Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Dolci

CIAMBELLONE ALLA RICOTTA AL PROFUMO DI VANIGLIA – RICETTA N° 243

CIAMBELLONE ALLA RICOTTA AL PROFUMO DI VANIGLIA – RICETTA N° 243

INGREDIENTI 

300 g di ricotta di mucca di tipo compatto già scolata
300 g di zucchero semolato
300 g di farina 00
3 uova medio-grandi
1 bicchiere di olio di semi di arachide
2 cucchiaini di aroma vaniglia
zuccherini per decorare q.b.
1 bustina di lievito per dolci

 

 

 

 

 

 

50 minuti

10/12 porzioni

Soffice, facile, veloce e buonissima. Ho semplificato la ricetta precedente della ciambella alla ricotta giorno e notte mettendoci solo la ricotta e l’aroma di vaniglia che ho finalmente trovato in un negozio che vende articoli per pasticceria ed è venuta fuori una ciambella molto molto profumata. Vado a preparare altre ricette come vi avevo promesso, quindi questa mattina poche parole ma dette bene.

Un’abbraccio a tutti  e buona giornata.

la ricetta passo passo

Varianti

Beh amici casa dolce casa non c’è che dire … questa torta l’ha profumata completamente. Sostituite questo aroma con un’altro se non vi piace la vaniglia, così la personalizzerete. Limone per un tocco agrumato, arancio classico ed avvolgente, Rum per gli amanti dei sapori decisi. Scatenate la vostra fantasia e l’acquolina pervaderà i vostri ospiti già dopo il primo passo in casa, pervasi da un intenso profumo che regalerà un piacere extrasensoriale!

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sui social!
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Print this page
Print

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Something is wrong.
Instagram token error.
Load More
Something is wrong.
Instagram token error.
Load More

SBRICIOLATA RICOTTA E FRAGOLE – RICETTA N° 242

SBRICIOLATA RICOTTA E FRAGOLE - RICETTA N° 242

INGREDIENTI

500 g di farina 00
12 g di lievito per dolci
200 g di zucchero
160 g di burro o margarina freddi
2 uova medio grandi
la scorza di 1 limone non trattato o aroma vaniglia q.b.

INGREDIENTI PER LA FARCIA :
500 g di ricotta di mucca
180 g di zucchero
aroma vaniglia q.b.
400 g di fragole fresche o di confettura extra di fragole

 

 

 

 

 

55 minuti

12 porzioni

La sbriciolata ricotta e fragole è una torta strepitosa. Dovevo pubblicare questa ricetta a luglio in occasione del mio compleanno. Quando poi mi sono decisa, non era più stagione delle fragole. La sbriciolata ricotta e fragole mi ha ricordato il sapore del famoso gelato ” fior di fragola “, è una torta così buona che merita davvero tanta lode.

Trovandoci all’inizio dell’anno ho deciso di metterla online, perché stiamo andando incontro alla bella stagione , anche se ci manca ancora qualche mese all’uscita delle fragole, se siete intenzionati a prepararla, sostituite le fragole fresche con la confettura di fragole, scegliete una di buona marca, mi raccomando. Avrete così una sbriciolata di ricotta e fragole strepitosa.

Cosa aspettate ? Vi è venuta voglia di mangiarne una fetta ? Coraggio cominciate a raggruppare gli ingredienti e preparare questa prelibata torta sbriciolata ricotta e fragole.
Vi auguro un felice inizio della settimana e se vi è piaciuta la ricetta fatemelo sapere con un commento.
Un saluto a chi passa di qua.

Curiosità

Nella sbriciolata gli ingredienti si mescolano in maniera molto veloce fino ad ottenere tra le mani un’ impasto pieno di briciole, da qui il nome sbriciolata. Il ripieno della sbriciolata può variare ogni volta, l’involucro esterno invece è una pasta frolla a tutti gli effetti, ma il bilanciamento degli ingredienti fa si che una volta amalgamati tutti, l’impasto non si compatti ma bensì si sbricioli. Di conseguenza la sua realizzazione risulta più veloce di una crostata.

la ricetta passo passo

i miei consigli

varianti

 Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sui social!
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Print this page
Print

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Something is wrong.
Instagram token error.
Load More

BISCOTTI DA LATTE INZUPPOSI – RICETTA N° 240

BISCOTTI DA LATTE INZUPPOSI

INGREDIENTI per 500gr.

3 uova medio grandi

80 g di latte (io ho usato quello vegetale)

150 g di olio di semi di arachide

200 g di zucchero + quello per decorare i biscotti

i semini di una bacca di vaniglia

la scorza di 1 limone grattugiato

mezza bustina di ammoniaca per biscotti (12/15 grammi)

600 g circa di farina 0 + quella per impastare

 

 

 

5o minuti

Cosa c’è di meglio di una ricetta dolce per iniziare questo nuovo anno? Vi presento i biscotti da latte inzupposi .Per molti di noi questi sono i biscotti del ricordo … il ricordo della tradizione, il ricordo delle nostre nonne che preparavano biscotti da latte inzupposi, si perché la loro particolarità è prosciugare dalla tazza qualsiasi liquido noi usiamo per la colazione latte, te  o caffè.  Semplici e leggeri, perché non c’è burro ma solo olio di semi.

Diario dei ricordi
I RIMPIZZI … così li ha chiamati mia suocera appena li ha mangiati, raccontandomi che quando era bambina e viveva a Cappelle, in Abruzzo, la sua famiglia preparava biscotti così quando era il periodo della mietitura. Farli in casa è una soddisfazione grandissima. Vedrete, al mattino la cosa più bella sarà quella di alzarsi velocemente dal letto, e mettersi a fare colazione con questi biscotti.

Curiosità  sull’ammoniaca per dolci chiamata anche bicarbonato di ammonio : un’agente lievitante utilizzato in pasticceria. Da non confondere con l’ammoniaca che si usa per la pulizia della casa, in comune hanno solo il forte odore che sprigionano.  La trovate in forma di bustine nel reparto dolci vicino agli altri tipi di lieviti chimici. Il bicarbonato di ammonio dona al biscotto croccantezza, abbiate un po’ più di accortezza quando aprirete il forno, vi consiglio di aprirlo lentamente e non mettere il volto proprio davanti alla fessura del forno, tenetelo rivolto nel verso opposto, lasciate uscire tutti i vapori e poi togliete i biscotti. Aspettate che i biscotti si raffreddino per bene prima di mangiarli e lasciate lo sportello del forno aperto dopo la cottura. Una volta raffreddati i biscotti sono buonissimi e pronti ad essere inzuppati. Cliccate qui e cliccate qui per saperne di più sull’ammoniaca per i dolci.  

la ricetta passo passo

Varianti

La seconda volta che li ho preparati,  mi sono divertita a farne altre due versioni alternative, una con la copertura di zucchero di canna al posto dello zucchero bianco, e l’altro ho aggiunto allo zucchero di canna delle scagliette di cioccolato fondente. Troverete le foto anche di questi qui in fondo ↓↓.

i miei consigli

 La ricetta è tratta da  FATTO IN CASA DA BENEDETTA. 

Come al solito ho cambiato qualcosa qua e là, sia nel procedimento che negli ingredienti. Ormai sapete che anche se prendo ispirazione da ricette altrui, mi piace personalizzarla a mio piacimento. Auguro a tutti voi un anno pieno di affetto e amore e che possiate affrontare i 365 giorni del 2017 con sorriso, forza e determinazione.

BUON ANNO A TUTTI!

 

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sui social!
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Print this page
Print

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

Something is wrong.
Instagram token error.
Load More

LEMON MERINGUE PIE – VERSIONE RIVISITATA E VELOCISSIMA DA FARE – RICETTA N° 214

LEMON MERINGUE PIE – VERSIONE RIVISITATA E VELOCISSIMA DA FARE –  RICETTA N° 214 

Questa torta Lemon Merengue Pie è davvero pazzesca. La ritengo a mio gusto, una torta molto scenografica, e se volete fare scena, ma avete pochissimo tempo a disposizione, optate per questa versione, molto più rapida rispetto al procedimento originale. Questa che vi propongo, è tratta dal libro di Benedetta Parodi ” Molto Bene “. La prima volta che ho sentito parlare di questa torta, è stato nel mio telefilm preferito Desperate Housewife, nella quarta serie, punatata n° 2. Le casalinghe decidono di preparare un pranzo per Lynette, questo crea una competizione tra la famosa Bree Van De Camp e Katherine  per decidere chi deve preparare il dolce. Alla fine Katherine con uno statagemma riesce a far assaggiare la sua torta e tutte constatano che la sua è migliore di quella di Bree che ne rimane evidentemente delusa. La scena si sposta poi nella cucina di Bree, dove la telecamera inquadra una tavolo con ben 5 torte, una in forno e un’altra in pieno svolgimento, decisa a preparare una Lemon Meringue Pie più buona di quella di Katherine. Come al solito la scena è molto esilarante, perchè Bree decide di andare a casa della sua vicina e rubarle la ricetta che tiene gelosamente rinchiusa in un cofanetto con il lucchetto. Questa volta sono riuscita a trovare solo un video di questa scena in lingua francese, anche se non è in lingua italiana ho deciso di postarvela lo stesso. Come voi sapete bene, quando mi si mette in testa l’idea di un dolce, non c’è ma che tenga, io lo devo fare. Così ho deciso di fare questa torta per festeggiare il compleanno del mio blog che ieri ha compiuto 2 anni (cliccate qui). Rimanete collegati perchè appena posso, metterò sul blog la versione originale di questa ricetta, quella fatta con la base di pasta frolla e una crema pasticcera agli agrumi. Ringrazio tutti per gli auguri e spero di continuare ad appassionarvi e che vi divertiate a seguirmi per tanti anni ancora e che riesca a trasmettervi un po’ della mia passione con i miei racconti e le mie foto.

Baci a tutti amici e amiche.

 

Dose : per uno stampo di cm 26 di dm 
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 15 minuti
Riposo : una volta fredda 2 ore in frigorifero

 

INGREDIENTI :

Per la base :
400 g di biscotti secchi, 250 g di burro fuso
Per la crema :
450 ml di latte condensato zuccherato, 4 tuorli, succo di 2 limoni
Per la meringa :
8 cucchiai di zucchero, 4 albumi, 1 cucchiaino di lievito per dolci

PREPARAZIONE :

Frullate i biscotti e unirli al burro fuso.
Disponete i biscotti sul fondo di una tortiera a cerniera rivestita di carta forno. Schiacciateli bene per ottenere un guscio compatto. Mettete in frigorifero fino al momento di assemblare il tutto.
Preparate la crema mescolando il latte condensato con i tuorli e il succo dei 2 limoni.
Preparate la meringa. Mentre montate i bianchi a neve aggiungete poco alla volta gli 8 cucchiai di zucchero e il lievito.
Riprendete ora la base di biscotti dal frigorifero, farcitela prima con la crema. Compattatela per bene sul fondo.
Ricoprite ora la superficie con la meringa, cercando di non farla attaccare ai lati dello stampo.
Aiutatevi con il cucchiaio per formare dei ciuffetti decorativi.
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti. Posizionate la torta a metà forno.
Quando la torta è pronta, fatela raffreddare e lasciatela in frigo per 2 ore prima di servire.
Ecco un particolare visto da vicino.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RAGNETTI MOSTRUOSI DI HALLOWEEN – RICETTA N° 209

RAGNETTI MOSTRUOSI DI HALLOWEEN – RICETTA N° 209

C’è solo una parola d’ordine quando si parla di Halloween, cioè che tutto quello che si crea deve essere MOSTRUOSO. Ho preparato i ragnetti di Halloween con la mia amica Martina durante un pomeriggio dedicato proprio alle ricette per questa festa. Come vi avevo promesso quest’anno ho pensato di realizzare dei dolcetti che i vostri bambini si divertiranno a fare con voi e dopo a mangiarli, si perché oltre a fare molta scena, questi dolcetti sono anche molto buoni. Il pomeriggio è passato velocemente, ed abbiamo fatto un bel gioco di squadra, mentre Martina pensava a ritagliare quelle che sarebbero diventate zampette, io ho preparato la base dell’impasto e sciolto il cioccolato fondente, dopo di che il gioco di assemblaggio fatto quasi tutto da Martina, è stato grandioso. Ho deciso di usare come base quella dei cake pops, ricetta che ancora non c’è sul mio blog, ma che troverete la prossima settimana, con un post dedicato tutto a loro. Quindi ho preparato una torta al cioccolato e l’ho poi sbriciolata e mischiata alla marmellata. Voi potete usare qualsiasi torta abbiate a disposizione, anche delle merendine semplici e qualsiasi tipo di  marmellata al gusto che preferite. Vi lascio ora alla ricetta e spero davvero che vi piaccia, in tal caso cliccate MI PIACE e lasciatemi un commento e magari le vostre foto di questi dolcetti sulla pagina facebook.

Vi auguro una buona giornata e alla prossima MOSTRUOSA RICETTA DI HALLOWEEN.

 

Dosi : per 20 ragnetti
Preparazione : + di 1 ora
Cottura : 35 minuti per la torta

 

Ingredienti per la torta al cioccolato :

200 g di farina 0
45 g di cacao amaro
200 g di zucchero di canna bio
2 uova di media grandezza
100 ml di olio e.v.o. o olio di semi di arachide
250 ml di latte di soia (voi utilizzate il latte che volete)
1 bustina di lievito per dolci Bio
mezzo cucchiaino di polvere di vaniglia

 

Ingredienti per i ragnetti :

260 g di torta al cioccolato
3 cucchiai di marmellata di fragole
150 g di cioccolato fondente (io ho trovato quello al 72 % di cacao)
30 g di burro senza lattosio
5 cucchiai di panna fresca liquida senza lattosio
250 g di scagliette fondenti al cioccolato
6 rotelline di liquirizia
40 granelle di zucchero

 

PREPARAZIONE :

Preparate per primo la torta al cioccolato
In una ciotola capiente sbattete le uova, l’olio il latte e la vaniglia. Aggiungete sempre mescolando la farina, il cacao, lo zucchero e la bustina di lievito setacciato, fino ad ottenere un composto omogeneo. L’impasto per la torta è pronto, versatelo all’interno di uno stampo imburrato di cm 26 di dm e infornate in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti circa. Una volta cotta la torta, sfornate e fatela raffreddare.

Preparate ora i ragnetti.
Mettete a sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente con il burro. Aggiungete la panna una volta che si è sciolto e mescolate fino ad ottenere una salsa al cioccolato fluida e liquida.

Mentre si scioglie il cioccolato, sbriciolate la torta al cioccolato a mano o in un mixer, unite la marmellata e mescolate fino ad ottenere un composto compatto e modellabile.

Prendete un po’ di composto alla volta, modellatelo con le mani facendo 20 palline.
Tuffate le palline nel cioccolato fondente, ricoprendole interamente, aiutandovi con una forchetta.

Passate le palline nelle scagliette di cioccolato, facendole aderire bene su tutta la superficie, e fatele asciugare su un vassoio ricoperto di carta forno.

Mentre le palline si asciugano preparate le zampette, ritagliando con le forbici le rotelle di liquirizia, ottenendo delle striscette di 5 cm di lunghezza. Per 20 ragnetti occorreranno 120 zampette.

Per gli occhi : posizionate le granelle di zucchero su ogni pallina, potete aiutarvi con una pinzetta per sopracciglia debitamente lavata e asciugata. Le granelle devono essere una vicino all’altra e posizionate al centro della pallina.

Operazione finale per le zampette : con uno stuzzicadenti praticate 6 buchini, 3 per ogni lato, e in ognuno infilateci l’estremità della striscetta di liquirizia. Il ragnetto comincerà a prendere la forma finale, e la vostra soddisfazione sarà indescrivibile. Fate questa operazione con molta pazienza, ma vedrete che il risultato finale vi ripagherà.

Conservate i ragnetti in frigorifero per 3 al massimo 4 giorni, ricordandovi di mangiarli sempre a temperatura ambiente.

Il connubio di cioccolato e liquirizia è straordinario. Assaggiate eppoi ditemi.

Buon HALLOWEEN.

Ed ecco tanti ragnetti mostruosi fotografati nello scuro più scuro di una notte paurosa.

Questa è l’idea per un dolce fatto con il RECUPERO dei 3 cioccolati

Con la rimanente torta al cioccolato, le scagliette fondenti rimaste e il cioccolato fuso avanzato ho realizzato questa goduria. Tagliatela a metà, spalmate un po di cioccolato fuso, ricoprite con l’altro disco, e terminate facendo colare il rimanente cioccolato fuso con le scagliette di fondente avanzato in superficie.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : daniela.[email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CHEESECAKE ALLA ZUCCA CON RAGNATELA – RICETTA N° 126

CHEESECAKE ALLA ZUCCA CON RAGNATELA – RICETTA N° 126

Questa è la prima ricetta inedita per Halloween, che vi propongo quest’anno.
Un dolce buono, squisito, infinitamente godurioso.

La prima volta che l’ho preparato, è stato nell’ottobre 2009. Allora non avrei mai pensato, che qualche anno dopo l’avrei rifatto per proporlo suo blog, e cosa ancora più soddisfacente per me, avrei fatto una versione tutta mia, dettata dalla preferenza di alcuni ingredienti rispetto ad altri, e modificando alcune piccole cose sulla presenza scenica di questo dolce. Queste foto mi ricordano quell’anno, in cui per stupire e sorprendere il mio ragazzo, che ora è il mio attuale compagno, facevo ogni sorta di dolce che non avevo mai preparato.

 E allora lo immortalai in questa foto molto simpatica, a dimostrazione che una torta mostruosa, si poteva mangiare con un morso e un’espressione altrettanto mostruosa.

Queste foto fanno parte di bellissimi ricordi, che custodiremo per sempre nella nostra mente e nel nostro cuore. Bene, ora mettiamo da parte i miei sentimentalismi, e torniamo alla ricetta vera e propria. Per avere una versione che possano mangiare anche i celiaci, vi basterà, sostituire la dose di biscotti e cioccolato fondente in ingredienti senza glutine. Al posto della farina, ho usato la maizena, amido di mais che è di per se senza glutine. Per il resto, mantenete le stesse dosi e tutti gli altri procedimenti per realizzare questo dolce in stile gluten free. Per coloro che lo fanno per la prima volta, vi informo, che il dolce una volta cotto, nella fase di raffereddamento, si affloscia e crea uno spacco quasi al centro della torta ; ma è una cosa del tutto normale, Quindi questo, definiamolo così, “piccolo inconveniente”, non sarà dovuto ad un vostro errore nel procedimento. Per  limitarlo al minimo, una volta cotta la cheesecake, spegnete e tenete chiuso lo sportello fino al raffreddamento completo. Non apritelo per nessun motivo, fatelo e vedrete che il cheesecake sarà perfetto. Per coloro che inorridiscono nel sentire che questa ricetta contiene la zucca, posso dire che il suo sapore non si sente affatto. Quindi, se lo devono mangiare bambini o adulti, che stentano a mangiare le verdure, non rivelate l’ingrediente segreto, fino a quando non l’avranno mangiata.

Bene ora vi saluto, e buona giornata a chi passa di quà.

 

Dose : 10/12 porzioni
Preparazione : 30/40 minuti
Cottura : 55/60 minuti

 

Ingredienti per la base :

150 g di biscotti secchi sbriciolati
80 g di burro fuso a bagnomaria
3 cucchiai di zucchero di canna
50 g di noci o nocciole tritate (facoltativo)

 

Ingredienti per la farcia :

400 g di ricotta fresca del tipo compatto passata al setaccio
100 g di formaggio spalmabile a temperatura ambiente
80 ml di panna fresca liquida
460 g di zucca già pulita tagliata a cubetti
mezzo bicchiere d’acqua (circa 50 ml)
70 g di maizena
1 cucchiaino di zenzero o fresco o in polvere del tipo secco
1 cucchiaino di cannella in polvere
mezzo cucchiaino di noce moscata in polvere
3 uova intere del tipo medio
100 g di zucchero di canna
50 g di zucchero bianco

 

Ingredienti per la decorazione :

80 g di cioccolato fondente.

 

PREPARAZIONE :

Preparate e pesate tutti gli ingredienti.
Pulite la zucca dai semi i filamenti e dalla buccia, lavatela e pesatela. Fatela a cubetti piccoli di 2 cm circa, in questo modo cuocerà subito. Mettetela in un pentolino con l’acqua, e fatela cuocere a fuoco medio alta coperto, fino a che si sarà ammorbidita.

Sciogliete il burro a bagnomaria e tenete da parte.

Sbriciolate i biscotti con la zucchero, in un mixer. Per chi non lo possiede, mettete tutto in un sacchetto gelo grande, e schiacciate con un mattarello o un peso tipo un batticarne o una caffettiera.
In una ciotola capiente, mescolate i biscotti sbriciolati con lo zucchero e il burro fuso aiutandovi con un cucchiaio.

Imburrate le pareti e la base di uno stampo a cerniera del dm di cm 24. Versatevi il preparato e schiacciatelo bene sul fondo dello stampo aiutandovi con un bicchiere. Mettete in frigorifero.

Una volta cotta la zucca, aggiungete la panna e frullate con il frullatore ad immersione. Mettete da parte.

Preriscaldate il forno a 160/170°. Dedicatevi ora al ripieno. Con le fruste a mano o quelle elettriche, mescolate in una ciotola capiente le uova e i due tipi di zucchero.

La ricotta setacciata (io ho usato uno schiaccia patate) e il formaggio spalmabile.

La zucca che avete precedentemente frullato e lo zenzero.

La maizena e le spezie.

Tirate fuori dal frigorifero, la base di biscotti, e versateci la farcia.

Infornate il forno preriscaldato a 170°. Una volta cotto, lasciate raffreddare il dolce all’interno del forno spento senza aprire mai lo sportello fino al completo raffreddamento.
Quando il dolce è completamente freddo, mettetelo in frigorifero almeno per 4 ore, meglio ancora tutta la notte.
Passate la lama di un coltello piatto lungo il bordo e poi procedete a togliere la cerniera.

Passate la lama sotto la base di biscotti per staccarla dal piatto dello stampo, dopo di che poggiate il dolce sul piatto da portata.

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente. Usate un sac a pochè usa e getta, e tagliate la punta per fare uscire il cioccolato molto piccola. Fate qualche prova sul piatto per verificare lo spessore della bocchetta che dev’essere molto sottile.

Prendete un punto sulla cheesecake e fate partire 4 raggi.
Adesso fate la ragnatela, incurvando le strisce all’interno dei triangolini che si sono formate.

Disegnate anche il ragno con le zampette.
Ed ecco la vostra cheesecake alla zucca con ragnatela.

Oggi la nonna di Corrado si è fermata a pranzo, e l’ho voluta fotografare così … che ve ne pare ???

Lei è la nonna Antonietta di cui vi ho già parlato in questa ricetta cliccate qui per leggerla !!!

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CAMY CREAM – RICETTA N° 101

CAMY CREAM – RICETTA N° 101

La camy cream, è una crema a base di mascarpone, latte condensato e panna fresca  montata, senza cottura e senza uova. Adatta in sostituzione alla crema pasticcera, e con la quale ci si può riempire qualsiasi dolce, torta o crostata. Ci si può fare praticamente di tutto, una crema che può anche essere arricchita e colorata, con crema spalmabile alla nocciola, limone, fragole, frutti di bosco, o con quello che vi trovate in casa in quel momento. Io l’ho scovata anni fa, sul web, precisamente sul sito di cookaround, creata da una ragazza che frequenta questo sito.  Volete che vi dia un’idea o che vi stuzzichi la fantasia su come usarla ? Detto fatto : ripieno delle torte di compleanno, cannoli, tiramisù, rotoli di pasta biscotto, crostate, bignè, semifreddi, dolci al cucchiaio, qualsiasi decorazione su qualsiasi torta. Non c’è limite alla vostra fantasia. Anzi, sarei felice, che fotografaste le vostre creazioni con questa crema, eppoi, che pubblicaste foto e titolo del vostro piatto, sulla mia pagina facebook del blog. Che ne dite ? Mi fate felice? Allora vi aspetto, voi e le vostre foto su facebook. Ancora due cose importanti su questa crema : tutti gli ingredienti devono essere freddi di frigorifero, aggiungete gradatamente a filo il latte condensato, perché potrebbe volercene anche meno dell’intero tubetto, in quanto la crema deve rimanere piuttosto densa, non liquida. E’ proprio con questa crema che ho preparato la mia torta di compleanno che vedrete domani sul blog.

Un bacio a tutti e buona giornata.

 

Dose : per riempire una torta di cm 24/26 di dm
Preparazione : 15 minuti
Riposo : 1 ora

 

Ingredienti :

500 g di mascarpone di buona qualità
150 ml di panna fresca da montare
1 tubetto da 170 g di latte condensato

 

PREPARAZIONE :

Tirate fuori gli ingredienti dal frigorifero.
Cominciate montando il mascarpone con le fruste elettriche per 2 minuti.

Versate a filo il latte condensato, continuando a montare. Decidete se sia il caso di usare l’intero tubetto, una volta che guarderete la consistenza della crema.

Montate la panna e aggiungetela al mascarpone, mescolatela con una spatola, con un movimento dal basso verso l’alto per non farla smontare. Riponete in frigorifero a rassodare almeno per 1 ora.

Ecco la Camy Cream pronta per essere usata.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CASTAGNOLE – RICETTA N° 60

CASTAGNOLE – RICETTA N° 60

Compagne insostituibili delle Frappe. Così le definisco io. Infatti da sempre questi due dolcetti vanno a braccetto, non c’è l’una senza l’altra sulle tavole delle feste di Carnevale di grandi e piccini. Le castagnole sono dei tipici dolcetti fritti, un’impasto di farina, uova, zucchero, burro e generalmente Anice, impastati insieme, fatti riposare mezz’ora, fatti a forma di piccola castagna e fritti in olio caldo; spolverizzati in ultimo con zucchero a velo.  L’unico consiglio che vi do’ è quello di fare molta attenzione alla temperatura dell’olio, prima di tuffarvi questi dolcetti. La temperatura troppo alta dell’olio, ci può trarre in inganno, le castagnole si coloreranno così in fretta, che sarete costretti a scolarle immediatamente, ma all’interno saranno crude. Per essere certi che l’olio sia al giusto punto di cottura, come vi ho spiegato nella precedente ricetta delle frappe, dovete mettere un pezzetto piccolo di mollica di pane che dovrà colorare lentamente, allora sarete sicuri di poter cuocere le castagnole poche alla volta. Bene, per oggi è tutto, fatemi sapere come è andata, se provate le mie ricette.
Un bacio a tutti e alla prossima.



Tempo di preparazione: 10/15 minuti
Tempo di riposo: 30 minuti
Tempo di cottura: 15 minuti circa

 

Ingredienti:

400 g di farina
2 uova
80 g di zucchero
30 g di olio e.v.o.
30 g di sambuca (voi mettete il liquore che preferite)
la scorza grattugiata di 1 limone
mezza bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
olio di semi di arachide per friggere q.b.
zucchero a velo q.b.

 

PREPARAZIONE:

Su una spianatoia, mettere la farina a fontana, versate all’interno le uova, lo zucchero, l’olio, il liquore che avete scelto, la scorza di limone grattugiato, il lievito in polvere, il sale.
Con una forchetta mescolate i vari ingredienti.

Incorporate pian piano la farina .

Appena i liquidi saranno stati assorbiti, cominciate ad impastare con le mani.

Lavorate fino ad avere un panetto, copritelo con la pellicola trasparente e fatelo riposare per 30 minuti.

Passati 30 minuti, ricavate dall’impasto 8 pezzi e da questi ricavate dei bastoncini, dividete i bastoncini in pezzetti e formate delle palline grandi come una noce, per la presenza del lievito, cresceranno in cottura.

Mettete a scaldare l’olio, e quando è pronto friggete 10 castagnole alla volta, dovranno dorarsi lentamente in 3/4 minuti.

Scolatele su carta assorbente.

Accertatevi che siano cotte all’interno, aprendone una, che dovrà essere come in  foto.

Alla fine spolverizzate con lo zucchero a velo.

Ed ecco un particolare delle castagnole.

P.S. Se vi  piace, potete passare le castegnole, dopo che le avete ben scolate, nell’alchermes, e dopo passarle nello zucchero semolato. A me non piace l’alchermes, preferisco esclusivamente lo zucchero a velo.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

FRAPPE – RICETTA N° 59

FRAPPE – RICETTA N° 59

Frappe, chiacchiere, galani, sfrappole, bugie, cenci e ancora stracci e lasagne, sono tutti nomi differenti con cui questo dolce di carnevale viene chiamato nelle diverse regioni italiane, e pensate, l’elenco non finisce qua. Un’impasto di uova, zucchero e farina, aromatizzato con il liquore scelto da chi le cucina, fatto riposare eppoi fritto nella forma desiderata di strisce, fiocchetti  o manipolate a forma di nodo, spolverate infine di zucchero a velo. Gli antenati delle frappe, sono le frictilia dell’antica Roma,  dei dolci che venivano fritti nel grasso di maiale e che venivano preparati per farli durare per tutto il periodo che corrisponde nella tradizione cristiana alla Quaresima. Immancabile dolce delle feste di Carnevale, dei grandi e dei piccini. Questi dolci conquistano tutti. Ogni volta che li mangio, mi ricordo di quando alle elementari, si faceva la festa di classe. Tutti i miei compagni mascherati, e io, ricordo, fiera di essere vestita da spadaccina, con la spada e il mantello rigorosamente lungo fino ai piedi, nero, e che ricordasse il cartone animato, la Stella della Senna . Ero innamorata di quel cartone. Poi tutti noi ci deliziavamo con i dolci di carnevale che avevano preparato le nostre mamme …. quanti ricordi di giorni felici. E le frappe la facevano da padrona. Se volete provare, questa è la mia ricetta. Con questa ricetta escono fuori, due vassoi lunghi belli pieni. Ora vi saluto e vi auguro una buona giornata.

La prossima ricetta saranno le compagne per eccellenza delle frappe.

 

Dose: per 2 vassoi lunghi pieni
Tempo di preparazione: 10/15 minuti
Tempo di riposo: 30 minuti
Tempo di cottura totale: 30 minuti per cuocere tutte le frappe

 

Ingredienti:

600 g di farina 00
1 uovo + 3 tuorli
50 g di burro morbido o sciolto a bagnomaria
90 g di zucchero
1 bustina di vanillina
150 g di vino bianco (voi mettete pure il liquore che preferite)
olio di semi di arachide per friggere q.b.
zucchero a velo q.b.

 

PREPARAZIONE:

Sulla spianatoia mettete la farina a fontana, e al centro versate il burro, lo zucchero, la vanillina, i tuorli e l’uovo intero, il vino. Sbattete con una forchetta tutti gli ingredienti e con accortezza, attirate pian piano la farina la centro.

Appena tutti gli ingredienti liquidi saranno stati assorbiti dalla farina, impastate fino a formare un panetto.

Mettete a riposare coperto da una pellicola per 30 minuti.

Sia che usate la macchina stendipasta o il mattarello, tirate una sfoglia

 Con uno spessore di circa 3 mm.

Tagliate delle  strisce di 10 x 8 all’interno, fare 2 taglietti all’interno. Nel frattempo che finite a realizzare le frappe, tenetele coperte sotto una tovaglia pulita allargata.

Potete dare alle chiacchiere la forma che preferite: questa è la forma dei fiocchetti.

 Questa quella di  nastri/strisce.

Poco prima di finire mettete l’olio a scaldare.
Per vedere se l’olio è pronto, buttatevi dentro una piccola mollica di pane, se diventa subito scura, abbassate leggermente la fiamma e togliete la mollica. Se invece la mollica, friggerà lentamente diventando dorata, allora l’olio è pronto.
Mettete nell’olio caldo poche strisce alla volta, per non far abbassare la temperatura, e giratele per farle dorare da entrambi i lati.

Scolate le frappe con un mestolo forato direttamente sulla carta assorbente.

A piacere spolverizzatele con zucchero a velo.
Ecco il vostro vassoio di frappe pronte per essere mangiate.

 Volete assaggiarne una???

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

CUORE SOFFICE AL CACAO – RICETTA N° 56

CUORE SOFFICE AL CACAO – RICETTA N° 56

Questo è il mio dolce a forma di cuore per la cena di San Valentino. Un’impasto semplice, senza olio e senza burro, eppure il dolce è perfettamente soffice e morbido come il pane appena sfornato. Per la sua morbidezza, e per il fatto che il dolce rimane morbido all’interno, proprio al cuore del tortino, si presta egregiamente ad essere mangiato così comè. Volevo una torta senza creme e salse da riempimento, buona per la percentuale di cacao all’interno e velocissima da fare e cuocere. So che sono in ritardissimo, ma so anche che ci sono ancora molte persone indecise su cosa preparare per stasera, e forse questo dolce fa per voi. Bene, non stupitevi perchè il dolce si abbasserà proprio al centro, dove formerà una sorta di cuore, e li’ che si conserva un cuore di cacao ancora morbido. Quindi fate molta attenzione alla cottura, il segreto è proprio in questo. Il dolce deve cuocere per 15 minuti circa a 170/160°.

Mi raccomando, buona preparazione a tutti voi e tantissimi auguri di San Valentino a tutti.

Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 15 minuti
Stampo a cuore: cm 25 x 25

 

Ingredienti:

4 uova medie
150 g di zucchero semolato
150 g di farina 00
50 g di cacao amaro
1 bustina di lievito per dolci

 

PREPARAZIONE:

In una ciotola montate le uova con lo zucchero per 2 minuti.

Aggiungete la farina e montate per  1 minuto.

Aggiungete il cacao setacciato, mescolate per un’altro minuto, e per ultimo aggiungete il lievito setacciato in un colino e mescolate per farlo assorbire omogeneamente.

Versate il tutto all’interno di uno stampo a cuore. E infornate in forno preriscaldato a 170° per 15 minuti.

Dopo 15 minuti tirate fuori dal forno.

Dopo 2 minuti togliete fuori il dolce dallo stampo.

Ecco il vostro cuore di San Valentino.  Per problemi tecnici ho avuto difficoltà nel caricare le foto finali del dolce. Appena possibile le pubblicherò.

Felice serata di San Valentino a tutti gli innamorati!

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA