orata-e-topinambur2

ORATA AL FORNO CON TOPINAMBUR E PATATE – RICETTA N° 241

L’orata al forno è un secondo di mare che mangio spesso e volentieri. La cucino in diverse maniere, questa che vi propongo oggi è la più semplice arricchita con il topinambur. Che cos’è mi direte voi ?

E’ un tubero ormai dimenticato da tempo. Sono poche le persone che lo conoscono e ancor meno quelle che non sanno quante importantissime caratteristiche benefiche ha per il nostro corpo.

 

Il topinambur assomiglia a una sorta di patata maggiormente globulosa e dura. Nella foto vedete come risultano una volta sbucciati, a destra le patate e il topinambur a sinistra. Il topinambur viene anche chiamato carciofo di Gerusalemme perchè il suo sapore ricorda quello del carciofo, é ricco di inulina, una fibra che agevola la regolarità intestinale, e tra le sue importanti caratteristiche il topinambur riduce l’assorbimento del colesterolo cattivo e degli zuccheri da parte dell’intestino, per questo motivo è molto indicato per i diabetici. Comunque sto realizzando un post in cui vi parlo di questo favoloso tubero più approfonditamente.

 

 

Purtroppo in fase di stesura del post mi sono accorta che mancano 2 foto. Quella che vedete sopra ⬆⬆⬆ è il piatto finale dell’orata con il topinambur, nei passaggi invece vedrete l’orata con le patate, come la cucino di solito e come la potete cucinare voi se al momento non disponete del topinambur.

Il piatto si prepara praticamente da solo, se poi riuscite a farvi pulire il pesce dal vostro pescivendolo di fiducia, siete a cavallo.

Continuate a seguirmi amici, sono in arrivo tante di quelle ricette inedite per questo 2017 buonissime belle e interessanti. Tra le tante, altre con il topinambur, spero di invogliarvi così ad introdurlo nella vostra alimentazione.

Buona giornata a tutti dalla vostra Daniwella.

Enjoy

 

Dose : per 2 porzioni
Preparazione : 15 minuti
Cottura : 30/40 minuti circa

 

Ingredienti :

2 orate (le mie pesavano 400g ciascuna)
1 spicchio d’aglio
2 topinambur grandi o due patate
5 cucchiai di olio e.v.o
2 cucchiai di vino bianco
sale fino q.b. pepe nero il polvere q.b.
qualche ago di rosmarino spezzettato
qualche fogliolina di prezzemolo ( facoltativo)

 

PREPARAZIONE :

Preriscaldate il forno a 190°. Su una teglia rivestita di carta forno ponete le orate. Salatele all’interno e metteteci mezzo spiccio d’aglio (se non vi piace sostituitelo con qualche fogliolina di prezzemolo o con niente).
Condite ogni orata con 2 pizzichi abbondanti di sale fino, 1 cucchiaio di vino bianco e 1 cucchiaio di olio e qualche fogliolina di prezzemolo tritato che è facoltativo.
Lavate e sbucciate i topinambur (nella foto le patate) e affettateli con una mandolina. Conditeli con 2 cucchiai di olio, sale e pepe q.b. e il rosmarino.


Distribuiteli larghi intorno all’orata. Infornate in forno ormai caldo per 40 minuti a 190°.


 

Controllate la cottura ed eventualmente prolungatela ancora fino a che il topinambur (o le patate patate) avranno un bel colore rosolato come in foto.

ORATA CON IL TOPINAMBUR ⬇⬇⬇

 

 



ORATA CON PATATE ⬇⬇⬇

 




(come vedete nelle prime foto, una volta cotto il topinambur somiglia moltissimo alle patate)

L’orata cotta in questo modo vi permetterà di togliere facilmente la pelle, che in cottura acquista una consistenza dura e croccante. Dovrete semplicemente procedere con l’aiuto di un coltello a sollevarla, e verrà via da se, lasciandovi un filetto perfettamente liscio e pulito. Facendo molta attenzione, staccate il filetto dalle spine e poggiatelo sul piatto di portata.

Ecco un primo piano del piatto visto da vicino.



N.B. Nel caso non avete il pescivendolo che vi pulisse le orate dovete farlo voi procedendo per prima cosa eliminando le  squame partendo dalla coda e procedendo verso la testa, usando un coltello dal lato non affilato. Poi tagliate la coda e le pinne. Infine dovete praticare un’incisione sotto la pancia e togliere le interiora e le branchie. A questo punto non vi resta che lavare il pesce all’interno e all’esterno, eliminando le tracce di sangue e procedere alla cottura dello stesso.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*