soffione-ricotta9

SOFFIONE DI RICOTTA – RICETTA N° 1 portiamo in tavola un po’ d’Abruzzo

Buongiorno a tutti e benvenuti in questo spazio virtuale. C’è l’ho fatta, il mio blog è finalmente online. La scelta della prima ricetta è stata molto dura, ma alla fine non poteva che essere il dolce che piace a tutta la mia famiglia. Il soffione di ricotta è un dolce abruzzese. Anche se non si sa con esattezza in che periodo sia nato, è noto che anticamente veniva preparato come uno dei dolci pasquali. Ora lo si può trovare tutto l’anno. Il suo nome deriva dal fatto che in cottura il dolce si gonfia come se qualcuno ci soffiasse dentro.

Qui a Pescara viene venduto nelle panetterie, nei negozi che vendono la pasta all’uovo e nelle pasticcerie più fornite. Fin dalla prima volta che lo assaggiai, mi ripromisi di rifarlo in casa. Ma le ricette che mi davano a voce non erano così attendibili da soddisfarmi, del tipo “aggiungere farina quanto basta per raggiungere un’impasto ….”. Poi una cliente del negozio dove ho lavorato mi disse che lei aveva trovato una buona ricetta su internet. E così mi diede lo spunto. Mi misi al computer, e cliccando il nome del dolce mi trovai davanti il blog di Muccasbronza. Leggendo tutto il contesto della ricetta mi convinsi che quella poteva essere una ricetta attendibile. A questa ricetta ho apportato delle modifiche, così quella che vi propongo oggi è una mia personale versione.

Per una buona riuscita del dolce è importante scolare la ricotta in un colino per mezza giornata, in questo modo il siero rimarrà dentro la ciotola dove la ricotta avrà scolato, alla fine dovrà essere asciutta. Fate scolare la ricotta dentro al frigorifero. Affidatevi ad un buon alimentari di fiducia che ve ne garantisca la freschezza. Se non gradite il sapore della pecora, usate una ricotta di mucca.  Per realizzare l’involucro di sfoglia usate esclusivamente farina di grano tenero 00, con il quale dovrete ottenere un impasto sodo ma elastico che dovete coprire con la pellicola trasparente e farlo riposare in frigo il tempo che preparerete il ripieno. Coraggio allora, mani in pasta e dolci in forno.

Preparala anche tu e fammi sapere com’è andata usando il tag se usi Facebook  – Le ricette di Daniwella. Felicità e passione in cucina o @passioneincucinacondaniwella – se invece sei su Instagram usando #lericettedidaniwella o @daniela.addis72.

Enjoy #daniwella.

 

Dose per : 12 persone
Tempo di preparazione : 30 minuti
Tempo di cottura : 50 minuti circa

 

INGREDIENTI:

soffione-ricotta3

Per la base di uno stampo a ciambella del dm di cm 24:

250 g di farina di grano tenero 00
60 g di zucchero semolato
3 cucchiai di olio e.v.o.
2 uova medie.

Per il ripieno:

soffione-ricotta6
5 uova
700 g di ricotta freschissima di pecora
120 g di zucchero
la scorza di 1 limone grattugiato o in mancanza 1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale
1 bustina di zafferano.

Per decorare:
zucchero a velo q.b.

 

PREPARAZIONE:

Mettete la ricotta fresca  in un colino dentro una ciotola a scolare in frigorifero tutta la notte. Il giorno dopo prendete la ricotta scolata e passatela in uno schiaccia patate e rimettete in frigo.

soffione-ricotta24

Nel frattempo nella ciotola di un’impastatrice mettete la farina, lo zucchero, l’olio, le uova e impastate.

soffione-ricotta2

 Trasferite il tutto su un piano di lavoro. Lavorate il composto fino ad ottenere un’impasto liscio e sodo come quello della pasta all’uovo.

soffione-ricotta5

Mettete l’impasto coperto con la pellicola trasparente in frigo a riposare.

Nel frattempo dedicatevi al ripieno. Separate i bianchi dai tuorli. Montate gli albumi con un pizzico di sale e mettete da parte. Montate ora i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi.

soffione-ricotta25
Aggiungete la ricotta, la vanillina, lo zafferano, la scorza di limone grattugiata e mescolate per bene.
soffione-ricotta23
Dovrete ottenere una crema liscia come in foto.
soffione-ricotta22
Aggiungete gli albumi montati. Mescolate con una frusta dal basso verso l’alto cercando di non smontare la crema, dopo di che rimettete in frigorifero.
soffione-ricotta38
Riprendete la pasta e stendetela in una sfoglia rotonda dello spessore di 3/4 mm .
soffione-ricotta27
soffione-ricotta19
Stendete la pasta fino ad ottenere un diametro più grande dello stampo a ciambella.
soffione-ricotta21
Cominciate a foderare lo stampo precedentemente imburrato, facendo in modo che l’estremità della sfoglia rimanga all’estremità dello stampo. Intagliate a croce il cerchio di pasta posto sopra il buco della ciambella. Riprendete la crema di ricotta dal frigo e versatela all’interno del guscio di pasta all’uovo.
soffione-ricotta16
Ripiegate all’interno le estremità della sfoglia senza sigillare. Dovrete ottenere questo risultato.
soffionew-ricotta30
Cuocete nella parte media del forno preriscaldato a 180° per circa 50 minuti . E’ importante conoscere bene il proprio forno, perché questo permetterà di stabilire i tempi di cottura e le temperature richieste da ogni forno.
soffione-ricotta36
Lasciate raffreddare il soffione e spolverizzate con lo zucchero a velo.
soffione-ricotta14
Ed ecco un particolare dell’interno del soffione.
soffione-ricotta20
soffione-ricotta34
Buon soffione di ricotta a tutti.
soffione-ricotta29
P.S. Anche se non avete la planetaria l’impasto può essere fatto tranquillamente a mano
Le foto del soffione sono state aggiornate, tra qualche giorno vedrete aggiornate in tutto il loro splendore anche il procedimento per i soffioni piccoli.
Queste foto meravigliose sono state scattate dalla mia carissima amica Lorenza Spagnoli, una persona davvero speciale. Non avete idea delle molte cose che abbiamo in comune. Continuate a seguirmi perchè in un prossimo post inedito vi parlerò di questa stupenda collaborazione tra me e lei.

Procedimento per i soffioni piccoli !

 
Per i soffioni piccoli ripetete tutti i passaggi fino al momento di stendere la sfoglia che invece di stenderla rotonda dovete dargli la forma rettangolare.
Procedete con il mattarello a stenderla sottile ad uno spessore di 3/4 mm e ricavatene dei quadrati di circa 12 cm di lato.
Prendete uno stampino di alluminio tipo cuki  (quelli per cream caramel) o se preferite uno stampo per muffin, e foderate ogni stampino con la pasta sfoglia, fate in modo che gli angoli dei quadrati rimangano all’esterno della cavità.
Riempite ogni guscio con 2 o 3 cucchiai di crema di ricotta.
Ripiegate gli angoli della pasta all’interno senza sigillarli. Infornate in forno preriscaldato a 180°
per 50 minuti (la temperatura e il tempo è indicativo perché ogni forno è diverso).
Sfornate quando i soffioncini daranno belli dorati e gonfi.
Sfornateli dallo stampino appena saranno tiepidi e lasciateli raffreddare completamente prima di  spolverarli di zucchero a velo. Ed ecco i soffioncini spolverati di zucchero pronti per essere mangiati e gustati.
Ed ecco come appaiono all’interno.
 
Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.

Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA !!!

 

17 thoughts on “SOFFIONE DI RICOTTA – RICETTA N° 1 portiamo in tavola un po’ d’Abruzzo

  1. Leckerli76 Niente lievito, ne dentro, ne fuori. Segui attentamente tutti i passaggi non dovresti avere nessun problema. Nel realizzare i contenuti del post sulla ricetta ho cercato di essere il più dettagliata possibile. Fammi sapere come è andata. Grazie e alla prossima.

  2. Leckerli76 Niente lievito. Segui scrupolosamente tutti i consigli che ho cercato di dare al meglio all'interno della descrizione. Ti ringrazio per le tue parole, sono molto contenta che la ricetta ti sia piaciuta. Spero che troverai interessanti anche le altre. Buona domenica anche a te e fammi sapere come è andata.

  3. Leckerli76 Sono davvero contenta, mi fa davvero tanto piacere. E devo dire che mi hai incuriosito con la cannella al posto dello zafferano. Prossima volta, proverò anche io a fare questa sostituzione. Grazie mille anche a te.

  4. Frank – Sono io che ringrazio te. E' piacevole sentire che le mie ricette sono in grado di far rievocare ricordi belli come l'infanzia. Se segui il mio blog, vuol dire che sei un'appassionato di cucina. Ti incoraggio a preparare questa delizia con le tue mani. Dopo di che, una volta che lo avrai fatto, raccontami … io sono qui ad ascoltarti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*