Crea sito
Daniwella Felicità e passione in cucina

Antipasti freddi

antipasto-freddo1

L’antipasto freddo viene servito in piccole quantità poichè il suo compito è quello di stuzzicare l’appetito in attesa delle portate principali. L’antipasto può essere a base di pesce, verdura, carni e salumi, questi ultimi sempre presente nell’antipasto all’italiana. In occasione delle festività annuali, quando tutta la mia famiglia si riunisce a tavola per festeggiare, non manca mai l’antipasto all’italiana, quello a base di prosciutto crudo, salame, lonza, olive verdi o nere, pecorino abruzzese ma anche piccole preparazioni un pochino più complesse che mi diverto a preparare in anticipo. Le potrete trovare qui sotto pian piano che le aggiornerò.

MUFFIN SALATI CON ZUCCA E CIPOLLA

MUFFIN SALATI CON ZUCCA E CIPOLLA – RICETTA N° 245

INGREDIENTI 

290 g di farina 0 

110 g di farina manitoba

 2 bustine di lievito istantaneo per torte salate 

100 g di olio di semi di arachide 

2 uova di grandezza medio-grande

 200 ml di latte di soia 

300 g di zucca già pulita e tagliata a pezzi 

2 cipolle piccole o 1 grande 

semi di papavero q.b. (facoltativo)

sale e pepe nero in polvere q.b. 

3 cucchiai di olio e.v.o

1 ora

16 muffin

Questi buonissimi bocconcini sono ottimi per sotituire il pane, come antipasti per feste e buffet e da portare con voi in qualunque occasione ad esempio per una gita fuori porta. Io ho deciso di farli in dose doppia per Pasquetta e di stupire tutti gli amici per la loro bontà. Allora che aspettate ? Rimbocchiamoci le maniche, prendete tutto l’occorrente e prepariamo insieme i MUFFIN SALATI CON ZUCCA E CIPOLLA !!! E con questa ricetta vi faccio i miei migliori auguri di Pasqua che sia davvero serena passandola accanto alle persone che amate. 

la ricetta passo passo

CURIOSITA'

Udite udite, ecco una chicca che forse non ancora sapete a proposito di questi deliziosi dolcetti. In realtà la loro origine non è proprio a stelle e strisce… Pare infatti che sventolino bandiera britannica e che nell’antichità fossero dei dolci dal retaggio piuttosto modesto. Creati dagli avanzi di pane e rimasugli di biscotti con l’aggiunta di patate che conferivano morbidezza , erano un piccolo, dolce sollievo per la servitù dei grandi palazzi inglesi. Non ci è voluto molto però ai Lord capire che si trattasse di una vera delizia da leccarsi i baffoni blasonati, e ben presto sono diventati delle gustose varianti per il classico tea time delle 17!

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sui social!
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Print this page
Print

Cucinala anche tu e fammi sapere com’è andata! Non dimenticare i tag di Facebook @passioneincucinacondaniwella e Instagram @daniela.addis72 e l’hashtag #lericettedidaniwella.

Grazie a tutti per i vostri like e condivisioni.

NON PERDERE NESSUNA DELLE MIE RICETTE, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Felice giornata

Enjoy #daniwella

INSALATA RUSSA – RICETTA N° 221

INSALATA RUSSA – RICETTA N° 221

BUON NATALE 2015

Pubblico oggi, così come l’avevo scritta, la ricetta, che per mancanza di linea non ho potuto pubblicare ieri che era il giorno di Natale. Ringrazio tutti quelli che mi hanno seguito, in quanto le mie ricette di Natale, specialmente quelle della tradizione Abruzzese, sono state prese letteralmente d’assalto.

Oggi faccio a tutti voi gli auguri per un Santo Stefano sereno e felice tra i vostri affetti più cari.
Auguri di buon onomastico al nostro amico Stefano della comitiva soprannominata – Ferragosto 2014 – e a tutti gli Stefano e Stefania del mondo.

Come è andata la vostra cena della Vigilia ? Io ho cucinato tutto il giorno fino a poco prima della cena vera e propria. E quindi, perdonatemi se non ho potuto collegarmi e farvi gli auguri di una serena e felice Vigilia. Ma la cosa più bella per me, è stata godere della compagnia delle mie famiglie, insieme per questa occasione, che unisce uno spirito di pace, entusiasmo e amore in un ambiente colmo di profumi, odori e colori tipici di questa serata che io ho reputato davvero MAGICA.

Con mia grande soddisfazione alcune delle mie portate hanno avuto un successo incredibile. Cliccate qui per vedere la prima (che ho presentato su delle bruschette di pane tostato), qui per vedere la seconda (che ho servito come aperitivo), e qui come dolce che ho finito di perfezionare quest’anno (questione di 1 giorno e metterò gli aggiornamenti che lo hanno reso ancora più buono).

La ricetta che vi propongo oggi è la più nota delle insalate composta da verdure cotte e servita prevalentemente come antipasto nel periodo natalizio. Molti la comprano, ma se mi seguite, vedrete come è semplice ed economica fare in casa questa prelibatezza.

Questa che vi scrivo è la mia ricetta collaudata, che con l’aggiunta dei sottaceti e dei cetriolini in salamoia, dosati nelle proporzioni esatte, rendono gradevole ogni boccone. Io ho usato la maionese senza uova, ma voi potete usare quella classica, se preferite. Un grazie come al solito, alla mia amica Marty DC per la sua collaborazione durante i nostri lunedì culinari.

Non mi rimane che augurarvi un fantastico Natale in compagnia delle persone che amate.

 

Dose : per 8/10 porzioni
Preparazione : 1 ora in totale
Cottura : 15 minuti

 

Ingredienti :

300 g di patate
300 g di carote
300 g di piselli surgelati
200 g di giardiniera
6 cetriolini in salamoia
200 g di tonno sott’olio
4-5 cucchiai di maionese senza uova
sale q.b.

 

Ingredienti per la decorazione :

carote a rondelle q.b.
cetriolini a rondelle q.b.
un pezzetto di sedano per la base dell’albero

 

PREPARAZIONE :

Pelate, lavate e fate a tocchetti piccoli le carote e le patate.
In un pentolino mettete a bollire l’acqua leggermente salata. Scottata per primo le carote e dopo 3 minuti di cottura, aggiungete le patate e i piselli surgelati e calcolate (a partire dal bollore) ancora altri 4- 5 minuti di cottura. Le verdure devono risultare croccanti, quindi fate attenzione assaggiando a circa 3 minuti di cottura a che punto si trovano, ed eventualmente scolate il tutto.

Una volta scolate, lasciate completamente raffreddare le verdure.
Nel frattempo che si raffreddano le verdure, tritate la giardiniera e i cetriolini nel mixer, devono essere finissimi. Scolare l’olio del tonno e farlo a pezzettini con una forchetta.

Mettete ora tutto in una ciotola capiente : verdurine ormai fredde, tonno, giardiniera e cetriolini, e i 4-5 cucchiai di maionese. Mescolate il tutto con molta attenzione per non rompere le verdure. Mettete in frigorifero a riposare per un paio d’ore.

Poco prima di servirla potete velarla con un pochino di maionese e fare la vostra decorazione che preferite. Ricordate che l’insalata russa deve stemperare un po fuori dal frigorifero, altrimenti sarà troppo fredda quando la si mangia.

BUON NATALE E BUONE FESTE A TUTTI!

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

 

PAN BRIOSCHE’ SENZA GLUTINE – RICETTA N° 104

PAN BRIOSCHE’ SENZA GLUTINE – RICETTA N° 104

Il Pan Brioschè, è un pane semi-dolce, molto versatile, in quanto può essere mangiato a colazione, con qualsiasi crema dolce e/o marmellata, o nella versione salata con prosciutto, formaggio o mortadella, o tonno e pomodoro ecc. Era da tempo che non pubblicavo una ricetta senza glutine. Quindi oggi, vi scrivo, il mio primo esperimento, riuscito perfettamente alla prima prova su questo tipo di pane, frutto di una mattinata, passata a impastare pizze, pani e biscotti per mia sorella, il tutto senza glutine. Sono riuscita ad ottenere un pane morbidissimo, con un solo uovo, e usando l’olio extra vergine di oliva, invece del classico burro. Due cose sono essenziali da dire : se lo volete proprio, più dolce, aggiungete 2/3 cucchiai in più di zucchero. Ho utilizzato una miscela di farine nel preparato per fare il pane, comprata nel negozio che vende esclusivamente prodotti senza glutine, della mia amica Laura, quindi di prima scelta. Ho voluto essere precisa, perché non ho avuto lo stesso risultato, usando la farina per impasti salati, con una farina di seconda scelta ( in questo caso ho usato una marca del supermercato ). Oggi il tempo è stato piuttosto ingannevole, sembrava che dovesse piovere, e invece in tarda mattinata è uscito il sole. Quindi oggi, niente mare per me, perché il pomeriggio l’ho passato a preparare qualcosa di buono, da portare a casa di amici, che ci hanno invitato a vedere la finale dei mondiali. Quindi nei prossimi giorni vedrete cosa ho preparato di nuovo.

Quindi ora vi lascio, a questa bella serata, in compagnia dei vostri amici o parenti e a domani con la prossima ricetta.

 

Dose : per uno stampo da cm 20 di dm
Preparazione : 10 minuti
Lievitazione : 2 ore circa

 

Ingredienti :

400 g di farina per preparato per fare il pane senza glutine
300 ml di acqua
1 uovo
3 cucchiai di zucchero
10 g di lievito di birra fresco ( usate quello consigliato dal prontuario )
1 cucchiaio di olio evo
8 g di sale

 

PREPARAZIONE :

In una ciotola, mettete la farina a fontana, e ponetevi tutti gli ingredienti, tranne il sale.

Cominciate ad impastare, e dopo aver mescolato gli ingredienti aggiungete il sale.

Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio e sodo.
Disponetelo a cilindro dentro la stampo del plum-cake, rivestito di carta forno, coperto con la busta di plastica gelo o pellicola.

Mettetelo a lievitare per un paio d’ore circa.
Quando vedrete che si sarà, raddoppiato di volume, infornatelo in forno già caldo a 180° per 20/30 minuti, o fino a che si sarà perfettamente dorato in superficie.

Togliete il pane dal forno, e aspettate 30 minuti prima di sfornarlo.
Fate raffreddare completamente prima di affettarlo e mangiarlo.

Ed ecco come si presenta il pane visto da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

TRAMEZZINI DI FOCACCIA O FOCACCIA TRAMEZZINO – RICETTA N° 99

TRAMEZZINI DI FOCACCIA  O FOCACCIA TRAMEZZINO –  RICETTA N° 99 

Questi ve li consiglio vivamente come pranzo da portare nelle vostre gite fuori porta e pic-nic, come nel periodo di Pasqua o come pranzo da portare in spiaggia. Nel periodo di tempo che sono stata assente dal blog, in quei 21 giorni di giugno, ho sperimentato e impastato diverse ricette su pani, focacce e panini. Mi sono così appassionata a farli, che adesso quasi di rado compro il pane. Ebbene si, ho trovato ricette semplici e veloci da fare, il bello è che ho fatto diverse varianti che poi ho riadattato sopratutto per me, che sono intollerante al lievito di birra e al lattosio. Quindi per realizzarli, ho utilizzato il lievito naturale secco comprato nel negozio biologico da cui mi servo e il latte senza lattosio ( che sia di mucca o soia o di riso, avena ecc.). Se voi non avete questo problema, usate tranquillamente il lievito di birra e il latte normale. Questa è una ricetta del bimby conosciuta come  FOCACCIA TRAMEZZINO, e in questo periodo è in giro per il web, veloce da fare anche con le fruste a mano, o in qualsiasi altro robot o mixer da cucina. Una volta che si sarà raffreddata, sarà pronta per essere tagliata a metà, farcita, coperta con la pellicola e messa in frigorifero, fino al momento di tagliarla a rettangolini o a spicchi, a secondo dello stampo che avete usato. Al momento di mangiarla, vi sembrerà di mangiare un tramezzino, morbido, fresco e incredibilmente squisito. Io l’ho portata al mare, e l’ho offerta ai miei amici, l’abbiamo mangiata a pranzo. I complimenti sono stati numerosi. Potete offrirli anche in occasioni di buffet per feste o cerimonie, visto che si prestano ad essere preparati prima e con largo anticipo. Trovate voi la destinazione che gli vorrete dare. Magari, preparatela come cena, per i vostri amici, mentre continuerete a guardate in televisione i mondiali di calcio. A differenza della ricetta originale, io ho diminuito la dose di lievito, che è a vantaggio del sapore e dell’odore della focaccia e ne ho fatto una variante dolce, infatti, aumentando la dose dello zucchero a 60 g totali, otterrete una gustosa focaccia/colazione, da riempire con crema di nocciole spalmabile, marmellata, confettura o qualsiasi altra crema vi piaccia. Nei passaggi che seguono, vedrete come l’ho riempita io, ma voi potete metterci quello che più vi piace.

Fatemi sapere come è andata. Buona giornata e alla prossima ricetta.

 

Dose : per 16 porzioni
Preparazione : 8 minuti
Cottura : 25/30 minuti

 

Ingredienti per la focaccia:

250 g di farina 00
250 g di farina manitoba
500 g di latte senza lattosio
10 g di zucchero
70 g di olio di arachide
mezza bustina di lievito in polvere naturale o mezzo cubetto di lievito di birra
15 g di sale
semi sesamo o di papavero ( io non li ho messi )
1 tuorlo d’uovo
poco latte per spennellare

 

Ingredienti per il ripieno dei tramezzini:

1 hg di prosciutto cotto
1 hg di prosciutto crudo
3 pomodori maturi
10 fettine di formaggio tagliato sottile per panino ( io ho usato formaggio senza lattosio )
12 fettine di insalata a foglia larga
maionese vegan q.b. (cliccate qui per vedere la ricetta)
salsa barbecue o ketchup q.b.

 

PREPARAZIONE:

Intiepidite il latte in un pentolino, e aggiungetelo insieme a olio, zucchero, lievito in una ciotola e mescolate per qualche secondo.

 

INVECE PER CHI HA IL BIMBY :

inserire nel boccale il latte, l’olio, lo zucchero e il lievito per 1 MINUTO A 37°/40° (a seconda del modello che si ha) VELOCITA’ 3.

Aggiungete la farina e il sale e mescolate fino ad ottenere un composto denso e colloso.

INVECE PER CHI HA IL BIMBY: aggiungere farina e sale 3 MINUTI A VELOCITA’ SPIGA.

Ricoprite di carta forno lo stampo che utilizzate, o rotonda di cm 28 di dm o rettangolare/quadrata, versateci il composto con l’aiuto di una spatola, lasciate lievitare per almeno 1 ora.

Spennellate delicatamente con l’uovo e il latte mescolati. Infornate a forno preriscaldato a 180° per circa 25/30 minuti.

Fate raffreddare fuori dal forno.

Una volta che si raffreddata, tagliatela in due. Spalmate entrambi i lati di maionese.

Riempite con uno strato di prosciutto cotto, formaggio a fettine, prosciutto crudo, insalata, pomodoro a fettine e salsa barbecue.

Richiudete e pressate leggermente.

Mettetela su un vassoio, copritela con la pellicola, e fatela rassodare in frigorifero fino al momento di tagliarla a fette e mangiarla.

Ed ecco i tramezzini di focaccia ripieni.

Ecco un particolare visto da vicino.

Ecco come si  presenta la focaccia appena tagliata vista da vicina, una perfetta alveolatura all’interno.

Ed eccola riempita con crema spalmabile alle nocciole servita per colazione.

Inoltre potete anche farcirla bi-gusto, metà prosciutto cotto e metà prosciutto crudo.

Metà formaggio a fettine e metà formaggio fresco spalmabile.

…. proseguendo poi con gli altri ingredienti.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

RUSTICI CON WURSTEL – RICETTA N° 90

 RUSTICI CON WURSTEL – RICETTA N° 90

I rustici con i wurstel, sono componenti salati essenziali dei buffet per le feste o come parte di un aperitivo prima di una cena importante, chissà quante volte le avrete mangiate proprio in queste occasioni. Farli a casa è veramente facile, ma sopratutto economico, in confronto a quanto potrete pagarli in qualsiasi forno o pasticceria che li preparano. Perché spendere tanto quando con pochissimi Euro e pochissimo tempo possiamo farli noi? Per prepararli occorrono 30 minuti del nostro tempo, 2 rotoli di pasta sfoglia già pronta e 1 una confezione di wurstel grandi. Potete anche prepararli in anticipo e metterli nel congelatore, così da averli già pronti quando vi occorrono, come ho fatto io. Vi è piaciuta la ricetta? L’avete trovata divertente? O l’avete trovate interessante? Oppure c’è qualche ricetta che avete trovato eccezionale? Esprimetemi la vostra reazione, scendendo con il mouse fino alla fine della ricetta, sotto troverete la possibilità di farmi sapere come l’avete trovata, divertente, interessante o eccezionale !!!

Vi ringrazio per la vostra disponibilità e un saluto a tutte le cuochine e i cuochini che mi seguono e mi leggono.

Dose: per 36 rustici
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 15 minuti

 

Ingredienti:

2 rotoli di pasta sfoglia già pronta
1 confezione di wurstel grandi
1 rosso d’uovo per spennellare

 

PREPARAZIONE:

Preriscaldate il forno a 180°.
Srotolate la pasta sfoglia su un piano di lavoro, con una rondella dividetela in 4.

E dopo dividetela in 16.

Dividete a rondelle i wurstel.

Mettete 1 rondella ogni triangolo.

Arrotolate fino a formare 1 cornetto.

Mettete gli stuzzichini sulla leccarda, ricoperta con carta forno e spennellateli con il rosso d’uovo, infornateli in forno già caldo 180° per 10/15 minuti.

Sfornateli appena risultano dorati.

Ecco i vostri stuzzichini e rustici, belli da vedere e buoni da mangiare.

Ed ecco come risultano da vicino.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

STUZZICHINI ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 64

STUZZICHINI ALLO ZAFFERANO – RICETTA N° 64

Buongiorno a tutti e benvenuti nel mio blog. E’ appena finito Carnevale, e subito ci si prepara per un’altra festa. Questa volta è quella dell’8 marzo, la festa internazionale della donna, ed è curioso sapere che in nazioni diverse, si festeggia in maniera diversa dalla nostra. Comunque la pensiate su questa festività, se siete tra quelle, che sabato sera, staranno a casa con le proprie amiche e mariti e figli, per passare una serata diversa dal solito, o perché non gradite andare in un locale a mangiare fuori, questa è la prima ricetta che vi consiglio. Un’antipasto o stuzzichino, precena, da servire appena arrivano le vostre ospiti. Per la presenza dello zafferano, i vostri stuzzichini avranno un bel colore giallo, che rievocano il colore della mimosa, che rappresenta questa festività. Potete prepararla il giorno prima, fate freddare in frigorifero gli stuzzichini e serviteli freddi, io li ho provati così e sono ottimi, ma che dico, superbi. Questa è la ricetta, e mi farà piacere se la vorrete provare.

Un bacio a tutte voi, scappo, perché la mia agenda è piena di cose da fare oggi.

 

Dose: per 8/10  persone
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 15/20 minuti circa (gli stuzzichini devono dorarsi bene in superficie)

 

Ingredienti:

2 uova medio – grandi
5 cucchiai di formaggio grattugiato
400 g di ricotta (io ho usato la capra, voi mettete quella che piace a voi)
1 bustina di zafferano
1 mazzetto di prezzemolo
sale e pepe in polvere q.b.

 

PREPARAZIONE:

In una ciotola capiente sbattete le uova. Unite la ricotta, il formaggio grattugiato, lo zafferano  un po’ di prezzemolo tritato, sale e pepe q.b.

Amalgamate il tutto, fino ad ottenere una crema morbida ed omogenea.

Stendete il composto in una piccola teglia oliata o ricoperta con la carta forno, cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15/20 minuti, fino a che si sarà dorato in superficie.

Togliete dal forno, lasciate raffreddare, e tagliate a quadretti. Mettete in frigorifero fino al momento di servire.

 

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA

GAMBERETTI IN SALSA COCKTAIL – RICETTA N° 37

GAMBERETTI IN SALSA COCKTAIL – RICETTA N° 37

Il cocktail di gamberetti è uno degli antipasti di pesce più apprezzati a livello internazionale. E’ uno dei miei piatti preferiti, lo metto al primo posto tra gli antipasti di pesce più buoni in assoluto. La bontà indiscussa di questa ricetta dipende dal sapore dolce e delicato dei gamberetti in contrasto col sapore deciso della salsa cocktail/salsa rosa, aromatizzata con quattro tipi di salse diverse (maionese, ketchup, senape e worcester), e dal Cognac o per chi lo preferisse dal Brandy. Il tutto viene servito all’interno di una coppa, con dentro per primo una foglia di lattuga o trocadero, lavate e asciugate per bene. Con 2 varianti di procedura; c’è chi preferisce mescolare i gamberetti nella salsa, farli macerare per un’ora in frigorifero eppoi mettere i crostacei nella coppa, o mettere i gamberetti nella coppa di insalata con 1 cucchiaino di salsa sopra e il resto servito dentro una ciotolina, a cui attingere la salsa ogni volta che si vuole. Scegliete la preparazione che preferite.   Tra le tante varietà di versioni personali c’è anche quella con l’aggiunta di una mela lavata, sbucciata e tagliata a tocchetti piccoli e mescolata insieme ai gamberetti nella salsa cocktail. Che per me è davvero ottima, il sapore acidulo della mela e la sua croccantezza  rendono ancora più gustoso questo piatto. Quindi se volete provarla con la mela aggiungetela come vi ho descritto all’interno della ricetta di oggi. Potete usare sia gamberetti freschi che gamberetti congelati o in salamoia. Decidete voi quali usare. Io li ho comprati in un negozio di surgelati, e ho scelto i gamberetti congelati già cotti. Li ho soltanto dovuti  scongelare e poi condire. Quindi se non siete pratici nella pulizia del pesce o volete velocizzarvi nella preparazione vi consiglio di comprarli così. Questo è uno degli antipasti che preparerò per la vigilia di Natale martedì sera. Se volete vedere come preparare la salsa cocktail o salsa rosa cliccate qui.

Bene, spero di avervi incuriosito o di avervi dato un’idea nuova con queste 2 ricette per la vigilia. A prestissimo sempre su questo blog, un saluto a tutti.

 

Dose: per 4 persone
Tempo di preparazione: 10 minuti

 

Ingredienti:

500 g di gamberetti di quelli congelati già cotti (se freschi calcolatene 800 g)
una dose di salsa cocktail
1 cesto di insalata o lattuga o trocadero

 

PREPARAZIONE:

Preparate la salsa cocktail. E mettete in frigorifero a raffreddare.
Scongelate i gamberetti o se sono freschi, sgusciateli e bolliteli per 5 minuti in acqua in ebollizione, dopo di che,  lasciateli raffreddare e appena si sono raffreddati  metteteli in frigorifero.
Capate le foglie più belle del cespo di insalata che avete comprato,  lavatele per bene e asciugatele.
Mettete dentro una coppa 2 foglie di insalata, 2 cucchiai di gamberetti e 1 cucchiaino di salsa rosa.
Portate in tavola, servendo a parte la salsa all’interno di una  ciotolina di ceramica.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta, condividila sui social,  lasciami un tuo commento e 1 MI PIACE sulla pagina Facebook, in questo modo potrai essere sempre aggiornato/a sulle novità e sulle ricette.Diventa FOLLOWER di Daniwella anche su Twitter cliccando qui.

ORA ANCHE SU INSTAGRAM, diventa fan cliccando qui. 
Per contattarmi in privato scrivetemi una email a questo indirizzo : [email protected]

CLICCA QUI E SCOPRI QUALCOSA DI PIU’ SU DANIWELLA