotto, io non l ho aggiunto perchè lo speck è risultato molto saporito. Servite la zuppa su un piatto con l’erba cipollina tagliuzzata con le forbici.
zuppa-dorzo5
Ecco la zuppa d’orzo con speck vista da vicino !!!

zuppa-dorzo4

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui.

Se vuoi contattarmi in privato, scrivimi un’email a questo indirizzo:
[email protected]