charlotte-di-pandoro1

CHARLOTTE DI PANDORO CON CREMA AL GIANDUIA – RICETTA N° 33

 Questa ricetta natalizia fa parte della tradizione familiare di mia suocera e oggi ve la propongo anche a voi. All’inizio di Novembre ogni anno si avvantaggia nella preparazione di questo dolce; monta la panna, tosta le nocciole, fonde a bagnomaria il cioccolato, mescola  il tutto, prende lo stampo  da zuccotto, taglia un pandoro, lo riempie con la crema e mette il tutto in congelatore. Quando è arrivato Natale, lo scongela, lo decora e lo presenta in tavola come dessert di fine pranzo natalizio. Ne prepara sempre 2 o 3, uno viene mangiato a Natale mentre gli altri due in occasione di due compleanni in famiglia imminenti. La ricetta che vedete è fatta con la sua collaborazione ed è ottima anche se avete del Pandoro da riciclare. La ricetta prevede le nocciole, ma potete sostituirle con qualsiasi tipo di frutta secca. Potete usare una bagna alcolica oppure solo il caffè, potete decorarlo come più vi piace. Con la quantità di 2 pandori e mezzo si possono preparare tre charlotte in tre stampi semisferici ( lo stesso del Parrozzo) quindi tenetene conto qualora voleste prepararne più di uno. Mi raccomando, non vi sbagliate, in una foto vedrete più uova, perché noi ne abbiamo preparato più di uno. Se la ricetta vi è piaciuta, mettete un bel MI PIACE e condividetela sui social. Iscrivetevi alla news letter per non perdere nessuna novità del blog.
Per oggi è tutto, vi auguro una buona giornata e fatemi sapere come è andata.

 

Dose: per oltre 10 persone
Tempo di preparazione: 40 minuti
Tempo di riposo nel congelatore: 4 ore

 

Ingredienti:

1 pandoro da 1 kg
100 g di nocciole spellate e tostate
100 g di cioccolato fondente
100 g di cioccolato al latte
450 ml di panna fresca
2 uova
caffè fatto con la moka q.b.
rum q.b. facoltativo.

 

Per decorare: 
300 ml circa di panna fresca da montare
2 cucchiai di zucchero semolato fine
1 cucchiaino di aroma di vaniglia
150 g circa di granella di nocciole
6/7 tartufini alla nutella

PREPARAZIONE:

Tostate le nocciole in un  padellino antiaderente per qualche minuto, finché risulteranno leggermente dorate e si sentirà il loro profumo.

Sciogliete i 2 tipi di cioccolato a bagnomaria in una ciotola con 150 ml di panna liquida, mescolando ogni tanto con un cucchiaio di legno. Lasciate poi raffreddare.

Tritate grossolonamente le nocciole in un mixer.

Montate le uova con una frusta fino a che saranno spumose.

Montate il resto della panna.

Cominciate a mescolare per primo le nocciole nel cioccolato fondente ormai freddo.

Le uova ben montate, incorporandole sempre dal basso verso l’alto.

Unite la panna montata mescolandola dal basso verso l’alto.

Mettete un foglio di carta forno all’interno dello stampo.

Tagliate il pandoro a fette orizzontali. Usate la prima fetta come base all’interno dello stampo.

Le seconde fette per i laterali .

Bagnate con il caffè tutte le fette.

Versate la crema ottenuta all’interno della cavità e livellatela bene.

Tagliate le ultime fette rimaste, e mettetene 2 all’interno della crema e 2 per coprire la superficie.

All’interno.

Sulla superficie.

Bagnate con il caffè anche l’ultimo strato.

Coprite con un foglio di carta forno o di pellicola trasparente e mettete nel congelatore per almeno 4 ore.

Tirate fuori per tempo il dolce, in modo che si scongeli, capovolgete la cupola su un piatto di portata e decorate come vi suggerisce la vostra fantasia o come in foto.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*